Antonino Laganà è tornato a casa

Si gira, mi guarda: "Perchè piangi?".
Le prime case di Papanice ci accolgono mentre il Tg 3 regionale sta dando la notizia del ritorno a casa di Antonino Laganà, il bambino di 4 anni ferito accidentalmente alla testa 5 mesi fa (era il 6 giugno) a Melito Porto Salvo (Reggio Calabria) durante un tentativo di omicidio.

Non riesco a fermarle escono da sole, come ora che sto ascoltando la canzone "I Cento Passi" dei Modena City Ramblers dedicata a Peppino Impastato, inutile cercare di resistere.

"Sono un po’ raffreddato", le dico… non so se mi crede, forse sì; lei non ha mai capito molto di me.
Giornalmente mi chiedo cosa abbiamo in comune e non trovo risposte, ma è così e sono 13 anni che stiamo assieme.

Antonino Laganà è tornato a casa finalmente (ed è bellissimo vederlo di nuovo giocare!!!) accolto in pompa magna, con una gran festa dai suoi compagni e dalla cittadinanza del suo paese, mentre nulla si sa su chi abbia sparato quel maledetto giorno, su chi non si sia preoccupato della presenza di decine di bambini, impegnati nella recita di fine anno, ma abbia voluto andare avanti per compiere il suo piano criminoso.

Spero che si riesca a consegnarlo alla gisutizia e a buttare la chiave!

One Response to “Antonino Laganà è tornato a casa”

  1. anonimo scrive:

    maledetti bastardi!
    flaminia

Leave a Reply to anonimo