La pallamano Crotone vince ancora

ARREDO INOX CROTONE   37

PUTIGNANO                            33

Arredo Inox Crotone: Scicchitano, Costarella 3, Borromeo 8, Storino 2, Scionti 8, Siracusa 7, Natoli 6, Costantino 3, Labonia, Vasapollo, Gigliarano, Cusato, Facchini, Perri M. All.: Siracusa – Perri.

Putignano: Lippolis, Cianciaruso, Laera 2, Mirizzi 4, La Presentazione 5, Loiacono 7, Maddalena 1, Maggiolini, Nebbi, Santoro 14, Caselli, Laterza. All.: Iaia.

Risultato primo tempo: 19 – 14

Arbitri: Pane e Patitucci di Lamezia Terme.

 

CROTONE – L’Arredo Inox fa sei. La resistenza di un ottimo Putignano non ferma la voglia di vittoria dei crotonesi. La sesta vittoria consecutiva arriva nel recupero dell’ultima giornata di andata non disputata per via del mancato arrivo dei pugliesi in tempo utile per la disputa della partita.

Ancora una volta a difendere la porta è stato il giovanissimo Schicchiatano, che non sta facendo rimpiangere il titolare Buonvicino, il portierino paga un po’ d’inesperienza, ma ha grandi qualità e se continua su questa strada può fare molta strada. Anche sabato prossimo a Capua molto probabilmente sarà lui a difendere la porta, Buonvicino continua a migliorare e prova di partita in partita, ma difficilmente sarà in campo.

La partita di mercoledì contro il Putignano è stata decisamente spettacolare, ma quando in un incontro di pallamano si segnano settanta reti significa che le difese non hanno giocato al meglio, indipendentemente dal potenziale degli attacchi.
Le squadre pagano forse un po’ di stanchezza ed i padroni di casa sono con la testa all’incontro di sabato contro il Capua, in difesa sembrano svogliati e disattenti, mentre in attacco trovano facilmente soluzioni alternative al solito Borromeo. Il Putignano dal canto suo si conferma un’ottima squadra venuta a Crotone per portare via un risultato positivo giocando una partita gagliarda ed a viso aperto, peccato però che dall’altra parte le ali Natoli nel primo tempo e Costarella nel secondo hanno trovato spesso la via della porta spezzando ogni velleità di vittoria dei pugliesi.

Ottima prova dell’allenatore in campo Siracusa: nei momenti critici ha preso per mano la squadra è l’ha fatta giocare al meglio chiamando schemi e liberando i suoi uomini al tiro. Prezioso è stato anche il contributo di Vasapollo in difesa, quando c’è da lottare nella mischia e difendere forte senza tirarsi indietro il cutrese risponde sempre presente sfoderando un ottimo bagaglio tecnico ed una forte personalità.

Suonare la settima a Capua significherebbe ipotecare il secondo posto, in caso contrario tutto potrebbe essere compromesso in quanto i campani non perderebbero più un incontro, mentre l’Arredo Inox deve ancora fare visita all’Albatro Siracusa una squadra che fino ad ora non ha concesso nulla a nessuno.

Intanto la vittoria di questo recupero infrasettimanale infonde maggiore sicurezza ed il margine di quattro punti di vantaggio non è comunque poca cosa, ogni gara va giocata intensamente per tutti i sessanta minuti, solo alla fine sarà possibile trarre le conclusioni, si spera però che sabato i crotonesi facciano ritorno con l’umore alle stelle.

Leave a Reply