BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!

Ancora un giovane ucciso … Fino a quando ancora sangue nelle nostre strade?

L’uccisione di Francesco Maria Inzitari, il diciottenne incensurato, ucciso quasi certamente per una vendetta trasversale nei confronti del padre, è certamente un episodio di una gravità inaudita sia per le modalità con cui è stato commesso ( vero e proprio agguato mafioso), sia per la giovane età della vittima e per la sua condizione di “ragazzo normale” e pieno di vita.
La ndrangheta ormai non guarda in faccia nessuno e vuole ad ogni costo anteporre i propri interessi ed i propri loschi affari a qualunque possibilità di vita civile e serena nel nostro territorio.
Francesco Maria aveva 18 anni ed è morto. Il suo nome si aggiunge a tanti altri nomi di tanti altri giovani anch’essi immolati come bestie da macello e di cui nessuno si accorge ormai della loro assenza.
Ma fino a quando è possibile continuare a rimanere distratti dinnanzi a così orrendi misfatti?
Non vorremo che, celebrati i funerali di Francesco Maria, con lui vada via definitivamente la speranza.
Ed è per questo che mi rivolgo ai giovani del nostro territorio, più che ad altri.
Il tempo è ormai scaduto. O adesso o mai più è necessario risalire da questo tunnel di tristezza e di desolazione.
E’ necessario che voi giovani scendiate nelle piazze e nelle strade per creare momenti di confronto e sognare e costruire città vivibili e soprattutto condizioni di maggiore giustizia per questa nostra terra martoriata.
Poche ore prima dell’uccisione di Francesco Maria,a Palermo tanti giovani come voi, con sirene , canti ed esultanze da stadio hanno festeggiato, insieme agli agenti, la cattura del boss Gianni Nicchi.
Riuscirete anche voi, giovani della Piana, a dare a noi adulti distratti di questo territorio, testimonianze altrettanto belle e concrete?
O saranno ancora loro, i mafiosi ed i loro referenti politici ed economici, e a quel punto lo saranno per sempre, i padroni incontrollati delle nostre piazze e delle vostre vite?

Polistena 06 dicembre 2009

Don Pino Demasi
Vicario Generale Diocesi di Oppido- Palmi e Referente territoriale di LIBERA

INOLTRATE IL MESSAGGIO!!!…
E’ tempo di svegliarci!…Non facciamoci privare del nostro presente e del nostro futuro!!!
"NOI SIAMO CIO’ CHE FACCIAMO"


Leave a Reply