Un successo la Festa della Madonna della Difesa 2006

La Madonna della Difesa in Processione, davanti, al centro, il parroco, Don Antonio Bucarelli e poi a dx il diacono Gino Voce (alla sua prima festa in tale veste) e a sx suo figlio Antonello Voce
SCANDALE –
Va in archivio anche per questo 2006, la festa della Madonna di Scandale che quest’anno ha ricordato la Madonna della Difesa.

La gigantografia di Don Renato Cosentini sulla facciata della Chiesa Madre

Una bella festa, un mix tra significativi momenti religiosi, anche in ricordo di Don Renato Cosentini, una gigantografia del quale con su scritto “Grazie…” è stata affissa, durante i festeggiamenti, sulla facciata della Chiesa Madre, e importanti spazi dedicati ai festeggiamenti civili che hanno avuto il loro clou con il concerto dei Ricchi e Poveri in piazza Condoleo. Tantissima la gente accorsa anche dai paesi vicini per vedere e sentire cantare Angelo Sotgiu, Angela Brambati e Franco Gatti che sono stati davvero bravi.
Angela Brambati e Angelo Sotgiu dei Ricchi e Poveri con Pino Maida ed Antonella Grandinetti (gentili ospiti) e il presidente della Pro Loco Franco Demme, il presidente del comitato feste di Reggio Emilia Giovanni Spina e l'assessore Iginio Pingitore
Accolti dall’assessore Gino Pingitore, dal presidente del Comitato Feste di Reggio Emilia, Giovanni Spina, e dal presidente della Pro Loco di Scandale, Franco Demme, sono stati ospiti, prima del concerto, nella tenuta e nella stupenda villa di Pino Maida e Antonella Grandinetti (dalla quale si può godere uno stupendo panorama del mare di Crotone); tutti e tre hanno avuto modo di lodare la Calabria sottolineando perentoriamente che la essa non è luogo di delinquenza come vorrebbe far credere certa stampa ma è una terra bella e piena di risorse. Simpaticissima Angela Brambati che appena arrivata si è messa a raccogliere pomodori nel giardino della casa e, saputo della presenza di una mucca a poca distanza, ha insistito per andarla a vedere, affermando che nella sua casetta in Liguria lei ha una capretta!

Sul palco poi si è scatenata nonostante le primavere siano quasi 60. Commovente il ricordo di Rino Gaetano, nell’anno in cui cade il venticinquesimo dalla scomparsa, fatto da Franco Gatti durante il concerto.

Ma la festa non è stata solo Ricchi e Poveri, nella serata di sabato si sono esibiti gli “Italian Bee Gees”, tre fratelli, accompagnati da ottimi musicisti tra i quali anche lo scandalese Raimondo,  in abito luccicante che hanno attirato in piazza San Francesco un bel po’ di gente, interpretando le canzoni del famoso gruppo inglese. Un gruppo per seguire il quale a Scandale è arrivata anche la Rai pare per uno speciale che sarà trasmesso a settembre nella trasmissione di Michele Cucuzza e che ora è in tournee in America.

Venerdì invece era stata la volta dello showman Franco Adamo mentre lunedì 07 agosto è stata aggiunto, nei giorni finali, un saggio di danza, tenutosi in un’affollata piazza Condoleo, della scuola di ballo Lerose di Reggio Emilia che è di proprietà di una coppia di cutresi.

La festa è stata animata dal Gruppo Bandistico Gaudiosi di Maria di Scandale diretta dal maestro Franco Pignataro e molto belli sono stati i fuchi d’artificio eseguiti da una ditta di Stalettì.

Nel pomeriggio di domenica inoltre si sono tenuti in piazza Oberdan i giochi popolari, tanti giochi, tra i quali quello della pasta, il tiro alla fune, il gioco dell’uovo, della farina e via dicendo e a seguire l’estrazione dei biglietti vincenti della riffa che vedevano in palio ben 45 (poi diventati 46) premi, offerti praticamente da quasi tutti i negozi del paese oltre che dal Comitato Feste presieduta da Pietro Cerrelli per la parte scandalese e da Giovanni Spina per quella di Reggio Emilia, che hanno accontentato quindi tantissime persone.

ROSARIO RIZZUTO

Leave a Reply