Quando ci vuole… ci vuole

Arrivi a scuola con tanta voglia di fare, poi qualcunio ti dice che gira la voce che il videoregistratore sparito in questi giorni dall’aula magna seconda una persona, che dovrebbe cominciare a capire che vuol dire lavorare in una scuola, è scomparso porprio il giorno che c’ero io da solo di pomeriggio. A parte il fatto che non ero del tutto solo perchè c’erano le signore della pulizia e che io ho le chiavi della scuola e se volessi rubare qualcosa potrei venire anche di notte, E’ ASSURDO – e qui sta la mia rabbia – VOLER SCARICARE LE COLPE DEL PROPRIO FAR NIENTE, DELLA PROPRIA NEGLIGENZA SUGLI ALTRI trovando scusa inutili e insussistenti, così per evitare ogni imcomprensione di sorta stamattina, con tanti cazzi che ho da fare, mi sono trovatop costretto a perdere qualche minuto per scrivere ai capi:

  

                                                                                              Al Dirigente Scolastico

                                                                                             dell’I.I.S. “G.V. Gravina”

                                                                                              88900              CROTONE

 

                                                                                              e, p.c. Al D.s.g.a.   Sede

 

 

 

OGGETTO: Furto videoregistratore. Chiarimenti.

 

 

            Il sottoscritto Rosario Rizzuto, Assistente Amministrativo presso codesto Istituto, venuto a conoscenza di alcune voci secondo le quali il videoregistratore e i telecomandi spariti dall’aula magna, sarebbero scomparsi, almeno secondo quanto riferisce la Collaboratrice Scolastica Giuseppina Noce, proprio mercoledì 15 Novembre 2006, giornata in cui il sottoscritto è rimasto alla sua postazione di lavoro praticamente dalle 07,30 alle 16.30 a causa delle nuove nomine dopo la pubblicazione delle graduatorie definitive d’istituto, fa presente che quando è arrivata la signora Concetta della ditta che si occupa delle pulizie dell’Istituto, ha fatto notare al sottoscritto che la porta era aperta e non c’era nessuno di vigilanza.

Il sottoscritto preso dal suo lavoro non poteva sapere che l’ingresso era stato lasciato incustodito né è stato avvisato di ciò dalla signora Noce che se ne è andata lasciando l’Istituto incustodito.

Per di più il fatto che il videoregistratore e il resto siano scomparsi proprio quel mercoledì tra le 13,20 quando va via la signora Noce e le 13,35 circa quando è arrivata la squadra di pulizia è solo un’illazione della prima, un modo per scaricare le proprie responsabilità di vigilanza: infatti il materiale sottratto può essere stato portato via anche nei giorni precedenti o successivi insomma prima che se ne verificasse la sua mancanza, inoltre la portata sarebbe stata lasciata aperta per la squadra della pulizia anche se non ci fosse stato il sottoscritto in ufficio.

A meno che la signora Noce facendo riferimento al fatto che il videoregistratore sia scomparso quel mercoledì che c’ero solo io in ufficio non voglia dire, tra le righe, che l’ho rubato io.

Questa mia solo per autotutela e affinchè sia fatta chiarezza, per quanto possibile, sull’accaduto.

 

Distinti saluti

 

Crotone, 21 Novembre 2006

                                                                                                         Rosario Rizzuto

Leave a Reply