Archive for October 14th, 2005

Il Sindaco Fabio Brescia si ricandida

SCANDALE – Mancano ormai pochi mesi alla fine del primo mandato dell’amministrazione comunale di Scandale guidata dal Sindaco Fabio Brescia che si prepara ad affrontare l’ormai vicina campagna elettorale.
Il Sindaco però, proprio in questo periodo di intenso lavoro amministrativo, non vorrebbe assumere i panni di politico, in quanto il suo obbiettivo rimane il lavoro fino all’ultimo giorno per poter progettare ed operare nella sua Scandale.
Il Sindaco di Scandale Fabio Brescia 
Il Sindaco di Scandale Fabio Brescia
Tuttavia, visti i movimenti dell’altro fronte politico, Fabio Brescia ha deciso che non può far a meno di cimentarsi della situazione politica e così ha deciso di ripresentarsi alla guida del paese.
Questo sua intenzione è stata confermata in un incontro informale tenutosi qualche giorno fa con il gruppo che nel 2001 determinò la vittoria alle elezioni amministrative.
Il Sindaco uscente ha voluto verificare soprattutto all’interno della sua giunta se i suoi assessori, soprattutto quelli facente parte del suo stesso partito l’Udc, hanno intenzione di riproporsi per amministrare il paese per i prossimi cinque anni.
Infatti il Brescia ha dato la sua disponibilità solo se vi è la compattezza di tutto il gruppo e pare, al momento, che i suoi assessori hanno confermato la loro candidatura.
All’inizio l’unico perplesso era l’assessore Iginio Pingitore. Più per motivi personali che amministrativi. Infatti pur essendo soddisfatto dell’attività amministrativa, lui si è lamentato del fatto che in questi anni il suo lavoro di bancario e l’attività comunale hanno occupato molto del suo pochissimo tempo a disposizione. Alla fine però i dubbi sono rientrati è anche lui si è espresso per la ricandidatura, sostenendo che non intende sottrarsi dal vasto nuovo programma che l’amministrazione ha in mente di realizzare: opere pubbliche, culturali ed ambientali.
Pingitore intende sostenere il sindaco per aver dato con amore, tenacia ed impegno costante, anche spesso fino a tarda serata; ha accolto i suoi concittadini presso la propria abitazione per poter sbrigare le loro situazioni.
Afferma Pingitore: "Non posso soffocare o scoraggiare lo spirito di colui il quale ha dimostrato di avere gli interessi esclusivi della sua comunità e di chi ha pensato bene a far entrare Scandale in un nuovo meccanismo che crei occupazione e sviluppo; fino ad oggi non c’era mai stato un progetto che lo abbia fatto: questa amministrazione l’ha pensato e l’ha realizzato in soli quattro anni di vita amministrativa".
Dare occupazione, secondo il sindaco Brescia, crea sviluppo e benessere ad una comunità; infatti da alcuni mesi è stato avviato il progetto del recupero del bosco Manco Ferrato dove oggi circa 40 persone, nonché padri di famiglia, lavorano con tranquillità e si può dire che hanno raggiunto la serenità familiare, fra i quali molti di età tra i 40 e i 50 anni erano pronti per trasferirsi altrove alla ricerca faticosa di un lavoro.
Oggi sono assunti da due cooperative locali, il cui progetto prevede lavoro per due anni, ma il sindaco caparbiamente cerca soluzioni per fa aumentare i mesi di alvoro e magari renderli a tempo indeterminato; infatti già con il finanziamento che il comune ha ottenuto per il recupero ambientale in un’altra zona di Scandale si prevede di allungare ulteriormente le giornate lavorative per altri sei mesi. In attesa che entri in funzione la centrale turbo gas di località Santa Domenica, dove dovrebbe sorgere una filiera industriale, e le cooperative locali avrebbero la meglio, perché potrebbero offrire servizi per sempre e quindi assumere altre unità lavorative.
Fabio Brescia in questi quasi cinque anni di governo ha messo al primo posto le situazioni sociali del paese, pertanto non ha pensato solo all’occupazione, ma anche a coloro i quali vivono disagi in quanto portatori di handicap o anziani che non possono sbrigare le loro faccende domestiche, a tale proposito partirà un progetto in collaborazione con un’associazione della zona per realizzare uno sportello comunale capace di rispondere alle esigenze dei disabili e degli anziani, affinchè loro possono avere assistenza domiciliare.
Inoltre il Sindaco farà partire presto un progetto che occuperà donne del luogo che forniranno assistenza domiciliare, cosa che darebbe a Scandale un’ulteriore sollievo alla disoccupazione, in questo caso a favore delle donne, nello stesso tempo con il servizio alle persone che hanno delle invalidità permanenti.
L’amministrazione comunale otterrà così due obbiettivi: uno occupazionale e l’altro assistenziale per i tanti bisognosi di questo paese.
Ma l’amministrazione comunale ha avuto un occhio di riguardo anche per i giovani che spesso vivono in luoghi carenti di strutture per la loro crescita e formazione culturale, specialmente nei piccoli paesi, ed ha pensato alla realizzazione di un palazzetto dello sport polivalente già appaltato ed aggiudicato alla ditta Edil Planet di Crotone per il prezzo complessivo di euro 240.000,00. L’opera sarà sempre aperta affinchè possa regalare ai giovani di questo paese momenti belli ed aggregativi in un luogo sano che possa servire alla loro crescita.
Fabio Brescia sostiene che il programma stilato alla vigilia della precedente tornata elettorale è stato già realizzato e quindi l’amministrazione ha tutte le carte in regola per ripresentarsi.
E fa un elenco di alcune opere appaltate o progettate dal Comune di Scandale negli ultimi mesi e che non furono programmate durante la campagna elettorale 2001: lavori di ristrutturazione della Chiesa Maria S.S. dell¹Addolorata aggiudicata alla società Cecim sas di Miletta M. & C. di Cotronei per l’importo di euro 100.000,00 mediante i fondi Pit;
lavori di realizzazione strada interpoderale località Rondinella, l’impresa aggiudicataria è quella di Trivieri Costruzioni di Scandale per l’importo di euro 150.000,00 finanziati mediante i Piar;
lavori di urbanizzazione centro urbano di Scandale i quali sono stati appaltati all’impresa Baffa G. di Cotronei al prezzo complessivo di euro 215.000,00;
lavori di sistemazione area via G.Bruno-via Balvano mediante i fondi della Protezione Civile tra le somme urgenti che prevede due lotti per l’importo di ben 400.000,00 euro, il primo di euro 200.000,00 è in fase di appalto ed il secondo dello stesso importo è in fase di progettazione.
E’ ormai conclusa la casa comunale, il nuovo Municipio, e il Comune di Scandale oggi può vantare un moderno, ampio ed attrezzato edificio; quanto prima si procederà all’ultimazione della casa canonica.
In fase di completamento è anche la strada Campo sportivo-Collarica con la quale si accorciano ulteriormente le distanze con Crotone. Altri lavori si prevedono per la frazione Corazzo, infatti circa 355.000,00 euro saranno destinati per la realizzazione delle strade interpoderali di Cipodaro, S. Anastasia, Latina, Brasimato e Santa Marina, quest’ultimi lavori sono in fase di appalto.
Ma qual è il sogno che il Sindaco Fabio Brescia vorrebbe realizzare già da subito? La risposta è rapida: "Raggiungere Crotone da Scandale in solo sette minuti"
Come?
"Non voglio anticipare nulla perché desidero che sia una sorpresa per i miei concittadini, ma la cosa intendo farla subito, abbiamo lavorato per l’ammodernamento del tratto di strada campo sportivo-Collarica, oggi ci sono i presupposti per allacciarla diritto fino alla località Passovecchio, mi auguro che passerà solo qualche mese, naturalmente molto prima della fine della legislatura si vedranno i primi lavori".
Forse in sette minuti no, almeno non fino a centro di Crotone, ma di sicuro se sarà eliminato anche il secondo tratto di curve, Scandale sarà davvero più vicina al capoluogo di Provincia.
R.R.