L'incendio alle biomasse

Avrete sicuramente saputo del vasto incendio che domenica pomeriggio è scoppiato nel deposito di legna della centrale Biomasse di Crotone  e che ha seguito, a distanza di poco più di un’ora, un altro scoppiato alla legna della centrale simile di Cutro.

Beh, passando ieri sera sul tardi, di ritorno dal corso di Scrittura di Laura Lepri, quindi a distanza di più di tre giorni dal momento dell’accensione, era possibile vedere ancora dei focolai nonostante le tonnellate di acqua buttate sopra in tutti i modi e nonostante la pioggia che c’è stata in questi giorni. Davvero un incendio fuori dal comune (per me è già strano che rimangono le braci la mattina facendo "addormentare " il fuoco di casa nel camino), d’altra parte se, come dicono, sono bruciati 3 milioni di Euro (più il milione di euro a Cutro) di legname, sottobosco e cippato significa che il legname interessato, era davvero tanto.

Logicamente il tutto sembra doloso, si tirano in ballo ambienti criminali e via dicendo.
Ma ieri mattina ho saputo un particolare che potrebbe rivelarsi utile per le indagini. Una mia amica mi ha detto che domenica pomeriggio passando sulla 106, ha notato un piccolo (ma davvero piccolo) fuocarello (mi ha detto facendo anche il gesto con la mano) dove poi è scoppiato il finimondo e che si è fermata ed ha chiamato i pompieri (che forse in quel momento erano già impegnati a Cutro, ma non tutti credo). Beh credo che il collegamento tra i due incendi doveva essere lampante e correre a Passovecchio alla velocità della luce.
Non so quanto ci hanno messo i vigili del fuoco ad arrivare, poi è stato anche scoperto che il fuoco è partito da più punti, ma qualcosa di strano rimane.

Il deposito di legna, mi sembra di aver letto, è dotato di un autonomo impianto di idranti: si sono (o sono stati) messi in funzione? E poi, chi possono essere questi pazzi che in pieno giorno si mettevano ad appiccare più fuochi in un posto con alcuni lati scoperti sulla strada e quindi facilmente visibili?!
Agli inquirenti la soluzione, se mai ci sarà, del caso; agli industriali interessati, se dovuta, tutta la mia solidarietà!

Leave a Reply