Archive for January, 2008

Una petizione per cacciare CUFFARO!!!

Ricevo da Laura e posto: "Sappiamo tutti che Cuffaro è stato condannato l’altro giorno a 5 anni x favoreggiamento alla mafia. Tuttavia, NON vuole dimettersi dalla carica di presidente della Regione Sicilia.
 
Ecco, se, come me, siete alquanto incazzati, delusi, amareggiati, sconfortati (e chi più ne ha più ne metta) vi invito a firmare questa petizione, x mandare a casa Cuffaro.
 
http://www.petitiononline.com:80/d1i2m3i4/

FIRMATE E DIFFONDETE. PER UNA SICILIA LIBERA DALLA MAFIA.
Almeno…si spera".

Io l’ho appena fatto, sperando che anche da calabrese sia valido, il mio è il 5250esimo voto, contribuiamo tutti a togliere un mafioso dal governo della regione a noi vicina.

Ospite alias Fondo Gesù alias… insomma un anonimo di mer..

Ecco la prova: "FORZA GESU’" E "OSPITE" SONO LA STESSA PERSONA: STESSO IP COME POTETE CONSTATARE, INSOMMA IL COGLIONE ANONIMO E’ UNO SOLO, UNA CONSOLAZIONE PER ME: MI SEMBRAVANO TROPPI TUTTI QUESTI CONTESTATORI…

forza Gesù
Arbitro sopprapeso , sbagli clamorosi come il colpo di mano di Sgarriglia , un contropiede fermato tre contro un solo difensore e tante cavolate caro rosario non fare sempre il tifoso , a centrocampo
21 Jan 08 14:26
151.83.9.111
Ospite
mmmm , rosario nn mi piace oggi il tuo articolo
21 Jan 08 14:25
151.83.9.111

Niente scandalesi a Grande Fratello; pareggia il Crotone a Salerno

Snanisce la possiblità di aver un ragazzo di Scandale a Grande Fratello, infatti tra quelli in ballo c’era anche il nostro Carmine Coriale (e non Pino come era stato detto in giro) che ha partecipato a varie selezioni.

Quando ho chiamato Pino l’altro giorno mi aveva detto che c’erano il 90 % delle possibilità che il fratello potesse entrare nella casa (non l’ho potuto scrivere perchè poteva rischiare l’eliminazione) ma si vede che alla fine gli autori hanno fatto altre scelte almeno per quello che leggo su Tgcom, perchè io ieri sera ero in dormiveglia e ho visto ben poco sia di Grande Fratello che della partita del Crotone che ha pareggiato a Salerno con la capolista dopo essere passato in vantaggio.

Buon martedì…

Mastella cambia sponda mentre torna l'alcool dopo le 2,00 in discoteca

Mentre quella porcheria di Mastella cambia sponda e mette in crisi Prodi e il Governo (e c’è da giurare che, se si andrà ad elezioni con la vecchia e assurda legge e Berlusconi dovesse vincere, la porcheria sarà di nuovo ministro!) da ieri la mia attenzione è stata attratta da quella disposizione, da quell’emendamento che abolisce la legge del divieto di alcool nelle discoteche dopo le 2,00.

Ennemisa dimostrazione che in Italia le Leggi non si fanno per gli italiani ma per gli interventi delle lobby, clan di delinquenti autorizzati che girano per i palazzi della politica offrendo doni e bustarelle in cambio di leggi favorevoli ai loro padroni.

Quali lobby sono intervenute in questo caso?

Posso supporre quelle dei venditori di liquori, quelle delle stesse discoteche che hano visto ridurre i loro fatturati, che importa che da quando era stata fatta quella legge gli incidenti mortali dei giovani discotecari erano diminuiti sensibilmente: LA VITA DI UN GIOVANE ITALIANO NON VALE QUANTO LA VENDITA DI UN BICCHIERINO DIMERDA!!!

RABBIA!!! 

Punto prezioso per lo Scandale

SCANDALE 0
REAL FONDO GESU’ 0
Scandale: De Cicco, Sgarriglia, Coriale, Chiaravalloti, Noce, E. Biafora, De Leo (59′ C. Biafora), Lazzaro, Franco (78′ Lumastro), Marazzita, S. Lucanto (63′ Fiore). All.: Villaverde.
Mistre Luigi Villaverde durante Scandale - Real Fondo Gesù 0 a 0. 20.01.2008. Foto Rosario Rizzuto
Real Fondo Gesù: Milano, De Vona, Cipri, Galizia (63′ Perna), Panucci (81′ Verardi), Oliverio, Angotti (68′ Vrenna), Passante, Lamberti (75′ Marseglia), Federico, Carella. All.: Orto.
Arbitro: Fabrizio Famularo di Rossano.
SAN MAURO MARCHESATO
Importantissimo punto dello Scandale che con una gara accorta e quasi impeccabile in difesa ferma, nell’anticipo di domenica mattina, la terza forza del campionato.
Una prestazione superlativa quella del reparto arretrato di casa (a parte un paio di svarioni che però potevano costare cari) con su tutti il portiere De Cicco, che ha anche parato un rigore, e poi via via tutti gli altri: Sgarriglia, Coriale, Chiaravalloti, Noce che hanno contenuto le sfuriate del Real Fondo Gesù, che ha avuto una supremazia territoriale netta ma di fatto non ha concretizzato sotto porta tutta la mole di gioco sviluppata.
Assente Greco nello Scandale, le speranze dei locali in avanti dovrebbero essere affidate a Riolo ma il bomber dello Scandale arriva al campo a pochi minuti dall’inizio della gara e mister Villaverde, in accordo con la società, con un’iniziativa coraggiosa ma giustissima lo fa accomodare in tribuna, inserisce Salvatore Lucanto (destinato alla panchina) in campo (sarà uno dei migliori nel primo tempo) e manda in panchina il giovanissimo Antonio Artese (auguri), uno dei più giovani calciatori che lo Scandale abbia mai avuto, infatti ha compito i 15 anni (età minima per giocare se autorizzati) solo l’11 gennaio: Artese è stato presente agli allenamenti fin da novembre ed è molto attaccato alla squadra e di certo darà il suo contributo allo Scandale.
E sarà proprio la sua presenza in panchina a far nascere un piccolo giallo a fine gara, infatti il suo anno di nascita ha attirato l’attenzione di mister Orto (che questa gara la vuole vincere per forza!) che ha preannunciato a mister Villaverde, per i rapporti di amicizia che legano le due società (!), che farà loro ricorso perchè secondo quelli del Real non è possibile che Artese sia stato già autorizzato a giocare. Il segretario dello Scandale si ci è fatto una risata sopra visto che agli atti della società risulta l’autorizzazione a giocare della Figc datata 15 gennaio 2008.
Senza Riolo i locali si ritrovano senza punte di ruolo ma forse, alla fine, tale scelta si rivelerà un vantaggio visto che palloni dalle parti di Milano se ne sono visti davvero pochi (e quindi Riolo non avrebbe avuto molto da fare) mentre Lucanto è stato una diga a centrocampo.
Gradito ritorno nello Scandale di Alessandro Lazzaro, il fantasista tenuto lontano dai campi per un po’ di tempo dagli studi universitari, ha ripreso ad allenarsi e mister Villaverde, domenica con problemi di abbondanza, lo ha premiato schierandolo dal primo minuto.
Il Real Fondo Gesù ha molto da recriminare ma quando si sbaglia anche un rigore bisogna prendersela solo con se stessi!
Il rigore calciato da Lamberti viene respinto sulla traversa da De Cicco durante Scandale - Real Fondo Gesù 0 a 0. 20.01.2008. Foto Rosario Rizzuto
Prima della partita bel gesto dei giocatori del Real Fondo Gesù che consegnano un mazzo di fiori al presidente Coriale in ricordo del fratello Pino scomparso nel 1998 mentre andava a giocare una partita con lo Scandale
La gara inizia con una fase di studio, ma che per lo Scandale saranno 90 minuti sofferti lo si capisce subito.
Va in avanti la squadra di mister Orto e già nei primi minuti reclamano un rigore per un intervento di Sgarriglia che si protegge il viso con le braccia, l’arbitro Famularo spiega che non è rigore. Spiegherà, parlando con le squadre, ogni decisione presa il bravo arbitro di Rossano non esente però da qualche errore spesso a danno dello Scandale.
Al 19′ ci prova Angotti ma il suo tiro è fuori.
Lo Scandale contiene ma si fa anche vedere in avanti: al 22′ c’è una punizione per Marazzita, la posizione è buona ma i tiro non è come quello di Casabona e Milano para facile.
Al 29′ ancora Scandale: Franco dalla destra mette un pallone invitante a centro area, arriva di gran carriera Lucanto, che però non è un attaccante e si vede: alto.
Al 34′ ci potrebbe essere la svolta della gara: la difesa locale commette fallo in area e Famularo senza esitazione indica il dischetto. Lamberti ha la possibilità di raggiungere, in attesa della gara del Savelli, Francesco Rizzo in vetta alla classifica, segnando la sua quattordicesima reti.
Dalla tribuna il vice presidente dello Scandale Antonio Marazzita chiama la parata e De Cicco lo accontenta con una parata strepitosa: infatti vola sulla sua sinistra e respinge sulla traversa, e quindi in angolo, il rigore del bomber crotonese: rigore senza alcun dubbio parato dal portiere e non sbagliato da Lamberti!
Al 45′ ancora show De Cicco che praticamente fa il libero in mezzo all’aria e salva ben due volte con delle uscite strepitose sugli avanti ospiti.
La ripresa, a parte la continua pressione degli ospiti che però non pungono, è tutta in due azioni, una per parte.
Al 62′ ancora De Cicco salva su Lamberti da solo in area, un po’ defilato sulla sinistra, mentre all’83′ lo Scandale potrebbe addirittura passare in vantaggio, con una bellissima azione manovrata che mette Marazzita in condizione di servire in area dalla sinistra per Fiore (in campo dal 63′ e schierato in avanti), ma il barista scandalese non sa sfruttare la sua altezza e il suo colpo di testa è da difensore e finisce fuori.
Carmine Franco e Carmine  Biafora in barriera durante Scandale - Real Fondo Gesù 0 a 0. 20.01.2008. Foto Rosario Rizzuto
Il Real Fondo Gesù, grazie anche al pareggio del Belvedere, mantiene il terzo posto in classifica ma vede allontanare il Savelli, vincitore del big match col Petilia; lo Scandale rosicchia un punto al Cirò, fermo per il riposo, rafforza il sesto posto (dove ora è da solo grazie alla quarta sconfitta consecutiva del Castelsilano) ed è a 4 punti dalla zona play off.

ROSARIO RIZZUTO

L'Inter ruba tre punti al Parma e vola in classifica

FURTO INTER!!!

Quello che è successo ieri a Milano contro il Parma ha dell’incredibile.

Chiuso il ciclo Moggi è arrivata la volta di quello Moratti.

Pare che un pozzo di petrolio sia destinato alle sole telefonate…

A quando la revoca degli scudetti?????

FORZA ROMAAAAAAAA…

Sogni…

Mamma quanto ho sognato stanotte, era da tanto che non mi alzavo e ricordavo i sogni così bene e con tanti dettagli.

Tra gli altri ho sognato una suora (e mi fermo qui!!! questo sogno forse è meglio riportarlo sul mio blog segreto ) e poi ho sognato mister Villaverde (anche nei sogno ora?!) ad una pizzeria che mangiava insieme ad altri una foccaccia con mozzarella e manco mi offriva… forse per questo che mi sono alzato con fame!!!

Le foto di Savelli – Petilia

Per gli appassionati e per gli amici di Savelli e Petilia il mio primo reportage fotografico in esterna su Badoo, basta cliccare qui.

Tra gli altri il mitico Scalise del Petilia.

 

Savelli: Campione d'Inverno. Punto sofferto per lo Scandale contro il Real Fondo Gesù

Due partite, tante foto, le immagini e le interviste di Scandale – Real Fondo Gesù, il commento, per Radio Tele International (RTI) alla gara Savelli – Petilia e ora anche la classifica aggiornata del girone E di Terza Categoria!
Risultati, classifica e prossimo turno del Girone E di Terza Categoria Calabrese. Elaborazione Rosario Rizzuto. Clicca x ingrandire
Se vi sembra poco…

Il Savelli riconquista la vetta e diventa Campione d’Inverno.

Per Real Fondo Gesù e Belvedere Spinello un punto a testa sui campi rivelatesi difficili di Scandale (a San Mauro Marchesato) e Altilia (a Strongoli).

Lo Scandale rafforza il suo sesto posto (che serve a poco) dove ora è da sola!

Forza Scandale!!!

Forza Scandale!!!

Oggi vinciamo!!! Me lo sento…

Lo Scandale in festa dopo il gol di Riolo al Castelsilano, speriamo che succeda tante volte oggi. Foto archivio Rosario Rizzuto

La Locanda del Re di Santa Severina stamane a Linea Verde su Rai 1

Se mi leggete in tempo e siete a casa, vi consiglio alle 10,00 di sintonizzare le vostre tv su Rai Uno al programma Linea Verde dove tra gli altri ci sarà anche un collegamento da Santa Severina e l’intervento del mio amico Ciccio Guzzi della Locanda del Re.
Ciccio Guzzi con l'inviata di Linea Verde. Foto da www.ciccioguzzi.splinder.com
Buona visione e magari poi mi raccontate come è andata visto che io devo andare alla partita dello Scandale.

Buona domenica.

Pino non va al Grande Fratello

Carmine qualche giorno fa mi aveva chiesto, nel box messaggi, se Pino "Malastrana" sarebbe entrato nella casa del Grande Fratello che domani sera apre i battenti su Canale 5; ebbene siccome la notizia è anche circolata per Scandale, ieri sera sono andato direttamente alla fonte ed ho chiamato Pino che ha smentito categoricamente.

Quindi l’ex fidanzato della figlia di Celentano (storia che Pino mi ha confermato) continuerà il suo lavoro di ristoratore anche se mi ha preannunciato una sorpresa per i prossimi mesi .

La caccia e contro l'Amore (Celentano)

Dalla vallata dietro casa mia mi arrivano tonfi di fucile: QUALCHE BASTARDO STA CACCIANDO!!!

Ma ancora aperta è la caccia?

Ma perchè non si sparano tra loro questi esseri inferiori?

Lavoro ed oroscopi

Gliel’ho detto anche ieri a quella che non mi ascolta che io lavoro di continuo anche mentre dormo ed ora ecco la conferma dall’oroscopo di Prima Pagina di Canale 5 che oggi per i Capricorni dice: "La vostra mente lavora a ciclo continuo anche nei momenti da dedicare al relax". Mitico!!!

Ogni commento è inutile !!!

TANTI AUGURI NONNINO

Nonno Adolfo De Miglio con un'amica di mia sorella Tania. Foto Rosario Rizzuto
Se esisto è anche merito suo: oggi spegne le candeline il mio nonnino Adolfo De Miglio di San Mauro Marchesato, l’ultimo nonno rimastomi.

Certo che per metterle tutte 92 sulla torta ce ne vuole ma l’età non conta quando si ci sente forti e vivi dentro e da questo punto di vista mia nonno è un ragazzino anche se l’età si fa sentire.

Certo da quando non c’è più mia nonna si sente un po’ solo ma è circondato dall’affetto dei suoi figli, dei nipoti e pronipoti.

Al matrimonio di mia cugina a fine dicembre si è anche concesso un ballo e quando vede una bella donna se l’abbraccia e vuole sempre farsi una foto con lei… almeno quella!!!  .
Mio nonno Adolfo De Miglio mentre balla con la figlia Rita. Foto Rosario Rizzuto
TANTI AUGURI NONNINO!!!

Domenica 20 gennaio 2008: si ricomincia!

Difficile stare nel letto, come ho scritto alle 4,00 nel box messaggi, ed infatti sono già al pc da un’ora.

Ho provato ad inviare su Photocity.it alcune foto da stampare ma, dopo una lunga ricerca per trovarle, mi ha restituito un problema al server

Pazienza!

Quanta ce ne vuole!!!

Stanotte ad Rtl102,5 hanno letto e commentato un mio sms su quella che non mi ascolta, spero che non l’abbiate sentito .

Intanto si fa giorno, i primissimi riflessi di una bellissima alba arrivano dall’orizzonte su Crotone mentre le luci del porto  ticchettiano nei miei occhi.

E’ domenica, siamo quasi ad un mese dal Natale, sembra ieri vero?

Oggi mi tocca un tour de force calcistico: alle 10 – 10,30 (ufficialmente alle 10 ma gli ospiti hanno ottenuto, dicono, lo spostamento di mezz’ora) al comunale di San Mauro Marchesato c’è Scandale – Real Fondo Gesù; il tempo di finire in fretta e furia le interviste e devo scappare a Savelli per il big match della giornata tra Savelli e Petilia che commenterò per Radio Tele International insieme a Piero Pili: spero siano due grandi belle partite e che vincano le migliori in campo.

Intanto nei giorni scorsi ho debuttato su Badoo.com, una community molto carina con tanti reportage (termine che piace al mio amico Gianfranco) fotografici; trovate il mio spazio, che spero di integrare e migliore, cliccando qui: logicamente non potevo non iniziare con una gallery sui miei bimbi!

Fateci un salto!!!

Niente Scalo 76 manco oggi: bugiardi!!!

David e Andrea di Scalo 76 con Maddalena Corvaglia.
Quelli che vedete nella foto in alto (seduti) sono due bugiardi, uno più dell’altro visto che alla fine ho messaggiato solo con David, quello a sinistra vicino a Maddalena Corvaglia.

Sabato scorso sono stato 3 ore al computer in Messanger per intervenire a Scalo 76, la trasmissione musicale di Rai 2 del sabato pomeriggio, e fare una domanda a Giuseppe Povia, come sapete poi lo spazio è saltato ma David mi aveva promesso che mi avrebbe richiamato oggi.

Invece non si è fatto vivo proprio e mentre il bugiardo e su Rai 2 che prende per il culo qualcun’altro, di buono c’è che grazie alla loro mail ho conosciuto il programma Scalo 76 che sto guardando anche ora :-) .

Come dice Asco (anche se per cose più elevate) anche dietro una cosa apparentemente negativa può nascondersi qualcosa di buono…

E poi… volete mettere aver videochattato due minuti, anche se in privato, con Maddalena Corvaglia?!

Rabbia e tristezza…

Altri due operai morti; questa volta a Marghera, ma non avevo detto che non sarebbe successo più?!

FaMe

Avete mai mangiato crustuli con fame?

Io lo sto facendo ora: ero da  stamane con un gelato…  

Il "Primo" articolo di Teresa De Paola

L'articolo di Teresa De Paola su Calabria Ora del 14 Gennaio 2008. Clicca x ingrandire
Tdp, Tdp, Tdp… chi si nasconde dietro la misteriosa sigla dell’articolo suppostato?

Un articolo da Scandale su Calabria Ora di Lunedì 14 gennaio 2008 ha attirato la mia intenzione ma non ho capito subito che dietro la misteriosa sigla si celava nientepocodimeno che la bravissima e dolcissima Teresa De Paola.

L’articolo è da manuale come potete leggere da voi ed io volevo fare a Teresa i mie complimenti con la speranza che continui a scrivere.

Brava Terry!!!

Teresa De Paola di Scandale. Foto dalla rete

Guardando Striscia la Notizia

Quanto è bona Michele Hunzicker!!! 

Una simpatica espressione di Michelle Hunziker. Foto dalla rete

Voglio giustizia…

Ora esco e vado ad uccidere qualcuno d’impeto… così non mi danno l’ergastolo…

Cose italiane…

Attesa per il big match tra Savelli e Petilia: in palio il titolo di campione d'inverno. Lo Scandale ospita il Real Fondo Gesù

Alla sesta giornata del girone E del campionato di Terza Categoria, il 9 dicembre 2007 il Savelli era in testa alla classifica con 16 punti seguito dal Castelsilano con 11 e dal Petilia con 10 (ma con una gara in meno).

Il Castelsilano da allora non ha guadagnato più alcun punto (tre sconfitte consecutive) e ha scalato a ritroso più posizioni in classifica fino ad uscire dalla zona play off.

Il Savelli che sembrava irraggiungibile, nonostante sia ancora imbattuto, domenica (giornata i cui si è disputato il decimo turno), per la prima volta, ha abbandonato la vetta della classifica a vantaggio del Petilia, neo capolista del girone con 22 punti.

I tre pareggi ottenuti con Real Fondo Gesù, Altilia e quello di domenica scorsa a Belvedere Spinello penalizzano più del dovuto la squadra di mister Regalino tanto che se, per gioco, provassimo a reimpostare la classifica con la vecchia regola dei due punti a vittoria, Petilia e Savelli sarebbero a pari merito in testa con 15 punti!

Da tutto ciò si evincono, più che i demeriti del Savelli, i grandi meriti dei ragazzi del Petilia di mister Miletta (domenica vittoriosi con la cenerentola Camellino) che hanno sempre creduto, e non hanno fatto nulla per nasconderlo, alle loro potenzialità e alla possibilità di vincere, senza passare dalla forche caudine dei play off, questo girone di Terza Categoria.
Un rinvio di Demis De Leo a Casabona. Foto Rosario Rizzuto
Ma a volte ci si mette anche il calendario a rendere piccante alcune situazioni e così domenica 20 gennaio alle 14,30 allo stadio comunale di Savelli sarà ospite proprio il Petilia per quella che potrebbe essere la gara del ritorno in vetta per la squadra del presidente De Pietro oppure la definitiva consacrazione del Petilia che, in caso di vittoria, metterebbe una seria ipoteca sulla vittoria del campionato proprio nell’ultima giornata del girone di andata.

Anche se nel calcio non si può mai sapere!

La decima giornata di campionato consacra anche il Belvedere Spinello capace di fermare l’ex capolista ma soprattutto rilancia il Real Fondo Gesù, reduce da tre vittorie consecutive (l’ultima domenica scorsa in pieno recupero con la Nuova Torre Melissa), che raggiunge proprio il Belvedere al terzo posto.

La zona play off si chiude con il Cirò vittorioso sull’Altilia e sicuro, visto il vantaggio di cinque punti sulle inseguitrici (Scandale e Castelsilano), nonostante il riposo si domenica prossima, di chiudere il girone di andata tra le cinque forze del girone, un risultato imprevisto, anche per loro stessi, visto che la squadra è alla prima stagione.

Lo Scandale rimane a galla grazie alla terza vittoria (col Casabona) in trasferta dove ha ottenuto dieci dei suoi undici punti e se le gare casalinghe si fossero giocate al Luigi Demme di Scandale (dove i lavori sembrano interminabili e il campo non sarà pronto nemmeno per fine gennaio!) e non a San Mauro forse a quest’ora nelle prime posizione ci sarebbero anche i ragazzi del presidente Coriale.

Protestano a Casabona per come è arrivata la sconfitta con lo Scandale: subire un rigore al 94’ non fa piacere a nessuno! Ma se l’arbitro Esposito lo ha fischiato forse c’era.

In attesa della prossima giornata il Giudice Sportivo ha squalificato per due giornate Enrico Vitale del Casabona per comportamento offensivo nei confronti del direttore di gara e per una giornata (per quarta ammonizione): Antonio Seminario del Casabona e Giovanni Battista Loria e Luigi Rizzo del Savelli.

Entrano in diffida: Leonardo Nicastri e Ivano Murano del Cirò, Roberto Parisi del Casabona, Marco Muscarà dell’Altilia, e Giuseppe Aiello del Belvedere.

Quindi il Savelli del bomber e capocannoniere Francesco Rizzo (che comanda la particolare classifica con 14 reti seguito da Marco Bruno del Petilia e Lamberti del Real Fondo Gesù con 13 e Curcio del Belvedere Spinello con 10 marcature) domenica prossima dovrà fare a meno di Luigi Rizzo e di Loria, un vantaggio in più per il Petilia che però ha alcuni giocatori infortunati.
Domenico Marazzita contrasta a centrocampo un giocatore del Casabona. Foto Rosario Rizzuto
Altro importante incontro sarà quello tra Scandale e Real Fondo Gesù che si giocherà al mattino alle 10,00 (così come CamellinoCasabona), in caso di vittoria i crotonesi potrebbero davvero inserirsi nella lotta alla prima posizione ma crediamo che mister Villaverde non sia d’accordo.

Il Belvedere Spinello sarà ospite dell’Altilia ma sul campo neutro di Strongoli in seguito alla squalifica per una giornata del comunale di Tufolo, per l’Altilia, dopo la gara col Savelli, e potrà verificare se è ancora alla sua portata il primo posto.

Il riposo, come già scritto, tocca al Cirò che ha già concluso domenica scorsa il proprio girone di andata mentre chiude la giornata la gara tra Nuova Torre Melissa e Castelsilano: due formazioni in cerca di riscatto.

Si parte da questa situazione:

Risultati di domenica 13 gennaio 2008, classifica alla decima giornata e prossimo turno del Girone E di Terza Categoria Calabrese. Elaborazione Rosario Rizzuto. Clicca x ingrandire

ROSARIO RIZZUTO

No comment, dal Blog di Beppe Grillo la parola a MARCO TRAVAGLIO…

Hanno arrestato l’UDEUR!

Se avete tempo leggetevi i commenti, ma prima che li cancellino!!! By.Ros

Ricevo e pubblico una lettera di Marco Travaglio:

"Caro Beppe,
siamo tutti costernati e affranti per quanto sta accadendo al cosiddetto ministro della Giustizia Clemente Mastella e alla sua numerosa famiglia, nonché al suo partito, che poi è la stessa cosa. Costernati, affranti, ma soprattutto increduli per la terribile sorte che sta toccando a tante brave persone. Infatti, oltre alla signora Sandra, presidente del Consiglio regionale della Campania, sono finiti agli arresti il consuocero Carlo Camilleri, già segretario provinciale Udeur; gli assessori regionali campani dell’Udeur Luigi Nocera (Ambiente) e Andrea Abbamonte (Personale); il sindaco di Benevento dell’Udeur, Fausto Pepe, e il capogruppo Udeur alla Regione, Fernando Errico, e il consigliere regionale dell’Udeur Nicola Ferraro e altri venti amministratori dell’Udeur. In pratica, hanno arrestato l’Udeur (un mese fa era finito ai domiciliari l’unico sottosegretario dell’Udeur, Marco Verzaschi, per lo scandalo delle Asl a Roma, mentre un altro consigliere regionale campano, Angelo Brancaccio, era finito in galera prima dell’estate quando era ancora nei Ds, ma appena uscito di galera era entrato nell’Udeur per meriti penali). Mastella, ancora a piede libero, è indagato a Catanzaro nell’inchiesta "Why Not" avviata da Luigi De Magistris e avocata dal procuratore generale non appena aveva raggiunto Mastella, che intanto non solo non si era dimesso, ma aveva chiesto al Csm di levargli dai piedi De Magistris. S’è dimesso invece oggi, Mastella, ma per qualche minuto appena: poi Prodi gli ha respinto le dimissioni, lasciandolo al suo posto che – pare incredibile – ma è sempre quello di MINISTRO DELLA GIUSTIZIA. La sua signora, invece, non s’è dimessa (a Napoli, di questi tempi, c’è perfino il rischio che le dimissioni di un politico vengano accolte): dunque, par di capire, dirigerà il Consiglio regionale dai domiciliari, cioè dal salotto della villa di Ceppaloni.

Al momento nessuno sa nulla delle accuse che vengono mosse a lei e agli altri 29 arrestati. Ma l’intero Parlamento – con l’eccezione, mi pare, di Di Pietro e dei Comunisti Italiani – s’è stretto intorno al suo uomo più rappresentativo, tributandogli applausi scroscianti e standing ovation mentre insultava i giudici con parole eversive, che sarebbero parse eccessive anche a Craxi, ma non a Berlusconi: insomma la casta (sempre più simile a una cosca) ha già deciso che le accuse – che nessuno conosce – sono infondate e gli arrestati sono tutti innocenti. A prescindere. Un golpetto bianco, anzi nero, nerissimo, in diretta tv.

Nessuno, tranne Alfredo Mantovano di An, s’è domandato come facesse il ministro della Giustizia a sapere che sua moglie sarebbe stata arrestata e a presentarsi a metà mattina alla Camera con un bel discorso scritto, con tanto di citazioni di Fedro: insomma, com’è che gli arresti vengono annunciati ore prima di essere eseguiti? E perché gli arrestandi non sono stati prelevati all’alba, per evitare il rischio che qualcuno si desse alla fuga? Anche stavolta, la fuga di notizie è servita agli indagati, non ai magistrati. E, naturalmente, al cosiddetto ministro.

Il vicepresidente del Csm Nicola Mancino, anziché aprire una pratica a tutela dei giudici aggrediti dal ministro, ha subito assicurato "solidarietà umana" al ministro e ai suoi cari (dobbiamo prepararci al trasferimento dei procuratori e del gip di Santa Maria Capua Vetere, sulla scia di quanto sta accadendo per De Magistris e Forleo?). Il senatore ambidestro Lamberto Dini ha colto l’occasione per denunciare un "fatto sconvolgente: i magistrati se la prendono con le nostre mogli" (la sua, Donatella, avendo fatto fallimento con certe sue società, è stata addirittura condannata a 2 anni e mezzo per bancarotta fraudolenta, pena interamente indultata grazie anche a Mastella). Insomma, è l’ennesimo attacco ai valori della famiglia tradizionale fondata sul matrimonio: dopo l’immunità parlamentare, occorre una bella immunità parentale. Come fa osservare la signora Sandra Lonardo in Mastella dai domiciliari, "questo è l’amaro prezzo che, insieme a mio marito, stiamo pagando per la difesa dei valori cattolici in politica, dei principi di moderazione e tolleranza contro ogni fanatismo ed estremismo". Che aspettano a invitarli a parlare alla Sapienza?." Marco Travaglio

:-)

A volte basta un sorriso per cambiarti la giornata!

Si è dimesso il ministro Mastella

EVVai… vai… vai… vai..

Sia lode a Dio, siano ringraziati i cieli:

IL MINISTRO MASTELLA SI E’ DIMESSO.

W l’Italia, W la Giustizia, W Beppe Grillo, W tutti noi!!!

L'ex ministro Mastella con la moglie Sandra Lonardo. Foto Emblema da Corriere.it

Gli inutili attacchi di Ospite, Csbn e Rfg

Uno non solo ha i cazzi suoi, magari torna pure a casa da un Consiglio Comunale che più inutile non si può e deve pure leggere le cazzate varie scritte nel box messaggi da Ospite, Csbn e RFG, tutti e tre rigorosamente coperti dall’anonimato benchè parlino solo di cazzate calcistiche, perchè possiamo prendercela quanto vogliamo ma alla fine il calcio è solo una cazzata!!.

Caro RFG, a parte che non è vero che non parlo del Real Fondo Gesù e mister Orto sa quanto rispetto il suo lavoro, domenica mattina voglio proprio vedere di che pasta siete fatti, se vincerete contro lo Scandale tanto di cappello ma nel caso dal Comunale di San Mauro Marchesato arrivasse qualsiasi altro risultato con tutta questa tua arroganza avrai fatto solo una figura di merda. E l’avrai fatta tu e non il Real che è una signora squadra.

Csbn non ho problemi a ricordare che lo scorso anno è capitato di prendermela, forse senza sapere più di tanto, con il Savelli come me la prenderei di nuovo oggi se vedessi qualcosa di strano ma ti posso assicurare che nelle gare viste fino ad oggi, gli arbitri hanno sbagliato pro e contro il Savelli, hanno sbagliato e basta, io non ho visto favoritismi di sorta.

Certo facendo il programma negli studi di RTI sono venuto più a contatto con la dirigenza del Savelli e credo sia quasi normale possa nascere una simpatia ma questa nasce dal cuore e non dal fatto che faccio il programma perchè a me è stato dato lo spazio per farlo ma, come praticamente tutte le cose che faccio nella mia vita, la faccio gratis quindi mica devo fare il lecchino per mantenere il posto; posso lasciare in qualsiasi momento e nessuno, ripeto mai nessuno, mi ha detto quello che devo dire o fare nel programma.

Caro Ospite sono certo che tu capisca di calcio più di me; affermando che Francesco Rizzo mi ricorda un po’ Kakà, frase preceduta dalla premessa "con le dovute proporzioni", volevo solo fare un complimento al bravo Rizzo ed esprimere una mia impressione visiva, un flash.

Il mio intervento, durante la telecronaca di Belvedere Spinello – Savelli, era molto più dettagliato, ma se hai seguito la gara come intuisco (cosa che oggi pomeriggio mi sono dimenticato di fare io, CAZZO!!!) lo hai sentito.

Questi vostri attacchi sono inutili e immotivati e continuo a ripetere: sul mio blog continuerò ad esprimere sempre il mio pensiero LIBEROOOOOOOOOOOOO!!!

Volete farvi due

Volete farvi due risate?

Veltroni ha mentito in pubblico a milioni di italiani in diretta televisiva. Nel programma di Fabio Fazio: "Che tempo fa" nel 2006. Voi comprereste una macchina usata o un partito democratico da un bugiardo? La televisione permette di dire il falso. Nessuno lo ricorderà. Nessun giornalista servo lo ricorderà. La Rete invece ha una memoria formidabile.
Topo Gigio disse, prima di essere eletto sindaco part time di Roma per la seconda volta, che dopo il mandato si sarebbe ritirato dalla politica. E affermò con aria di sfida: "Vedremo se sarà vero o no”. Ebbene, sappiamo che è falso. In un altro Paese la sua carriera sarebbe finita, da noi è appena iniziata.

Testo:
"Fabio Fazio: Dicono che lo scontro dovrebbe essere tra lei e Casini. Questa voce a lei è arrivata mai?
Walter Veltroni: Guardi, sono arrivate tante voci. Sull’Economist c’era scritto Fini ed io.
Fabio Fazio: Lei c’è sempre però. Questa è la costante.
Walter Veltroni: E’ la sicurezza che non ci sarò. Il fatto di esserci sempre è la garanzia che io non ci sarò. Davvero io considero che se farò di nuovo il sindaco di Roma nei prossimi cinque anni, alla fine di questo secondo quinquennio io avrò concluso la mia esperienza politica.
Fabio Fazio: Davvero?
Walter Veltroni: Sì, perché non bisogna fare politica a vita: bisogna continuare a fare le cose nelle quali si crede facendo altro. Ci sono tante cose che si possono fare. So che quando dico questo tutti mi guardano dicendo "Eh guarda che furbacchione, dice così ma non è vero!". Ne parleremo tra cinque anni, vedremo tra cinque anni se sarà vero o no."

(Fonte: www.beppegrillo.it)

Consiglio Comunale d'urgenza per rifiutare la spazzatura di Napoli

SCANDALE – (r.r.) Con determina del Sindaco di Scandale Fabio Brescia è stato convocato per le 16,30 di oggi, martedì 15 gennaio 2008, in prima convocazione, in sessione straordinaria ed urgente ed in seduta pubblica, il Consiglio Comunale di Scandale per rispondere ad una richiesta della Provincia di Crotone.
Infatti l’unico punto all’ordine del giorno è: assoluta contrarietà allo smaltimento dei rifiuti della Campania nella Provincia di Crotone.
In caso l’adunanza andasse deserta la seconda convocazione è fissata per le 17,30 del 16 gennaio.

La Banda Gaudiosi di Maria a Natale si è esibita a Corazzo

La Banda Gaudiosi di Maria di Scandale nella chiesa di Corazzo. Foto Rosario Rizzuto

CORAZZO DI SCANDALEIl consueto concerto di Natale offerto dalla Banda “Gaudiosi di Maria” di Scandale questa volta si è tenuto i 27 dicembre scorso nella chiesa di San Giuseppe Operaio di Corazzo mentre è poi svanita la possibilità di fare un altro concerto a Scandale nei primi giorni di gennaio.

Un modo, oltre che per rallegrare gli abitanti della frazione Corazzo, per dare il benvenuto al nuovo parroco Massimo Buscema.
Il Presepe 2007 della Chiesa di San Giuseppe Operaio a Corazzo. Foto Rosario Rizzuto
Un bellissimo presepe ha accolto i musicisti e chi è andato ad ascoltarli mentre la chiesa si è riempita delle splendide note profuse dagli strumenti dei ragazzi della banda scandalese.

Dopo il brano di apertura ci sono stati gli interventi del maestro Francesco Pignataro, del presidente della Banda, Iginio Pingitore e del parroco, Massimo Buscema che ha sottolineato come nella banda, ma anche nella vita e negli impegni di tutti i giorni, ci debba essere la partecipazione e il contributo di tutti.
Il pubblico che ha seguito il concerto. Foto Rosario Rizzuto
Tra la prima e seconda parte del concerto c’è stata la sorpresa dell’esibizione di una nuova formazione denominata “Calabrian Brass”, ossia un quintetto di ottoni formato da musicisti della Banda di Scandale diplomati o studenti del Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza, composta da: Francesco Pignataro (tromba), Simone Pasculi (tromba), Giuseppe Peluso (trombone), Salvatore Mattace (corno) e Alessio Barberio (bassotuba) che hanno eseguito musiche di Jan Van der Roost, Scott Joplin e Handel.

Una bella serata animata dalla musica di Valentina Galasso e gli altri, con la chiesa gremita anche se in fondo in fondo gran parte degli ospiti erano i genitori o i parenti dei musicisti.
Alcuni componenti della banda. Foto Rosario Rizzuto
Tra gli altri erano presenti il presidente della Pro Loco di Scandale, Franco Demme, l’assessore delegato per Corazzo, Ermanno Pascuzzi e il neo diacono scandalese Simone Scaramuzzino.

ROSARIO RIZZUTO