Diario di una giornata al Grande Fratello. A Lecce in tanti per entrare nella casa

La sveglia suona puntuale alle 02,30 ed in mezz’ora mi doccio, chiamo mio figlio Antonio, lei mi prepara i panini e siamo già in macchina, sono le 03,24.

C’è un tempaccio e più vado avanti e più peggiora mentre, nemmeno il tempo di cominciare a guidare che mi si chiudono già gli occhi.

Provo a tenerli aperti bevendo acqua gelata mentre il mio piccolo Antonio mi fa: "Dimmi quando vuoi l’acqua che te la prendo io"

Altro che la madre!!! penso, ma, dopo 5 minuti, già dorme.

Rimango solo e guido.

La colonna sonora del mio è Roberto Vecchioni del quale, il giorno prima avevo comprato una raccolta Platinum con tre cd in edicola. Ma a parte le hit le altre canzoni non mi attraggono più di tanto!

Intanto cominciano ad aprire i primi bar, i primi li salto ma poi decido di fermarmi.

La nottata è spettrale: vento, lo spicchio di luna smorzato da una leggera foschia, qualche goccia di pioggia.

Caffè e Kinder Cereali per me, Kinder Buono per Antonio perchè i cornetti non ci sono ancora.

Il tempo di bere il caffè e nel bar salta la luce anzi va proprio via; sarà colpa del vento e per parecchi chilometri manca la corrente mentre il vento aumenta tanto da spostarmi la macchina… rallento…

Finisce la provincia di Cosenza entro in quella di Matera, finisce la Calabria entro in Basilicata, dopo un po’ siamo a Taranto.

Riesco a non vedere la deviazione per Lecce e devo tornare indietro ma sono solo pochi chilometri e dopo indovino la strada giusta anche se rimangano alcuni dubbi che un gentile benzinaio extracomunitario mi toglie (ma se prendevo la prima uscita con scritto Lecce avrei accorciato?).

Sono quasi le 08,00 quando arriviamo a Lecce!

Mi fermo per chiedere ad alcuni ragazzi dove sia il Grand Hotel Tiziano e non mi ero accorto che ce lo avevo davanti: quando si dice il culo!

La folla in attesa per partecipare al Casting del Grande Fratello a Lecce. Foto Rosario Rizzuto

Oddio quanta gente, il traffico dietro il Tiziano è in tilt ed io che pensavo che, visto il tempo, sarei stato solo.
La fortuna continua e, dopo un paio di giri, rischio addirittura a trovare un parcheggio vicino.

Arrivo nella folla ma ci sono brutte notizie: è dalle 06,00 che hanno iniziato a segnarsi i nomi e hanno già chiuso le liste.
Ma dopo 4 e mezza di viaggio non me ne vado così benchè mio figlio,  avendo visto l’insegna, voglia andare al McDonald’s. Ma sono le 8,30?

Tolgo la macchina fotografica ed inizio a fare qualche foto ed un breve video, poi arrivano dei responsabile che danno i numeri: si parte dal 500.

La disorganizzazione è totale!!!

A chi non è in lista dicono di mettersi vicino al cancello, eseguo.

Inizia a piovere, lo aveva fatto già prima.

Per fortuna decidono di dare i numeri anche a noi così col numero 0841 riesco ad entrare ed entra anche Antonio nonostante le opposizioni.

Compilo il modulo e aspettiamo, faccio qualche foto, una cretina si urta e mi domanda se mi sono innamorato di lei.
E’ brutta da far schifo (e non è il suo unico problema) e poi sei ad un provino per Grande Fratello dove sarai spiata 24 su 24 e ti urti per una foto?

Rosario Rizzuto al provino del Grande Fratello. Lecce 22 novembre 2008. Foto Antonio Rizzuto

Formano un gruppo di 30 e ci fanno entrare.

Consegniamo le schede e ci dicono che ci daranno un paio di minuti ad ognuno che c’è poco tempo.

Vediamo cosa chiedono ai primi mi dico ma il primo sono io: stanco e  morto di sonno.

Cerco di riprendermi ma non credo che dipenda da quei due minuti scarsi la mia eventuale partecipazione al Grande Fratello.
Antoniuccio nel complesso è stato un ottimo compagno di viaggio. Foto Rosario Rizzuto
Antonio è rimasto fuori e sono preoccupato ma non posso uscire.

Tocca agli altri tra i quali c’è Domenico Amoruso, il giovane di Cirò Marian che lo scorso anno fece parlare di sè perchè si incatenò, vicino Ponte Milvio, durante la prima puntata del Grande Fratello.

Ci avevano detto che forse dopo aver ascoltato tutti e 30, si sarebbero fermati con qualcuno ma alla fine ci salutano e finisci così: sono da poche passate le 11,00 e con Antoniuccio ce ne andiamo al McDonald’s che è meglio!!!

La mia amica Luisa di Lecce non mi risponde il che mi deve far pensare ma questo è un altro discorso!

La fotogallery della mattinata su Area Locale.

Il breve video, dopo il mio arrivo, su YouTube:

9 Responses to “Diario di una giornata al Grande Fratello. A Lecce in tanti per entrare nella casa”

  1. anonimo scrive:

    Vorresti un commento ed io ti lascio una domanda: perchè tu – non gli altri, tu – sei andato al provino del grande fratello ?

    Angela

  2. anonimo scrive:

    Buongiorno ro,
    perfortuna che hai sempre quel angioletto che ti vede da lontano.. speriamo che almeno ne sia valsa la pena di fare tanta strada, facci sapere se ricevi qualche telefonata, ma poi che ti hanno chiesto durante il provino???
    Ca.

  3. anonimo scrive:

    troppo duci antonio vada come vada hai passato una bella giornata con tuo figlio, prendila così
    flaminia

  4. anonimo scrive:

    GF è già unprogramma di MERDA con te dentro che sarebbe stato??

  5. byros scrive:

    Hai un così pessimo giudizio su di me? CHE TI HO FATTO?

  6. anonimo scrive:

    reality, web, Tv privata, giornale: oggi si potrebbe dire “presenzio nel media, ergo sum”

  7. anonimo scrive:

    mi ricordo del tuo provino.

  8. byros scrive:

    Ciao “Ragazzo Strano” anche io del tuo. Come va? Hai saputo qualcosa? quando nasce il bambino/a?

  9. anonimo scrive:

    ancora nessuna novita’, per quanto riguarda il baby penso per la prima settimana di aprile.

Leave a Reply to byros