Archive for April 22nd, 2008

Nicolas, un canadese in Calabria

"Questo treno va a Cariati?" si presenta così, in inglese, Nicolas, canadase puro in viaggio verso la Calabria.

Ma non un viaggio qualunque, Nicolas ha preso casa nel 2001 a Mandatoriccio Mare, la sua prima casa, e vi ci ritorna dopo due anni.

Ma questa volta per sempre: a giugno andrà a prendere la moglie a Londra e si trasferiranno definitivamente in Calabria, a due passi dal mare Jonio che lui ama tanto. 

Per fortuna dopo l’approccio in Inglese viene fuori che Nicolas parla l’italiano meglio di come io conosca l’inglese e quindi la conversazione può procedere più spedita soprattutto dopo che lui ci chiede se può trasferirsi nel "nostro" scompartimento.

Scopro così una gran bella persona, un biologo marino che ha girato il mondo e che, ora, ha deciso di stabilirsi nella nostra terra.

Anche quella che non mi ascolta, in treno con me, è affascinata dai discorsi di questo straniero sempre meno straniero.

Nicolas conosce 6 lingue e dopo tanti anni di lavoro ha deciso di dire basta agli spostamenti per lavoro e si dedicherà alla terra.

Vuole acquistare alcune piante di ulivo e produrre un ottimo olio di oliva ma, oltre a questo, il calabro-canadese ha tante idee e sono certo che le porterà a termine.

Non ha fretta nè desiderio di denaro: "In Calabria io e mia moglie possiamo vivere tranquillamente e felici con 1.000 euro al mese".

Mi stupisce la tranquillità e la gioia di questo cinquantenne ma la cosa che più mi colpisce e l’amore per la Calabria.

Sono un estimatore della mia terra ma mai avrei pensato di ricevere una lezione di calabresità da un canadese che ne loda il clima, la terra, il mare, la gente; gli si illumina la faccia quando vicino Corigliano il treno è invaso dal profumo dei fiori di arancio, se non me lo avesse fatto notare lui, io, forse, non me ne sarei nemmeno accorto!

A volte bastano piccole cose per essere felici… non è così difficile!!!