Archive for March 16th, 2007

La pallamano Crotone vince ancora

ARREDO INOX CROTONE   37

PUTIGNANO                            33

Arredo Inox Crotone: Scicchitano, Costarella 3, Borromeo 8, Storino 2, Scionti 8, Siracusa 7, Natoli 6, Costantino 3, Labonia, Vasapollo, Gigliarano, Cusato, Facchini, Perri M. All.: Siracusa – Perri.

Putignano: Lippolis, Cianciaruso, Laera 2, Mirizzi 4, La Presentazione 5, Loiacono 7, Maddalena 1, Maggiolini, Nebbi, Santoro 14, Caselli, Laterza. All.: Iaia.

Risultato primo tempo: 19 – 14

Arbitri: Pane e Patitucci di Lamezia Terme.

 

CROTONE – L’Arredo Inox fa sei. La resistenza di un ottimo Putignano non ferma la voglia di vittoria dei crotonesi. La sesta vittoria consecutiva arriva nel recupero dell’ultima giornata di andata non disputata per via del mancato arrivo dei pugliesi in tempo utile per la disputa della partita.

Ancora una volta a difendere la porta è stato il giovanissimo Schicchiatano, che non sta facendo rimpiangere il titolare Buonvicino, il portierino paga un po’ d’inesperienza, ma ha grandi qualità e se continua su questa strada può fare molta strada. Anche sabato prossimo a Capua molto probabilmente sarà lui a difendere la porta, Buonvicino continua a migliorare e prova di partita in partita, ma difficilmente sarà in campo.

La partita di mercoledì contro il Putignano è stata decisamente spettacolare, ma quando in un incontro di pallamano si segnano settanta reti significa che le difese non hanno giocato al meglio, indipendentemente dal potenziale degli attacchi.
Le squadre pagano forse un po’ di stanchezza ed i padroni di casa sono con la testa all’incontro di sabato contro il Capua, in difesa sembrano svogliati e disattenti, mentre in attacco trovano facilmente soluzioni alternative al solito Borromeo. Il Putignano dal canto suo si conferma un’ottima squadra venuta a Crotone per portare via un risultato positivo giocando una partita gagliarda ed a viso aperto, peccato però che dall’altra parte le ali Natoli nel primo tempo e Costarella nel secondo hanno trovato spesso la via della porta spezzando ogni velleità di vittoria dei pugliesi.

Ottima prova dell’allenatore in campo Siracusa: nei momenti critici ha preso per mano la squadra è l’ha fatta giocare al meglio chiamando schemi e liberando i suoi uomini al tiro. Prezioso è stato anche il contributo di Vasapollo in difesa, quando c’è da lottare nella mischia e difendere forte senza tirarsi indietro il cutrese risponde sempre presente sfoderando un ottimo bagaglio tecnico ed una forte personalità.

Suonare la settima a Capua significherebbe ipotecare il secondo posto, in caso contrario tutto potrebbe essere compromesso in quanto i campani non perderebbero più un incontro, mentre l’Arredo Inox deve ancora fare visita all’Albatro Siracusa una squadra che fino ad ora non ha concesso nulla a nessuno.

Intanto la vittoria di questo recupero infrasettimanale infonde maggiore sicurezza ed il margine di quattro punti di vantaggio non è comunque poca cosa, ogni gara va giocata intensamente per tutti i sessanta minuti, solo alla fine sarà possibile trarre le conclusioni, si spera però che sabato i crotonesi facciano ritorno con l’umore alle stelle.

Pentimenti…

Ieri sera ho preferito continuare a leggere Il Messagero piuttosto che leggere un fumetto al mio piccolo Alex: che gran coglione che sono!!!

A Crotone e Cotronei il festival Una casa per Rino: finalmente!!!

Finalmente si comincia a sapere qualcosa sulla quinta edizione del Festival Una casa per Rino, presentato nella Sala Azzurra della Provincia di Crotone lunedì 12 marzo.

Un’edizione organizzata in tutta fretta - forse per sfruttare il ritorno d’immagine di Rino Gaetano dato dalla presenza al Festival di Sanremo dell’inedito "In Italia si sta male (si sta bene anzichè no)" cantato da Paolo Rossi ma soprattutto per utilizzare un finanziamento di 60.000 Euro della Provincia di Crotone - con circa sei mesi di ritardo rispetto alla sua naturale collocazione tra agosto e settembre.

Nela locandida che segue è evidenziato il programma della manifestazione mentre altre informazioni è possibile trovarle sul sito ufficiale della fondazione.

Locandina della quinta edizione del Festival Una casa per Rino dedicato a Rino Gaetano

Quelli del 7 marzo

C’è gente che non vuole arridersi, che sta lottando per una Crotone migliore. Gente che non accetta dei NO immotivati e non ragionati, gente che gurada oltre protesta in modo civile.
L’iniziativa in corso è quella della raccolta dei certificati elettorali da consegnare al prefetto dopo che il 7 marzo in Piazza Pitagora sono riusciti a radunae migliaia di persone.
Quello che segue è un loro comunicato stampa.

Adesso ci chiamano "Quelli del 7 Marzo". Sia stato propiziatorio oppure no, fatto sta che il 7 marzo scorso, vigilia della Festa delle donne, la quarta manifestazione del Comitato "Insieme ce la possiamo fare" è andata al di là di ogni rosea previsione. E questo non solo per l’affluenza di popolo, più di tremila secondo le nostre stime, ma perché, appunto, la presenza delle donne, a cominciare da Giovanna Morace (presidente Codacons Crotone) per finire a Valentina Galdieri, Titina …, Nadia …, e le tante altre (madri, mogli, singles, ecc.) tra la gente che affollava piazza Pitagora, ha fatto la differenza con le dimostrazioni di ordinaria piattezza di questa provincia.

Un nuovo Rinascimento del popolo di Pitagora che non è più disposto a subire i capricci e le paturnie dei propri amministratori, siano essi di destra o di sinistra. Un ‘NO!’ grande quanto il tempo di tre generazioni che hanno dovuto assistere allo sfascio lento e continuo del nostro territorio e della nostra economia. Un ‘NO!’ gridato all’arroganza della politica che considera democrazia solo i suoi ‘clientes’ e ‘antistato’ l’uomo della strada, l’uomo qualunque indisponibile al ricatto delle lobby politico-mafiose.

Sul palco addossato al colonnato di fronte alla storica rotonda di piazza Pitagora, si sono avvicendati: Marco Galdieri (in rappresentanza dei giovani e degli studenti), Vincenzo Filareto (presidente Comitato Europaradiso), Giovanna Morace (Codacons), Enzo Frustaci (ambientalista) e Roberto Salerno (presidente Confcommercio Crotone). Formazione universitaria e prospettive per i giovani, democrazia partecipata e democrazia negata, difesa dei diritti dei cittadini e autodeterminazione, crescita e ambiente, impegno politico e coscienza civile: questi i temi affrontati dai relatori in modo assolutamente trasparente e diretto (niente politichese) e che è stato molto apprezzato dalla folla che ha applaudito lungamente ed ha partecipato con fischi e lazzi all’indirizzo della classe dirigente attualmente dimorante nei palazzi di Comune, Provincia e Regione.

Gli organizzatori, dopo aver spiegato le ragioni di questa ennesima protesta (che non è solo il ‘NO!’ della Regione ad Europaradiso), hanno cominciato quella stessa sera del 7 la raccolta dei certificati elettorali da rimettere nelle mani del Prefetto Vincenzo Cardellicchio e che continuerà fino al 18 marzo prossimo, tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 22.00 in Piazza della Resistenza.

Il motivo della raccolta è noto: "Noi ci dimettiamo da cittadini – ha detto Vincenzo Filareto – fino a quando non ci saranno restituiti i nostri diritti allo sviluppo e ad una migliore qualità della vita". Le risorse materiali e immateriali ci sono tutte. Mancano a questo punto le volontà politiche che finora hanno dimostrato di tenere solo alle proprie posizioni di potere.

Il 18 saremo di nuovo tutti in piazza: per rimarcare una volta di più che non ci piegheremo al secolare destino dei ‘Vinti’ di verghiana memoria.

Il sito della Pro Loco si rifà il look

Nuova grafica, nuovi colori, più dinamicità, stesso indirizzo: www.prolocoscandale.it.

Il sito internet della Pro Loco di Scandale si rifà il look e ritorna alla grande con una nuova immagine e nuovi servizi.

Anche se ancora in fase di costruzione vale la pena dargli un’occhiata cliccando qui.