Archive for July 2nd, 2006

Consiglio, voti Licenza Media e salidarietà a Drammis

SCANDALE(r.r.) E’ stato convocato, a seguito di determina del Sindaco Fabio Brescia, il Consiglio Comunale di Scandale in sessione ordinaria e in seduta pubblica in prima convocazione per le ore 15,00 di Giovedì 06 luglio 2006, nel caso in cui l’adunanza andasse deserta (cosa che a Scandale non succede mai) la seconda convocazione è fissata per le ore 16,00 di venerdì 07 luglio 2006.

Questo l’Ordine del Giorno: Approvazione verbali sedute precedenti; Approvazione programma triennale dei lavori pubblici 2006/2008; Esame ed approvazione del bilancio annuale di previsione 2006, relazione previsionale e programmatica e bilancio pluriennale 2006/2008; Esame ed approvazione rendiconto esercizio finanziario 2005; Approvazione linee programmatiche dell’azione di governo dell’Ente. Art 14 Statuto Comunale; Esame istanza signor Carmine Pavone; Esame istanza signor Giuseppe Maida ed esame istanza signora Petronilla Parisi.

  

SCANDALE – (r.r.) Sono già in vacanza da alcuni giorni i ragazzi delle tre terze medie di Scandale. Vacanze forse un po’ più meritate per qualcuno di loro ma per tutti c’è sempre il tempo per recuperare alle scuole Superiori.

A Scandale tutti i ragazzi delle terze medie sono stati promossi, si sono verificate delle bocciature sono tra i privatisti ma per il semplice fatto che i candidati sono risultati assenti quindi non sono delle vere bocciature.

Nella terza A su 16 ragazzi (più 4 privatisti) hanno ottenuto il massimo del voto (Ottimo) in quattro: Ilaria Artese, Ester Elia, Cristiana Rizzuto e Rosita Trivieri (pochi mesi fa premiata con il premio del Rotary Club).

Nella terza B su 15 alunni (più 5 privatisti) gli Ottimo sono stati tre: Francesca Aprigliano, Rosa Garofalo e Domenico Lucanto. In questa classe anche una ragazza di origini spagnole Myriam Tatiana Lisneros Romirez che ha ottenuto un bel Buono.

Infine nella terza C su 14 ragazzi (più 5 privatisti) ancora 4 Ottimo: Francesca Bomparola, Valentina Bomparola, Michela Galasso e Dionisio Muscò.

Come si può notare il massimo dei voti è stato raggiunto in maggior misura dalle ragazze rispetto ai ragazzi ennesima dimostrazione che le prime prendono molto più sul serio l’argomento studio rispetto ai loro coetanei maschietti e forse hanno qualcosa in più.

Dei 14 privatisti iscritti se ne sono presentati dieci che sono stati tutti promossi con il voto di Sufficiente.

 

SCANDALE – (r.r.) Dopo il brutto gesto realizzato nei confronti di Guglielmo Drammis, Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi del Liceo Classico Pitagora di Crotone e candidato a Consigliere non eletto per la lista dell’Ulivo alle ultime amministrative, che rientrando nella casa di Scandale (per gran parte dell’anno è domiciliato a Crotone) ha trovato il portone d’ingresso bruciato, con una nota congiunta, l’Ulivo, i Democratici di Sinistra e la Sinistra Giovanile di Scandale esprimono (anche a nome dell’intera comunità democratica) la massima solidarietà per il vile atto di intimidazione perpetrato nei confronti del Drammis.

“Nello stigmatizzare l’episodio – si legge nel manifesto affisso a Scandale – si invita la cittadinanza a prendere la debita distanza dall’accaduto contribuendo con la sana e civile dialettica ad isolare comportamenti che nulla hanno a che vedere con la politica fatta di confronto e di scambio di idee”.
Fuori dal racconto, diciamo, giornalistico, mi va di dire che sebbene molto pacato così come esposto ("comportamenti che nulla hanno a che vedere con la politica") sembra quasi che qualcuno della lista "Insieme per Continuare" abbia compiuto l’attentato. Saimo sicuro che si tratti di un attentato politico? Una persona nella propra vita entra in contatto con tanta gente e per tanti motivi. IO CI ANDREI PIANO CON LE PAROLE. Tutta la mia solidarietà a Gugliemo per il gesto in sè, a prescindere dal motivo ma piano con le facili accuse.

Dalle medie libro sul '900 scandalese

SCANDALE – Frutto di un lavoro iniziato nell’anno scolastico 2002/2003, e quindi durato circa tre anni, è stato finalmente stampato il libro “Il ‘900 a Scandale”.

Questo progetto faceva parte di un percorso educativo inserito nel Pof. “L’obiettivo principale – si legge nella presentazione curata dal Dirigente Scolastico Tommaso Borda -  del progetto è stato quello di recuperare “la memoria storica” locale, troppo spesso dimenticata, per far conoscere agli allievi l’antica civiltà contadina e riappropriarsi, in termini culturali, dei modelli di vita di questa civiltà, patrimonio individuale e sociale”.

È stato possibile realizzare quest’opera grazie all’impegno dei ragazzi delle tre sezioni delle scuole medie di Scandale che si sono succeduti in questi tre anni e delle professoresse Lucia Maiorino, Sonia Pignolo, Antonietta Scalise e Polito Lucia. Mentre il professore Francesco Poerio si è occupato della parte tecnica del progetto.

“Un particolare ringraziamento – conclude Tommaso Borda nella sua presentazione – va all’Amministrazione Comunale che ha consentito la stampa del volume, dimostrando sempre attenzione e sensibilità verso le esigenze della scuola”.

Il libro si avvale delle introduzioni dell’Ispettore Scolastico Salvatore Belvedere e della Professoressa Lucia Maiorino tra le coordinatrici del bel lavoro.

Un’opera possiamo dire completa, che dà un’idea precisa, anche a chi non lo conosce, di Scandale approfondendo essenzialmente alcune tematiche del ‘900.

Si parte dai “cenni storici” sul paese per addentrarsi nella “guerra a Scandale” per passare in “terre riforme emigrazione”.

Nel libro “Il ‘900 a Scandale”, stampato dalle stampe digitali di Vincenzo Marino di Scandale, non manca lo spazio dedicato alla “Cultura popolare”, con “proverbi detti e modi di dire”, “Giochi e passatempi di una volta”, e quello in cui si parla del “lavoro nei campi ed i mestieri scomparsi”.

Nella parte finale del libro spazio riservato alla “Cultura di Scandale nel ‘900” con citazioni (e qualche passo di alcune loro opere), per gli scrittori scandalesi: Luigi Scalise, Nicola Paparo, Iginio Carvelli e Francesco Citriniti e alle tematiche “Fede e popolo” con spazio per i “canti in onore di Maria” e “le chiese di Scandale”.

Quindi, come si può capire dai titoli di alcuni capitoli (tra virgolette) citati, sono tanti gli argomenti trattati dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Scandale che hanno lavorato con impegno e dedizione assistiti dalle loro professoresse. Il libro contiene molte foto, anche d’epoca, reperite dai ragazzi che hanno avuto la collaborazione di tanti cittadini scandalesi. Delle foto anche sulle copertine: un panorama degli anni ’60 in bianco e nero sul davanti e due foto a colori, sempre di panorami, diciamo della Scandale di oggi, sulla quarta di copertina.

Bravi ragazzi!
ROSARIO RIZZUTO