Via Crucis di Scandale: davvero una bella rappresentazione!

SCANDALEDavvero una bella rappresentazione la Via Crucis messa in scena il venerdì Santo dai ragazzi, dalle donne e dagli uomini della Parrocchia di San Nicola Vescovo di Scandale.

Un impianto imponente che ha visti impegnati tra attori, comparse, organizzatori, costumisti oltre 60 persone.
Via Crucis a Scandale. Foto Rosario Rizzuto. Clicca sulla foto per vedere la gallery
Una rappresentazione teatrale all’aperto, sfruttando lo scenario naturale del centro storico di Scandale, con dei bellissimi costumi d’epoca, ma allo stesso tempo una Via Crucis sentita e meditata grazie agli interventi e alle preghiere del diacono scandalese Don Simone Scaramuzzino che presto sarà ordinato sacerdote.

Tantissima la gente accorsa per seguire la passione di Gesù Cristo magistralmente interpretato da Don Antonio Buccarelli così come da oscar è stata l’interpretazione di Maria Riolo nei panni di una Madonna davvero commovente.

La Via Crucis è partita dalla Chiesa madre con la scena di Giuda che vendeva Gesù per trenta denari, da qui si è scesi in piazza San Francesco dove, nei pressi della Chiesa dell’Addolorata era stata allestita l’ultima cena per poi entrare in pieno centro storico nella quale, quasi come se fosse li apposta, è stato sfruttato alla perfezione un oliveto diventato l’Orto degli Ulivi.

E poi via via altre scene realizzate di nuovo in piazza San Francesco grazie anche alla collaborazione della famiglia Drammis, che ha messo a disposizione il palazzo baronale, fino ad arrivare sulla collinetta della Chiesa della Difesa che ha fatto da Monte Golgota con la scena della crocifissione e della resurrezione con Don Antonio-Gesù che, dopo essere stato deposto nella stessa Chiesa della Difesa diventata il santo sepolcro, è risorto “apparendo” sul campanile della stessa chiesetta.

Un susseguirsi di scene davvero emozionanti e ben eseguite nonostante le poche prove fatte il che aumenta i meriti degli improvvisati attori.

La rappresentazione ha scatenato i fotoamotori locali presenti numerosi alla Via Crucis tanto che è possibile trovare, sui i siti ed i blog di Scandale, centinaia di foto della manifestazione che è stata ripresa integralmente dallo studio fotografico del paese che realizzerà un dvd.
Via Crucis a Scandale, Don Antonio Buccarell - Gesù con gli apostoli. Foto Rosario Rizzuto. Clicca sullea foto per vedere la gallery.
Questo l’elenco completo delle persone impegnate: Gesù: Don Antonio Buccarelli; Madonna: Maria Riolo; Maria di Magdala: Sonia Cirillo; l’altra Maria: Barbara Lettieri; Diavolo: Francesco Madia; Apostoli: Pietro Cerrelli, Franco Lettieri, Nicola Mattace, Nicola Simbari, Pino Carvelli, Pino Aprigliano, Beniamino Salerno, Antonio Salerno, Clemente Madia, Domenico Noce, Iginio Pingitore, Simone Pallone; Sommo Sacerdote Caifa: Gregorio Voce; Sacerdoti del sinedrio: Franco Lettieri, Nicola Mattace, Pino Carvelli, Pino Aprigliano, Beniamino Salerno, Clemente Madia, Domenico Noce, Iginio Pingitore, Simone Pallone, Michele Lettieri, Tommaso Greco; Ponzio Pilato: Tommaso Squillace; Claudia Propula: Vincenza Rizzuto; Erode: Gianni Garofalo; Erodiade: Emilia Pallone; Ancelle: Emma Cosentini, Chiara Faragò, Alessia Barretta, Maria Luisa Aprigliano; Angelo: Francesca Noce; Ladroni: Emanuele Simbari, Daniele Fiore; Cireneo: Franco Mollura; Veronica: Anna Aversa; Baraba: Giuseppe Noce; Guardie del Sinedrio: Giuseppe Scalise, Carmine Scalise, Ippolito Emanuele Pingitore, Emanuele Tiano, Marco Pingitore; Guardie Romane: Orlando Aversa, Vittorio Ierardi, Francesco Pingitore, Salvatore Mattace, Gianni Garofalo; Pie Donne: Rosa Franco, Maria Salerno, Rosa Greco, Lisa Rota, Amelia Pingitore, Caterina Gallo, Stella Fiorino, Lucia Cirillo, Concettina Tallarico, Carmela Montesanto, Rosa Gaglioti, Melina Grisi, Raffaella Primerano; Giuseppe D’Arimatea: Antonio Rizzuto.

Lettrici: Stella Noce, Maria Elena Cosentini, Antonella Lucanto, Maria Luisa Artese.

Costumisti: Maria Riolo, Gianni Garofalo, Michele Lettieri, Giuseppe Scalise.

Meditatore delle preghiera: Diacono Don Simone Scaramuzzino.

ROSARIO RIZZUTO

Leave a Reply