Giornata della Memoria, per non dimenticare!

Olocausto. Giorno della Memoria. MAI PIU'. Foto: www.ilgiornale.it

27 Gennaio 2009, il mondo ricorda l’olocausto, uno dei periodi più neri dell’umanità.
MAI PIU’ MAI PIU’ MAI PIU’.

Parliamone per non dimenticare, spieghiamo ai nostri figli cosa è stato capace di fare l’uomo: perchè non avvenga più, perchè sia solo un brutto ricordo!!!

11 Responses to “Giornata della Memoria, per non dimenticare!”

  1. anonimo scrive:

    mi si spezza il cuore
    sembra tutto falso x quanto orribile e vergognoso, sembra che l’uomo nn sia capace di tutto questo invece lo è stato eccome!
    MAI PIU’
    flaminia

  2. anonimo scrive:

    prima tappa del viaggio a roma ghetto ebraico, sinagoga e museo ebraico.
    flaminia

  3. anonimo scrive:

    l’altro giorno ad un prete al tg1 hanno fatto una domanda: ma per lei ci sono state le camere a gas? ha risposto (piu’ o meno 40enne):non lo so non mi sono mai documentato non saprei che rispondere……………………………..

  4. anonimo scrive:

    forse non era italiano… e non ha compreso bene la domanda???? Paola

  5. anonimo scrive:

    Che belle parole, spieghiamo ai nostri figli cosa può fare l’uomo bla bla bla…………L’uomo sa insultare e minacciare minorenni, sa parlare di omicidio e ci facciamo belli parlando di olocausto… ma mi faccia il piacere…
    Luigi Palmieri

  6. byros scrive:

    I miei figli sanno dell’olocausto e sanno anche che voglio “uccidere” Francesco Palmieri…

    U o m i n i. . .

  7. byros scrive:

    … Non ho bisogno di farmi bello! Io sono bello!!!… soprattutto dentro… (ma il fuori interessa solo alle stolte!).

    Lo dimostrano i fatti di come io sia bello, al contrario di lei e di quel gran bugiardo (per usare la parola più civile che mi viene in mente) di suo nipote (sempre che lei sia davvero il di lui zio) che le torno a ripetere, pagherà e come se pagherà (e non è una minaccia, non ho bisogno di minacciare io! le cose succedono da sole!) per tutto quello che mi ha fatto…

  8. anonimo scrive:

    l’argomento in questione è talmente serio e drammatico che non dovrebbe lasciare spazio a commenti di altra natura. O no? Così facendo si blocca sul nascere qualsiasi discussione che vuole emergere su ciò che è stata la nostra storia. Come ci si può inserire dopo aver letto i commenti precedenti? Io penso che le provocazioni da qualsiasi parte esse provengano debbano essere lasciate o discusse in altre sedi. Naturalmente è solo, senza alcuna pretesa, il mio pensiero.Paola

  9. anonimo scrive:

    voglio chiedere scusa a Rosario per il mio commento precedente, ma è da un pò che non si riesce a scrivere sul blog e sinceramente è un peccato. Lo ritengo un veicolo interessante, per certi versi e quindi un’occasione da non perdere. Paola

  10. anonimo scrive:

    Ogni anno la stessa storia…Basta!

  11. anonimo scrive:

    mi si spezza il cuore a vedere centinaia di migliaia di persone morte in un campo di concentramento noi siamo davvero fortunati

Leave a Reply