Incontri Ds fuori tema a Scandale

L'Incontro del 03 aprile 2006 dei Democratici di Sinistra a Scandale
SCANDALE
– Nella serata di lunedì 3 aprile doveva tenersi nell’auditorium delle scuole elementari di Scandale una manifestazione, un convegno dal titolo “Uno anno di centro-sinistra al governo della Calabria” – il lavoro fatto e le proposte de Ds per il futuro del paese. Era prevista la partecipazione dell’onorevole Nicola Adamo, vice presidente della Regione Calabria e di Sergio Iritale, presidente della Provincia di Crotone.
Francesco Sulla e Nicola Adamo
Francesco Sulla e Nicola Adamo
Di quest’ultimo nessuna traccia mentre, sebbene in ritardo è arrivato Nicola Adamo. Con lui il consigliere regionale Francesco Sulla.
Antonio Barberio con i candidati Giuseppe Corigliano e Marilina Intrieri
Antonio Barberio a sx con i candidati Giuseppe Corigliano e Marilina Intrieri
Un po’ prima erano arrivati la candidata alla Camera dei Deputati Marilina Intrieri, il candidato al Senato Giuseppe Corigliano, il consigliere provinciale Antonio Barberio e il segretario cittadino dei Ds, Tommaso Squillace.

L’imperfetto usato all’inizio è d’obbligo perché del programma previsto sugli inviti e sulle locandine affisse per il paese, nessuna traccia (e forse nessuno se ne accorto l’importante era sentire qualcosa) ma visti gli ospiti presenti non si poteva non parlare delle prossime elezioni politiche in programma domenica e lunedì.

E così è stato fatto. Solo l’onorevole Adamo (che è anche assessore regionale all’energia) ha fatto un discorso a parte, parlando di energia, della futura centrale Turbogas da 850 Megawatt che sta per nascere a Scandale e di energia alternativa. Vista la quasi concomitanza dell’ultimo duello televisivo tra Berlusconi e Prodi tutta la serata è stata un po’ affrettata e lo stesso Adamo ha rinviato la discussione ad un futuro incontro da tenersi prima delle amministrative di fine maggio.

Ma l’incontro ha avuto i suoi risvolti positivi: chi non lo sapeva è stato informato su questa assurda legge elettorale che vede i candidati presenti nelle prime posizioni (nei partiti maggiori) praticamente già eletti e sminuendo di fatto la campagna elettorale e lo “scontro” politico e la tanta gente presente in sala (che sebbene non grandissima non è facile riempire in casi di incontri politici) è stata in paziente ascolto per tutta la durata; poi al termine di corsa davanti alla tv: il prossimo “governatore” d’Italia sarà uno di quei due! Come mancare…

ROSARIO RIZZUTO

Leave a Reply