Spazzatura a Scandale. L'Akros non la raccoglie e i cassonetti non bastano

Spazzatura a Scandale. Foto Rosario Rizzuto
Venerdì sera mi segnalano sacchi di spazzatura fuori dai secchi e sporcizia vicino la Scuola Primaria "Fratelli Bandiera" di Scandale.

Mi trovo la macchina fotografica in macchina e quando torno a Scandale vado a controllare: la situazione è peggiore di come l’avevo immaginata come potete vedere nella foto.

Spazzatura a Scandale. Foto Rosario Rizzuto
Per fortuna sabato le scuole sono chiuse e quindi i bambini non vedranno quello schifo (a meno che non c’era già dal mattino e l’abbiano già visto).

Mi ricordo allora di una comunicazione dell’Akros (la ditta che gestisce il servizio rifiuti a Scandale ed in tanti altri comuni della Provincia) che informava il Comune che nella notte di giovedì (e non ricordo anche se venerdì, poi sabato è fascista e noi stiamo nella merda! ) non avrebbe raccolto i rifiuti.
Spero che intanto siano stati raccolti!!!

Queste comunicazioni, di mancata raccolta rifiuti, sono sempre più frequenti e fa testo che non si abbia rispetto nemmeno del paese che all’Akros ha dato il presidente (Antonio Barberio).

Per non parlare dei cassonetti: sfido chiunque a trovarne qualcuno in buone condizioni: sporchi (dovrebbero essere lavati come da contratto ogni tanto), rotti, difficili da aprire.

Sullo sfondo le ScuolePrimarie di Scandale. Foto Rosario Rizzuto
Non vorrei esagerare ma a me sembra che il paese fosse più pulito quando la spazzatura veniva raccolta da due cittadini di Scandale con un trattore e non parlo di molti anni fa: poi è arrivato il progresso per farci stare nella porcheria.

Ma è obbligatorio mantenere il contratto con questi signori?
Non si può trovare un’alternativa?
Io credo che il sindacio Brescia ci stia già pensando perchè ora la situazione è divenuta insostenibile e per assurdo magari molta gente pensa che sia colpa dell’Amministrazione Comunale.

Che schifo! Una situazione davvero vergognosa. Foto Rosario Rizzuto
Infine, però, volevo aggiungere che la colpa è anche un po’ la nostra che non sappiamo gestire la spazzatura.
In attesa che riparti la differenziata, in questa situazione un solo consiglio: se trovate i cassonetti pieni abbiate il senso civico di non lasciare la spazzatura fuori dal cassonetto ma ( almeno per quelli che sono in macchina) cercate un cassonetto non pieno.
Un piccolo gesto per non fare di un paese pulito, come Scandale è, un altro immondezzaio!

14 Responses to “Spazzatura a Scandale. L'Akros non la raccoglie e i cassonetti non bastano”

  1. anonimo scrive:

    L’ASSESSORE RIZZUTO SI ARRABIA QUADO LO CHIAMANO L’EMILIO FEDE DEL COMUNE….
    PERCHE’ NON SCRIVI CHE L’AKROS E’ UN’AZIENDA DESTINATA AL FALLIMENTO XCHE’ ALCUNI COMUNI NON PAGAVANO, IL PIU’ DI TUTTI E’ IL COMUNE DI SCANDALE CHE DEVE ALL’AKROS BEN 570.000 EURO (PUBBLICATO SUL CROTONESE).
    FARE IL SINDACO E L’ASSESSORE COSì E’ TROPPO FACILE, GESTIRE TANTI MILIONI DELLA CENTRALE E POI NON ESSERE MANCO UN COMUNE VIRTUOSO CHE PAGA I DEBITI, BEH VI DOVRESTE PRIMA VERGOGNARE E POI DIMETTERVI.

  2. anonimo scrive:

    ROSARIO ROSARIO CHE COMBINATE?  AUMMA AUMMA HA HA HA HA HA.

  3. anonimo scrive:

    guardando le foto la prima cosa che mi salta in mente………poveri voi questo è quello che meritate

  4. anonimo scrive:

    TI DOVRESTI SOLO VERGOGNARE.
    QUESTA MATTINA HO FATTO UN GIRO PER IL PAESE E COME AL SOLITO SCANDALE è TUTTO PULITO.
    APPROFITTARE DI UN GIORNO DI DISSERVIZIO E FOTOGRAFARE UN CASSONETTO CON QUALCHE BUSTA PER TERRA E DARE DI QUESTO PAESE UN IMMAGGINE POCO EDIFICANTE è VERGOGNOSO PER TE E PER L’AMMINISTRAZIONE CHE RAPPRESENTI, PERCHè NON DICI CHE IL TUO COMUNE NON PAGA L’AKROS DA MOLTO TEMPO ED HA ACCUMULATO MEZZO MILIONE DI DEBBITI MENTRE TU E LA TUA AMMINISTRAZIONE CONTINUATE A FAR PAGARE I RIFIUTI AI CITTADINI SENZA SAPERE DOVE VANNO A FINIRE I SOLDI. 

  5. anonimo scrive:

    a me viene in mente l’estate 2008, quanto la monnezza non venne raccolta per molti giorni e il paese era davvero uno schifo, e la causa era il mancato pagamento, da parte del comune di scandale, del servizio per la raccolta dei rifiuti…il che ha portato a quei 570.000 euro di debiti di cui ha parlato anche il crotonese….

    se poi, per un giorno, una ditta a cui devi tutti quei soldi decide di non raccogliere i rifiuti perchè ha dei problemi….non è il caso di lamentarsi.

    credo che se il comune pagasse i debiti, i cassonetti sarebbero sempre vuoti e puliti!!!

  6. anonimo scrive:

    Caro rosario a questo comune siete arrivati proprio all’ esasperazione, il paese si riempie d’ immondizia e vi lamentate che l’ akros nn viene a raccoglierla, dovete dare più di 500 mila euro e vi permettete di dire certe cose vi tirate la zappa ai piedi da soli… Di al tuo sindaco di pagare con qualche soldo delle roialty o pure quelli sono spariti???

    vi saluto

    ‘U CUMPARI

  7. anonimo scrive:

    Povero Scandale. Sembra veramente diventata la pattumiera della Calabria? L’opposizione esiste? Ci vuole una grande manifestazione. VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA!
    Dove sono i politici scandalesi?
    Scandalesi svegliatevi, prima che sia troppo tardi

  8. byros scrive:

    Chiariamo una cosa prima di tutto, il mio blog non ha nulla a che vedere con l’amministrazione.
    Quando scrivo sono Rosario Rizzuto e basta, l’assessore Rizzuto non c’entra, finitela di collegarmi all’amministrazione perchè sono due cose distinte e separate.

    Ho già avuto modo di spiegare che quasi tutti i comuni che usufruisco del (non) servizio Akros hanno debiti con la ditta del presidente Barberio, non ne conosco i motivi, mi informerò.

    Ma le cose che so non pendono di certo a favore della ditta crotonese che, contratto alle mani, dovrebbe risolverlo immeditamente.

    Non era, la sera del 30 ottobre, solo quel cassonetto pieno: c’era mezzo paese puzzolente e pieno di immondizia.

    Una ditta che si rispetti mantiene pulito un paese 366 giorni all’anno, con l’Akros non è così visto che il disservizio della non raccolta (che è solo uno dei disservizi) avviene, non un giorno all’anno, ma più giorni al mese!!!

  9. anonimo scrive:

    Egregio assessore, purtroppo continuo a convincermi che sei sempre di più l’ Emilio Fede del comune.
    Se il tuo blog non ha nulla a che vedere con l’amministrazione non parlare di nulla, invece qui c’è sempre spazio per le cose belle dell’ amministrazione (sempre se ce ne sono), ma non trovo spazio dell’attività pessima di questo comune.
    Ti è stato chiesto di fare l’elenco delle persone che lavorano col progetto comunale ? Per dovere di cronaca dovresti pubblicarlo, perchè non lo fai, ti accanisce sempre di più! cosa c’è sotto? Ho visto che sul tuo blog pubblico anche i manifestintini e locandine dei bar, non vedo perchè non deve essere spazio l’elenco delle 12 persone assunti in questo paese, e allora che vale quel manifesto con il titolo : CODA DI PAGLIA, ma a quanto pare voi avete, altro che coda di paglia…!!!! Non farmi dire niente, ti dò un consiglio: non me ne frega delle vostre marachelle al comune, ma almeno cerca di essere poco poco imparziale e rifletti che continuando così il comune lo prtate alla deriva e vi assumete le conseguenze.
    Un uomo non di sinistra.

  10. byros scrive:

    Puru a matina iri muarti ci rumpi i cugliuni.
    Io non sapevo nemmeno che erano 12 le persone a disposizione del Comune per conto della Copross.

    Mi hanno detto che i nomi sono pubblici, perciò, siccome io non la ritengo una notizia urgente, la tratterò, se la tratterò, quando decido io.

    Spero che sia il tuo ultimo intervento su questo argomento, stai divenanto noioso oltre che rompipalle perdipiù coperto dal segrato del solito vigliacco anonimato.

    Se ti firmi vado a farmi dire i nomi delle donne "assunte" in 5 minuti.

  11. anonimo scrive:

    rosa nel contratto che citi c’è scritto pure he i servizi all’akros vanno pagati o il sindaco quella pagina non te l’ha data ????
    sei veramente l’emilio fede di Scandale…..

  12. anonimo scrive:

    ROSA VAFANCULO VAFANCULO LECCHINO

  13. anonimo scrive:

    NON SEI OBBLIGATO A FARE I NOMI DELLE DONNE ASSUNTE. ASCOLTA, QUESTA GENTE QUI’, FORSE NELLA LORO ARROGANZA, NON HANNO ANCORA AFFERRATO CHE IL TUO BLOG E’ STRETTAMENTE PERSONALE E DECIDI TU COSA E QUANDO PUBBLICARLA. TU NON SOTTOSTAI A    N E S S U N O  E QUINDI GESTISCI COME MEGLIO CREDI QUESTO SPAZIO.

    CONTINUA A MODO TUO E NON FIDARTI DELLA GENTE

  14. byros scrive:

    Grazie #13.

Leave a Reply