Muri Parlanti

Muri parlanti; come racconta Jovanotti in un suo libro, tutto parla. Anche i muri.

Mi hanno sempre affascinato le scritte sui muri: se uno si prende la briga, quasi certamente notte tempo, di recarsi in un luogo isolato o meno, con pittura e pennello o bomboletta spray per scrivere qualcosa è perchè pensa sia importante oppure ha voglia di fare sapere al mondo il suo amore (o il suo odio) per questo o quella persona.

Parecchi anni fa su un muro per San Mauro Marchesato apparve la scritta "Filomena vai dove ti porta il cuore", giusto il tempo di fotografarla che qualche giorno dopo la scritta fu sovrapposta da altri segni tanto da rendere il testo illeggibile.
Ma la mia foto e la successiva fotonotizia sul Crotonese la resero immortale.

Da qualche giorno su un muro della discesa, dopo via San Nicola, per Crotone sono apparsi, scritti in rosso, una frase (Vita Ti Amoo) e poco dopo un testo (X Chiara A. Tata sei la cosa più importante che io possa avere Ti amo x sempre) come potete vedere nelle foto:

VitaTi amoo. Foto Rosario Rizzuto

X Chiara A. Tata sei la cosa più importante... Foto Rosario Rizzuto

Chissà chi è la fortunata!!!

3 Responses to “Muri Parlanti”

  1. anonimo scrive:

    io amo le scritte sui muri, purchè non siano volgari e offensive. Ma le scritte che leggo da te Ros, sono del tutto innocenti e manifestano un sentimento che l’individuo in quel momento sente e vive. E allora perchè non lasciargli la possibilità di esprimersi!!!!! Io scriverei anche frasi del tipo:” non aspettarti nulla che non venga da te”. Questa frase quì, mi ha aiutata a capire prima come si vive….Paola

  2. anonimo scrive:

    era bello se l’avevano decidato a me… cm avevo visto l’iniziale del mio nome avevo il cuore a mille pensando ke l’avessero scritto a me… peccato! ciao.. r.n

  3. anonimo scrive:

    tata è un modo di dire molto frequente qui in emilia romagna (reggio emilia) tantissimo …
    che la fortunata non sia una bella turista( magari di origini scandalesi)…

Leave a Reply