Archive for May 7th, 2005

Il Sabato è

Il Sabato è una giornata un po’ speciale, non avendo la zavorra di colei che non mi ascolta dietro, posso scendere a Crotone quando voglio: stamane alle 05,30 ero già nei pressi di Piazza Pitagora al bar dei mattutini (Bar London). Il barista e pochi amici, sempre gli stessi, forse con problemi di insonnia .

Si parla di questo, di quello, dei problemi della gente, del governo che non funziona, delle sigarette che costano troppo e che almeno al mio amico barista non portano quasi alcun guadagno e poi approfitto di un giornale di annunci economici che apro alla pagina degli annunci personali e quelli delle messaggiatrici (sì massaggiatrici!, solo l’autorità giudizia ci crede!!! e nemmeno tanto). "Gattina pronta a farti le fusa, telefona al 333….."; "se ti senti solo, chiama al 347…", ecc… ecc.. Ma a parte quelli femminili questa volta ne ho trovato anche uno maschile. Un ragazzo si offre per signore sole e lascia ben due cellululari. Essendo un settimanale di annunci calabresi mi è sembrata una novità almeno per me che non è che legga spesso di questi annunci. I gigolò anche in Calabria, mi sono detto… che bel passo avanti!!!

Mi rimetto in macchina e mi sposto sul lungomare, oggi è una bellissima giornata tutto l’opposto di ieri, non c’è una nuvola manco a pagarla e benchè erano solo le 06,20, c’era già un sole caldino. Nel Cd girà Rino Gaetano, ad alto volume quando non ho case vicino. Mi esalto cantando appresso a lui "E io ci sto" che inserirò a fine post. Una ragazza fa footing si incrocia con un ragazzo, ognuno per la sua strada. Faccio tutto il giro, ritorno in zona portici, in una Crotone addobbata a festa (l’intero mese di maggio è dedicato alla Madonna di Capocolonna). Domani sera ci sarà, proprio in Piazza Pitagora, il concerto di Sergio Cammariere mentre nel prossimo fine settimana (nella notte tra sabato e domenica) il clou della festa con la processione da Crotone a Capo Colonna (circa 10 chilometri) con il quadro della Madonna, quello grande, perchè ricorre il settennale.

Arrivo fuori da scuola, sono le 07,00, il mio ufficio apre allle 07,30, così ne approfitto per fare delle foto ad alcune scritte razziste lì vicino,che  avevo già visto e che inserirò nella gallery di AreaLocale.com in una cartella denominata dal grande Greg "Medidate Gente…".

Arriva il collaboratore che apre gli uffici, entro. Tutto bello se non fosse che lo stesso collaboratore mi dice che in giardino a causa della pioggia di ieri è caduto un nido. Vado a vedere e tre piccoli uccellini (mi dicono Gazze) sono morti, due sul cemento e uno rimasto bloccato nel nido di argilla precipitato da un ramo di pino. Una macchia su questa bella giornata… Ma c’è tanto da fare, c’è una battaglia da combattere e, come Rino Gaetano,  "Io ci sto"…

E io ci sto

Mi alzo al mattino con una nuova
Illusione, prendo il 109 per la Rivoluzione
,
e sono soddisfatto Un poco saggio un poco matto
Penso che fra vent’anni finiranno I miei affanni
Ma ci ripenso però, mi guardo intorno per un po’
e mi accorgo che son solo,
in fondo è bella però è la mia età e io ci sto
Si dice che in America tutto è Ricco tutto è nuovo,
puoi salire In teleferica
su un grattacielo e farti un uovo,
io cerco il rock’n'Roll al bar e nei metrò,
cerco una bandiera diversa senza sangue sempre tersa
Ma ci ripenso però, mi guardo intorno per un po’
e mi accorgo che son solo,
In fondo è bello però , è il mio Paese e io ci sto

Mi dicono alla radio statti calmo statti buono
non esser scalmanato stai tranquillo e fatti uomo
ma io con la mia guerra voglio andare sempre avanti,
e costi quel che costi la vincerò non ci son santi

Ma ci ripenso però, mi guardo intorno per un po’
e mi accorgo che son solo
,
ma in fondo è bella però è la mia guerra e io ci sto

cerco una donna che sia la meglio
che mi sorrida al mio risveglio
e che sia bella come il sole d’agosto
intelligente si sa
ma in fondo è bella però è la mia donna e io ci sto