Non ottiene la maglia ma è stata una grande stagione per Antonio De Miglio. Rocca al Milan

Arriva ad un passo dal sogno, l’avventura nel reality Campioni del sanmaurese Antonio De Miglio. Mentre gioisce alla grande il ragazzo di Botricello Emanuele Rocca già tra i tesserati del Fc Crotone.

Ma andiamo con ordine: domenica mattina al termine della gara tra il Vodafone Cervia e il già promosso Boca San Lazzaro (che ha venduto cara la pelle), vinta dai locali per 2 a 1, e che è valsa alla squadra di mister Ciccio Graziani l’accesso al playoff, sì è anche dato vita alla fase finale del reality che prevede che tre calciatori effettueranno la prossima preparazione estiva con Juventus, Milan ed Inter e questa conquista viene suggellata con la consegna della maglia della squadra che ha selezionato il calciatore.

Dapprima viene formata una rosa di undici giocatori tra i quali sono presenti sia De Miglio che Rocca.
Antonio De Miglio, Vodafone Cervia
Antonio De Miglio

Su undici calciatori ben due sono della nostra terra, la soddisfazione non può che essere grande e sta a dimostrare che sia Antonio che Emanuele hanno lavorato bene e che, se i ragazzi vengono seguiti, la nostra terra può dare tanto anche in ambito calcistico..

Nella successiva selezione De Miglio è il terzo ad uscire dal gioco mentre Emanuele Rocca rimane nei cinque finalisti. Sono momenti di ansia, di gioia, di trepidazioni che si possono facilmente leggere sullo sguardo dei calciatori ma anche del pubblico: qualche ragazza addirittura piange.
Emanuele Rocca, Vodafone Cervia
Emanuele Rocca

La prima maglia ad essere assegnata è quella del Milan sulla quale, quasi come magia, appare il nome di Rocca; deve essere un bel momento per il bravo giocatore crotonese-catanzarese che salta dalla gioia e sembra quasi non crederci. A fine selezione dirà: “E’ fantastico, vorrei salutare i miei genitori. Si è sentita male mia madre. E’ tutto a posto ora?” Lo tranquillizzano mentre, con la maglia del Milan, Emanuele fa proprio una bella figura: gli dona davvero.

Qualcuno comincia a sognare: Rocca come Gattuso? Non possiamo che augurarglielo.

Per dovere di cronaca seguono la maglia dell’Inter per Francesco Montella e quella della Juve per Poldino (come lo chiamano tutti) Calanchi. Ma non è finita c’è una sorpresa: l’Inter ha acconsentito ad prendere in prova non uno ma due calciatori così una seconda maglia dell’Inter viene indossata da chi ha tenuto in piedi più di una volta la baracca, dal portiere Davide Bertaccini, ultima possibilità per lui di entrare nel calcio che conta visti i suoi 34 anni. Si festeggia. Spumante addosso ai vincitori, Graziani e il preparatore Magrini emozionantissimi. Sono tanti i motivi per gioire, a parte il reality, e nonostante tanti problemi Antonio De Miglio e compagni con 56 punti e il quarto posto hanno centrato l’obiettivo minimo dei playoff (e ora si giocano due posti diretti di ammissione in C2 prima nel proprio e poi, se tutto andrà bene, tra tutti i nove gironi di interregionale), inoltre avendo il Sorrento (con cui avevano perso in Coppia Italia dilettanti) vinto il proprio girone, sono stati promossi di diritto nella Coppia Italia professionisti.
Antonio De Miglio ed Emanuele Rocca, due calabresi a Campioni
Antonio De Miglio ed Emanuele Rocca, due calabresi a Campioni
Insomma, nonostante non sia arrivata la maglia di un club di serie A, crediamo che questa sia stata la migliore stagione del motorino della fascia sinistra Antonio De Miglio che infatti non se la prende più di tanto: “Va bene, bene – ci risponde dalla spiaggia dove insieme con alcuni compagni e la fidanzata sta festeggiando l’accesso ai playoff – sono proprio tranquillo. Mi ero fatto alcuni conti e immaginavo di essere negli undici per il seguito non me la sono presa più di tanto. Sono contentissimo per Emanuele, se lo merita perché ha fatto una grande stagione e poi è calabrese come me. Il mio futuro? Ancora non lo so. Ora l’importante è chiudere bene la stagione con il Cervia e cercare di vincere i playoff poi si vedrà”.

Non farà la preparazione con la Juventus ma siamo certi che per il mancino sanmaurese potrebbero aprirsi interessanti scenari.
ROSARIO RIZZUTO

Leave a Reply