Entro settembre l'adsl a San Mauro. E a Scandale???

Ieri controllando meglio la posta trovo nella newsletter di Pagania.it la seguente notizia presa dal Quotidiano della Calabria del 19.04.2007: SAN MAURO MARCHESATO – Non c’è più bisogno di installare per protesta all’inizio del paese alcune tabelle segnaletiche con la scritta “ Comune a banda stretta”, come annunciato dal capogruppo cons iliare della Margherita, con una nota inviata al Sindaco, il cui contenuto è stato riportato sul Quotidiano del 26 febbraio.
Difatti, presto anche a San Mauro Marchesato si navigherà alla velocità di 640 kbit/s. In riferimento al fattivo interessamento del sindaco, Carmine Barbuto, sostenuto dall’intera amministrazione, la Telecom ha fatto pervenire il 16 aprile scorso una missiva con la quale annuncia “…tale località, pur presentando alcuni vincoli tecnico-economici che non ne hanno finora consentito l’inserimento nei piani per l’estensione della copertura ADSL, è stata comunque ricompressa tra gli interventi – previsti entro il terzo trimestre del 2007 – finalizzati all’abbattimento del Digital Divide”.
Poi la lettera prosegue “La soluzione tecnica che verrà adottata, compatibile con il bacino della centrale e con la situazione infrastrutturale della stessa, consentirà di conseguire in tempi brevi una navigabilità internet con velocità di download almeno pari a 640 kbit/s”. Questa notizia naturalmente blocca le altre iniziative alternative che si stavano prendendo in paese e dà soddisfazione al sindaco che aveva iniziato questa lotta da novembre 2005, coinvolgendo anche i comuni di Santa Severina, Roccabernarda e Scandale.
Il tutto avviene nella logica di Telecom Italia che si è dichiarata pronta ad abbattere le barriere tecnologiche. “Al fine di rendere il servizio ADSL presente in modo capillare sul territorio nazionale, raggiungendo anche comuni di piccole dimensioni, Telecom Italia – è scritto in un comunicato – ha individuato nuove soluzioni impiantistiche in grado di fornire il servizio ADSL anche in aree servite da centrali non raggiunte da fibra ottica. Soddisfazione è stata espressa anche dal vicesindaco, Mario De Marco, e dal capogruppo della Margherita, Ignazio Mauro, che avevano subito condiviso l’iniziativa di Francesco Squillace di sensibilizzare sull’argomento tutte le istituzioni e le associazioni operanti nel territorio del crotonese".

La stessa notizia la ritrovo sul Blog Senza Rete, anche se l’amico Francesco Squillace la riporta para para senza alcun commento.

Io sono ignorante di certe cose ma vorrei capire bene o che qualcuno, magari della Telecom, mi faccia capire.
Sempre che sia vero, a San Mauro entro settembre 2007 avranno l’adsl e a Scandale così come a Roccabernarda, Santa Severina ecc… no?!

Qualcuno me ne spieghi i motivi.

Possibile che il tutto sia dovuto alla caparbietà del sindaco Carmine Barbuto che ci ha creduto (e si è dato da fare, leggi: ha rotto le scatole a Telecom) più di Fabio Brescia, Coco e Cortese e gli altri?!

Non riesco ad immaginare che per vedersi riconosciuti un diritto, qual è l’adsl, bisogna fare gli elemosinanti…

Comunque ben venga l’adsl a San Mauro vorrà dire che per navigare da italiano lascerò l’africana Scandale e spostandomi di soli 6 chilometri andrò nell’italica San Mauro ad usufruire dell’adsl da mio nonno.

Parimenti, potremmo chiedere alla Banca di Credito Coopertivo di spostare i propri uffici a San Mauro così come l’Istituto Comprensivo di Scandale potrà mandare i propri assistenti amministrativi nella succursale di San Mauro (mi sembra anche giusto: perchè debbono viaggiare sempre il signor Alfonso De Miglio e il signor Cirillo?; in un certo senso l’arrivo dell’adsl nella sola San Mauro metterà fine anche a questa ingiustizia!); si potrebbe spostare anche la segreteria delle scuole di Villa Condoleo in locali da individuare mentre per la posta non ci sono problemi visto che il centro dell’aureola o come si chiama è già a San Mauro e di sicuro ora il dirigente delle poste nonchè vicesindaco Mario De Marco, che di questa scelta ne fu promotore, dirà che aveva visto giusto e che la sua scelta era stata dettata dalla possibilità di poter fare utilizzare alle Poste l’adsl nella sua San Mauro qualche lustro prima di Scandale.
E come dargli torto!!!

E sì lustri perchè se davvero la Telecom farà arrivare a breve l’adsl a San Mauro e a Scandale no, l’adsl a Scandale sarà il regalo per i 18 anni di mio figlio Alessandro che è ancora all’asilo .

7 Responses to “Entro settembre l'adsl a San Mauro. E a Scandale???”

  1. anonimo scrive:

    Grande carmine!
    Massimiliano

  2. frasqui scrive:

    Caro Ros, come al solito la veità sta nel mezzo, anche se pochi riescono ad avere il senso della misura per capirlo.
    Tra questi il “sindaco di San Mauro” che quando s tratta di sparamento di posa non ci pensa un attimo a creare confusione pur di emergere come il “deus ex machina” di tutte le soluzioni moderne del creato. E’ tanta a fog che non si preoccupa neanche elle corbellerie che ha anche il coraggio di scrivere sui comunicati ufficiali, infatti nel comunicato che ha fatto affiggere per le vie del paese ha scritto testualmente:… La telecom ha notiziato l’inserimeto del comune di San Mauro Marchesato tra i centri che nel terzo trimestre CA. riceveranno… udite, udite… la navigabiltà internet.”
    Qualcuno avrebbe dovuto ricordare al suddetto che la navigabilità internet i comuni italiani c’è l’hanno da quando è stto inventto il telefono, ma tant’è, non si può pretendere che un “Deus ex machina” sappia pure di internet.
    Non ho riportato commenti proprio perchè non volevo polemizzare con chi si è dimenticato sempre delle continue sollecitazioni che Laboratorio Marchesato ha fatto a tutti i livelli per cercare di ottenere la “navigabilità internet a larga banda” per i comuni sprovvisti, quando per il suddetto la larga anda era solo una “bandana più larga”.
    E in ogni caso il comunicato non riguarda solo San Mauro perchè la Telecom quando fa i piani di apliamento della rete ragiona in termini di bacini… Ma anche questo non dirglielo al “sindico” perchè se no è capace di fare un comunicato in cui ivendica la “navigabilità internet” per tutto il Marchesato Crotonese.
    Ps. Io comunque, siccome sono un pò parente di un certo Tommaso, “si u ru viu e nnu ru tuaccu, u cci criu”, e allora ti invito a manteere alta l’attenzione sull’argomento e a continuare con la campagna sui comuni a banda stretta.

  3. frasqui scrive:

    Caro Ros, come al solito la verità sta nel mezzo, anche se pochi riescono ad avere il senso della misura per capirlo.
    Tra questi il “sindaco di San Mauro” che quando si tratta di sparamento di posa non ci pensa un attimo a creare confusione pur di emergere come il “deus ex machina” di tutte le soluzioni moderne del creato. E’ tanta la foga che non si preoccupa neanche delle corbellerie che ha anche il coraggio di scrivere sui comunicati ufficiali, infatti nel comunicato che ha fatto affiggere per le vie del paese ha scritto testualmente:… La telecom ha notiziato l’inserimeto del comune di San Mauro Marchesato tra i centri che nel terzo trimestre CA. riceveranno… udite, udite… la navigabiltà internet.”
    Qualcuno avrebbe dovuto ricordare al suddetto che la navigabilità internet i comuni italiani c’è l’hanno da quando è stato inventato il telefono, ma tant’è, non si può pretendere che un “Deus ex machina” sappia pure di internet.
    Non ho riportato commenti proprio perchè non volevo polemizzare con chi si è dimenticato sempre delle continue sollecitazioni che Laboratorio Marchesato ha fatto a tutti i livelli per cercare di ottenere la “navigabilità internet a larga banda” per i comuni sprovvisti, quando per il suddetto la larga banda era solo una “bandana più larga”.
    E in ogni caso il comunicato di Telecom non riguarda solo San Mauro perchè la Telecom quando fa i piani di apliamento della rete ragiona in termini di bacini… Ma anche questo non dirglielo al “sindico” perchè se no è capace di fare un comunicato in cui rivendica la “navigabilità internet” per tutto il Marchesato Crotonese.
    Ps. Io comunque, siccome sono un pò parente di un certo Tommaso, “si u ru viu e nnu ru tuaccu, u cci criu”, e allora ti invito a mantenere alta l’attenzione sull’argomento e a continuare con la campagna sui comuni a banda stretta.

  4. Plcosco86 scrive:

    Chi meglio di frasqui può parlarti di questa cosa…

  5. byros scrive:

    Infatti Pigì, ho letto gli scritti di Frasqui anche se, se fosse vero, nessuno mi ha chiarito il dubbio e cioè l’adsl a San Mauro e a Scandale no!!??

  6. anonimo scrive:

    Noi Rocchisani siamo in crisi. Desiderimo con ardore l’ADSL ma non lo abbiamo,fino ad ora nemmeno se ne parlava.Speriamo nel nuovo Sindaco.ci sentiamo abitanti pdella preistoria,e se si va in una citta si capisce che lo siamo.DATECI L’ADSL. perfavore.Una rocchisana disperata.

  7. byros scrive:

    Mi fa piacere questo commento dalla vicina Rocca e soprattutto da parte di una ragazza dello stesso paese di quella che non mi ascolta.
    Per fortuna le rocchisane tipo non sono come quest’ultima che non sa nemmeno cosa sia l’Adsl!!! :-) .
    So che qualche cosa si sta muovendo e quindi speriamo che entro dicembre 2007 si stia a parlare di potenziare i 20 mega già esistenti… logicamente scherzo…

Leave a Reply