Le minacce di Tonino Aprigliano

Essere minacciato per aver fatto il proprio lavoro, e per giunta a casa mia.

E’ quello che si è concretizzato poco fa mentre ero in pausa sul balcone di casa mia.

Entra nel recinto una macchina nera dalla quale esce Tonino Aprigliano che mi ordina di togliere dal Blog le foto dell’incidente di ieri del figlio.

Già intorno a mezzogiorno la stessa richiesta mi era stata fatta da Gino Pingitore e mi ero ripromesso di eliminare le foto in cui si intravedeva il ragazzo.

Ma nessuno si può permettere di minacciare chicchessia affermando tra l’altro: "Sennò la prossima volta ci metto le tue" (Tonino Aprigliano spera che a breve io faccia un incidente???).

Comunque il signor Aprigliano non è nuovo ad atteggiamenti aggressivi: anni fa se la presa con mia madre, la maestra De Miglio, che aveva osato rimproverare il figlio a scuola!!!

16 Responses to “Le minacce di Tonino Aprigliano”

  1. anonimo scrive:

    Tanto rispetto per il ragazzo e per la famiglia ma caro rosario devi capire che a scandale ce´ gente che non ha cultura pultroppo questo tonino estato sempre aggressivo come lo e stato con te oggi mi dispiace perche tu vuoi fare qualcosa ma ti ripeto non ce´ cultura………menomale che il ragazzo stabene adesso questo e l´inportante

  2. anonimo scrive:

    prima di lamentarti e di accusare la gente di ignoranza, impara a scrivere.

  3. anonimo scrive:

    Leggendoti Rosario..dai, di tanto in tanto qualche errore scappa anche a te che hai frequentato il liceo classico..Ma non è colpa tua, capita anche ai migliori di sbagliare con tanto di laurea..Solo che magari capita in rete, quando scrivi di fretta e magari con il nervoso a 300, momenti in cui a tutto pensi, eccetto alla forma e all’italiano..Poi magari frequenti un corso di scrittura, che ti valuta, all’interno del quale t’impegni perchè lo frequenti con l’intento di migliorarti..Ed ovviamente, come a scuola, prima di consegnare il compito stai attento alla grammatica e, a tutto il resto..Mi capisci?
    Sicuro che nessuno ti reputa un ignorante per quel che fai, hai dato tanto a scandale e dintorni..Per un diplomato, onestamente è già tanto..Perciò, la prossima volta che qualcuno s’azzarda a criticarti, sfidalo pure a dimostrarti di saper fare meglio di te..
    Ma non puoi di certo violare la privacy della gente, sentirti dare dell’ignorante e poi chiederti il perchè..Ovviamente, in questo caso ti sei limitato a fare il tuo lavoro di giornalista..Mi spiego?
    Ma non girare le spalle agli amici per denaro o per poltrone..perchè altrimenti quel che raccogli sarà esattamente ciò che hai seminato..Ecco tutto..
    Salutami scandale…mi raccomando..ciao

  4. anonimo scrive:

    Aggressivo Tonino? Uno aggressivo ti avrebbe meritatamente spaccato la faccia senza aggiungere altro.
    Aggressivo sei stato tu che hai rubato delle immaggini con la speranza di aumentare i contatti al tuo blog, che hai violato un dolore intimo con la scusa di educare Scandale.

  5. anonimo scrive:

    E tu non sei nuovo a non farti i cazzi tuoi

  6. anonimo scrive:

    Togli le foto e chiedi umilmente scusa.Non avevi diritto a farle e tantomeno a diffonderle senza autorizzazione.Non ci vuole una laurea per capirlo,basterebbe un pò di buon senso.

  7. anonimo scrive:

    Si tratta semplicemente di mancanza di tatto caro Rosario… A dire il vero la reazione di Tonino è stata fin troppo contenuta. Le foto da te pubblicate esprimevano il dolore dei parenti e dei genitori… vergognati!

  8. anonimo scrive:

    messaggio n 2 !…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

  9. anonimo scrive:

    Bella cultura concentrarsi a fotografare un elicottero quando c’e’ gente che sta male per un parente vai a scuola in sieme al primo che ha scritto di sopra….
    che squallore!

  10. anonimo scrive:

    Rosario ai ragione SE FOSSI IN TE LE FOTO NON LE TOGLIEREI:

  11. anonimo scrive:

    Non mi sento di colpevolizzare nessuno dei due;
    giustifico anche la reazione che ha potuto avere un genitore con la mente confusa, ma solo per questo.
    Serve a poco la laurea se ancora non si è capito che anche protestare in maniera violenta è sbagliato.
    Forse ancora il paese in questo terreno deve crescere.

  12. anonimo scrive:

    Ma quale protesta violenta? violenza è quella di questo signore che si ostina a non togliere le foto.In un contesto legale non ha nessuna possibilità di appello, possibile che non c’è nessuno in grado di farlo ragionare,un parente un amico che gli apra gli occhi.Il tuo non è diritto all’informazione,per quello sarebbero bastate un paio di foto, 46 foto sono una violenta invadenza .

  13. anonimo scrive:

    Bravo bravo,tiri in mezzo anche tua madre per sentirti forte delle tue ragioni,complimenti ti fa onore

  14. byros scrive:

    Gli ultimi due commenti sono della stessa persona che ne ha scritti 4 anche nell’altro post.

  15. anonimo scrive:

    compa ma che toglie le foto o le lascia che differenza fa´e solamente che celavete con rosario ma vergognatevi voi che ne state facendo un dramma finitela popolo colto ( CURI CAZZI) ROSARIO NON TOGLIERE NIENTE PERCHE QUELLO CHE TU AI FATTO E E UNA COSA NORMALISSIMA. e basta

  16. anonimo scrive:

    Veramente……vi dovreste vergognare Voi ….ma non Rosario….vi dico anche il Motivo….perchè non avete preso i vostri figli o vostri compaesani che sfrecciano senza scrupolo per l’orecchio dicendogli che in paese esiste il limite massimo di velocità?
    2)sulle moto si usa il casco,
    3) che si usano le cinture,
    Che esistono i pedoni che passeggiano che in qualsiasi momento poteva succedere la disgrazia…Adesso la colpa sarà di Rosario che ha pubblicato le foto……ma fatevi un esame di coscienza,forse avreste certamente evitato che si verificasse questo altro incidente…….allora non sono le foto che vi danno fastidio….ma i commenti dei paesani che vi rimproverano di non aver redarguito in tempi non sospetto i propri figli fautori dell’incidente

Leave a Reply