Archive for July 18th, 2009

Febbre da Superenalotto

Schedina del superenalotto. Foto dalla rete.Tutti (o quasi) presi dalla febbre da superenalotto.
Montepremi di quasi 100 milioni di euro e allora tutti a giocare.

Come se per noi comuni mortali ci fosse differenza nel vincere 10 milioni di euro o 100!!!

Affannarsi per cosa poi? Se fossero vere le denunce fatte da tempo dal leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, sarebbe tutto tempo perso!!!

Ecco la traduzione degli articoli tedeschi sulla festa del gemellaggio di St. Georgen

Qualche giorno fa, mentre ero a St. Georgen, ho postato le immagini degli articoli usciti sulla pagina di St. Georgen del giornale Sudkurier di sabato 11 luglio 2009 a firma di Nathalie Gobel e Roland Sprich.
Avevo chiesto sul post se qualcuno era disposto a tradurli e poco dopo alla Stadtfest si era fatta avanti Giovanna Marino con la traduzione già fatta.

Giovanna Marino. Foto Rosario Rizzuto

Finalmente sono riusciuto a copiarla e la posto non prima di aver ringraziato vivamente Giovanna.


Da 20 anni St. Georgen e Scandale mantengono la loro Amicizia. E così deve essere anche in futuro. Ieri sera al comune i Sindaci Michael Rieger e Fabio Brescia hanno firmato il patto di rinnovamento e proseguimento del gemellaggio.

A dicembre saranno 20 anni da quando Scandale e St. Georgen si sono riuniti. Al comune è stato firmato il patto sull rinnovamento e proseguimento del gemellaggio.

Insieme alla banda musicale, ci sono 85 ospiti di Scandale.

Più di 100 ospiti, il consiglio comunale, i due vecchi sindaci Günter Lauffer e Wolfgang Schergel, sono stati presenti alla manifestazione.

Quelli che si adoperano per una comunicazione è stato detto dal ministro Fischer, “l’ambasciatore onorario”, come è stato definito da Michael Rieger nel suo saluto che è stato tradotto da Antonia Musacchio.

Molti cittadini di Scandale e St. Georgen mantengono con piacere la relazione con Scandale.

La sala del comune di St. Georgen dove si è svolta la firma del gemellaggio. Foto Rosario Rizzuto

Avere un partner comunale è molto importante: “C’è la miglior base per mantenere una buona comprensione e pace”.

E’ importante che St. Georgen e Scandale vengano sostenuti dai cittadini.

La Stadtfest è la migliore occasione per ringraziare, ha detto Fabio Brescia tradotto da Giovanni Costantino.

Il ringraziamento va ai vecchi sindaci Lauffer e Schergel. Si ringraziano anche le persone che hanno lasciato il loro paese per trasferirsi in Germania.

Proprio per questo motivo che molti italiani di Scandale si sono trasferiti a St. Georgen è stato possibile riunirli.

Fabio Brescia: “Abbiamo imparato tanto insieme e penso che siamo un ottimo esempio per gli altri paesi”.
“Il legame tra Scandale e St. Georgen fa anche parte della storia di St. Georgen – ha ricordato il vecchio sindaco Günter Lauffer – negli anni 70 quando St. Georgen aveva 16.000 abitanti, 1.200 erano italiani e molti erano di Scandale”.

Allora non si parlava di integrazione ma si viveva solo di lavoro.




Il gemellaggio è importante.

Giovedì, dopo 27 ore di viaggio, sono arrivati a St. Georgen circa 150 ospiti di Scandale, per festeggiare i 20 anni di gemellaggio.

Annalisa Franco, che fa parte della delegazione italiana, racconta come è importante il gemellaggio per gli abitanti di Scandale.

Annalisa Franco di Scandale. Foto Rosario Rizzuto

Signora Franco siete per la prima volta a St. Georgen?

“No, 16 anni fa ci sono stata per la prima volta, ma sono molto contenta di essere di nuovo a St. Georgen”.

Quanto è importante per voi il gemellaggio tra Scandale e St. Georgen?

“E’ molto importante per le persone di Scandale che vivono da tanto tempo qui a St. Georgen in quanto non risentono molto della lontananza dal proprio paese. Spero che gli italiani di St. Georgen si siano potuti integrare nella cultura tedesca. Il gemellaggio è importante per scambiare le proprie tradizioni e la propria cultura”.

A Scandale ci sono ancora tanti cittadini che hanno un diretto rapporto con St. Georgen?

“Certamente, ci sono ancora tanti cittadini che vivevano e lavoravano a St. Georgen. Alcuni sono venuti molto volentieri qui a St. Georgen. Erano molto contenti di venire di nuovo e rincontrare vecchi amici e colleghi di lavoro”.

Un altro lutto a Scandale: scompare Antonio Fiorino

Una settimana fa mangiavamo insieme a St. Georgen in Germania ed ora non c’è più.
Ho saputo poco fa da Vittorio Bitonti che il settantaquattrenne Antonio Fiorino è tornato alla Casa del Padre.
Altre dettagli sul blog di Gino Pingitore cliccando qui.
A St. Georgen è capitato di mangiare vicini qualche volta e quindi di memorizzarlo bene, io che ho difficoltà a ricordare le persone.
I funerali si terranno oggi, sabato 18 luglio 2009, alle 17,30 nella chiesa dell’Addolorata ma io, oltre a porgere le più sentite condoglianze alla famiglia, voglio ricordarlo con l’allegria con cui l’ho conosciuto in Germania con questa foto:

Antonio Fiorino di Scandale. Foto Rosario Rizzuto