Archive for May 17th, 2009

Antonio Barberio nominato Assessore e Vice Presidente della Provincia di Crotone

A pochi giorni dalla fine del mandato della Giunta di Sergio Iriitale, il Consigliere Provinciale di Scandale, Antonio Barberio ottiene la nomina di Assessore e anche quella di Vice Presidente della Provincia di Crotone.

E’ la prima volta, almeno per quanto mi risulta, che uno scandalese arriva a ricoprire una tale carica e quindi non posso non congratularmi con Totò anche se la manovra è palesemente legata alle imminenti elezioni provinciali.

A seguire l’articolo di Massimiliano Franco del quotidiano Calabria Ora sulla nomina di Barberio e dell’altro neo Assessore Domenico Mellace: Il presidente uscente della Provincia di Crotone Sergio Iritale decide di far palare ancora di se ed in piena campagna elettorale. A venti giorni dallo scioglimento della sua giunta decide di nominare due nuovi assessori al posto dei tre andati via nei giorni scorsi e sono il consigliere provinciale Antonio Barberio ed il consigliere comunale Domenico Mellace.

Il neo Assessore e Vice Presidente della Provincia di Crotone, Antonio Barberio. Foto archivio Rosario Rizzuto

Barberio avrà la sola delega ai Lavori pubblici, Mellace invece le deleghe che erano dell’epurato Carlo Colucci Turismo, Commercio, Artigianato, Industria, Politiche economiche, mentre Iritale terrà le altre. La scelta è dettata dal fatto che nei giorni scorsi Iritale aveva chiesto ed ottenuto le dimissioni del vicepresidente Emilio De Masi che aveva anche le deleghe Lavori Pubblici, Viabilità, Infrastrutture e Politiche Comunitarie, e di Domenico Alessio Bilancio e programmazione economica, Finanze e tributi, Affari legali, Protezione civile. L’altro assessore Carlo Colucci con deleghe al Turismo, Commercio, Artigianato, Industria, Politiche economiche ha preferito invece che le deleghe venissero ritirate dallo stesso presidente.
La decisione sarebbe maturata dopo che i tre si sono candidati alle prossime elezioni provinciali con delle liste concorrenti a quelle che fanno parte del cartello messo su da Iritale. Addirittura De Masi è un diretto concorrente visto che è in lizza per il posto da presidente. La motivazione è da ricercarsi nel fatto che si è ormai in piena campagna elettorale e Iritale non si può seguire tutto, ci sono dei progetti avviati che hanno bisogno di maggiore attenzione ed ha deciso di premiare due suoi fedelissimi. «Non conta il tempo lo avrei fatto anche per un giorno per me è un onore ed un riconoscimento alla mia attività politica» dice orgoglioso Mellace che conclude: «Ci sono molte cose da fare in un ente come la Provincia, molti progetti in itinere che non possono essere bloccati, la vita amministrativa non deve subire le crisi politiche e sono contento di poter essere utile».

Ma questa non è l’unica mossa fatta ieri da Iritale che ha puntualmente risposto a quanto affermato il giorno prima dal segretario provinciale del Partito democratico Ciccio Sulla che a sua volta rispondeva a quanto affermato il giorno prima ancora da Iritale.
Una querelle che rischia di trascinarsi sempre più stancamente fino al giorno delle votazioni. I temi ricorrenti sono sempre gli stessi, gli assessori allontanati, il simbolo del Pd, l’alleanza con il Movimento per le autonomie e che Sulla non è stato fino ad ora il segretario dell’unità.

Il Belvedere Spinello promosso in Seconda Categoria

Forse non volevano disturbato questo bel momento di sicura festa, dopo l’1 a 4 dell’andata, quindi inutile chiamare il presidente Chiaranza e il "nostro" Valentino Castagnino: telefoni non raggiungibili.

Così per sapere il risultato della finale play off di ritorno del girone D di Terza Categoria tra Belvedere Spinello e Nuova Torre Melissa, mi sono dovuto rivolgere ai gentili Carabinieri della stazione di Belvedere Spinello.

Una formazione del Belvedere Spinello. Foto archivio Rosario Rizzuto

La gara è termitata 1 a 1, risultato che consente al Belvedere Spinello di fare compagnia al Sant’Anna nella salita nella serie superiore.
Così dopo alcuni anni viene sfatato il mito che la seconda in classifica durante la stagione regolare non riusciva poi ad ottenere la promozione; "l’impresa" riesce al Belvedere!

Festa grande e caroselli di macchine nella cittadina crotonese.

Da parte mia i migliori auguri al presidente Chiaranza, a tutta la dirigenza e ai calciatori in particolare a Castagnino che è di Corazzo.