Fine di un incubo. Si ricomincia a vivere!!!

In qualunque città o villaggio entriate, fatevi indicare se vi sia qualche persona degna, e lì rimanete fino alla vostra partenza. Entrando nella casa, rivolgetele il saluto. Se quella casa ne sarà degna, la vostra pace scenda sopra di essa; ma se non ne sarà degna, la vostra pace ritorni a voi. Se qualcuno poi non vi accoglierà e non darà ascolto alle vostre parole, uscite da quella casa o da quella città e scuotete la polvere dai vostri piedi.
(Matteo 10, 11-14).

E’ finitaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa… Esco da un incubo! Da circa un’ora non sono più un dipende dell’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore "G. V. Gravina" di Crotone, un subalterno del Ds Alberto D’Ettoris e della Dsga Gina Mazza, ma è divenuto effettivo il mio trasferimento all’Istituto Comprensivo di Papanice dove sono sicuro di trovare dei superiori e dei colleghi migliori; d’altra parte non ci vuole molto!!!

Torno da Crotone dove ho assistito allo splendido spettacolo di Giobbe Covatta, l’umore era già migliorato: NON HO MAI RISO TANTO IN VITA MIA ma allo stesso tempo tratto spunti di riflessione (poi vi racconterò) dalle parole del mitico Giobbe.
Rosario Rizzuto davanti all'Istituto Gravina alla mezzanotte del 1 settembre 2007 si toglie la polvere da sotto i piedi. Foto Domenica Ieriti
Ma a mezzanotte ero in via Ugo Foscolo, 10, davanti al portone dell’Istituto Gravina (a proposito la luce della mia ex ex stanza si chiude prima di andar via!!! di notte non serve!!!), a scuotere la polvere da sotto i miei piedi!
Rosario Rizzuto davanti all'Istituto Gravina alla mezzanotte del 1 settembre 2007, si toglie la povere dai sotto i piedi. Matteo, 10, 11-14. Foto Domenica Ieriti
E’ finita… E’ finito un incubo. E’ una gioia trovare nel box il messaggio di Ca: "Ro da domani si inizia a lavorare, ti auguro di trovare un posto di lavoro migliore, te lo auguro con il cuore e grazie per quello che fai per noi emigrati di darci notizie di Scandale". Non so chi sia Ca, il solito stronzo penserà che magari sono sempre io, ma non è così.
Mai messo un commento anonimo, mai messo un commento sotto altro nome.

Ringrazio Ca; ringrazio per gli auguri, via sms, la mia Luce e la mia amica e super collega Anna Maria Maggio di Palermo alla quale auguro un anno da Dsga (dai che ce la fai!!!), ringrazio tutti quelli (in realtà molto pochi) che mi sono stati vicini in questi 8 mesi.

Ma non pensate che sia finita qui. In procura ci sono due denunce, prima poi qualcosa si dovrà muovere.

L’8 settembre in tutta Italia ci sarà il V-Day, una giornata di lotta per cacciare dal Parlamento chi è stato condannato, vorrà dire che dopo organizzeremo uno Scuola-Day, una giornata per sensibilizzare l’opinione pubblica affinchè chi è stato denunciato per truffa aggravata non metta piede nelle scuole finchè non chiarisca la sua posizione!
Chi ha orecchi per intendere intenda!

E’ finita…

Si ricomincia… Mancano solo 6 ore… Evaaaiiiiiiiiiiiiiiii!!!

6 Responses to “Fine di un incubo. Si ricomincia a vivere!!!”

  1. anonimo scrive:

    no ros non sei tu prima o poi mi identifichero´, comunque buon lavoro

  2. anonimo scrive:

    in bocca al lupo ros…..Teresa

  3. anonimo scrive:

    Le cose accadono perche’ a volte devono accadere e’ basta ma inserire nel tuo post il versetto di Matteo mi sembra veramente troppo!!!
    Quando Gesu’ si rivolse ai suoi profeti con queste parole sapeva che sarebbero andato in giro a portare la sua parola ovvero la verita’. A me non mi risulta che portavi in giro la sua parola……..??
    Ti sei gia’ chiesto se non e’ stato un solo gesto di vigliaccheria il tuo? Scuotere la polvere dai sandali e’ ok ma e’ anche vero che il piu’ delle volte bisogna sopratutto portare la croce ad ogni costo, son proprio questi fatti che fanno maturare e crescere le persone!!! Ad ogni modo ti auguro che le cose ti vadano un po’ meglio di prima ma ricorda che tutto il mondo e’ paese e che a volte lasciare la strada vecchia………………..ciao

  4. anonimo scrive:

    ma tu che ne sai, solo chi lavora nel pubblico può capire; gente che non fa niente dalla mattina alla sera, persone che arrivano alle 8.15 ma firmano alle 7.30, etc etc ti assicuro che non è sempre facile fare finta di niente ma visto che l’Italia è il paese dei truffatori passa per stronzo e per rompicoglione chi fa presente determinate cose che se venissero fatte nel privato causerebbero un immediato licenziamento. vilma

  5. anonimo scrive:

    MI sono diplomata nell’anno 2003 all’istituto “G.V. gravina” di crotone. Conosco bene ogni angolo dell’istituto e ogni singola persona che vi ha lavorato …ecco che mi permetto di dirle carissimo Rosario che rimpiangerà l’istituto “G.V.gravina”.
    Con affetto un ex alunna

  6. byros scrive:

    Nel 2003 non c’erano le persone che hanno fatto male a me…
    Tutto il resto è noia…

Leave a Reply to anonimo