Pingitore risponde allo zio Carvelli: preferisco essere il frustrato e non il frustratore?

Rispondo su quanto dichiarato da Iginio Carvelli, (mio zio), sul crotonese del 13 luglio 2007, alla domanda: "Come vede dai suoi punti di osservazione il caso Pingitore".

Intanto ringrazio l’apprezzamento fatto nei miei confronti per aver dichiarato che ho vivacizzato la politica in paese con le posizioni critiche che ho assunto, ma nella risposta, purtroppo Carvelli, augurandomi che sia in buona fede, allude alle mie dimissioni, ipotizzando che vi siano anche delle ragioni che nascono da risentimenti personali o frustrazioni, se così fosse significherebbe che c’e’ chi anima il dibattito per le cose serie del paese e c’è chi ne approfitta per produrre drastiche opinioni che certamente non giovano a nessuno e che sicuramente non interessano agli elettori.

Io su questo smentisco categoricamente, non ritengo giusto usare il giornale per improvvisarci in polemiche sterili che possono indurre l’opinione pubblica a far pensare che di mezzo alle mie dimissioni c’è qualcos’altro, io non sono frustrato, grazie a Dio sono una persona libera e moralmente forte; a Scandale mi conoscono tutti… e… ipotizzando che io fossi frustrato, chi sono i miei frustratori? Preferisco essere frustrato e non essere il frustratore o l’arrogante di turno che una volta raggiunto il potere dimentica di tutto. E’ vero che in questi ultimi tempi non godo di una certa tranquillità e serenità per cose che ormai sanno tutti. La vicenda del mio posto di lavoro! Ma su questo non è giusto e non permetto che nessuno possa calcare la mano su una mia dolorosa piaga, maggiormente da chi volontariamente o involontariamente l’abbia provocata.

Non ho mai parlato delle mie cose sui giornali e desidero non parlarne, ma attenzione!!! non accetto nessuna provocazione. Altrimenti della mia situazione (grave fra l’altro) ne parlerò con mezzi che avranno eco a livello nazionale.

Nella lettera delle mie dimissioni sta scritto chiaramente che io mi sono anche dimesso per impegni e problemi personali sopraggiunti, ma il motivo principale è quello che è agli occhi di tutti, ormai la popolazione di Scandale sa che io da anni sto conducendo una battaglia affinchè le royalties della centrale vadano spese per realizzare alcune opere che possono creare occupazione e sviluppo nel nostro paese (vedi dichiarazione sul crotonese del 6 luglio 2007).

Mi candidai nell’anno 2001 per il consiglio comunale proprio perchè desideravo che con i proventi della centrale saremmo intervenuti per risolvere problemi di carattere occupazionale e culturali e fra le tante opere che io ho elencato c’e’ anche una ampiamente condivisa dal nostro sindaco, Fabio Brescia, la realizzazione di un ospedale per la cura del morbo dell’halzaimer che se non vado errato è proprio stato Iginio Carvelli a fare visita presso una struttura in Toscana o in Emilia per poi eventualmente adottarla nel territorio di Scandale, comunque quella proposta andò a finire nel dimenticatoio.

Quando facemmo il gruppo consiliare “Scandale il mio Paese”, io parlai davanti a tutti i colleghi amministratori che i proventi della centrale venissero spesi per grandi opere: un conservatorio musicale, una città albergo e/o una città studi, casa di riposo, ostello della gioventù a Corazzo, ho parlato anche di salvare alcune opere di Villa Condoleo, esempio il liceo delle Comunicazioni, l’orfanotrofio ecc. Oggi mi piacerebbe sapere cosa ne pensano gli amici consiglieri, cosa fare delle royalties? Visto che ancora non si sono ufficialmente espressi.

Sinceramente dico che io pur non condividendo la proposta della minoranza di diminuire o eliminare alcune tasse, devo ammettere che almeno hanno legittimamente ufficializzato una loro volontà.
Iginio Pingitore

2 Responses to “Pingitore risponde allo zio Carvelli: preferisco essere il frustrato e non il frustratore?”

  1. NotteNera07 scrive:

    http://hiphopnottenera.splinder.com

    Carinissimo il tuo blog! :)

    Ti abbiamo linkato

    Visita il nostro se ti va, ascolta le canzoni della ‘NotteNera’, trio hip hop che spacca di brutto!

  2. byros scrive:

    Grazie. Vi ho risposto sul vostro blog…

Leave a Reply