Archive for December, 2007

I Capricorni hanno

I Capricorni hanno la testa dura, figurarsi se Calabresi.

Alla fine sono riusciuto ad abilitare il Wi-Fi e per giunta da solo.

Il problema?

Mi ero incaponito a scrivere la lettera "l" (elle) come "i".
(Comunque il sistema poteva anche segnalarlo che la chiave di protezione che scrivevo io era sbagliata).

E l’ho fatto sia stamattina presto che ora: devo stare più attento, ho perso tempo che non ho!

Ma almeno ora mi sento appagato.

E posso andare a mangiare…

Auguri Antonio…

Antonio con mamma Irene e papà Salvatore. Foto archivio Rosario Rizzuto
Il piccolo Antonio, mascotte del Meetup di Beppe Grillo di Crotone, oggi, per la gioia di mamma Irene, organizer del Meetup, e papà Salvatore, compie un anno.

Al piccolo tesoro (che già cammina) e ai suoi genitori, con lui nella foto, i più sinceri auguri da parte mia.

Buongiorno… e articoli…

"Rosà hai qualcosa per venerdì", mi hanno chiesto ieri i miei redattori del Crotonese Giuseppe Pipita e Fabio Fiore.

Certo che ho qualcosa, più di qualcosa, il difficile è trovare il tempo e la voglia di scrivere serio (che è diversa dalla necessità di scrivere come sto facendo ora).

Devo impostare gli articoli sul Mercatino di Natale, sull’iniziativa della Technodental, sul termine dei primi due progetti della ProItalia, quello, ormai solito, sul punto della Terza Categoria e uno a sorpresa e sono 5!

Non ricordo ora se ce n’erano altri in pentola ma già questi mi occuperebbero per molto tempo ed è quello che manca.

Sono ancora le 5,00, un paio riuscirei a farli ancora ora prima di andare a scuola, ma manca la maledetta capacità di iniziare a prescindere dall’ispirazione e dalla voglia cosìmagari satrò fino alle 7,00 a fare e a scrivere cazzate ma non inizierò alcuno dei suddetti pezzi e, oggi e domani, tra compleanno del piccolo Antonio (non il mio) , cena e il programma di Rti di fatto mi rimane solo la notte per scrivere.

Cosa che comunque devo fare anche perchè il giorno di Natale il Crotonese non esce e quindi poi se ne parlerebbe per il successivo venerdì.

In qualche modo farò ma non ho nessuna intenzione di iniziare a scrivere contro voglia.

Baci.

Si è bruciato il modem mentre scrivevo di Panto

Intorno alle 16,20 mentre scrivevo il post che segue, un terzo fortissimo lampo (dei primi due avevo scritto in diretta) mi ha bruciato il modem wi-fi.

Poteva andare peggio e rimetterci il pc. Ben mi sta!!!

La lezione è chiara: MAI SFIDARE LA NATURA!

Il post che stavo scrivendo era questo.

Poco fa, al Tg 3 Regionale delle 14,00, parte un servizio sulla comunità calabrese a Cinisello Balsamo che hanno fatto una manifestazione.

Così scherzando dico a mia madre di vedere se c’era qualche scandalese e sapete chi è il primo ad essere intervistato?

Il nostro Pantaleone Paparo, presidente dell’associazione calabrese di Milano.
Lo scandalese Pantaleone Paparo. (Foto arealocale.com da www.prolocoscandale.splinder.com)
Sono stato contento di vederlo e di aver la conferma che ci sono tanti scandalesi che si fanno valere in Italia e all’Estero.

Le foto del post nevicata di Scandale

A distanza di 24 ore dalla fine della storica nevicata di ieri, è appena iniziato un discreto acquazzone, con tanto di tuoni e lampi, che finirà per sciogliere la neve rimasta.

Poco fa lo diceva mia madre: "Ci vorrebbe una pioggia per fare un po’ di pulizia e così è stato!".

Per fortuna stamane ho fatto un giro in paese per immortalare il post nevicata scandalese così trovate su Area Locale altre 150 foto di squarci di Scandale con la neve che va via.

Gli operai che puliscono, i paesaggi ancora bianchi, i Carabinieri che controllano il territorio, i monumenti ancora mezzi innevati, i paesi del circondario visti da Scandale.

Buona visione visto che mi hanno detto che le foto di ieri sono state molto apprezzate, soprattutto dagli immigrati, in giro per la penisola e anche oltre.

Mamma mia che lampo (ore 16.09) se mi brucia il moden sto fritto!!!

Eccone un altro: che incoscente a non spegnere…

Le foto qui.

Neve a Scandale: l'articolo

SCANDALEDodici ore continue di neve (dalle 3,30 alle 16,00 circa) a Scandale forse non c’erano mai stata e così tanta è stata la sorpresa dei cittadini domenica mattina non solo di trovare il paese già imbiancato ma soprattutto nell’accorgersi che, man mano che passavano le ore, il cielo rimaneva grigio e non ne voleva proprio sapere di smettere anzi in alcuni frangenti venivano giù dei fiocchi di neve davvero grandi.

Delle vere “pampine” (termine dialettale che traduce la parola foglie), come le ha definite qualcuno, di neve.

Che la situazione fosse critica, al Comune se ne sono accorti già a prima mattina, infatti ci è stato riferito che già alle 6,30, una piccola unità di crisi composta dall’assessore Filippo Lettieri, dal geometra Giuseppe Borgese e da altri ai quali si è aggiunto poco più tardi il Sindaco Brescia si è messa in moto per cercare di risolvere alcuni problemi immediati. I Carabinieri del paese si sono messi a disposizione facendo più volte il giro del paese per controllare il territorio.

Sono intervenuti alcuni volontari della ProItalia che hanno dato il loro aiuto ad alcuni anziani mentre veniva contattati i proprietari di ruspe per liberare le strade principali del paese e allo stesso tempo veniva reperito, per i negozi del paese, tutto il sale disponibile.

Le neve venuta giù è stata davvero tanta, sui tetti delle macchine ha superato anche il mezzo metro di altezza e solo dopo le 16,00, la neve è stata sostituita da una leggera pioggerellina che però non ha sciolto del tutto la neve che, anche se in misura minore, era presente in paese anche nella giornata di lunedì, tanto che lunedì mattina il Sindaco Brescia ha preferito, al fine di evitare qualunque tipo di rischio ai bambini del paese e al personale scolastico, chiudere le scuole per la giornata provvedendo nel contempo ad allertare alcuni trattori, gli operai del comune e quelli della forestale per dare una ripulita al paese.

La giornata di domenica è stata vissuta con allegria dai bambini (che hanno realizzato pupazzi di neve e giocato a rotolarsi nel soffice manto bianco e a prendersi a palle di neve) ma anche dagli adulti davvero meravigliati dal fenomeno molto raro a Scandale di una nevicata così possente nelle ore diurne. In molti si sono preparati una “sciurubetta” (neve con vino cotto, ma anche con caffè o succo di arancia), una specie di gelato dei poveri molto gustoso.

La forte nevicata ha dato anche modo di riscoprire il paese a piedi visto che sono stati davvero poche le persone, un po’ incoscienti, che hanno azzardato un’uscita con la macchina, alcuni, per fortuna, montando alle macchine le catene da neve: occasione più unica che rara il loro utilizzo a Scandale.

Alcuni trattori, infatti, nella mattinata di domenica erano dovuti intervenire in alcune località del paese per trainate alcune macchine che non avevano potuto proseguire a causa della neve.

Come era prevedibile la cittadina è stata un po’ presa alla sprovvista e pare che anche dalla Prefettura, Scandale non venisse segnalato come paese a rischio neve.

Ad emergenza passata qualcuno ha proposto, per esempio, di tenere in qualche magazzino del Comune una certa quantità di sale che, in occasioni come queste, potrebbe tornare utile, ma chissà quanto si dovrà aspettare per una futura nevicata come questa!

ROSARIO RIZZUTO

Lo Scandale non gioca. Articolino per il Crotonese

SCANDALE Non si è disputato l’atteso incontro, valido per la settima giornata del girone E di terza categoria calabrese, tra Scandale e Cirò.

Scandale, ma anche San Mauro Marchesato, dove lo Scandale sta giocando le gare interne, la mattina di domenica si sono svegliati con il paese imbiancato dalla neve che è continuata a cadere fino alle 16,00.

Fin dalle prime ore della giornata la dirigenza dello Scandale, al fine di evitare che le due squadre si mettessero in cammino col rischio di incidenti, ha cercato di contattare la Figc di Crotone per chiedere il da farsi.

L’Us Scandale ha contattato anche la società del Cirò per decidere il da farsi ma un dirigente ha dichiarato che loro, forse per mancanza di fiducia e per la paura di aver persa la gara a tavolino, sarebbero partiti lo stesso mentre il delegato della Figc di Crotone Giuseppe Piscioneri dichiarava che senza una comunicazione delle forze dell’ordine sull’impraticabilità delle strade, la gara non sarebbe è potuta essere rinviata.

Solo intorno alle 11,00 lo stesso Piscioneri contattava la segreteria dell’Us Scandale e si decideva di rinviare a data da destinarsi la gara.

Quindi niente di fatto e turno di riposo per lo Scandale che domenica prossima sarà impegnato in trasferta a Belvedere Spinello.

Ho appreso successivamente che, a causa del maltempo, nessuna gara dei campionati minori, e quindi nemmeno della Terza Categoria, è stata giocata.

Quindi tutta la settima giornata andrà recuperata.

ROSARIO RIZZUTO

Din, din, din… e la neve si fa acqua in una Scandale ancora imbiancata

Un continuo gocciolare… la neve che si scioglie e scende sulle strade, nei cortili.

C’è ancora neve a Scandale ma n’è rimasta davvero poca rispetto a quanta ne ha fatta ieri.

Rimane un paese imbiancato, rimangono gli accumuluti a bordo strada composti dai mezzi spalaneve, che credo dureranno per qualche giorno, rimane un pallido bianco sui tetti,ancora neve sui tetti delle macchine dove si erano superati i 50 centimetri; del tutto sciolti invece gli oltre 30 centimentri di neve accumulatisi sulla ringhiera del balcone di casa mia.
Ragazzi di Scandale giocano sulla neve. Foto Rosario Rizzuto
Ieri la neve, con dei fiocchi soffici e leggeri come non mai, con delle "pampine" (così le ha definite Gianfranco Summa) gigantesche (che era un piacere farsi arrivare in bocca) è riuscita a legare su posti impensabili come, per esempio, sui fili della luce, sule mollette per stendere, sulle canalette dell’acqua, davvero bella Scandale ieri tutta bianca.
Neve su una canaletta dell'acqua. Foto Rosario Rizzuto
Poche macchine in giro e vicino il Municipio qualcuno mi faceva notare come quella assenza di macchine e le persone a piedi restituivano al paese un’immagine un po’ da anni ’50.

Altri hanno cercato di ricordare una nevicata simile nel passato e il signor Scarà mi ha fatto sapere che sua madre ne ricorda una nella quale la neve pare arrivò a coprire anche le porte di casa alla fine degli anni ’40.
Giovanna Rizzuti vicino piazza Condoleo. "Quantu è bedda sta guagliuna". Foto Rosario Rizzuto
Insomma il 16 dicembre 2007 sarà una giornata che rimarrà nella memoria collettiva di molti, ancora più bella perchè giunta inaspettata, ancora più emozionante, almeno per me, perchè la neve a Scandale è tutta un’altra cosa.

Stamane a Scandale, forse le scuole rimarranno chiuse, ieri sera il Sindaco mi dava la cosa al 99 %, ma la decisione verrà presa stamane alle 8,00 in un incontro al comune dopo aver verificato la situazione del paese.

Credo che sia giusto così e se ciò avverrà i bambini avranno la possibilità di godersi questa ultima neve rimasta prima che finisca di scigliersi visto e considerato che ieri non tutti i bambini sono potuti uscire di casa avendo continuato a nevicare fino alle 16 ed essendosi poi messo a piovigginare, la qual cosa ha bloccato in casa i bimbi dei genitori più apprensivi.
Casa mia e dei miei imbiancata. Foto Rosario Rizzuto
Intanto poco fa mi sono accorto che la macchina non parte così oggi saremo (io e quella che non mi ascolta) costretti ad una giornata di vacanza forzata, che almeno per quanto mi riguarda (qualche femminista dirà che acche lei non riposerà un attimo) sarà una vacanza relativa visto che ho molto da scrivere.

Buona settimana a tutti, nella prossima c’è già il Natale, dal quale è già iniziato il conto alla rovescia.

I miei bimbi, Antonio e Alex, con il nostro improvvisato pupazzo di neve, dal quale, poco dopo, qualche stronzo ha sottratto il naso-carota. Foto Rosario Rizzuto col cellulare

Per riepilogare le mie foto sulla giornata nevosa di ieri a Scandale le trovate in tre gallery su Area Locale e precisamente:

Dopo 12 ore si ferma la neve e piove

Tanta neve ancora nel pomeriggio, in alcuni momenti certi fiocchi giganteschi, ma intorno alle 16 ha smesso e ha cominciato poi a piovigginare come, mi sembra, stia facendo ancora adesso, così la speranza che le neve durasse giorni è già svanita e se continua a piovere, domattina sarà rimasto ben poco .

Speriamo ricominci o che almeno  smetta di piovere.

Intanto, per concludere l’opera, altre foto scattate nel pomeriggio le trovate qui.

Ancora neve… e quanta… a Scandale

Oi mammicè quanta neve!!!

Mi sa che dobbiamo cominciare a preoccuparci… .

Mentre continua a nevicare, rinviata la partita tra Scandale e Cirò

Alcune ragazze scherzano sulla spala neve. Foto Rosario Rizzuto col cellulare
Scandale, ore 11,56. Qui continua a nevicare. Sono stato in paese ad accompagnare mio figlio Antonio in chiesa: è bellissimo Scandale sotto la neve. Ho fatto
qualche foto col cellulare, la qualità non sarà il massimo ma l’idea le foto la rendono eccome.
Il monumento ai caduti di Scandale imbiancato. Foto Rosario Rizzuto col cellulare
Mi ha dato un passaggio il sindaco che mi ha detto che sono stati recuperati alcuni quintali di sale nei negozi e poco fa Pino Maida ha iniziato a spargerlo per le strade mentre alcune ruspe cercano di renderle più praticabili.

In chiesa c’erano solo una trentina di persone ho aspettato per ascoltarmi il Vangelo e sentire l’omelia di Padre Marco che ha parlato di Speranza, Pazienza, Fede, Perseveranza ma nello steso tempo dovevo avvisare dirigenti e calciatori che la partita tra lo Scandale e il Cirò è stata rinviata.

Infatti mentre ero a casa di Gino Pingitore mi ha chiamato il delegato della Figc di Crotone Giuseppe Piscioneri (dopo che stamane quando lo avevo chiamato io mi aveva detto che non si poteva fare che ci voleva una comunicazione dei Carabinieri dell’impraticabilità delle strade) per dirmi del rinvio della partita.

Il forte è stato quando, poco prima, ho contattato la dirigenza del Cirò per cercare di metterci d’accordo, mi hanno risposto che loro partivano lo stesso: certo che ormainon si fida più nessuno in questo mondo. LO SCANDALE LE GARE LE VUOLE VINCERE SUL CAMPO NON HA TAVOLINO,e poi, come volevasi dimostrare avevo ragione io LA PARTITA NON SI FA… E mo partiti u stesso allora!!!

Qui le foto.

Continua a nevicare a Scandale

Ho fatto colazione con la scirubetta (neve e vino cotto), ho fatto le foto, un breve filmino e ho svegliato mio padre e poi soprattutto i bimbi e intanto continua a nevicare a Scandale e per quanto ne possa sapere siamo quasi ad una nevicata da record, certo quando ero piccolo io in alcuni anni nevicava alla grande(sempre tenendo conto che parliamo di un paese a 352 metri sul livello del mare) ma tutta questa neve non la si vedeva, a Scandale, da tempo…

I bimbi sono saltati dal letto mentre quella che non mi ascolta anche stamane aveva da ridire, ho rivisto in loro la gioia che avevo io da piccolo quando il paese si imbiancava e che di fatto ho ancora oggi.

Fer farvi fare una idea ho scattato, ora che si vede qualcosa, alcune foto che trovate su Area Locale.

E intanto mi sa che davvero la partita dello Scandale contro il Cirò non si gioca.

Mi hanno appena chiamato i Carabinieri di Santa Severina per chiedermi appunto se la partita si fa, visto che loro devono fare il servizio di sicurezza, mi sa che devo fare un giro di telefonate…

Che sta succedendo nello sport

Ma che sta succedendo nel mondo dello sport?, che stanno combinando i cosiddetti arbitri?

Sarà che dopo Moggipoli ora tutti sono con le antenne alzate ma non si può andare avanti così.

Leggevo ieri sul Quotidiano della Calabria di grossi problemi nel campionato di Eccellenza dove, pare gli arbitri stiano favorendo le squadre reggine e così quelle del cosentino si sono riunite in un’associazione e stanno dando battaglia.

Ho chiesto a Loris Marino che gioca, in tale Campionato, nel Cutro e mi ha detto che sta succedendo di tutto.

Non può continuare così, io non so se agli arbitri che iniziano il corso, e poi anno per anno, viene fatta una visita psicologica, ma se non c’è credo che sia arrivato il momento di fargliela e oltre agli arbitri anche ai dirigenti federali.

Queste schifezze (io sono con i dirigenti cosentini anche se non so bene i fatti, ultimamente mi piace schierami così ad intuito) ci sono sempre state, anni fa (anche oggi, per sfortuna, ma visto che l’alternativa è stata peggiore  ) la famiglia Mataresse, pugliese, comandava il calcio italiano e indovinate di dove erano la maggior parte delle squadre ripescate?

Ma problemi succedono anche in altri sport; leggo sul Crotonese di venerdì che il diesse dell’Arredo Inox (squadra di pallamano) di Crotone che milita nel campionato di A2, Giancarlo Giaquinta, è stato inibito per un anno e un giocatore, Max Maffei, squalificato per cinque anni.
lo strano della situazione è che quello che è stato scritto dall’arbitro nel referto pare non sia mai accaduto.

Ho conosciuto Giancarlo come professore di informatica essendo stato un mio docente ad un corso scolastico (che per inciso poi ho dovuto interrompere per colpa degli stronzi che sapete e di cui a due post fa) e mai crederò, come si legge nel Comunicato Ufficiale, che una persona così a modo, anche se alcuni  arbitri farebbero imbestialire anche Gesù Cristo: "al termine della gara, con atteggiamento minaccioso, pronunciava espressioni ingiuriose nei confronti del secondo arbitro e frasi lesive al prestigio della Federazione" ed altro.

NON CI CREDO E BASTA.

Do un consiglio a tutti i dirigenti di qualsiasi sport, quando andate a parlare con uno di questi bastardi (perchè è assodato che lo siano, ma non tutti gli arbitri, ma solo quelli che si inventano le cose e si fanno pilotare per far vincere questa o quella squadra o fare in modo di squalificare, per la gara successiva, questo o quel calciatore, NON SAPETE CHE CALCOLI FANNO STI STRONZI), portatevi un registratore, ormai si registra anche coi cellulari; battiamoci tutti per un mondo dello sport PULITO dove a vincere siano le squadre più forti e non quelle che decide questo o quel’arbitro, questo o quel dirigente federale.

Tutto questo è disgustoso e finirà per generare violenza e far allontanare la gente dallo sport; e poi basta con questi dirigenti federali a vita, Cosentino, quello calabrese, c’è da secoli, ci vorrebbe un V-Day anche per loro: due mandati e poi tutti a fanculo!!!

Intanto a Scandale continua a nevicare, speriamo che questo bianco spazzi via tutto il lordume che c’è in giro!!! e non mi riferisco alla sporcizia delle strade che come sapete a Scandale sono pulitissime.

Neve su Scandale

Scandale imbiancata, domenica 16 dicembre 2007. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto
Mia mamma è in cucina che impasta per fare le "pitte con olio", avvicinandomi al camino già acceso le chiedo, sapendo che la risposta sarà negativa (ieri sera eravamo a zero gradi ma il cielo era super stellato), se è nevicato; lei mi dice di no e io gli dico comunque di conservarmi un po’ di vino cotto (che serve nell’impasto delle pitte ed è sempre più introvabile) per quando nevicherà – per farmi la scirubetta - perchè ero sicuro che prima o poi lo avrebbe fatto.

Nel contempo il mio sguardo viene attirato dal un alberello su via Nazionale imbiancato, suppongo si tratti di ghiaccio o di qualcosa di simile ma guardando meglio comincio a vedere una fioccata come mai vista e scappo alla finestra informando mia madre che sta nevicando.

La bugiardona, tutta presa dalle sue pitte, mi aveva risposto senza che avesse guardato fuori.
Nevica su Scandale. Foto Rosario Rizzuto
Ho i brividi, ma non sono di freddo: a me la neve a Scandale mi dà sempre forti emozioni (non paragonabili con la neve in Sila o a St. Georgen), mi fa ricordare di quando ero piccolo, di quella mattina che svegliai i miei con Scandale imbiacata, dei filmini che faceva mio padre… le galline appollaiate nella neve, io che gioco con Maria e Tania, i pupazzi di neve, il profumo, il silenzio, quasi irreale, come ora.

Onestamente il cielo di ieri sera non lasciava minimamente immaginare quello che sto vedendo ora e questa speranza anche se ora, vista la quantità di neve che sta buttando mi sorge un dubbio, ma giocherà lo Scandale?
Be’ forse sto esagerando…

Il tetto imbiancato e i fiocchi che cadono copiosi. Foto Rosario Rizzuto

Intanto da Villa Condoleo arriva il suono delle campane delle 6,30, con la musica natalizia; lo so che il Natale non è la neve così come questa neve non arriverà a Natale, ma come mi diceva qualcuna l’altro giorno, anche la neve fa un po’ Natale (intanto sono appena passati i Carabinieri che stanno di certo controllando il territorio allertati dalla Protezione Civile) ed è una fantastica sensazione la neve a Scandale prima di Natale che onestamente non ricordo se sia mai successo, di certo non è successo negli ultimi anni.

Comunque si vede che è la mia settimana della neve e dopo averne vista tanta a St. Georegn ecco Scandale!!!

E mi è pure passato il raffreddore… Troppo bello!!!

Oggi come lo scorso anno: primo anniversario di MOBBING

Siamo ormai al primo anniversario di inizio mobbing all’Istituto Superiore Gravina di Crotone e la Procura tace così gli stronzi possono continuare a delinquere.

Ma che succedeva lo scorso anno di questi tempi?

Più o meno come oggi informavo il mondo di cosa stavano combinando il Dirigente Alberto D’Ettoris e la Dsga Gina Mazza scrivendo questo.

Alcuni giorni dopo mi davo alla poesia in questi termini: 

Silenziosi

sui divani

e sulla sedia,

i capi parlano

e per loro è tutto vero.

Sparano cazzate a più non posso

ma loro zitti e d’accordo: che è successo?!

La gente è vigliacca

e io che non ci credevo

non intervengono nemmeno alle bugie più lampanti,

ognuno si guarda i cazzi propri e sta zitto:

chi sta seduto, chi gioca a lotto.

chi prende il treno, chi fa i bonifici…

che senso ha farseli nemici?!

"Lasciamo tutti i cazzi al nostro ‘amico’,

se l’è cercata, ormai è finito.

Noi andiamo avanti tra qualunquismo e profonde cazzate

luoghi comuni e fumate.

Siamo intoccabili e ce la spassiamo

e ogni tanto pure lavoriamo.

Che ci frega se Rosario soffre,

se lo stanno trattando come una cacca,

come un delinquente,

anche se non ha fatto niente;

se gli hanno spento il computer e tolto i cassetti,

se lo hanno retrocesso

ad una sottospecie di bidello.

A noi che importa:

l’importante che nessuno ci TOCCHI!"

Ma la ruota gira

e lo fa veloce:

chi oggi sta sotto domani starà sopra!!!

Ma da allora non è cambiato nulla e i cattivi sono al loro posto (nonostante altre nefandezze) e le sofferenze sono state solo mie.

Dopo la partita dello Scandale, a Crotone o a Savelli?

Avete già impegni per domani?

Io vi ricordo che alle 14,30, presso il campo sportivo di San Mauro Marchesato, lo Scandale affronta il Cirò per la settima giornata di campionato.

Dopo la gara, visto che l’avvicinarsi del Natale fa moltiplicare gli appuntamenti e le manifestazioni, avete la possibilità di scegliere tra tante iniziative in giro per la Provincia, io ve ne segnalo due:

Manifestazione a Crotone. Clicca x ingrandire.

Manifestazione a Savelli. Clicca per ingrandire

Gelo a Scandale…

Deve fare davvero freddo a Scandale. Tornando da scuola, erano passate le 14,00, l’acqua di una piccola fontana sotto casa era gelata. Come si può vedere infatti nella fot,mio figlio Antonio tiene in mano un pezzo di ghiaccio.
Il mio piccolo Antonio con un pezzo di ghiaccio sottocasa a Scandale. Foto Rosario Rizzuto col cellulare Sony Ericsson
Ora sono a Roccabernarda dove il termometro della macchina poco fa segnava 2 gradi.

Ma comunque, nonostante stia uscendo da un periodo di raffreddore io non sento tanto freddo…

La crotonese Marta Rossi canta su Canale 5 con Gianni Morandi

Sono sempre felice quando diventa personaggio e si fa valere qualcuno della mia Calabria e così sono stato molto contento poco fa di vedere (ed era la prima volta per me anche se sapevo della sua presenza) al programma Amici di Maria De Filippi la ventenne crotonese Marta Rossi.
Marta Rossi di Crotone con Gianni Morandi ad Amici. 15.12.07.
Ancor di più di vederla esibirsi in coppia con Gianni Morandi che si è complimentato con lei.

Anche se dopo non è stata molto apprezzata dalla giuria con la quale ha avuto un battibecco (Forza Marta!!!).

Non seguo molto Amici ma spero che la giovane crotonese si faccia valere.

Beppe Grillo, le firme e il V-Day contro la stampa

Avete visto oggi nei Tg, Beppe Grillo a Roma consegnare le firme raccolte al V-Day?

Bene, il 25 aprile del 2008 ci sarà un V-Day contro la stampa, secondo voi se vi partecipo significa che mi mando a fanculo da solo?!

Commenti: parte l'attacco promessomi…

Ci sono commenti che non possono restare "nascosti" dove in molti non riescono a vederli e quindi è giusto che io li promuova nella "home page".

Uno è quello che sto per pubblicare in questo post, al quale ne sono seguiti altri più brevi e che credo (ma posso sbagliare; be’ succede pure a me ogni tanto! ) essere stati scritti da Giuseppe Noce.

Questa sensazione mi è data dal fatto che ha usato le stesse parole che mi aveva detto il giorno prima quando era venuto a casa mia per chiarire quello che era successo con il padre, quindi se due più due fa quattro…

Sulla visita a casa mia ci sarebbe da sciverci un libro ma voglio evitare, approfitto dell’occasione per dire a tutti quelli che mi stanno chiedendo di cancellare il post, da cui è nato tutto ciò, che non lo farò mai e quindi gentilmente di non chidermelo più.

Se io non ho cancellato i post per i quali ho rischiato problemi seri a scuola, perchè dovrei cancellare questo tranquillo sfogo personale?

Il blog per me, oltre che un mezzo per comunicare con gli altri, di postare i miei articoli, è uno sfogatoio per me ma anche per gli altri che IO, e sottolineo IO, NON HO MAI CENSURATO, perchè anche se un pinco pallino qualsiasi scrive che Rosario Rizzuto è un coglione o giù di lì, chi legge in gran parte sa chi è Rosario Rizzuto, e quindi l’offesa lascia il tempo che trova.

Non basta denigrare una persona, bisogna dimostrarle le cose, volendo abbreviare quello che ho scritto io sono fatti, cronaca spicciola di un infelice episodio di una persona che ha fatto della bugia il suo stile di vita, quello che invece mi si dice a me è tutto da dimostrare e facilmente smontabile punto su punto.

Questo il commento di cui sopra: "Caro Rosario, ti chiedo per cortesia di non fare la vittima, ogni volta che qualcuno ti dice qualcosa che a te non va a genio, cominci subito a scrivere sul tuo blog che sembra un’arma, tieni presente che può essere a doppio taglio.
Se ti ritieni una persona corretta, per sapere la verità, dovresti far intervenire Vincenzo Noce, per sentire anche la sua campana.
Invece tu come al solito ti sfoghi aggiungendo aggettivi alla gente come se fossi un Dio (invece fai sempre la vittima). Leggo molto il tuo blog e noto sempre con dispiacere che quando uno non ti rende partecipe l’attacchi sempre pubblicamente, segno di maleducazione (come sei intervenuto maleducatamente la scorsa estate contro Pietro Cerrelli), non ti sei degnato di pubblicare la Festa della Madonna di Scandale, anzi hai mandato in giro delle email dicendo di devolvere solo 1 euro. Iginio Pingitore ha costituito un’associazione, non sei stato considerato e l’hai attaccato, e tante, tante tante altre cose.
Quindi Vorrei dirti che anche tu non sei in grado di rappresentarci, nè come giornalista, nè come consigliere, anzi mi chiedo ancora oggi, come lo stimato sindaco Brescia ti faccia partecipare ai consigli comunali, oppure mandarti in giro fuori dall’Italia e appena hai uno screzio con qualcuno lo fai sapere, a modo tuo, a tutto il mondo.
Spero che un giorno sarai maturo, perchè in fondo non sei un cattivo ragazzo, e la smetterai di fare la vittima. Se hai qualcosa di personale da dire direttamente alle persone, spero che lo risolvi come si fà in tutte le buone società: parlando a quatt’occhi.
N.B. Vincenzo Noce non è una cattiva persona, come vuoi far credere alle persone.
Distinti saluti
".

Lascio a voi, e quindi anche all’autore stesso dello scritto che poteva tranquillamente firmarsi tanto non lo mangia nessuno, ogni ulteriore commento…

O meglio devo aggiungere qualcosa dopo aver letto gli ultimi 5 commenti che prima il pc non mi visualizzava e aver scoperto che quello che ha scritto le stesse cose che mi ha detto Giuseppe Noce a casa non è Giuseppe Noce (sarà una questione di telepatia) come spiega lui stesso: "Come al solito sei arrogante e maleducato, come leggo dopo il 16° commento, quello che ha scritto il 16° commento non è Giuseppe Noce, sono io, una persona che appena possibile verrò a dirtelo in faccia quello che penso di te, al momento non posso identificarmi perchè non sono come te, arrogante e vittima, lascia stare la famiglia Noce, sono uno che sta cercando di farti sfogare per vedere fin dove arriva il tuo equilibrio. Quando non sei sicuro delle cose, non partire in quarta come fai di solito, perchè sbagli.
Ti consiglio di riflettere e di meditare su tutto quello che dici. Sono molto deluso, perchè te la sei presa con Giuseppe Noce, visto che non sei sicuro che sia lui. Sono una persona che vive lontano da Scandale e giuro che da oggi in poi non guarderò mai più i tuoi commenti visto le parole scurrili che si trovano nei tuoi commenti.
Ho capito che sai fare solo questo e nient’altro nella vita, attaccare le persone tramite i computer e basta.
Sono sicuro che di persona, hai la coda in mezzo alle gambe, e questo lo vedrò di persona visto che ti verrò a trovare da solo. (COS’E’ UNA MINACCIA????? Nota Mia). 
N.B. L afamiglia Noce è stimata e onorata, per quanto ne so io, che parlo da lontano, come la tua famiglia, quindi smettila e invece di dire "cavolate", distribuisci degli auguri a tutti, compresa la famiglia Noce.
Dalla stessa persona del commento 16 e del 14
".

Per la cronaca il commento 14 è questo: "SONO MOLTO RAMMARICATO DALLA LETTURA DI QUESTE NOTIZIE, RIPORTATE SU QUESTO BLOG, IN MERITO AL LITIGIO TRA RIZZUTO E NOCE. LA GENTE CHE VA’ IN GERMANIA PER RAPPRESENTARCI, DOVREBBE ESSERE UN PO’ PIU’ DISCRETO E DOTATO DI BUON SENSO PER EVITARE QUESTI SPIACEVOLI EPISODI.
SE L’ASSESSORE GRISI AVESSE RIFLETTUTO PRIMA DI PARTIRE, SULLE PERSONE CHE DOVEVANO ACCOMPAGNARLO, AVREBBE DOVUTO CAPIRE CHE IL SUO "COMPAGNO DI MERENDA" LO PUO’ INCONTRARE SOLO AL BAR O PER STRADA, NON PORTANDOLO IN GERMANIA A RAPPRESENTARE LA COMUNITA’ DI SCANDALE, CHE HA POCO DA SPARTIRE CON QUESTE PERSONE!!!! LA COMUNITA’ DI SCANDALE E’ UNA DELLE PIU’ IMPORTANTI DEL MARCHESATO, DOVE SI E’ FATTA NOTARE SEMPRE PER LE COSE IMPORTANTI E PER AVERE DEI PERSONAGGI DI SPICCO SU TUTTI I FRONTI: A LIVELLO POLITICO, IMPRENDITORIALE E CULTURALE. VOGLIO SUGGERIRE ALL’ASSESSORE PINGITORE, PERSONA MOLTO STIMATA E CORRETTA, CHE QUANDO CI SARANNO DELLE DECISIONI IMPORTANTI DA PRENDERE, COME ANDARE A RAPPRESENTARE IL NOSTRO PAESE, DI FARLE LUI E IL NOSTRO AMATO SINDACO.
DA UNA PERSONA CHE HA MOLTO CARO QUESTO PAESE, TANTISSIMI SALUTI A TUTTI. VI AUGURO BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO
".
Il che mi manda un po’ in confusione ma fa nulla.

Dicevo, dopo aver letto gli ultimi commenti non posso esimermi di aggiungere qualcosagiàpostata nei commenti stessi: Vi prego di firmarvi quando scrivete, mi sembra giusto che ognuno si assuma le responsabilità di quello che scrive e dice…
Per il resto, caro Gino, io non perdono.

La persona in oggetto, come ti ho già detto, per me è virtualmente morta.
Troppo pesanti le sofferenze avute nella mia adolescenza (dalle quali non sono del tutto uscito) perchè mi siano ricordate da Vincenzo Noce secondo il quale dovrei metterle nel mio curriculum.
Ma i pochi che dicono cattiverie nei mie confronti e si scandalizzano per un "merda liquida" scritto in un momento di rabbia, hanno provato a riflettere su quanto dettomi da questa personcina per bene?
Se mio nonno lo chiamavano "Mastru Rusaru" e al suddetto come ben sapete tutti, CI SARA’ PURE UN MOTIVO. O no?
E’ inutile prenderci in giro, è inutile nascondere le cose perchè così facendo non si migliorerà mai.
Nel mio piccolo spero di aver dato un piccolo contributo per cercare di sconfiggere l’omertà dilagante a Scandale più che a Palermo e pazienza se da oggi devo guardarmi le spalle da chi ha già preparato una tomba per me…

Comunicato Ufficiale Figc: sei mesi di squalifica a Donato Gatto dell'Altilia

Costa cara all’Altilia la gara contro lo Scandale; leggendo il Comunicato Ufficiale n°. 21 del 12.12.07, pare sia successo di tutto sul comunale di Tufolo (anche se i miei amici dello Scandalenon mi avevano dettonulla) così, per esempio, Donato Gatto si becca una squalifica fino al 30 giugno 2008.

Queste in dettaglio le decisioni prese dal Giudice Sportivo dopo le partire del 9 dicembre 2007:

  • ELENCO DEI GIOCATORI CHE HANNO MATURATO LA TERZA AMMONIZIONE
  1. ROCCA  CARMINE SOC . PETILIA  CALCIO;
  2. LONETTI ANTONIO SOC . N. TORRE MELISSA;
  3. LARATTA GIOVANNI SOC . CASTELSILANO;

a carico di giocatori ESPULSI dal campo:

Squalifica per UNA gara

  1. VERARDI ENZO      SOC . F.C. CIRO’
  2. DEVONA SALVATORE    SOC . REAL FONDO GESU’

 
Squalifica per SEI MESI

  1. GATTO  DONATO  SOC . ALTILIA squalifica per SEI MESI (Squalifica fino  al 30.06.2008) per frasi ingiuriose, comportamento irriguardoso e tentativo di aggressione nei confronti del direttore di gara non andato a buon fine per l’intervento dei compagni e degli avversari dopo l’espulsione.

a carico di giocatori non  ESPULSI dal campo:

Squalifica per UNA gara(IV^ infr. )

  1. ALESSIO ALESSANDRO SOC . CASTELSILANO;
  2. CRIMI  MICHELE  SOC . ALTILIA;

a carico di   DIRIGENTI

  1. Sig. MONTALCINI VINCENZO Dirigente Accompagnatore SOC . ALTILIA inibizione fino al 16.12.2007 per proteste.
  2. ARCURI  ANTONIO  SOC . REAL FONDO GESU’ inibizione fino al 21/01/2008 per comportamento offensivo e minaccioso nei confronti del direttore di gara

a carico di  SOCIETA ‘ – AMMENDE

  1. SOC . ALTILIA ammenda di EURO 300,00(trecento/00) per entrata abusiva nel rettangolo di gioco da parte di un  proprio sostenitore, a seguito dell’apertura dei cancelli. colpendo il direttore di gara da tergo senza conseguenze – DIFFIDA DEL CAMPO.
  2. SOC . BELVEDERE SP. ammenda di EURO 50,00(cinquanta/00) per inadeguata sistemazione  degli spogliatoi (mancanza acqua calda ).

Insomma dopo alcune giornate di tregua, sono tornate la rabbia e la cattiverie sui campi, io credo che fare l’arbitro non sia una cosa difficilissima ma in alcune partite lo può diventare ma devono essere i calciatori a stare vicino al direttore di gara ed aiutarlo a non sbagliare; certo se ti trovi di fronte uno presuontoso come Balduino di Crotone questo non può essere fatto ma con molti arbitri si può parlare e speriamo succeda.

Notte insonne

Notte insonne chissà perchè (in realtà io lo so il perchè) e proprio stanotte non ci voleva: se non mi addormento più alle 15,00 dormo in Consiglio Comunale.

Ieri ho registrato la Quinta puntata del programma che conduco su Rti "Goleada Show, Terza Categoria e Dintorni"; la prima volta che registravo col raffreddore, attento a quando non ero inquadrato per asciugarmi gli occhi perchè con me il virus non si accontenta del naso e il raffreddore mi prende soprattutto agli occhi.

Intanto oggi esce anche il Crotonese, che a quest’ora dovrebbe essere nella rotativa, sono curioso di vedere l’impaginazione dell’articolo su St. Georgen, le foto usate dal redattore Giuseppe Pipita; sarebbe bello che l’articolo cadesse nella pagina a colori soprattutto per dare risalto alle foto; altre 5 ore e saprò.

Per concludere un saluto ai viaggiatori notturni di Splinder: a chi è appena rientrato a casa e sta per andare a letto, a chi si è appena svegliato per andare a lavorare; e un buongiorno a chi mi leggerà di prima mattina o giù di lì.

Sempre più Savelli, resiste il Castelsilano si fanno sotto Petilia e Scandale

Scontata la vittoria della capolista Savelli contro il Camellino, che riesce a realizzare la sua prima rete (ne ha subite 26) e pazienza se al novantesimo e su rigore, il risultato di prestigio della sesta giornata lo ottiene il Petilia di mister Miletta, che, nell’anticipo della domenica mattina, rimanda battuto il Real Fondo Gesù che perde colpi e anche la terza posizione proprio a vantaggio del Petilia.

I ragazzi di mister Orto devono invertire la rotta già dalla prossima domenica se non vogliono veder compromessi fin d’ora le proprie aspettative.

Finisce con un pareggio con sei reti l’incontro tra Belvedere Spinello e Castelsilano.

Un pareggio che permette al Castelsilano di mantenere la seconda piazza in classifica e al Belvedere di guadagnare un punto che fa classifica.
Carmine Biafora dello Scandalae autore della rete che il 9 dicembre 2007  ha piegato l'Altilia. Foto Rosario Rizzuto
Colpaccio, invece, dello Scandale di mister Villaverde che a Tufolo contro l’Altilia fa sua la gara con una rete di Carmine Biafora (e non Scalise che avevamo riportato nella cronaca di martedì).

Biafora che vive a Corazzo, nella frazione di Scandale, ha guadagnato in poche gare la stima di mister Villaverde che nonostante la sua giovane età (è del 1991) conta su di lui e lo sta facendo giocare da titolare.

Biafora già nella gara contro il Savelli era andato vicino al gol colpendo un palo, nella gara contro l’Altilia è arrivata la soddisfazione di gonfiare, per la prima volta in questa stagione in una gara vera, la rete riempiendo di soddisfazione anche papà Fiorino dirigente dell’Us Scandale presente alla gara.

Lo Scandale con questa vittoria raggiunge il quinto posto in classifica in comproprietà con il Belvedere Spinello.

Bella vittoria anche per il Cirò, orfano di mister Giordano che ha lasciato la squadra dopo la sconfitta di Castelsilano, che batte la Nuova Torre Melissa superandola in classifica grazie anche ad una doppietta di Pugliese.

Questo il tabellino completo della sesta giornata del Girone E di Terza Categoria calabrese:

Il tabellino della sesta giornata del Girone E di Terza Categoria. Clicca per ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto

Domenica prossima si gioca la settima giornata e finalmente, per le altre squadre, il Savelli non farà punti ma solo perchè osserverà il proprio turno di riposo. Così il big match della giornata sarà quello tra Castelsilano e Petilia: in ballo il secondo posto e l’avvicinamento alla capolista che, però,non può essere raggiunta.

Il Real Fondo Gesù ospita il Casabona, reduce dal turno di riposo, per tornare alla vittoria mentre, al comunale di San Mauro Marchesato, lo Scandale ospiterà il Cirò in quella che potrebbe essere una gara aperta a qualsiasi risultato.

Chiudono la giornata le gara tra Nuova Torre Melissa, in cerca di riscatto, e Belvedere Spinello e tra Camellino – Altilia, una gara, quest’ultima, tra poveri: due punti in totale, 39 gol subiti e solo 8 fatti; il Camellino deve assolutamente vincere questa gara per eliminare quell’immeritato zero nella casella dei punti fatti!

ROSARIO RIZZUTO

Viaggio a St. Georgen di Scandale e Cotronei: l'articolo

I bimbi di St. Georgen durante il loro spettacolo. Foto Rosario Rizzuto
SCANDALE
E’ rientrata nella notte tra martedì e mercoledì la delegazione scandalese che nei giorni scorsi (tra l’8 e l’11 dicembre) ha fatto visita alla comunità di emigrati residenti a St. Georgen, nella Foresta Nera tedesca, paese con il quale Scandale (Crotone) molti anni fa ha stretto un gemellaggio.
La delegazione era composta dagli assessori Gino Pingitore e Antonio Grisi e dai consiglieri Giuseppe Bennici e Rosario Rizzuto.
Hanno partecipato al viaggio anche tre cittadini e cioè Domenico Noce, Vincenzo Noce e Franco Trivieri.
Una visita ormai divenuta un appuntamento fisso nel giorno in cui in Germania si festeggia la Nikolausfest, un modo per stare vicino a quei cittadini, alcuni partiti da oltre 30 anni e consolidare, i buoni rapporti con l’amministrazione della cittadina tedesca.
Dal 7 al 10 dicembre invece è stata presente a St. Georgen anche una delegazione del comune di Cotronei (Crotone) composta dal sindaco Mario Scavelli e dall’assessore Covelli con le rispettive consorti, che a causa dell’annullamento del volo Milano – Lamezia Terme, sono rientrati a casa il giorno successivo.
All’andata, invece, a causa di un disguido con l’agenzia di viaggio, la delegazione scandalese ha dovuto rimandare la partenza, prevista per venerdì 7 dicembre, alla mattina successiva, così dopo il doppio volo Lamezia Terme – Milano e Milano – Zurigo, dove è stata accolta, per conto del Centro Italiano di St. Georgen, da Lino Trivieri,  è giunta a St. Georgen poche ore prima che prendesse il via la Nikolausfest.
Lino Trivieri col suo ultimo bambino. Foto Rosario Rizzuto
Il primo contrattempo per la delegazione scandalese a Zurigo, dove non è arrivata la valigia del capo comitiva Gino Pingitore (poi consegnata in albergo il giorno successivo) che a causa di questo inconveniente è stato costretto a partecipare alla festa in abito casual, per il quale, salendo sul palco, ha chiesto scusa.
La festa di San Nicola, organizzata dal Centro Italiano, presieduto da Mario Cortese di Cotronei, si è svolta con la solita allegria (tra buon cibo, calici di birra e balli nei quali si è distinto l’assessore Covelli), grazie alla presenza di un trio canoro e rallegrata dalle recite in italiano dei bimbi italo-tedeschi preparati dal maestro Sacco e da alcune mamme del Comitato Famiglia, da una bellissima coreografia giocata sui colori della bandiera italiana messa in scena da alcune signore del posto e dal momento più atteso dai bimbi ossia l’arrivo di St. Nikolaus con i doni per più piccoli.
L'assessore Covelli durante una danza sfrenata :-). Foto Rosario Rizzuto
Tanti cognomi, tanti nomi, tanti bambini italiani, che stanno crescendo in una cittadina non loro, in un ambiente diverso da quello che sarebbe stato crescendo in Italia o, in particolare, in Calabria.
Un tuffo al cuore per quello che doveva essere e che invece non è stato.
Questi alcuni dei bambini che hanno ricevuto il regalo: Leonardo Spina,  Alessio Grillo, Anna Maria Bomparola, Miriana Tallarico (nati nel 2007), Samuele Colucci, Francesco Grillo, Salvatore Trivieri, Giuseppe Esposito, Raffaele Fera (2006), Luigi Spina, Salvatore Tallarico (2005), Anastasia Tallarico (2004), Claudio Rubino, Dennis Spina, Celine Müller, Alessia Trivieri (2003), Lorenzo Galasso, Gabriel Brasacchio, Giuseppe Trivieri (2002), Vanessa Müller, Tabea Franco, Laura Brasacchio, Emanuel Roccia, Alessandro Roccia, Giuseppe Tallarico (2001), Ilenia Roccia, Letizia Galasso (2000), Florian Carvelli, Morris Crudo, Roberto Rubino (1999), Michele Tedde, Gaetano Marino, Serena Fazio (1998), Daniel Scarà, Leonardo Marrella, Alex Demme, Sabrina Fazio, Melania Coriale, Aurora Cosco, Ilaria Ubbriaco (1997).
Durante la festa, alla quale era presente anche il borgomastro di St. Georgen, Wolfgang Schergel, le due delegazioni crotonesi presenti sono state chiamate sul palco da dove sono intervenuti l’assessore Pingitore per Scandale e il sindaco Scavelli per Cotronei i quali hanno consegnato il contributo stanziato dai due comuni per il centro ossia 3 mila euro ciascuno. Altri 3.000 euro sono arrivati dalla  Provincia di Crotone mentre l’assessore Pingitore ha consegnato, per conto della Banca di Credito Cooperativo di Scandale (sempre vicina ad ogni tipo di iniziativa), un assegno di 700 euro.
E’ seguito uno scambio di doni mentre la neve imbiancava St. Georgen.
Nel pomeriggio di domenica 9 presso il centro italiano si è tenuto un incontro tra le due delegazioni e i responsabili del Centro Italiano, durante il quale si è discusso, in alcuni frangenti anche in modo acceso, dei problemi del centro ed è apparso chiaro che, al di là del contributo stanziato dai due comuni, c’è la necessità di sviluppare alcuni progetti per cercare di fare in futuro di più e meglio.
A pranzo del lunedì 10 la delegazione scandalese è stata ospite dalla famiglia di Damiano Coniglio e Gina Barberio, da tantissimi anni in Germania. Un momento molto bello per far comunione con i paesani, lontani da tempo, che hanno fatto sentire la delegazione a casa propria offrendo un pranzo che aveva poco da invidiare ad un pranzo di Natale.
Foto di gruppo con Carmine Galasso. Foto Rosario Rizzuto
In serata invece, il gruppo guidato da Pingitore, dopo una visita al ricovero per anziani gestita da Franco Noce e Maria Lucà, è stato ospite del Centro Italiano presso il Restaurant Tennisclub di Carmine Galasso e Maria Coniglio a Donaueschingen, a pochi chilometri da St. Georgen, un locale particolare nel quale mentre si mangia è possibile osservare dalle finestre, le persone che giocano a tennis.
Rosario Rizzuto con Diana, graziosa cameriera del ristorante di Carmine Galasso. Foto Vincenzo Noce

Intanto nel pomeriggio presso la sede municipale di St. Georgen si era tenuto un incontro tra la delegazione scandalese e il borgomastro Schergel durante il quale si sono rinnovati i vincoli di unione tra i due comuni e la necessità di fare di piùper far fruttare questo gemellaggio.
Inoltre Schergel, che è in scadenza di mandato non più rinnovabile, ha invitato l’amministrazione comunale di Scandale e la Banda Gaudiosi di Maria, presieduta dalla stesso Gino Pingitore, alla festa che terrà per fine mandato nell’estate prossima.
Martedì giornata di saluti finali con la delegazione scandalese che veniva accompagnata a Zurigo da Salvatore Coriale e Franco Noce, per rientrare, mentre una abbondante nevicata imbiancava, questa volta in modo serio, St. Georgen, nella meno fredda Italia.

Una corposa (oltre 500 foto) gallery fotografica del viaggio tedesco delle delegazioni di Scandale e Cotronei è possibile visualizzarla qui.
ROSARIO RIZZUTO

Consiglio Comunale domani, mercatino di Natale sabato e domenica

SCANDALE – (r. r.) Si terrà nei giorni del 15 e 16 dicembre, dalle 08,30 alle 12,30, in Piazza Condoleo a Scandale il Mercatino di Natale organizzato dalle scuole (Infanzia, Primaria e Liceo della Comunicazione) di Villa Condoleo.

I ragazzi del Dirigente Scolastico Enzo Franco metteranno in vendita alcune lavori realizzati in questa prima parte dell’anno scolastico e il ricavato sarà devoluto in beneficenza.

All’iniziativa partecipano anche alcuni volontari della ProItalia.

SCANDALE – (r. r.) E’ stato convocato per venerdì 14 dicembre, dal Sindaco di Scandale Fabio Brescia, in sessione straordinaria ed urgente, il Consiglio Comunale della cittadina collinare crotonese.

La seduta è pubblica e, nel caso mancasse il numero legale, la seconda convocazione è prevista per le 17,00 del 15 dicembre.

Questo l’ordine del giorno: Approvazione verbale seduta precedente; Ratifica deliberazioni della Giunta Comunale nn°. 72/07 e 77/07 ad oggetto variazione di bilancio; Presa d’atto deliberazione della Corte dei Conti – sezione Regionale di Controllo per la Calabria – n°. 304/07; Indicazione del Commissario Straordinario della Regione Calabria per l’emergenza rifiuti – realizzazione discarica intercomunale nel territorio di Roccabernarda o Crotone. Discussione.

Le foto a St. Georgen

Inutile provare a scrivere in queste condizioni, mi sto raffreddando davvero (aveva ragione l’hostess) e così, nell’attesa dell’articolo sul viaggio a St.Georgen, vi propongo le tante foto scattate in terra tedesca.

Le trovate su Area Locale.

Notte a tutti.

12 anni dalla fuitina

Le cose nascono per caso, a volte.

Se oggi ho una  famiglia, due splendidi bambini il merito (o la colpa) è anche della giornata odierna.

Infatti il 12 dicembre 1995, più o meno a quest’ora, avveniva la fuitina con quella che non mi ascolta.

In un certo senso è più importante la giornata di oggi che l’anniversario di matrimonio: tutto è partito da qui, da quella litigata con mia cognata, da quella visita ai miei zii a Rossano, dalla fuga a Napoli da mia sorella Maria… invece di riaccompagnarla dai suoi.

Chissà senza quel 12 dicembre forse a quest’ora ci sarebbe una che mi ascolta o forse non ci sarebbe nessuna.

Nel dubbio mi tengo quello che c’ho… che è tanto!

Schegge di filosofia…

"Io penso che ci sono persone che nella vita fanno le vittime, altre che la vivono… la vita".

Secondo voi io faccio la vittima?

Saluti

Un salutone a tutti dall’aeroporto di Zurigo…

Tra poco saremo in Italia…

Qui in Svizzera si pagano oro anche l’aria: 2 euro per 8 minuti e 24 secondi di collegamento…

Baci…

Rabbia…

Nella vita si incontrano tanti tipi di persone, ci sono quelle sincere, quelle bugiarde per natura, quelle buone quelle cattive oltre ogni misura.

Che io mi debba rovinare il fegato anche a St. Georgen non esiste proprio e cosí vi faccio partecipi dei complimenti fattimi poco fa da Vincenzo Noce, alias lo sapete voi sennó mi minano, perché a voce si puó dire ma guai a scriverlo (lui dice che é giá pronto u tavutu per me quindi é meglio non rischiare fosse la prima volta che dice una veritá).

Poco fa da un banale discorso se ne uscito fuori che IO NON HO CURRICULUM, che "che ci metti? di tutte le volte che sei stato ricoverato?"; CHE IO SE NON CI FOSSE MIO PADRE A QUEST´ORA… e via dicendo e che il figlio grande é il migliore di tutti.

Sará anche possibile (ho i miei dubbi) ma tu, pezzo di merda liquida, non hai nessun diritto di dire cose, per giunta non vere su di me.

CHE AVRÓ AVUTO I MIEI PROBLEMI, che non auguro a nessuno nemmeno a te, a parte il fatto che quello che ho avuto io a te non ti potrá mai venire, ma per tua informazione e notizia non sono mai stato ricoverato al massimo ho fatto del day hospital.

Io caro Cenzo dico la veritá sempre… tu hai perso l´ennesima occasione per cucirti quella tua bocca di merda!!!

E mo dicci a fiugliutta u mi vena a mina…