L'Us Scandale torna a vincere. Raggiunta quota 20 punti

SCANDALE                          3

SANTA SEVERINA              0

 

Marcatori: 19’ Scalise, 78’ Riolo, 89’ Delgado.

Scandale: Mollura, Santoro, Rullo, Chiaravalloti, Fiore, Franco (91’ Simbari), Delgado (90’ G. Scalise), R. Scalise (63’ Pingitore), Riolo (79’ Marrella), Garofalo, Marazzita.

Santa Severina: Bua, Verzino, Giordano, Macchione, Basile, Berendei, Ammirati (80’ Misiti), Pignanelli (64’ Curcio), Tigano, Guerrini, Iuliano (46’ Ferrara).

Arbitro: Lorenzo Rocca di Crotone.

 

SCANDALE – Contro un volitivo Santa Severina, lo Scandale riprende la marcia verso i play off.

Una vittoria che, guardando il 3 a 0 finale, potrebbe sembrare netta ma, sebbene la vittoria è stata meritata, il risultato non tragga in inganno perché la rete di Riolo della quasi sicurezza è arrivata solo al 78’ e il Santa Severina di mister Guerrini, che ha guidato i suoi ragazzi da dentro il campo, si è messo in mostra in più occasione consentendo a Mollura di guadagnarsi la giornata.

Per lo Scandale non era facile tornare alla vittoria, la lunga pausa per i noti fatti drammatici di Luzzi e di Catania, durante la quale pochi sono stati i ragazzi che hanno preso parte agli allenamenti, si è fatta sentire tutta, certo benché fuori allenamento è sembrato utilissimo il rientro in squadra di Garofalo (ripresosi non del tutto da un infortunio) e di Scalise (rientrato a Scandale per pochi giorni e subito gettato nella mischia), entrambi hanno dato il loro contributo per questa importantissima vittoria.

Ottima anche la prova dello “straniero” dello Scandale, Adilson Delgado, che domenica è andato anche in rete ma che, soprattutto, si è impegnato su ogni palla, impostando molte azioni e andando a recuperare ogni pallone perso.

La gara comincia con un minuto di raccoglimento per ricordare il dirigente della Sammartinese, Ermanno Licursi e il poliziotto di Catania, Filippo Raciti, il tutto sancito dagli applausi del sempre corretto pubblico del “Luigi Demme” di Scandale.

Il terreno di gioco è un po’ appesantito dalle piogge della notte e del mattino, ma quello che dà più fastidio sono alcune pozzanghere sparse per il campo.

La gara parte con il solito studiarsi delle due squadre ma all’11 è il Santa Severina che potrebbe passare in vantaggio quando su uno svarione difensivo Berendei calcia un ottimo pallone sul quale Molura si supera e respinge interviene Pignanelli ma ancora l’estremo locale blocca a terra. I locali capiscono che devono stare attenti e reagiscono subito: al 14’ punizione dalla trequarti di Scalise, Domenico Marazzita ci mette la testa ma Bua alza in angolo.
Raffaele Scalise autore della prima rete dello Scandale contro il Santa Severina. 11 Febbraio 2007
Al 19’ la squadra del presidente Valente passa: c’è una punizione dal limite, si ci aspetta la battuta o di Franco o di Garofalo ma parte centrale Scalise che con una gran botta lascia di sasso Bua, che rimane immobile, e sorprende anche i tifosi. Lo Scandale potrebbe raddoppiae subito dopo con Riolo che supera anche il portiere ma cincischia un po’ e quando riesce a tirare il suo tiro è debole e viene salvato dalla difesa.

La squadra del presidente Parise non ha una reazione adeguata e lo Scandale cerca di approfittarne. Al 29’ ci prova Delgado con una bella girata a centro area ma Bua respinge, poco dopo su punizione di Scalise è Riolo a colpire di testa ma il portiere ospite para il debole tiro.

Nel finale di tempo altri due lampi, uno per parte: al 40’ su punizione di Marazzita dalla destra Giuseppe Garofalo colpisce di testa all’indietro ma ancora Bua si salva con l’aiuto della traversa.

Nel recupero è Tigano a cercare di approfittare di un’uscita forse avventata di Mollura ma il portierone locale riesce a tornare in porta e a respingere in tuffo.

La ripresa vede in campo un Santa Severina più aggressivo, già al 46’ Ammirati ci prova dalla distanza con la palla alta di poco. Gli ospiti hanno una certa supremazia territoriale e quasi chiudono i locali nella propria metà campo ma non ci sono grossi pericoli per Mollura almeno fino al 75’ quando Ammirati si trova da solo in area ma tira a lato. E ancora lui al 77’, dopo una bella discesa sulla destra si fa respingere il tiro in angolo dall’estremo locale.

Per lo Scandale sembra mettersi male ma sul più classico dei contropiedi la palla arriva a Riolo che realizza il 2 a 0.
Maurizio Riolo autore della seconda rete contro il Santa Severina. Scandale 11 Febbraio 2007.

Rete che è come un macigno per gli ospiti e che togli i locali dall’oblio di questa ripresa. Chiaravalloti e compagni vengono anche rivitalizzanti dall’ingresso di Marrella, un passato da portiere, ma bravo anche in avanti che crea più di un grattacapo alla difesa ospite nei pochi minuti in cui sta in campo. All’87’ lo stesso Marrella dà un buon pallone a Marazzita ma Bua respinge.

E quando un po’ tutti sperano nella terza rete del nuovo entrato ecco farsi sotto Delgado che all’89’ mette anche la sua firma sul risultato con un bel tiro dal limite dell’area.
Adilson Delgado autore l'11.02.07 della terza rete dello Scandale in una foto di qualche anno fa. Foto Archivio Rizzuto 

La gara praticamente finisce qui, lo Scandale raggiunge quota 20 punti ma giovedì, nel recupero della dodicesima giornata a Mesoraca contro il Real Filos Ippos, sarà molto più dura anche perché giocandosi in una giornata feriale saranno molti gli assenti e domenica prossima al “Luigi Demme” arriva lo Strongoli: da queste due gare si potrà cominciare a capire che futuro aspetta lo Scandale.     

ROSARIO RIZZUTO

2 Responses to “L'Us Scandale torna a vincere. Raggiunta quota 20 punti”

  1. anonimo scrive:

    Avanti così e ritorniamo in seconda categoria………

    Salvatore

  2. byros scrive:

    Non sarà facile, ci sono squadre (vedi Savelli e Strongoli) che hanno fatto forti investimenti ma l’importante è arrivare a fine campionato senza rimpianti e con la convizione di aver dato il massimo…

Leave a Reply