Archive for January 19th, 2009

Primo set all'Altilia…

SCANDALE 4
ALTILIA 6

Marcatori
: 10’ Giuseppe Squillace, 46’, 55’ e 86’ Facente, 59’ Siciliani, 64’ Micalizzi, 66’, 76’ e 83’ Riolo, 89’ Coriale.

L'11 di partenza delo Scandale sconfitto 6 a 4 dall'Altilia a Rocca di Neto. Foto Rosario Rizzuto

Scandale: Liberti, Coriale, Iuliano (46’ Franco), Claudio Scalise (50’ Riolo), Noce, Elia (73’ Lucia), Sgarriglia (81’ Lepori), Antonio Squillace (63’ Carmine Scalise), Artese, Marazzita, Donato. Allenatore: Mario Rizzuto.

Altilia: Marino II, Messina (62’ F. Durante), Parisi (70’ Manica), Micolizzi, Fumia, Giaquinta, Giuseppe Squillace, Sorrentino, Ambrosio (53’ Siciliani), Facente, Marino I (56’ Ambrosio). A disposizione: Savasta, Sansone, Muscarà. Allenatore: Giuseppe Durante.

L'Altilia che ha battuto lo Scandale. Foto Rosario Rizzuto

Arbitro: Salvatore Perri di Mirto.

ROCCA DI NETOLa gara che non ti aspetti tra Scandale e Altilia, con tanti reti dovute in parte ai tanti errori visti domenica sul campo di Rocca di Neto.

Infatti la società dello Scandale non ce l’ha fatta a farsi consegnare il proprio terreno di gioco ed ha dovuto cercare ospitalità anche in questa domenica.

Ospitalità trovata, visto che il campo di San Mauro era occupato, a Rocca di Neto grazie alla disponibilità del sindaco Alfonso Dattolo.

Lo Scandale senza il portiere Mollura ne prende sei ma non sarebbe onesto dare le colpe della sconfitta al giovane Liberti che ha fatto la sua onesta gara.

L’Altilia ha vinto meritando di vincere, forse la prima squadra a sconfiggere lo Scandale non solo nel risultato.

La vittoria degli ospiti va anche oltre il 6 a 4, visto che i crotonesi portatisi sul 5 a 0 hanno un po’ mollato facendo giocare gran parte della panchina e sciupando tante altre reti già fatte.

Di contro mister Rizzuto forse ha preso un po’ sottogamba la gara tenendo in panchina nel primo tempo Franco e Riolo (poi autore di una tripletta) anche se il primo tempo era finito con l’Altilia in vantaggio di una sola rete.

Le squadre con l'arbitro Perri prima di entrare in campo. Foto Rosario Rizzuto

La gara inizia con una supremazia territoriale dei ragazzi di mister Durante che mettono subito le cose in chiaro e che al 10′ passano: la palla arriva sulla sinistra a Giuseppe Squillace che da fuori area lascia partire un fendente che supera l’inesperto Liberti.

Il primo tempo è povero di vere emozioni e l’unica azione pericolosa dei locali arriva al 24′ quando un difensore dell’Altilia per poco rischia l’autorete di testa, dopo una bella azione di Artese, Alessandro Marino si salva in tuffo in angolo.

L’Altilia si rifà viva nei due minuti di recupero ma non riesce a raddoppiare.

Dopo tale primo tempo, nessuno si aspetterebbe un secondo tempo così tambureggiante.

I giocatori dello Scandale e dell'Altilia in un abbraccio prima della gara. Foto Rosario Rizzuto

Si inizia subito: dopo 19 secondi Ambrosio si mangia incredibilmente il raddoppio e per fortuna che Facente trova il varco giusto subito dopo: punizione dalla sinistra palla in area, libera Noce di testa ma proprio sui piedi di Facente che al volo fa 0 a 2.

Dopo Franco nello Scandale entra anche Riolo e al 54′ c’è una bella azione di Artese sulla sinistra, cross sul primo palo ed inserimento di Riolo che tocca a lato.

Intorno al 55′ Liberti fa vedere che c’è respingendo un tiro di Siciliani ma, quasi subito, su un ulteriore cross in area, Noce tocca col braccio e Perri concede il rigore che Facente trasforma.

Al 58′ si fa vivo lo Scandale con Marazzita su punizione che costringe l’estremo ospite alla parata a mano aperta in angolo.

Così al 59′ arriva la quarta rete degli ospiti: Siciliani entra in area e con un bel tiro fa carambolare la palla sul palo e gonfia la rete. Altri 5 minuti è l’Altilia fa la cinquina: questa volta è Micalizzi che si trova davanti a Liberti che para il primo tiro ma nulla può sul secondo.

Partita virtualmente chiusa e non avendo nulla da perdere lo Scandale comincia a giocare meglio.

Da sx Ferdinando Verardi (Altilia) e Domenico Marazzita (Scandale). Foto Rosario Rizzuto

Al 66′ ci vuole però un’invenzione di Artese per andare a rete, infatti il giovane attaccante scandalese recupera la palla e da grande giocatore come è, vede e serve a centro area Riolo che insacca.

Si arriva alla mezz’ora con l’Altilia che potrebbe dilagare: Facente s’invola dalla propria metà campo, eludendo il fuorigioco, ma si fa ipnotizzare da Liberti e tira fuori.

Gol fallito, gol subito e così un minuto dopo è Marazzita a servire in area Riolo che in semirovesciata batte Marino.

Al 78′ ancora Facente solissimo fa fare bella figura all’estremo locale che si salva in angolo mentre all’81′ Siciliani direttamente dalla bandierina dell’angolo colpisce il palo più lontano.

E così ne approfitta lo Scandale che ancora con Riolo in mischia si porta sul 3 a 5.

All’85′ è Lepori a salvare lo Scandale respingendo la palla prima che oltrepassi la linea bianca e sull’angolo ancora pericolo per i locali che soccombono all’86′: questa volta Facente in penetrazione non fallisce.

Alessandro Marino blocca una punizione di Domencio Marazzita. Foto Rosario Rizzuto

C’è spazio per la quarta rete della squadra del presidente Augenti, tornato a seguire i suoi ragazzi dopo una lunga assenza: all’89′, addirittura in contropiede, c’è un bel lancio di Marazzita per Coriale che entra in area e batte Marino.

Finisce 4 a 6 e tra le pretendenti alla promozione c’è anche l’Altilia.

ROSARIO RIZZUTO

Inaugurata la ludoteca Vupti Vupti a Mesoraca

Un monaco benedice la ludoteca Vupti Vupti di Mesoraca. A lato le tre titolari: Filomena, Irene e Carmen. Foto Rosario Rizzuto

Le mie grandi amiche di Mesoraca, Irene Magistro e Carmen Grano insieme con la loro amica Filomena Cropanese, hanno festeggiato ieri con i propri parenti l’inagurazione della loro ludoteca "Vupti Vupti" che oggi sarà inaugurata ufficialmente ed aperta al pubblico.

Qui, in attesa di un articolo di più ampio respiro, le foto della festa di ieri, mentre io faccio gli auguri più sentiti ed emozionati a Irene, Carmen e Filomena.
La locadnina dell'inaugurazione della ludoteca Vupti Vupti