Archive for October 25th, 2005

Dalla Calabria a Cervia solo per Antonio De Miglio!

SAN MAURO MARCHESATOAlla fine, nonostante il grande impegno di Mimì De Miglio, non si è riusciti e raggiungere il numero di persone necessarie per poter partire per Cervia per assistere dal vivo ad una gara del Vodafone Cervia dove, come è ormai noto, milita il sanmaurese Antonio De Miglio.
Mimì De Miglio a destra con Azzurra e Natascia
Mimì De Miglio a destra con Azzurra (a sx) e Natascia
La sorella del campione ce l’ha messa tutta, nonostante un impegno relativo al suo corso di studi che l’ha tenuta impegnata a Catanzaro per due settimane, ma appena trovava nuove persone da aggregare al gruppo c’era qualcuno che dava forteit. Quindi niente da fare… e pensare che quando si era cominciata a spargere la voce del viaggio sembrava quasi che di pullman se ne dovessero fare due!

Ma per alcuni la voglia di partire era tanta, così un gruppetto è partito lo stesso ma con il treno per assistere alla gara del Vodafone Cervia contro il Russi (di cui riferiamo a parte).

Sei persone da San Mauro Marchesato tra le quali appunto Mimì De Miglio, più il sottoscritto da Scandale. A questi si sono aggiunti due ragazzi a Rossano e due ragazze, provenienti da Cosenza, che sono salite a Sibari. Una di queste è Azzurra, la ragazza di Antonio conosciuta alla fine dello scorso campionato quando giocava con il Cosenza.

In totale 11 persone provenienti dalla Calabria alle quali vanno sommate altre persone calabresi arrivate da Reggio Emilia tra cui il fratello e le altre due sorelle di Antonio.

Il viaggio di andata è stato abbastanza tranquillo, partenza intorno alle 19 di venerdì 21 ottobre dalla stazione di Crotone e dopo una notte di viaggio e una breve sosta a Rimini, arrivo nella ridente Cervia. Antonio ha mandato un amico a prendere tutto il gruppo con un pulmino che li ha portati nei pressi della residenza del Vodafone Cervia. Dopo pochi minuti Antonio è uscito a salutare il gruppo giunto dalla Calabria e si è intrattenuto un po’ con loro, portandoli al bar e offrendo loro la colazione, prima della passeggiata mattutina con i compagni e gli allenatori. Al ritorno un saluto veloce alla ragazza e di nuovo in sede per osservare gli avversari su un filmato.
Sara Ventura    Daniele Bossari
La bella (non tanto nella foto) Sara Ventura e…. Daniele Bossari

Un veloce pranzo al sacco per i fan di Antonio e dopo aver preparato un cartellone per Antonio, tutti in cammino per raggiungere lo stadio dei Pini di Milano Marittima che è una località di Cervia. Il gruppo proveniente dalla Calabria era ospite in tribuna centrale della produzione, con una telecamera puntata addosso per quasi tutta la gara (prima dell’inizio tutti i maggiorenni hanno dovuto firmare una liberatoria per l’uso delle immagini e delle eventuali interviste), a pochi metri dai commentatori della gara per la diretta di Italia 1, Walter De Maggio e Carolina Morace, e di una quasi scocciata Sara Ventura che stancamente andava in giro per la tribuna a fare interviste.

Alfonso Frandina con il cartellone
Alfonso Frandina con il cartellone
A parte il cartellone che recitava: “De Miglio 1000 Km solo per te!”, tutto il gruppo era dotato di una bandana con scritto “De Miglio 3” preparate in modo artigianale dall’infaticabile Mimì De Miglio. L’allegria e le grida del gruppo calabrese non poteva passare inosservata è così prima della gara sono stati fatti avvicinare alla rete a bordo campo e proprio da loro Daniele Bossari ha iniziato il collegamento per Italia 1 scambiando alcune battute con Mimì.

La gara è stata vissuta intensamente, la vittoria è stata accolta con soddisfazione da tutti, che si sono sentiti un po’ come porta fortuna visto che il Cervia tornava a vincere dopo due sconfitte. In serata tutti a festeggiare con un brindisi insieme con Antonio che non si è potuto trattenere più di tanto in quanto poco dopo è dovuto partire per Roma insieme coi compagni in quanto domenica ha poi partecipato a Buona Domenica su Canale 5.
Antonio De Miglio bacia la sua ragazza Azzurra
Antonio De Miglio bacia la sua ragazza Azzurra
Prima della partenza spazio per gli autografi e le foto coi campioni, oltre al gruppo calabrese, erano tante le ragazzine presenti fuori dalla residenza, qualcuna ha fatto incetta di baci, salutando tutti i giocatori.

Insomma tutto a meraviglia fino al viaggio di ritorno. Infatti il maltempo in Puglia con il conseguente deragliamento di un treno hanno interrotto la linea ferrata ionica (e lo resterà per qualche giorno), quindi treno soppresso a Bari, proseguimento con un pullman sostitutivo e arrivo a Crotone domenica intorno alle 16 con circa tre ore di ritardo.

Ma alla fine c’era qualcuna che aveva ancora voglia di scherzare: “Mimì hai visto che ci sei riuscita ad organizzare il pullman per Cervia!”.

ROSARIO RIZZUTO

Vince il Cervia: De Miglio e Rocca in gran forma

CERVIA – Il Vodafone Cervia ricomincia a far punti dopo due sconfitte consecutive. Lo fa tra le mura amiche dello stadio dei Pini di Milano Marittima contro il Russi per 2 a 1, in una gara alla quale abbiamo assistito dal vivo insieme con un gruppo di dieci persone provenienti dalla Calabria, nello specifico da San Mauro Marchesato, Scandale, Rossano e Cosenza.

E la carovana calabrese ha portato bene ai ragazzi di mister Graziani che, ben gradita coincidenza, schierava in campo entrambi i calabresi presenti nella rosa della squadra reality ossia Antonio De Miglio ed Emanuele Rocca.

I nostri rappresentanti si sono ben comportati (peccato per la terza ammonizione di De Miglio che gli è costata la diffida: alla prossima ammonizione scatterà la squalifica) ed hanno dato il loro prezioso contributo a questa vittoria arrivata grazie ad una stupenda rete di Moschino su punizione e ad una rete liberatoria di Rossi ad inizio ripresa. Rete fondamentale questa perché il Vodafone Cervia si trovava in dieci uomini già dalla fine del secondo tempo per l’espulsione, ai più apparsa eccessiva, di Montella, per fallo da ultimo uomo.
Antonio De Miglio ed Emanuele Rocca
Antonio De Miglio ed Emanuele Rocca
Quindi lavoro straordinario per Emanuela Rocca e Antonio De Miglio in difesa ma alla fine è andato tutto bene e il gol degli avversari è arrivato solo a partita ormai finita e non ha dato poi tanti patemi d’animo.

La nostra presenza in mattinata nei pressi della residenza dei Campioni ci ha fatto osservare la giornata tipo di De Miglio e compagni che intorno alle 10 sono usciti per una passeggiata per le vie dei Cervia. Al ritorno alla sede i ragazzi con il supporto di mister Graziani hanno osservato, tramite video cassetta, gli avversari del Russi prima di un veloce pranzo, per poi recarsi allo stadio.

Abbiamo approfittato dell’uscita mattutina per porgere qualche domanda al preparatore tecnico, per tutti mister Magrini.

Mister Magrini ci dà un suo giudizio su Antonio De Miglio.
“De Miglio è un ragazzo la cui voglia di voler forse qualche volta un po’ strafare non gli dà dei vantaggi, però la sua abilità, la sua velocità, il suo modo di fare, l’entusiasmo che ha dentro, il passo che ha fanno sì che lui sia per noi un giocatore importante; un giocatore su cui contiamo molto e che pensiamo possa migliorare continuamente e anche se la sua esuberanza lo costringe a sbagliare per noi è un giocatore sicuramente positivo”.

Rientra oggi (sabato per chi legge) per scelta tecnica dopo due volte in campo grazie al televoto del pubblico. Come mai questa pausa da parte vostra dopo le tre prime gare iniziali sempre in campo?

“Mi sembra che De Miglio sia già fortunato perchè lui sta giocando davanti a gente che hanno giocato e vinto in C1. Noi abbiamo sei giocatori bravissimi (in difesa nda), lui fa parte di questi sei, una volta gioca uno, una volta l’altro. Lui ha dimostrato di essere bravo e la sua bravura lo ha portato a giocare”.

Cosa ci dice, invece di Emanuela Rocca.

“Emanuela Rocca è un ragazzo straordinario, un ragazzo su cui io conto molto; sono uno di quelli che ha spinto per tenerlo e portarlo avanti; ha tanta voglia di imparare. Sono molto amico di Gasperini che mi ha parlato molto bene di lui, l’ho visto molto bene. Credo che Rocca deve solo migliorare e ha tutti i presupposti per diventare un giocatore importante”.

Insomma complimenti per entrambi i nostri giocatori da parte del braccio destro di mister Graziani, complimenti che arrivavano da un tecnico che lavora con le nazionali giovanili quindi che di giocatori ne ha visto e ne vede tanti ogni giorno.

Quindi c’è da sperare che Antonio ed Emanuele possano diventare sempre più dei punti fermi di questa squadra e nello stesso tempo protagonisti del Reality Show Campioni che li ha visti domenica impegnati, insieme con il resto della squadra, nella Buona Domenica di Maurizio Costanzo.

ROSARIO RIZZUTO

La Professoressa Galdieri porta i suoi ragazzi sul podio

Mi fa quasi rabbia dover parlare di una cosa positiva legata alla mia ex scuola, lo faccio solo per rispetto della professoressa Donatella Galdieri alla quale avevo detto di poter sempre contare su di me…

Bella affermazione per la squadra di pallatamburello maschile (categoria allievi cioè nati tra il 1989 e il 1991) dell’Istituto Tecnico per Geometri “Ermenegildo Santoni” di Crotone che alle finali nazionali dei giochi studenteschi, svoltesi nei giorni scorsi a Lignano Sabbiadoro, in provincia di Udine, hanno ottenuto il terzo posto e quindi la medaglia di bronzo.

I ragazzi, allenati dalla brava professoressa Donatella Galdieri, e che rappresentavano la Calabria in tale disciplina, sono stati accompagnati in Friuli Venezia Giulia, oltre che dalla loro allenatrice, anche dalla professoressa di matematica Vincenza Vilone per una settimana “prestata” all’educazione fisica.

A Lignano la squadra crotonese si è subito messa in evidenza vincendo gli incontri contro le squadre dell’Umbria, del Trentino e del Veneto, raggiungendo così la semifinale.

Ma, nell’incontro che valeva l’accesso alla finalissima, la sfortuna ha messo di fronte ai ragazzi della professoressa Galdieri la squadra del Piemonte, composta quasi esclusivamente da atleti tesserati, di conseguenza più allenati e preparati, che hanno avuto la meglio.

La stessa squadra del Piemonte, formata dai ragazzi di una scuola di Asti, ha poi vinto la finale, consentendo così, in base al regolamento, alla squadra crotonese di ottenere il terzo posto.

Un risultato importante per questi giovanissimi ragazzi e per la scuola crotonese, alla sua prima partecipazione ad una finale nazionale in questo sport, forse poco conosciuto ma di sicura attrattiva.

I meriti vanno certamente alla professoressa Donatella Galdieri che con impegno e caparbietà e senza nemmeno l’ausilio di una palestra interna alla scuola (infatti l’Istituto “Santoni” fino allo scorso anno faceva lezione nei locali della ex clinica San Francesco dove non c’era palestra e solo con l’inizio di quest’anno scolastico le classi sono state spostate nella nuova sede dove però, pare, la nuova palestra abbia già dei problemi) è riuscita a raggiungere questo interessante risultato, ma i protagonisti sul campo solo stati i 10 ragazzi della scuola, che si sono impegnati negli allenamenti in orari extrascolastici e con grandi sacrifici.
I Ragazzi del Santoni con le due accompagnatrici
I ragazzi del Santoni con le accompagnatrici: a sx la Prof.ssa Galdieri a dx la Prof.ssa Vilone

Questi i nomi dei 10 vincitori della medaglia di bronzo: Mariano Megna, Francesco Aracri, Dionigi Danilo Elia, Riccardo Marenzoni (il più piccolo del gruppo: ha infatti poco più di 14 anni), Francesco Minardi, Michele Aracri, Gioele Stricagnoli, Michele Cardace, Stefano Liuzzo e Francesco Devona.

ROSARIO RIZZUTO