Ieri sera i tradizionali Luminari a Scandale. Per la prima volta a pagamento

Il Luminario che potremmo chiamare di via Balvano nei pressi di piazza St. Georgen. Foto Rosario Rizzuto

Sono andati in archivio ieri sera i Luminari di San Giuseppe di Scandale, edizione 2009.
Fuochi in calo, io ne ho contati solo 5 più quello di Corazzo, ma l’edizione di quest’anno dei Luminari sarà ricordata perchè per la prima volta nella storia è stato introdotto un ticket in uno dei Luminari accesi.

E’ successo in quello organizzato dalla parrocchia San Nicola Vescovo in piazza San Francesco, dove per assaggiare un panino, i crustulu o una bibita bisognava munirsi di un biglietto a pagamento: 1,50 per un panino, 50 centesimi per 2 crustuli e così via.

Alcuni bambini giocano presso il Luminario di piazza St. Georgen. Foto Rosario Rizzuto

Ciò nonostante l’Amministrazione Comunale avesse delibero un buono spesa di 150 euro per Luminario, 300 euro per quello della parrocchia e 350 per quello di Corazzo.

Ippolito Pingitore ai crustuli era irremovibile: "senza biglietto non si mangia", e ho visto più di una persona andare via scontenta e triste: w la festa dello stare insieme.

Interpellato in merito alla scelta di far pagare alcune pietanze (solo u cunvitu era gratis, quasi come se fosse una concessione per i poveri scandalesi e quale turista, morti di fame) il parroco Don Antonio Buccarelli se n’è lavato le mani affermando che non era una cosa decisa da lui ma dagli organizzatori del Luminario ossia, come ci ha detto lui, l’Azione Cattolica.

Quattro belle distributrici di panini a pagamento. Foto Rosario Rizzuto.

Per fortuna (non mia, visto che non ho mangiato nulla a parte un panino a pagamento che mio figlio non ha voluto) negli altri Luminari da me visitati, ossia quello organizzato nei pressi di piazza St. Georgen e quello vicino il Rio, non c’era nulla da pagare e i banchetti sono stati presi d’assalto così come lo spirito della giornata richiedeva.
In più, a rendere ancora più allegra la serata in questi due ultimi Luminari era presente anche la musica: moderna al primo e una bella fisarmonica al secondo.

Tavolta gratuita al Luminario sotto piazza Condoleo. Foto Rosario Rizzuto

Dispiace che in molti rioni il Luminario non è stato acceso e la speranza è che tale tradizione non vada persa.

Qui le miei foto realizzate presso i tre Luminari sopra citati.

46 Responses to “Ieri sera i tradizionali Luminari a Scandale. Per la prima volta a pagamento”

  1. anonimo scrive:

    E’ assurdo prendersela con i ragazzi.
    Rosà devi spiegare alla gente perchè il luminario del comune, come faceva Gino Pingitore, non è stato organizzato.
    Tu, “grattacapu” non ne vuoi, è troppo facile criticare! Ti piace la poltroncina e pensi di accontetare la gente con i bocconcini,soldi nostri che togliete mediante la cassa comunale.
    Questa polemica non mi piace, la parrocchia dovrà vivere con le offerte, non è un ente che si può permettere il lusso di finanziare i tanti somaci “affamati” di questo paese. Anche perchè se è tutto GRATIS l’ingordigia aumenta…i Non bastavano i TIR.

  2. byros scrive:

    Gino sai la stima che ho per Ippolito ma ciò non vuol dire che se vedo e sento una cosa io non debba raccontarla…

  3. byros scrive:

    #25 torno a ripetere io non me la sono presa con nessuno; ho solo raccontato dei fatti inappellabili…

    Io sto organizzando o patrocinando praticamente un’iniziativa a settimana (almeno è stato così nei giorni scorsi) quindi credo di star svolgendo per il meglio il mio incarico di Assessore.

    Non aveva senso un luminario del Comune…

  4. anonimo scrive:

    X l’utente 21::
    Anche il Comune di Scandale risulta essere uno dei più poveri del crotonese nonostante le entrate cospicue..
    Dal canto mio posso dirti che da sempre la parrocchia di Scandale ha avuto più entrate del Vaticano e Villa Condoleo ne è l’esempio. Quest’ultima è stata costruita grazie alla solidarietà degli Scandalesi i quali cedevano volentieri parte del raccolto per contribuire ad erigere la struttura, se poi le risorse da essa ricavate non sono state destinate per crescita della parrocchia, non è colpa della popolazione ma da chi AMMINISTRA.. Quindi da buon intenditore, poche parole.

  5. anonimo scrive:

    X #19

    Io nn ho rimproverato nessuno, anzi, se sai leggere, ho detto che a chi è andato a raccogliere le frasche lasciando i suoi impegni, nn gli ha fatto altro che onore! nn sono andata a raccogliere le frasche, cosa che ho fatto con i miei compagni anni passati, percè nn abito più a scandale, quindi nn dire cazzate quando nn sai le cose!
    Mariac

  6. anonimo scrive:

    A MARIAC, premesso che io in Parrocchia ci vado una volta all’anno, ti posso però dire che tu non sei affatto obbiettiva!
    I tuoi commenti non risultano veritieri, stai dicendo solo cazzate.
    Oggi a Scandale c’è una parrocchia viva che oltre ad animare spiritualmente i nostri figli stà anche animando il paese.
    Complimenti ragazzi!
    Andreac

  7. anonimo scrive:

    Andreac come fai a dire che quello che dico io nn è veritiero?tu ci vai una volta all’anno e sei a scandale io ci vado sempre a scandale, quando vengo, e sia dove abito. io sono contentissima della comunità parrocchiale di scandale! e solo che nn ho condiviso questa loro scelta. siamo o nn siamo in un paese democratico? possiamo esprimere le nostre opinioni? Grazie!!!
    mariac

  8. anonimo scrive:

    rosà nel comm 7, hai detto che il comune ha passato un buono spesa alla parrocchia. MA ANCORA LI PASSA I BUONI ???????

  9. anonimo scrive:

    E perchè gli scandalesi non partecipano al consiglio parrocchiale in cui si discutono queste cose?
    Perchè non ne avete voglia…

  10. anonimo scrive:

    I scandalisi vonu a mugghera briaca e a vutta china.
    Vergognamoci !

  11. anonimo scrive:

    assesore di merda

  12. anonimo scrive:

    uu gesto bisogna farlo con il cuore..no a scopo di lucro sopratutto in una festa del genere!!il prezzo del panino era eccessivo…vergogna a chi ha avuto qst idea Rosa hai ragione speriamo che sia la prima e l’ultima volta che si verifichi qst cosa!

  13. anonimo scrive:

    pure s.mauro parla…nn sn 50 che ci fanno paura ma il nostro rifiuto viene prche nn bisognava far credere a quella gente che cio che stavan facend fosse giusto ma bloccare qst iniziativ assuerda alla fonta per far si che tutto cio nn si ripeta il prossimo anno..

  14. anonimo scrive:

    Per il 24: Non sappia la tua destra ciò che fa la tua sinistra. questo è il Vangelo del Mercoledè delle Ceneri… non aggiungo altro.

  15. anonimo scrive:

    CHE SCHIFO QUESTO BLOG
    Ma va chiuialu i cristiani i puarti ar macellu.
    Tu non dovresti mai entrare in nessuna chiesa cristiana del mondo, hai avuto il merito e la capacità come gli antichi romani (NERONE), si sei Nerone in persona….Stai buttando quei poveri ragazzi della Parrocchia nel bunker dei leoni sbranati dalla tua diabolika e feroce lingua.
    Ma vatti a vedere i fatti del comune, hai voluto fare l’assessore per fare cosa ? Guerra, crociate e quant’altro ne vogliamo dire.
    Non sò più cosa provo io nei tuoi confonti, se è sdegno, amarezza o quanto altro ne vogliamo mettere, ma forse è semplicemente pena….

    Desidero non firmarmi, ma ci vediamo presto!
    Sai chi sono io ?
    Una persona che pensava di avere un amico, invece si rivelata un nemico mio ed oggi dico di tutta l’intera comunità
    Arrivederci e datti pace! La nostra vita non è niente è solo un soffio,opera nel bene e non nel male.

  16. anonimo scrive:

    Rosario devi preoccuparti della situazione comunale,sei un assessore,non crediamo alle tue bazzecoli dicendo che non sei informato, crediamo che vuoi nascondere qualcosa, bella trasparenza! Mi manca Gino Pingitore!
    I cittadini aspettano notizie di quanto è stato discusso l’altro giorno, al comune era presente, Vallone, Sculco e Iritale che poi questo non è venuto per impegni. La discussione per come si è riuscito a trapelare ha riguardato la centrale Turbogas.
    Lascia stare il luminariu, senza trovare ” u pilu intra l’ovu” perchè gli organizzatori sono stati all’altezza, bravi, bravissimi quei ragazzi.
    Scandalesi incazzati.

  17. byros scrive:

    Una caterva di pagliacci. Voglio vedere i vostri nomi, le vostre firme, le vostre facce.

    Facile prendersela con tutto e tutti restando anonimi!!!

    #39 che vuoi che ti dica, ben venuto nel club di quelli che hanno paura di dire chi sono: nel club dei pagliacci…
    A me la pena la fanno i tipi come te che dicono ma non dicono, che parlano ma non contano perchè essendo anonimi non esistono, sono aria…
    Inoltre per tua informazione io l’assessore non l’ho voluto fare ma mi è stato dato un incarico.
    E, torno a ripetere, io non me la sono presa con nessuno, ma ho solo raccontato una cosa che, secondo me, non andava fatta.

    Tutto il resto lo hanno fatto altri pagliacci come te!!!

  18. anonimo scrive:

    Rosà in questa vicenda hai ulteriormente dimostrato la tua imparzialità comunicativa.. Non farti intimorire e continua a viaggiare così..

  19. byros scrive:

    Grazie…

  20. anonimo scrive:

    Rosario Imparziale ?
    e quando mai…

  21. anonimo scrive:

    rusà pubblica il calendario degli appuntamenti perchè qui non se ne conosce nemmeno uno. Anche per partecipare !!!!!

  22. anonimo scrive:

    si ti vidissa a Gregoraci che ti firmi con una sua foto. SI PILASSA

  23. anonimo scrive:

    Rusà chi vombicu!
    Anzichè di distribuire bocconcini con i soldi di un comune indebitato dalla testa ai piedi, perchè non ti sei rotto il c..o come ha sempre fatto il tuo predecessore per organizzare il luminario del comune. Come mai non organizzate più niente? Le poltrone però vi piacciono.
    W l’ACR, W il ragazzi della parrocchia, w le persone di buona volontà che hanno acceso il luminario nei propri rioni.
    FORZA RAGAZZI andate sempre avanti!

  24. anonimo scrive:

    Rosario non ti resta altro che andare a zappare. Non sei buono a far niente. sei il solito c…..ne che pensa solo a criticare.

  25. anonimo scrive:

    i luminari sono spenti ma Rizzuto “appiccia” le polemiche e ‘mpizza liti.
    A lui come autorità dovevate darlo gratis un panino cosa stava zitto.
    AR

  26. anonimo scrive:

    Un’autorità che anzichè seminare pace, semina zizzanie.
    Ma andasse a vedere altro!

  27. byros scrive:

    Caro amico anonimo io racconto i fatti tu, invece, coperto dall’anonimato e dalla tua vigliaccheria, parli a sproposito.
    Io il culo, come dici tu, me lo rompo tutti i giorni, se non sai come e perchè vieni a trovarmi in Comune che ti aggiorno un po’: dal 14 febbraio ho organizzato o ho collaborato in quasi un appuntamento a settimana.
    Tutto il resto è noia…

  28. anonimo scrive:

    ROSA TI DEVO RINPROVERARE SUL FATTO CHE AI NOMINATO IPPOLITO ,ERA PROPRIO IL MINIMO CHE NO N PAGASSE I CRUSTILI A COME VEDO NELLE FOTO LUI ERA UN AIUTANTE DEL GRUPPO POI I SOLDI CHE SI SONO INCASSATI CERTAMENTE ANDRANNO PER LE SPESE DELLA CHIESA dovremmo essere contenti dell´iniziativa presa dai giovani con tanto affetto michele lettieri germania

  29. byros scrive:

    Mikè io c’ero: ho visto gente a cui Ippolito, quasi contento, ha rifiutato un crustulu perchè non avevano il biglietto. Mikè erano i luminari, per giunta organizzati dalla parrocchia che perdipiù ha avuto un buono spesa da parte del Comune. E’ così lampante l’incongruenza. Io non semino zizzanie racconto i fatti. Ci voleva Gesù nel tempio ieri sera c’arrivulava il tavolo degli esattori…

  30. anonimo scrive:

    E perchè non lo hai organizzato tu…rosà?
    Il mio compito era quello di distribuire i crustuli solo a coloro che possedevano il biglietto…(che poi costava 50 cent).
    Noi ci siamo ammazzati dalla fatica a raccogliere le frasche con tutti gli impegni pomeridiani e scolastici e poi ci critichi anche…Il mio era un dovere e se proprio dobbiamo metterla su questo piano, la parrrocchia non ha molti fondi per compare i banchi del Condoleo, se magari ce li comprasse il comune…forse non avremmo fatto a pagamento…
    Ora ti saluto…ciao…

    Ippolito (ippo94)

  31. anonimo scrive:

    ros sono emilio amico di antonio le messe nel blog le foto dei distributori di pasta

  32. anonimo scrive:

    E se vuoi saperne un’altra, io ho rifiutato di dare un crustulo ad un mio amico facente parte dell’ACR, che ne voleva uno. Siccome c’era tanta gente che ne richiedeva, ho preferito scegliere quell’opzione (ad il mio amico)…la gente non è rimasta triste…e siccome siamo buonmi solo a criticare, critichiamo le cose buone e non andiamo a vedere le cose stupidde. Tanto alla fine si va sem,pre a cercare “u pilu intra l’uavu” non andando a sottolineare gli aspetti positivi della festa in onore del Santo.
    Scriuvi anche sull’articolo che i soldi sono destinati all’arredamento della chiesa del Condoleo che è completamente spoglia…se non abbiamo i banchi dove sederci…ci stiamo in piedi così poi la gente parla e critica…

    Ippolito

  33. anonimo scrive:

    Carissimo Rosario sei sempre di piu’ da me apprezzato.
    Fai bene a dire quello che e’ giusto.
    Pero’ una cosa la voglio dire anche io non hanno ricevuto tutti i luminari il contributo dal Comune (aggiornati).
    Voglio alla fine dire a tutti ma in particolare a chi capisce il lavoro per arganizzare l’ abbiamo fatto tutti, e non uso vocaboli vostri per definirlo, e lo facciamo tutto l’anno per volontariato,ma in questa occassione oltre al lavoro abbiamo messo il nostro contributo,(molto modesto) ma non ci lamentiamo e non litighiamo, a noi ci basta aver avuto successo con la manifestazione in cui ci siamo trovati ad organizzare.
    La nostra soddisfazione e la buona riuscita,che ci ripaga di tutto.
    un salutone per tuttiiiii.

  34. anonimo scrive:

    Secondo me sarebbe stato molto più onesto, lasciare l’offerta libera..
    Ognuno metteva quel che voleva, magari scrivendo un cartello al fine d’informare i consociati sulla destinazione dei fondi raccolti durante la festa del Santo..
    Ma, arrivare a negare un crustolo se non si sono versati i 50 centesimi mi sembra eccessivo..
    In tutte le associazioni “culturali” che si rispettino (religione a parte) il versamento del contributo è libero..in genere ti viene detto quanto versare, ma alla fine se non versi, non ti buttano di certo fuori senza darti da mangiare..

  35. anonimo scrive:

    Siamo un paese di me….a-
    Rosario l’assessore ha scatenato una polemica che non c’entrava nulla.
    Se la prende anche con i ragazzi, lo trovo scandaloso.
    In piazza San Francesco è stato distribuito pasta e ceci a volontà (gratis), un luminario fatto da bambini e ragazzi e qualcuno la sta facendo lunga per 50 centisimi….Pensate! Io ho preso un panino ed ho dato 3 euro di offerta, ma avrei dato di più!
    A Scandale non possiamo parlare di crescita culturale se poi sffochiamo lo spirito dei nostri ragazzi.
    TUTTO QUESTO LO TROVO VERGOGNOSO!

  36. anonimo scrive:

    E come sempre, la verità fa male! Ma da quando in quà al luminario si è dovuto pagare per avere un panino, un piatto di pasta e ceci o addiritttura per un “crustulo”? perchè invece di fissare il costo delle varie pietanze nn si è chiesta un’offerta? forse ci si è dimenticati che a scandale si è aperto il banco degli alimenti per aiutare le famiglie bisognose che nn possono permettersi il panino, il piatto di pasta e ceci e il crustulo? io penso che per comprare il mobilio della chiesa ci vuole altro, perchè come si dice a scandale: ” l’acquatina u ‘ndi linchia cipia”! nn riduciamo tutto ad una questione di lucro! chi è andato a raccogliere le “frasche” nonostante gli impegni che aveva, e questo gli fa onore, lo deve aver fatto col cuore, in onore di San Giuseppe. Nn aggrediamo Rosario se ha avuto il coraggio, come sempre, di affermare ciò che tutti gli scandalesi, me compresa, pensano!
    MARIAC

  37. anonimo scrive:

    SAPETE IL PRIMO DISCORSO CHE FA UN PAPA ELETTO E’: A ROMA E AL MONDO,E ANCHE A SCANDALE DOVE VANNO I SOLDI NELLA CASSA DELLA CHIESA…CIAO ROSARIO NON PUOI COMBATTERE CON LORO………

  38. anonimo scrive:

    Rosa’ complimenti affermi ma soprattutto sostieni sempre cio che è giusto!!!ma perfavore Chiesa e nn chiesa ma siamo realisti!!!!!!un luminario a pagamento????cosa dell’ altro mondo!!!!!e piuttosto di prendervela con Rosario cercate di aprire un po’ gli occhi….e di ammettere cio che è opportuno ammettere!!

  39. anonimo scrive:

    COME L’AVETE RIDOTTO QUESTO PAESE, VI DOVETE VERGOGNARE, DIFFICILMENTE MI COLLEGHERO’ PIU’ CON QUESTO BLOG, MI SEMBRA IL RIFUGIO DELLE VIPERE IN LETARGO CHE NON SANNO A CHI MORSICARE.
    COMPLIMENTI A TE ROSARIO CHE DA ASSESSORE DEL COMUNE SAI FARE UN COSA MOLTO BENE: INNESCARE LA GUERRA FRATICIDA.
    IMMAGINA UNO STATO GUIDATO DA TE?
    VERGOGNA
    CHE PAESE CHE SIETE, VI DOVETE VERGONARE,

  40. anonimo scrive:

    Ma cumi siti tirchi a scandale…io sono di san mauro e questo è vergognoso per 50 cent…che paese tirchio…

  41. anonimo scrive:

    XMARIAC

    Perchè non sei andata tu a raccogliere le frasche?
    Ma cosa cavolo rimproveri? Tu e voi tutti scandalesi che cosa date alla Chiesa, un cavolo perchè siete solo tirchi privi di generosità…mentre ci sono ragazzi che hanno lasciato le propie cose per andare a raccogliere le frasche…mentre tu stavi a casa a farti gli affaracci tuoi.

  42. anonimo scrive:

    Qui siete tutti una massa di arrivisti, che prendete di fare cosa e non ne avete le capacità…se poi dobbiamo discutere sul cumbito e al pagamento, beh…ci affidiamo al sapere romano…
    “Vox populi vox dei”. Io sono d’accordo che si siano pagati i crustuli, vi ammazzate per i soldi…questo è quello che fate…
    E tu Rosà dalle stelle alle stalle, che cosa ci vai a fare in chiesa, mi sembra il tipico atteggiamento degli ipocriti. Vergogna!

  43. anonimo scrive:

    Quelli che fanno commenti contro l’operato fatto dai ragazzi che si danno da fare per la parrocchia, che non avendo altro, cercano di organizzare queste manifestazioni mettendo a disposizione il loro tempo e quando possibile anche qualche risparmio, sono solo quelli che di solito si definiscono “mancia pani a tradimiantu”, che magari davanti alla bontà di qualcuno della parrocchia ha mangiato anche gratis. Poi visto che la tirchieria delle persone è tanta, è normale che bisognava mettere i biglietti altrimenti non si sarebbe raccolto nulla. E poi volevo aggiungere: per chi non lo sapesse, la nostra parrocchia è una delle più povere della diocesi, questo grazie alla generosità del popolo di Scandale. tanti saluti a tutti.

  44. anonimo scrive:

    L’assessore Rizzuto e tutti i suoi compari del comune si dovrebbero vergognare di entrare in una chiesa dove ci piove dentro.
    L’unico paese rimasto senza una Chiesa è Scandale.
    Vergognamoci! andate a vedere le realtà vicine cosa fanno i parrochiani per tutelare il loro patrimonio religioso, mentre qui ce la prendiamo con i poveri ragazzi che con fatica stanno costruendo qualcosa di buono.
    Ragazzi non demordete, vi saremo sempre vicini, il male che c’è in questo paese dovrà pur essere, una volta per sempre, sconfitto.

  45. byros scrive:

    #22 dici cazzate sapendo di dirle. Il Comune di Scandale è intervenuto su tre Chiese. Da nessuna altra parte mi risulta che sia stato fatto ciò.

    Siete assurdi tanto per andarmi contro avete scritto tante di quelle cazzate che nemmeno ve ne accorgete.

    Ma la vostra malvagità mangerà voi stessi…

  46. ippo94 scrive:

    Non voglio entrare in questa polemica, ritengo che sia inutile, sterile e che non giova alla nostra comunità, però, considerato che Rosario cita mio figlio sul post principale e poi continua in un suo commento, dipingendolo quasi come il cattivello della serata, quando dice: “senza biglietto non si mangia”,.” ha rifiutato un crustulu perchè non avevano il biglietto”, beh,da padre mi corre l’obbligo di intervenire, fra l’altro è un minorenne e trovo del tutto disgustoso prendersela con un ragazzo che giorno per giorno matura la vocazione per offrire la propria vita e seguire le tracce di Cristo.
    Voglio ricordare a Rosario che Ippolito in questa quaresima fa il digiuno, capace di commuoversi, di non mangiare se pensa a coloro i quali soffrono, spesso i soldini che riceve da noi genitori e dagli zii, quando vi sono alcune ricorrenze, li devolve a mia insaputa. Chiudo il commento per suo rispetto, in quanto a lui, non è piaciuto svelare le piccole sue opere per il bene del mondo.
    IGINIO PINGITORE

Leave a Reply