Archive for January, 2010

L'abbigliamento di Mario Lazzaro e il Football Club Crotone

Non sono scaramantico, non credo che il sale, le corna, il corno ecc… possano avere qualsiasi tipo di influenza sulla nostra vita.
Ma quando, ieri sera ho visto arrivare Mario Lazzaro al compleanno di Giusy Alessi, proveniente dallo stadio Ezio Scida" di Crotone dove l’Fc Crotone aveva appena perso al 93′ per 2 a 1, contro il Sassuolo, dopo aver falitto poco prima un gol che avrei realizzato anche io (come si fa a mandare la palla da sulla linea contro la traversa?!!!), ho capito perchè quella palla non è entrata…

Giudicate voi?

Mario Lazzaro tutto in viola alla partita del Crotone. Foto Rosario Rizzuto

Tutte Puttane…

Chi è senza peccato... scagli la prima pietra..."Chi è senza peccato scagli la prima pietra" disse il più grande fesso della storia circa 2.000 anni fa.
E dopo tantissimi anni le cose non sono cambiate: c’è sempre chi è pronto a lanciare pietre, a criticare, a giudicare.
Tutte puttane!
Nessuna assoluzione.
Senza consocere, senza approfondire, lascinadosi forviare dalle apparenze.

Una tra le mie migliori amiche è cominciata a diventare tale dopo che mi confidai con lei sul fatto che qualcuno la etichettava (con tanto di avventura alla Moana) un tipo facile: era ancora vergine!!!

Nel giugno 1995, quando conobbi quella che poi sarebbe diventata mia moglie, un ragazzo scandalese vedendola passare nei pressi di Villa Condoleo si vantava: "Con quella l’anno scorso…"

Con quella cosa?

Se manco ci hai parlato…

Tutte Puttane… senza remissione dei peccati, senza possibilità di salvezza.

Ma io non giudico e vado avanti: meglio amiche "PUTTANE" che false amiche con la puzza sotto il naso…

L'economista Lilia Infelise interviene ad una manifestazione sul software libero

 

Software libero e democrazia. Questo il tema dell’intervento di Lilia Infelise alla manifestazione che ha visto la partecipazione di Richard Stallman, “Free software and freedom in government, education, and your life (Il Software Libero e la libertà nelle istituzioni, nell’istruzione e nella tua vita)”. Organizzato da HACKLAB COSENZA – “Centro di Ricerca su Tecnologia e Innovazione”, l’incontro si è tenuto questo pomeriggio presso l’Aula Magna dell’Università della Calabria. In questa occasione Lilia Infelise ha illustrato gli strumenti che verranno usati per coinvolgere i cittadini nei processi decisionali: www.liliainfelise.eu da cui si accede ad una fitta rete di social network e in particolare a ixi.liliainfelise.com, piattaforma innovativa per l’interazione strutturata.

 

Lilia Infelise durante il suo intervento a San Giovanni in Fiore per la difesa dell'Abbazia Florense. Foto Rosario Rizzuto

L’economista calabrese intende dare impulso a un nuovo modello di agire politico. Per questo, ha pensato ad un mix di strumenti ecologici e innovativi che fanno convergere due movimenti. Quello che parte dai cittadini e quello che ha il suo centro negli animatori/facilitatori, persone che sintetizzeranno in un programma comune i progetti, le idee, le prospettive che gli utenti condivideranno. Il Software Libero, quindi, non è solo un prodotto che abbatte i costi di gestione della cosa pubblica, ma diventa un approccio sistemico che mette in comunicazione le intelligenze e i cuori.

 

 

«I processi decisionali sono oggi nelle mani di pochi – ha detto nel corso del suo intervento – noi crediamo, invece, che questi debbano essere aperti a tutti i cittadini. Per questo, abbiamo pensato di costruire ixi.liliainfelise.com, una piattaforma che metterà in collegamento, in tutto il mondo, calabresi e non, interessati allo sviluppo e all’innovazione».

 

La piattaforma ixi (Insieme Per Incidere) contiene già alcuni gruppi tematici sull’ambiente, sull’ospitalità, sui nuovi modelli dell’agire politico, su lavoro e competitività. A partire dalla prossima settimana, questi gruppi saranno animati e ne nasceranno di nuovi.

Per uno sguardo generale sul modello visita www.liliainfelise.eu, per un affondo sulla piattaforma di “interazione strutturata” visita

 

 

ixi.liliainfelise.com

 

[sviluppato con Software Libero elgg].

Oggi Assemblea pubblica della Pro Loco di Scandale

Si terrà oggi pomeriggio, a partire dalle 18,00, nei locali della Pro Loco di Scandale, in Corso Umberto I° (vicino gli uffici Asl e la Guardia Medica), la prima Assemblea pubblica della Pro Loco di Scandale di questo 2010.

Questo l’ordine del Giorno:

  1. Ratifica Verbale Assemblea precedente,
  2. Rendicontazione "Natale a Scandale 2009",
  3. Organizzazione Carnevale,
  4. Programmazione Annuale,
  5. Varie ed Eventuali.
 

Vista l’importanza dei punti da discutere in programma si prega innanzitutto i tesserati, ma, essendo un’incontro pubblico, anche tutti gli altri, sopratutto quelli che sanno solo criticare e basta, di non mancare.

Lo Scandale vince facile a Roccabernarda e, alla faccia dei detrattori della prima ora, sono cinque vittorie di fila

L'undici iniziale dello Scandale che ha battuto lo Sporting Rocca. Alle spalle i tifosi dello Scandale. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto
Con una prestazione senza pecche, lo Scandale di mister Carmine Drammis si sbarazza del fanalino Sporting Rocca e prosegue la sua corsa verso il primo posto.
Al San Vito di Roccabernarda è stata una gara a senso unico con ospiti che dopo pochi minuti avevano già colpito un palo ed una traversa.
Sono poi arrivate in successione le reti di: Gaetano Longo, Giovanni Daniele (che ribadisce in rete una punizione di Marazzita respinta dal palo), Marazzita e Castagnino nel primo tempo.
La ripresa iniziava con un rigore trasformato da Domenico Marazzita, che con questa doppietta potrebbe aver raggiunto (se lui non ha segnato) il capocannoniere del girone, poi Longo con due reti di fila porta il risultato sul 7 a 0 e al 26′ della ripresa è  Tonino Artese, entrato nella ripresa a mettere l’ottava palla alle spalle di Rosario Rizza.
Lo Sporting Rocca battuto dallo Scandale. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto
Il Roccabernarda perde a Casabona e viene raggiunto in testa, a 22 punti, dallo stesso Casabona e dal Cirò, vittorioso contro il Camellino.
Il Papanice vince 1 a 0 al "Luigi Demme" di Scandale contro la Nuova Siberene e mantiene il suo quarto posto, segue, quindi, lo Scandale che ora è a due punti dalle tre squadre in vetta, tra le quali il Roccabernarda che deve ancora riposare e quindi ha una gara in più e domenica c’è Scandale -  Papanice e la domenica successiva Casabona – Scandale: fate un po’ voi quattro conti?
Tabellino:
SPORTING ROCCA 0
SCANDALE             8

Marcatori: 9′, 59′ e 62′ Longo, 32′ Daniele, 42′ e 47′ (rig.) Marazzita, 44′ Castagnino, 71′ Artese.
Sporting Rocca: Rizza, F. Tolomeo, G. Tolomeo, Iaquinta, Rosa, Bilotta, Bonofiglio, F. Seminara (69′ Bonofiglio), Poerio (55′ Bernardi), Fonte, S Seminara. Allenatore: Bernardi.
Scandale: De Cicco (64′ Squillace), Sgarriglia, Scaramuzzino (51′ Artese), C. Scalise, Daniele, Franco, A. Scalise (67′ De Paola), Sibilla, Castagnino, Marazzita (72′ Cozza), Longo (64′ Poleo).  A disposizione: Delgado, Bomparola.
Arbitro: Dattolo di Rocca di Neto.

Fine settimana in discoteca

Ragazzi che ballano. Foto Rosario Rizzuto
Ho bissato la doppia uscita di qualche tempo fa ed anche in questo fine settimana sono stato per due sere in discoteca, venerdì al "No Mas" e sabato all’"Atmosfera".

Tre belle ragazze all'Atmosfera Disco. Foto Rosario Rizzuto

Rosario Rizzuto con Tatiana Mihalcic.

Rosario Rizzuto con un'amica.

Sosia Michail Jachson all'Atmosfera Disco di Catanzaro. Foto Rosario Rizzuto

Gente dell'Atmosfera assiste allo spettacolo del sosia di Michail Jackson. Foto Rosario Rizzuto

Ragazzi da bar all'Atmosfera Disco. Foto Rosario Rizzuto

Luigia Rocca show. Foto Rosario Rizzuto
 

Tante le foto fatte in entrambe le serate:
  1. Gallery No Mas (87 foto),
  2. Gallery Atmosfera (756 di cui alcune di Francesco Coriale).

Buona visione.

Che bello, che bello, che bello il mio nuovo pc…

 Wow!!! On Line col mio nuovo pc fisso…

L'Unitalsi fa tombola a Scandale

Una fase della tombolata. Foto Enzo Marino.

SCANDALETra le associazioni più attive durante le vacanze natalizie a Scandale bisogna sicuramente segnalare l’Unitalsi del presidente Nicola Mattace, che si è data da fare parecchio per stare vicino e far trascorre un Natale più bello soprattutto alle persone più svantaggiate.

Doni a Natale e alla Befana per i più piccoli, una cena (della quale il Crotonese ha già raccontato) e una tombolata gli appuntamenti del loro “Natale Insieme”.

Per la tombolata, aperta a tutti, ci si è incontrati a casa di Giuseppe Aprigliano che ha messo a disposizione una sua sala.

Il tutto è stato organizzato alla perfezione con tantissimi premi messi a disposizione da alcuni sponsor, da piccoli oggetti ad attrezzi più costosi ed utili come una aerosol, un trapano, un bellissimo vaso.

Sono stati tanti i giri di tombola fatti e alla fine la somma raccolta, con l’acquisto da parte dei presenti delle cartelle, è stata di circa 500 euro che servirà per saldare in parte le spese sostenute per la cena di Natale che, e non sene capisce il perchè, è stata gratuita per tutti e non solo per le persone in difficoltà.

Le persone presenti alla tombolata. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Un momento, la tombolata, di sano e puro divertimento, con la partecipazione, senza giocare però, di suor Giuseppina e di molti cittadini, tra i quali tanti bambini, felicissimi quando erano loro ad accaparrarsi i premi in palio.

ROSARIO RIZZUTO

Anche le scuole del Condoleo sul palco: recite e canzocine per gli auguri di Natale

Un momento della manifestazione. Foto Rosario Rizzuto

SCANDALELe recite e i canti natalizi dei bambini e ragazzi delle scuole di Villa Condoleo a Scandale hanno emozionato grandi e piccini nel salone di Villa Condoleo.

Un modo per fare gli auguri ad amici e genitori preparati e guidati dalle loro insegnanti e dal maestro di musica Simone Pasculli.

La maestra Noce, alle sue spalle, semicoperto, il maestro di musica Simone Pasculli. Foto Rosario Rizzuto

Canzoncine ed una recita sul Natale con i genitori nelle prime file ad immortalare il tutto e, subito dopo la manifestazione, un buffet offerto dalle scuole dirette in maniera impeccabile dal Dirigente Scolastico Enzo Franco.

Una parte del pubblico in sala. Foto Rosario Rizzuto

ROSARIO RIZZUTO

Le serate al Cerzeto di Mesoraca: articolo rimodulato

MESORACA La piccola, 12 anni, di casa Garibaldi (cinque belle sorelle tutte impegnate nell’azienda familiare) Sabelfrancesca, appoggiata ad una colonna della sala, con macchina fotografica in mano ascolta entusiasta e con commozione le canzoni in sala, fa foto o video e sembra pendere da quelle parole: le canzoni di Rino Gaetano.

 

 

Un gruppo di ragazzi balla sulle note di Rino Gaetano proposte dai Nunteraggae Sound. Foto Rosario Rizzuto

  La musica e le parole di Rino Gaetano tornano ad echeggiare nella sua terra.

  

Succede a Mesoraca, presso l’azienda agrituristica “Il Cerzeto” della famiglia Garibaldi, dove, nella serata di domenica 27 dicembre 2009 si è esibita, anche se in formazione rimaneggiata, causa influenza, la coverband, del famoso e sfortunato cantante crotonese, i “Nunteraggae Sound” di Cassano alla Ionio in provincia di Cosenza.
Ivan Papasso (voce), Eduardo Arcieri (chitarra elettrica), Roberto di Callo (sax), Francesco Gaetano (basso), Francesco Praino (batteria) e Cristian Vocaturi e Angelo Maradei (fonici) (tutti ragazzi che non erano nemmeno nati quando Rino moriva) hanno entusiasmato il pubblico presente nella bella sala al chiuso del Cerzeto proponendo in modo lodevole le canzoni del grande cantante crotonese anche quelle meno famose e quelle, fino a qualche tempo fa inedite, scoperte di recente perchè pubblicate qualche mese fa in una nuova compilation.

 
 

I Nunteraggae Sound di Cassano allo Jonio all'agriturismo"Il Cerzeto" di Mesoraca. Foto Rosario Rizzuto

 

Davvero una bella serata, con una musica che piace nonostante siano passati molti anni dalla scomparsa di Rino.
Ma non è stata l’unica iniziativa musicale che si tenuta, per il Natale 2009, presso l’azienda agrituristica “Il Cerzeto” di Mesoraca.
Infatti dopo la bella serata di Santa Stefano “Tombola & Karaoke” e quella dedicata a Rino Gaetano, ci sono state altre manifestazioni.
Su tutte spicca il live del gruppo tutto al femminile “Le Rivoltelle” nell’ambito del loro “Skaramantico Tour”.

 
 

La stupenda e brava cantante del Le Rivoltelle, Elena Palermo. Foto Rosario Rizzuto

 

Quattro ragazze: Elena Palermo (voce, violino, sax), Alessandra Turano (basso, chitarre, cori e voce), Paola Aiello (batteria, percussioni e cori) e Angela Massafra (chitarre e cori), “indissolubilmente legate ai colori ed ai profumi del mediterraneo e accomunate dalla voglia di ridare lustro in chiave moderna agli anni sessanta, settanta e ottanta; l’essenzialità del gruppo (chitarra, basso, voce, violino e batteria) e la scelta di affermare la propria identità femminile costituiscono un’autentica novità nel pop italiano”.
 
 

Una delle sorelle Garibaldi si fa prendere dalla musica de Le Rivoltelle. Foto Rosario Rizzuto

Le Rivoltelle hanno rivisitato, attraverso il genere ska, rock e reggae, un ampio repertorio che spazia dalla Caselli a Mina, dalla Rettore a Nada, da Giuni Russo alla Bertè.
Una serata che avrebbe meritato una cornice di pubblico generosa e che invece ha visto le 4 ragazze cosentine cantare davanti a pochi intimi: inutile fare qualcosa dalle nostre parti: quando non fai non fai, se fai poi non sei ricompensato per tutto l’impegno profuso.
Ma Vanessa Garibaldi non molla.
Infatti deus ex machina di queste manifestazione è la giovane Vanessa Garibaldi (la più grande delle 5 sorelle), con tante idee per la testa, forte anche della sua laurea in Scienze del Turismo, che non dubitiamo metterà ben presto in pratica.
Il 3 gennaio poi c’è stato il “Rock Party III”: “Si sono esibiti – ci spiega Vanessa Garibaldi – i Suburbia, una coverband dei Greenday proveniente da Cosenza, e gli Ipnosi, un gruppo rock metal di Mesoraca, tutti appena maggiorenni, formato da Alessio Filice, Francesco Fontana, Piero Scandale e Luigi Longo. Arrivata alla terza edizione la serata del rockparty riscuote sempre un discreto successo nei dintorni. Al contrario di quanto succede sulla scena nazionale le sonorità grunge rock e punk risultano sempre molto apprezzate e per questo ci tengo particolarmente”.
Le feste del Cerzeto si sono chiuse con una festa, dedicata ai più piccoli, il 5 gennaio con il “Befana Party” con tante sorprese per i bambini.
  

 Ho tenuto meticolosamente ad ognuna di queste date – ci racconta la più grande delle sorelle Garibaldi – ogni serata ha significato qualcosa per me.
Trovandoci nelle festività natalizie, non ho potuto fare a meno di "dare i numeri" con una bella tombolata a suon di karaoke nonchè di riservare ai più piccoli una serata tutta zucchero&carbone con il Befana party.
Musicalmente ho voluto spaziare, essendo una persona che apprezza la musica nella sua espressione più totale, senza precludersi il piacere di un sound o di un altro, dallo Ska al Metal, dal Reggae al punk rock passando per le note del nostro Rino: non ci siamo fatti mancare niente!

Bel sound, bella gente, location azzeccata, un’addizione che non poteva che dare la riuscita delle serate e ovviamente il divertimento dei presenti, come raramente capita nelle nostre zone desolate e senza svaghi. Ringrazio quindi tutti coloro che c’erano e che insieme a me si sono divertiti.
Ringrazio le band i Nuntereggae Sound, le mitiche Rivoltelle, i Suburbia e i miei pupilli gli Ipnosi.

Ringrazio la mia big family e Peppino che mi hanno supportato e sopportato!

Un particolare ringraziamento va a coloro che non c’erano, a quelli assenti che non hanno captato il mio messaggio.

Ecco un grazie speciale va sicuramente a loro, in quanto mi spronano a fare sempre di più, ad andare oltre perchè non sanno quanto mi piace fare sempre del mio meglio!

A questo proposito volevo far sapere a tutti che l’azienda agrituristica "il Cerzeto" è sempre attiva e si sta muovendo per promuovere un sacco di nuove iniziative delle quali sentirete presto parlare.

SALTARE, BALLARE, CONCRETIZZARE!!! Questo è il motto della mia famiglia per cercare di fare del nostro lavoro un momento sicuramente ludico ma soprattutto di crescita per noi in primis e in parallelo per la comunità nella quale crediamo e riponiamo la speranza di una partecipazione sempre più attiva

".

Insomma tanta buona musica e tanto divertimento in questo bel agriturismo nelle campagne sotto Mesoraca.

[Rosario Rizzuto]

 

Serenetta Monti di Roma racconta la sua esperienza a Barcellona Pozzo di Gotto con la famiglia Alfano

8 gennaio 2010, Barcellona Pozzo di Gotto (ME), Commemorazione di Beppe Alfano. Io c’ero.

Serenetta Monti di Roma a Barcellona Pozzo di Gotto. Foto Rosario Rizzuto

Tanto per cambiare, ho deciso di andare e non stare a guardare a distanza.
Ho affrontato un viaggio in pullman con i ragazzi di Italia dei Valori di Roma che sono riusciti a coordinare con Federica Menciotti dell’esecutivo romano una miscela di partecipanti raccolti in tappe differenti da Roma alla Calabria.
E’ stata una bella esperienza. Il viaggio in pullman, con le chiacchiere, le risate dei ragazzi, le prese in giro, i commenti politici e, di nuovo, la Salerno Reggio Calabria…la terza volta in due giorni… Avrebbe provato chiunque, eppure, come Dio ha voluto, sono arrivata in Sicilia. La prima volta che prendevo il traghetto a VIlla San Giovanni, un vento bellissimo sul ponte del traghetto e tanta emozione per la voglia di stare vicino alla famiglia Alfano. Diciassette anni passati alla ricerca di verità e giustizia e Sonia Alfano, la figlia più grande di Beppe, che ha girato tutta Italia per portare la propria testimonianza.
Abbiamo avuto un’accoglienza incredibile: la famiglia Alfano ti fa sentire parte della loro famiglia e non puoi non sentire le loro emozioni.
Sonia, coinvolge sempre, ma stavolta c’erano tutti: la mamma, Mimma, una piccola, grande donna. I due fratelli Chicco e Fulvio, completamente diversi l’uno dall’altro, ma due persone spettacolari.
Voglio darvi un’altra cronaca di questa giornata… i commenti sugli interventi saranno ovunque in Rete, ma non so in quanti vi diranno l’abbraccio che Sonia ha dato ad ognuno di noi quando siamo arrivati. Non credo sia possibile immaginare il peso che porta nel cuore questa famiglia, la consapevolezza di non avere l’appoggio di tutti i barcellonesi in queste battaglie, anzi!
Eppure, sono la dolce tenacia e la consapevolezza di un obiettivo da raggiungere, le doti principali di tutta la famiglia Alfano. Non si sono mai arresi. Con l’ausilio dell’avvocato Fabio Repici, sono riusciti a far condannare l’esecutore materiale dell’uccisione di Beppe Alfano, ma c’è tanta strada da fare ancora e loro non si arrendono. Sono sempre di più gli incontri in cui sento parlare anche Chicco Alfano (vedi quello di San GIovanni in Fiore) e sono convinta che l’Italia tutta abbia bisogno di sentire queste testimonianze. Ma l’Italia tutta deve fare la propria parte: stare vicino a questi familiari delle vittiime di mafia e isolare i mafiosi.
Le parole di Angelina Manca sono quelle che hanno colpito di più il mio cuore, perchè hanno sintetizzato in un’unica frase chi è Sonia Alfano e cosa è riuscita a fare in 17 anni…
Ha parlato di un seme messo a germogliare e che ora sta dando i suoi frutti, quel seme è l’amore per la giusizia e la verità che Sonia sempre infonde attraverso i suoi incontri, i frutti, siamo tutti noi! Tutti quelli che dopo averla conosciuta, incontrata, sentita parlare hanno deciso di non stare più fermi, zitti. Hanno deciso di mettersi in gioco. A chi me lo avesse detto due anni fa non avrei mai creduto. In una settimana, ho fatto centinaia di chilometri per combattere la mafia. Non mi bastava il mio impegno nel mondo del lavoro, eppure ho trovato la forza per farlo nella forza del messaggio di Sonia Alfano. E ci sarò sempre… puntuale come una cambiale in scadenza si diceva una volta…

Vola il Roccabernarda di mio nipote Andrea Ieriti. Lo Scandale alla quarta vittoria consecutiva

Quattro vittorie interne (Nuova Siberene, Roccabernarda, San Leonardo di Cutro e Scandale) e due esterne (Casabona e Camellino, sul campo neutro di Pagliarelle contro il Real Cotronei) hanno caratterizzato la decima d’andata del girone E di Terza Categoria Calabrese.

La notizia del giorno è la prima sconfitta stagionale del Papanice che perde così anche il primo posto virtuale della classifica.

Adesso la graduatoria è comandata dal Roccabernarda con 22 punti in 10 gare e da Casabona e Cirò con 19 punti in 9 gare.

Col Papanice a 18 punti, l’altra squadra che chiude la zona play off è il sorprendente Scandale (17) capace, dopo un avvio non proprio esaltante (5 punti in 5 gare), di conquistare uno score di 12 punti nelle ultime 4 gare (vittorie contro Cirò, Camellino, Sporting Kr e Marina di Strongoli).

Ventiquattro le reti realizzate con Domenico Serleti del Casabona a comandare la classifica cannonieri con 8 reti seguito da Francesco Cavallo del Papanice e Domenico Marazzita dello Scandale con 6 marcature (fonte Crotonesport.com).

Nell’anticipo di sabato il Camellino si sbarazza dei resti del Real Cotronei sul neutro di Pagliarelle: serva da lezione: nel calcio hanno ragione sempre gli arbitri qualsiasi cosa succede quindi è inutile protestare e farsi il sangue aceto, da sempre e finora funziona così.

La seconda vittoria esterna è conquistata dal Casabona sul campo di Tufolo contro l’Altilia che nelle ultime due gare ha mollato un po’ ma ha avuto di fronte due delle squadre più forti del girone.

Con una rete superlativa del bravo Andrea Ieriti in zona cesarini il Roccabernarda dà il primo dispiacere di stagione al Papanice di mister Regalino, vince e vola solo in testa approfittando della gara in più rispetto a Casabona e Cirò (fermato dal turno di riposo).

E così arriviamo ai sorprendenti ragazzi dell’Us Scandale: cosa sia successo dal 6 dicembre (giornata dedicata a San Nicola padrono di Scandale), giorno della vittoria a Cirò Marina contro il Cirò quando è iniziata la striscia di vittorie, è difficile dirlo ma da allora i ragazzi di Drammis hanno messo il turbo e sembrano incontenibili anche se dopo la prossima sfida contro lo Sporting Rocca nelle due ultime gare del girone di andata si troveranno di fronte Papanice e Casabona: in queste due ultime gare si saprà se davvero Giovanni Daniele e compagni possono puntare alla promozione diretta!

La decima di andata è chiusa dalle vittorie della Nuova Siberene contro i volenterosi giocatori dello Sporting Rocca e dal buon successo del San Leonardo di Cutro contro lo Sporting Crotone di Faga.

Ma a parte l’Altilia, ad un punto dallo Scandale, per le altre squadre la distanza dalla zona play off comincia a diventare importante anche se, dopo l’exploit dello Scandale, tutto è possibile per, quasi, tutti!

ROSARIO RIZZUTO



Il Cielo sopra Scandale

Il Cielo sopra Scandale l'11 Gennaio 2010. Clicca sulla foto per vedere un'altra immagine ingrandita. Foto Rosario Rizzuto

L'ira funesta del Partito Democratico di Scandale

Un semplice post del mio amico Gino Pingitore sul suo blog, che racconta l’incontro con l’assessore provinciale ai lavori Pubblici, mio cugino Salvatore Cosimo, ha scatenato le ira funeste della sezione di Scandale del Pd (leggi famiglia Barberio) che hanno risposto sul loro blog con un post velenoso e pieno di odio.

Tra l’altro quelli di cui sopra negli ultimi giorni si sono anche fatti  notare per una pantomima sul costruendo Palazzetto dello Sport di Scandale, tirando in ballo l’Amministrazione Brescia egli assessori e quindi anche me.

Al loro post, poco fa, ho risposto così (meglio riportarlo anche qui prima che cancellino il mio commento sul loro blog): "Permettemi: siete patetici.

 

Avere lezioni di amministrazione da chi per anni ha rovinato il paese di Scandale realizzando poco o nulla è il massimo della contraddizione.

E’ iniziata la campagna elettorale… ma non vi sforzate più di tanto che ancora per anni, per gente che ragione come voi, non c’è trippa per gatti!!!

Noi della Seconda Amministrazione Brescia facciamo i fatti: ne riparliamo tra 18 mesi; voi che avete fatto?".

In questo mio post trovate i link a tutti gli scritti in causa, leggeteveli e ditemi cosa ne pensate.
Provate per una volta a firmarvi e a non essere anonimi.
Ogni commento anonimo pro Barberio sarà considerato scritto da lui stesso.

 

 

 

Si chiude col pienone il 'Natale a Scandale 2009': alla festa della Salsiccia volano 700 panini e un quintale di salsiccia

Tre uomini ai fornelli. Foto Rosario Rizzuto

Si è chiuso alla grande, sabato 2 gennaio 2010, con la “Festa della Salsiccia”, il “Natale a Scandale 2009” organizzato dall’Amministrazione Comunale di Scandale, in particolar modo dal suo Assessore alla Cultura Rosario Rizzuto, e dalla Pro Loco di Scandale presieduta da Teresa De Paola.

Quando c’è da mangiare gli scandalesi, ma non solo loro, non si smentiscono e sabato 2 sono arrivate, nella villa sottostante Piazza St. Georgen, tantissime persone, qualcuna proveniente anche da fuori paese.

Nel giro di due ore, sono letteralmente volati un quintale di salsiccia e circa 700 panini serviti con passione ed impegno dai volontari della Pro Loco con, in prima fila, la presidentessa De Paola che non si risparmiata per nulla per tutta la serata e anche a dopo per smontare il tutto rischiando di chiudere male la serata visto che, durante quest’ultima operazione, è stata urtata da un camion in manovra ma, per fortuna, ha subito solo un grande spavento.

Non solo panini, durante questa grande festa popolare ma anche dolci, crustuli in diretta e l’animazione con “la slitta più bella d’Italia” di Riccardo Panebianco e il suo progetto “Natale Insieme”.

Anche in questo gli scandalesi si sono fatti conoscere: essendo le foto con Babbo Natale a pagamento, non ha avuto molto da lavorare il fotografo, come invece era successo in altre piazze (almeno 1.500 le foto fatte dal progetto “Natale Insieme” durante questo Natale nella nostra provincia ma anche in altre vicine): appena 10 gli scatti realizzati nel centro collinare crotonese, soprattutto da parte di emigrati!

Non solo sagra della salsiccia – ci spiega l’Assessore alla Cultura di Scandale, Rosario Rizzuto – è stato un Natale pieno di iniziative quello di Scandale con sei appuntamenti realizzati da Comune e Pro Loco e tanti altri proposti da altre associazioni presenti in paese: per l’anno prossimo, se sarò ancora al mio posto di Assessore, cercherò di organizzare un cartellone unico perchè, come è stato dimostrato, se mai ce n’era bisogno, l’unione fa la forza. Sono stati tutti appuntamenti abbastanza apprezzati e seguiti come per esempio il CantaScandale e il Premio Don Renato Cosentini.

La bella slitta del progetto 'Natale Insieme' di Riccardo Panebianco. Foto Rosario Rizzuto

Una sola pecca: la serata del 30 dicembre presso la Chiesa del Condoleo con la bravissima Glogassonic Band, un gruppo di strumentisti siciliani che hanno proposto musiche di Joe Schittino, un enfante prodige della musica italiana con varie esperienze, da ragazzo, al “Maurizio Costanzo Show”, ha rischiato di saltare per mancanza di pubblico: solo quando i musicisti stavano andando via, sono arrivate una ventina di persone ed è stato proposto uno spettacolo ridotto soprattutto per fare gli auguri ad una bambina presente in chiesa.

Forse è stata colpa mia che non sono stato bravo a proporre l’evento o, forse, mancando robba da mangiare…”.

E’ amareggiato l’assessore Rizzuto per la non riuscita, per quanto riguarda il pubblico, di questa manifestazione organizzata con la Società Beethoven Acam del maestro Fernando Romano e come dargli torto.

Sul Blog di Scandale di By.Ros, in merito alla manifestazione “Babbo Natale in tour” è apparso il seguente commento: “Bravi Ragazzi, continuate così… e chi se ne frega di Limpida (il riferimento è al solito commento disfattista del solito anonimo n.d.a.) e di tutti quelli che non sono dalla vostra parte, la gioia che avete portato a casa mia il 24 non avrebbe bisogno di commenti. A Scandale c’è chi vuole distruggere o forse chi si sente messo da parte. Sempre in gamba”.

Già gioia: è quello che hanno voluto portare i ragazzi della Pro Loco di Scandale in giro per il paese e, secondo noi, ci sono ampiamente riusciti.

Abbiamo portato a termine la nostra missione natalizia – ci dice la presidentessa della Pro Loco Teresa De Paola -.

La presenza di pubblico in tutte le manifestazioni organizzate ne è la prova. Abbiamo dimostrato che l’unione fa la forza ed insieme alle serate portate a termine dalle altre associazioni abbiamo reso il Natale scandalese ricco di suggestivi appuntamenti; il mio grazie non può che andare al Sindaco Brescia e all’Assessore Rizzuto per la fiducia data all’associazione che rappresento, a tutti i volontari Pro Loco sempre presenti e disponibili, alla Banca di Credito Cooperativo di Scandale e al suo presidente Iginio Carvelli, all’associazione “Musica x Sempre” del presidente Gianni Carvelli e a tutti gli abitanti di Scandale che con la loro presenza ed il loro calore hanno contribuito al successo del “Natale a Scandale 2009”.

Da parte mia – conclude l’Assessore Rizzuto – non posso che dire un grande grazie a tutti i volontari della Pro Loco: insieme potremmo fare grandi cose!”.

 

[Re.AL]

Le Foto Gallery di Rosario Rizzuto:

Giovedì 'Il Piccolo Principe' al Teatro Apollo

La locandina dell'evento. Foto da Facebook.L’associazione Di.Ra.Em in collaborazione con l’AICS Crotone e il Comune di Crotone presenta: "Il Piccolo Principe" di Antonie de Sauint Exupèry.
Regia e musiche di Franco Eco.
Costumi di Erika Lettieri.
Scene di Fabrizio Lumare.
Con Stefano Perziano, Andrea Giuda, Fabio Donadio, Giuseppe Russo, Giulia Perri, Flavia Chiarelli, Michele Muscò, Dario Giuda, Francesco Cusato e tutti i ragazzi del CENTRO EVITA che hanno inoltre realizzato tutte le illustrazioni  che saranno utilizzate durante lo spettacolo.

L’appuntamento è per Giovedì 14 Gennaio 2010 presso il Cinema Teatro Apollo a partire dalle 21,00.

Non mancate…

La Poggioverde Crotone di Pallavolo vince facile con la Ludens Catanzaro e si pensa già alla gara di Reggio Calabria di domenic



Poggioverde Crotone: Amoruso R., Capria L., Liviera G., Pesce A., Pioli R., Reale M., Reale S., Stasi R. libero.
All. Piero Asteriti.
Ludens Catanzaro: Trimarchi P., Rizzo P., Scalise C., Crispino S., Aracri A., Sestito L., Valoroso R., Maidano F., Giglio T., Curcio E., Citriniti F., Ursino F. libero.
All. Piero Lo Forte.
Arbitri: Cavalieri Alessandro e Viterbo Dalila di Lamezia Terme
Crotone – Catanzaro 3-0, parziali 25-12, 25-15, 25-19.

Romina Pioli, capitano della Poggioverde Crotone di pallavolo.E’ sono 11 le gare vinte consecutvamente dalla Poggioverde Crotone che inizia il nuovo anno nello stesso modo con il quale aveva chiuso quello vecchio. La vittima sacrificale questa volta è stata la Ludens di Catanzaro, per la verità venuta a Crotone già battuta ancora prima di iniziare la partita, almeno questa è stata l’impressione visto che al primo turno di battuta il Crotone è andato subito sul 10 a 1 mettendo in chiaro le intenzioni di voler concludere la pratica con un secco 3-0.

Sul 19-9 Silvia Reale prendeva il posto di Rita Amoruso ma il set non subiva alcuna variazione, merito della regia di Miriam Reale, ancora una volta impeccabile per la precisione delle alzate che mettevano le sue schiacciatrici nelle migliori condizioni per fare punto, chiudendo il set con un eloquente 25-12 dopo soli 18 minuti di gioco.

Al cambio campo la musica non cambia, mister Asteriti aspetta la reazione della Ludens di Catanzaro che però non arriva, mentre nelle file del Crotone la concentrazione scende al minimo soprattutto quando il divario aumenta grazie agli errori delle catanzaresi che regalano punti a Pioli e compagne fino al 12-8.
Ad un certo punto del set un’azione interminabile giocata da entrambe le squadre con la grinta giusta fa scaldare il pubblico che alla fine applaude la difesa di Rita Amoruso che di prima intenzione riesce a fare punto.
Mister Asteriti chiede il time out giusto per far rifiatare le ragazze andata in apnea, al rientro in campo la Poggioverde sembra un treno, non si ferma più, Silvia Reale, che entra sul 20-11, mette la firma su alcuni palloni che sanciscono la vittoria anche del secondo parziale.

Col doppio vantaggio in tasca del Crotone, la Ludens non dà segnali di vita, il pubblico aspetta solo la fine dell’incontro; a metà set Romina Pioli lascia la fascia di capitano, mister Lo Forta non ci crede più tanto ed infatti non chiede neanche il secondo time out e dal 18-10 per il Crotone si attende solo la fine.
A colpi di cambi palla si arriva fino al 24-17 con la Poggioverde che chiude la partita al terzo tentativo.

A fine gara Mister Asteriti pensa già al prossimo turno: “Al rientro dalle vacanze poteva essere difficile trovare il ritmo partita, invece le ragazze hanno interpretato bene la gara mettendola al sicuro subito, la partita non ha mai avuto storia per cui ci godiamo la vittoria che ci permette di essere ancora in testa da soli, ma allo stesso tempo ci prepariamo per la prossima sfida a Reggio Calabria”.

Questa la classifica dopo 11 giornate:
Poggioverde KR   32
Gallico                  30
Bisignano              27
Vibo Marina         22
Spinella RC          22
Cosenza               21
Cuore RC            15
Gioiosa J.             14
Castrovillari          13
Cirò Marina          13
Ludens Catanzaro   8
Paola                      7
Palmi                      7
Stella Az.CZ           0

La stupidità di quella che non mi ascolta e il compleanno di Antonio

Ho dormicchiato un paio di ore, forse anche meno, sul divano in cucina davanti alla tv.

Sono ormai già sveglio da un’ora (era da poco passata la mezzanotte quando ho aperto gli occhi): è iniziata una nuova giornata!

Mi sono trasferito in mansarda: ad Rtl 102,5, mentre ascolto Pierluigi Diaco e Iolanda Granato nel loro "Onorevole Dj" , ora canta… come si chiama? quella cantante siciliana brava, mannaggia il nome non mi viene, quella con quella voce particolare.
Cazzo proprio non mi viene: mi sa che devo aspettare che la citino a fine canzone.
Ecco infatti: era la bella e brava Carmen Consoli con il nuovo singolo  "Mandaci una cartolina" dedicato al padre.

In mansada con la stufa, è la prima volta che succede quest’anno.
Non che faccia più freddo dei giorni precedenti ma ho voglia di farmi coccolare dal calore delle resistenze infuocate.
Ho bisogno di coccole o di affetto come cantava il grande Luca Carboni ormai molti anni fa e, in mancanza d’altro, può andar bene anche una stufa…

Quella che non mi ascolta, Mimma Ieriti, con i miei piccoli Antonio ed Alex, in una foto dell'Agosto 2009. Foto Rosario Rizzuto
Lei, dopo stamane, invece di prostarsi e chiedermi scusa, al mio rientro dopo uno stupendo pomeriggio a Mesoraca pieno di tanti amarcord, è partita in attacco e, dopo avermi fatto mangiare, se n’è uscita con un: "Da domani mangi da tua madre, Mimma non ti cucina più".

Wow, è come se mi avesse invitato a pasta e sugo… di carne (il mio piatto preferito): sapesse che grande dispetto… sarà un piacere…
A volte la stupidità supera ogni limite.

Ma non vorrei sporcare il post parlando di lei erano altre le idee ad inizio post.

Infatti da quasi due ore il mio piccolo grande Antonio è diventato undicenne: mamma santissima come passsano gli anni.

Dopo il compleanno di Alex di domenica (giornata in cui abbiamo festeggiato, presso  ‘U Briganti, anche quello di Antonio) oggi tocca a Totò.

E già, a parte Valentina, che sarebbe stata una splendida Vergine, sono stato capace di farmi due figli maschi del mio stesso segno ossia appunto Capricorno.

Sì, lo so che state pensando che, per quella che non mi ascolta, deve essere dura la vita con tre Capircorni ma vi posso assicurare che è più dura per noi tre Capricorni la vita con una mezza Scorpione.

Ma è meglio lasciare perdere e stendere un velo pietoso e pensare solo a fare un mondo di auguri al mio, quasi, giovanotto innamorato: un mondo di bene Stella Mia Grande, che tutto ciò che tu desideri possa realizzarsi come vuoi tu e solo tu!!!

Ti voglio una sporta e molto più di bene…

Debacle Juve: Bettega dia la squadra a Mister Carmine Drammis dell'Us Scandale

Dopo la vergognosa sconfitta col Milan di ieri a Roberto Bettega rimane una sola possibilità per cercare di chiudere con dignità questo campionato: retrocedere mister Ferrara ad allenatore in seconda e dare la squadra in mano a Mister Carmine Drammis in serie positiva con l’Us Scandale, sebbene in Terza Categoria Calabrese,  da circa due mesi, con 1 pareggio e quattro vittorie di fila nelle ultime 5 gare.
Mister Carmine Drammis ieri al rientro negli spogliatoi dopo il primo tempo tra Scandale - Marina di Strongoli finito 2 a 0 per lo Scandale. La partita finirà poi 4 a 0. Foto Rosario Rizzuto
Insieme con mister Drammis, lo Scandale potrebbe prestare alla Juve anche Luigi Scaramuzzino e Valentino Castagnino.
Vicino la panchina, in maglia biancoceleste, Luigi Scaramuzzino dell'Us Scandale. Foto Rosario Rizzuto
Vi può sembrare un’idea folle ma vi assicuro che non sto scherzando; certo è solo un mio pensiero ma se Roberto Bettega, o chi per lui, dovesse arrivare a questo post, vorrei dirgli che se ne può parlare (329 7906167 è il mio numero, si astengano i perditempo che io non ho tempo da perdere) e conviene alla Juve che mi diano ascolto .

Domani conferenza stampa del Pd di Ubaldo Schifino

Vi informiamo che martedì 12 gennaio alle ore 11.30, presso la “Sala Azzurra” della Provincia, si terrà la conferenza stampa del gruppo consiliare del Partito democratico avente per oggetto il bilancio delle attività politico-amministrative svolte e di quelle programmate per il 2010.
Certo della vostra presenza auguro cordiali saluti.

Crotone, 7 gennaio 2010

Ubaldo Schifino
Capogruppo consigliare del Pd
Alla Provincia di Crotone

Lo Scandale di mister Drammis vince facile: 4 a 0 al Marina di Strongoli



Mai senza Pino Coriale: la nuova tabella che ricorda lo sfortunato calciatore scandalese morto, mentre si recava a giocare la partita Botricello - Scandale, il 7 Novembre 1998. Foto Rosario Rizzuto

SCANDALE 4
MARINA DI STRONGOLI 0
Marcatori: 7′ Scaramuzzino, 20′ Longo, 59′ Castagnino, 64′ Raffaele Marazzita.
Scandale: De Cicco, Sgarriglia (52′ Delgado), Daniele (67′ Cursio), R. Marazzita, C. Scalise, Scaramuzzino (74′ Franco), A. Scalise (77′ De Paola), Chiaravalloti, Castagnino, D. Marazzita, Longo (61′ Artese). A Disposizione: Squillace, Poleo. Allenatore: Drammis.
Marina di Strongoli: N. Zito (68′ Elia), V. Benincasa, Cerruto (73′ Adamo), Piscitelli (46′ Mauro), Vetere, Volpi, G. Benincasa, Ruggiano, D. De Tursi, Comito, D. Zito (46′ La Bernarda). A disposizione: Macchione, M. De Tursi, Rogliano. Allenatore: F. Zito.
Arbitro: Fedele Ceraso di Crotone.
SCANDALE
Uno Scandale forte, irresistibile, irrefrenabile, a tratti anche cinico, si sbarazza con il minimo sforzo del Marina di Strongoli ed incamera la quarta vittoria di fila, quinto risultato utile consecutivo: i ragazzi di mister Drammis ormai non conoscono l’onta della sconfitta dal lontano 22 novembre quando persero, immeritatamente, a San Leonardo di Cutro.

Con questa vittoria la squadra del presidente-giocatore Marazzita (in campo grazie a delle infiltrazioni  resesi necessarie per far diminuire dei forti dolori accusati in settimana) entra, per la prima volta in questa stagione, in zona play off, intenzionata a restarci fino alla fine e di tentare, anche l’aggancio al primo posto, che conti alla mano, è lì, ad un tiro di schioppo, visto che i 5 punti di distanza dalla capolista Roccabernarda (che domenica ha battuto il Papanice) di fatto potrebbero essere solo due considerato che Ieriti e compagni hanno una gara in più!

Al “Luigi Demme”, domenica non c’è stata storia, i locali, nonostante la lunga pausa e le vacanze natalizie, non hanno risentito dei panettoni in eccesso; di contro l’ormai ex capolista delle prime giornate si è dimostrata troppo poca cosa per poter impensierire la corazzata scandalese, conscia dei propri mezzi in ogni reparto e cresciuta sotto ogni punto di vista anche quello autoironico visto che a fine gara è apparsa nello spogliatoio, a firma della premiata ditta Giovanni Daniele e Valentino Castagnino, un’edizione della prima pagina, tanto speciale quanto fasulla, de La Gazzetta dello Sport nella quale, tra gli altri titoli di copertina, si legge la nota con tanto di foto By.Ros di mister e presidente: “Us Scandale. Drammis in 4 giorni dall’infermo al paradiso! In settimana scontro duro con la squadra in allenamento. Ma i tre punti di oggi ridanno serenità all’ambiente. Marazzita: Vittoria meritata del gruppo; tutti hanno lottato tranne io che sentivo sullo stomaco la carbonara di venerdì sera”.

I tifosi organizzati dello Scandale. Foto Rosario Rizzuto

E con una squadra ed un’ambiente così, la tifoseria sempre più organizzata (domenica sono apparse le felpe, con tanto di logo, il leone, dello Scandale davanti e il nome della squadra dietro, preparate da Enzo Marino) con in prima linea l’ex portiere dello Scandale Maurizio Mollura che ancora non è tornato al Nord dove lavora, comincia davvero a sognare!

Prima della gara minuto di silenzio non ufficiale (i giocatori si presentano abbracciati a centrocampo senza l’arbitro) perchè non era stato chiesto in Lega, per ricordare la mamma di un calciatore ospite scomparsa di recente.

Neanche il tempo di studiare l’avversario che i locali passano: al 7′ Antonio Scalise batte un calcio d’angolo dalla sinistra sul quale si inserisce il giovane, classe ’91, Luigi Scaramuzzino che buca Zito e segna la sua prima rete.

La rete dell'1 a 0 dello Scandale di Luigi Scaramuzzino. Foto Rosario Rizzuto

Gli ospiti tentano una reazione e al 19′ vanno vicini al pareggio, ma sotto porta Daniele Comito non ha la freddezza necessaria e manda malamente a lato.

La regola del calcio non perdona e, un minuto dopo il pareggiato fallito, ancora Antonio Scalise, questa volta dalla destra e su azione, mette in area una palla che basta spingere: ci pensa Longo che fa 2 a 0.

Il primo tempo regala qualche altra emozione che gli avanti locali non riescono a sfruttare. Inizia la ripresa: mister Zito manda in campo Mauro e La Bernarda; Drammis, dopo qualche minuto, inserisce Delgado al posto dell’infortunato Sgarriglia.

L'esultanza dei giocatori dello Scandale dopo il 2 a 0 di Gaetano Longo. Foto Rosario Rizzuto

Ma la musica non cambia e al 59′ Castagnino riceve palla sulla linea d’area, non ci pensa un attimo e lascia partire un fendente con Zito che rimane immobile e può solo raccogliere la palla dal fondo della rete!

Lo Scandale non si ferma e al 59′ Daniele Giovanni, a cui va almeno il 70 per cento della rete, rimette dalla sinsitra in area una palla favolosa che Raffaele Marazzita, sul secondo palo, deve solo appoggiare in porta.

Ci manca solo la prodezza di De Cicco per completare lo spettacolo e puntualmente arriva al 78′ quando il portierone scandalese, per nulla distratto dal 4 a 0, vola per respingere un tiro dalla distanza.

Al triplice fischio di Ceraso, che chiude la gara senza recupero, si scatena la gioia dei locali che festeggiano facendosi scivolare davanti ai propri tifosi.

E domenica prossima tocca allo Sporting Rocca!

Risultati di ieri e classifica dopo la decima giornata su Crotonesport.com.


ROSARIO RIZZUTO

Auguri Alex…

Il mio piccolo Alex compie oggi 7 anni, un mondo di auguri Stella mia…

Le foto di Rosario Rizzuto all'Atmosfera Disco

Un gruppo di ragazzi alla Discoteca l'Atmosfera. Foto Rosario Rizzuto
La stanchezza si sente ma passa in secondo piano difronte al divertimento della notte appena passata presso la Discoteca l’Atmosfera di Catanzaro.

Come al solito ho scattato qualche foto che potete trovare qui.

Le foto del 17° Anniversario dalla scomparsa del giornalista Beppe Alfano

La famiglia Alfano con l'Onorevole Antonio Di Pietro sotto il marmo che ricorda il giornalista Beppe Alfano a Barcellona Pozzo di Gotto (Me). Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto
Tante emozioni, tanti pensieri in merito alle commemorazioni, per 17° Anniversario dalla scomparsa del Giornalista Beppe Alfano, al quale ho partecipato ieri a Barcellona Pozzo di Gotto in provincia di Messina, ma per ora vi lascio con le mie foto che raccontano questo viaggio…
Il tavolo dei lavori, da sx a dx: Giuseppe Lumia, Gioacchino Genchi, Fabio Repici, Sonia Alfano e Antonio Di Pietro. Clicca sulla foto per ingrandirla. Foto Rosario Rizzuto
Ci arrivate cliccando qui.

A Barcellona Pozzo di Gotto per ricordare Beppe Alfano…

Impossibile dormire: è troppa l’emozione e allo stesso tempo la paura che le tre sveglie programmate possano suonare inascoltate dalle mie orecchie stanche.
Tra meno di un’ora mi dovrei alzare e allora che senso ha dormire!?

E sì, dopo San Giovanni in Fiore e la manifestazione pro Abbazia, oggi parteciperò ad un’altra manifestazione, questa volta in Sicilia.

Il manifesto che ricorda il 17° anniversario dall'uccisione di Beppe Alfano. Foto dalla reteL’08 Gennaio 1993, quindi 17 anni fa come oggi, veniva ucciso dalla mafia il giornalista siciliano Beppe Alfano.

Martedì 5 Gennaio il figlio di Beppe, Chicco, era a San Giovanni in Fiore a manifestare con noi; la protesta della società civile deve andare oltre i confini regionali e così, anche se osteggiato da tutta la mia famiglia, tra poco salirò in macchina e mi recherò fino a Falerna, dove incrocerò il pullam proveniente da Roma con altre 50 persone, con le quali proseguirò il viaggio fino a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina per partceipare al ricordo di questa grande persona, forse finora troppo spesso dimenticata dai media, dagli altri ma non certo dalla famiglia: oltre a Chicco anche la figlia, ora eurodeputata, Sonia Alfano combatte giornalmente, nel ricordo del padre, contro quella montagna di merda che è la mafia.

Non so effettivamente il perchè di questa decisione, ma non ci ho pensato nemmeno un secondo quando me ne hanno parlato a San Giovanni in Fiore, sento che devo farlo… mi basta!!!
Federica Menciotti. Foto da Facebook
Federica Menciotti da Roma, che ci ha anticipato in Sicilia in aereo, sul suo Facebook mi fa emozionare scrivendo: "In Sicilia tra persone che amo, vigilia di uno dei giorni in assoluto più importanti della mia vita"… e con persone così, come Federica e Serenetta Monti, come Sonia Alfano, come Emiliano Morrone, Salvatore Borsellino o Francesca Munno che voglio continuare il mio cammino.

Vado a prepararmi… non lasciateci soli…

Oggi il Crotonese in edicola

Vi ricordo che da questa settimana il giornale Il Crotonese è diventato un Trisettimanale e quindi sparisce, dopo 30 anni, l’edizione del Venerdì e subentrano quella di Giovedì e quella di Sabato, quindi da oggi troverete il Crotonese in edicola oltre che il Martedì, anche Giovedì, quindi anche oggi, e Sabato.

Accattativillu…

Recita natalizia alla Scuola Primaria di Scandale

Mio figlio Alex, al centro, con alcuni compagni. Foto Rosario Rizzuto

SCANDALE Il periodo che precede le feste natalizie è, per le scuole, momento per festicciole, recite e per salutare e dare gli auguri per Natale a genitori e familiari dei ragazzi.

La bella presentatrice e narratrice Angela Rullo. Foto Rosario Rizzuto

Non fa eccezione la scuola Primaria di Scandale che, grazie all’impegno di tutti gli insegnanti, ha messo in scena alcuni canti ed una recita.

Una fase della recita. Foto Rosario Rizzuto

Un bel momento di aggregazione che ha fatto registrare il tutto esaurito nell’auditorium della stessa scuola e che ha visto i bambini delle prime classi cantare alcune canzoncine mentre quelli più grandi si sono cimentati in una recita ben riuscita.

Questi gli attori: Martino Pingitore (Gaspare), Gianni Girimonti (Melchiorre), Daniela Crudo (Baldassarre), Alessandra De Biase (donna), Francesco Raimondo (1° bambino), Emanuele Sipione (2° bambino), Agata Pavone (3° bambino), Nicola Mattace (2° pescatore), Cosmin Marasac (2° pastore), Marco Lettieri (coramaio), Davide Carvelli (vasaio), Giovanni Esposito (1° pastore), Antonio Raimondo (scriba), Matteo Scalise (artigiano), Mario Riolo (panettiere), Andrea Gallella (costruttore), Daniele Rizzuto (pescivendolo), Leonardo Rizzuto (1° pescatore), Marco Giovinazzi (1° bambino della Palestina), Adriana Funaro (Maria), Domenico Bitonti (Giuseppe), Nicolas Lucanto (contadino), Angela Rullo (presentatrice e narratrice), Nicol Audia (4° bambino), Rosa Pavone (2° bambino della Palestina), Maria Mirabello (bambino).

I bambini della 2^ B della Scuola Primaria di Scandale. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Dopo tale appuntamento i bambini di Scandale si sono goduti le meritate vacanze ma proprio oggi, giovedì 07 gennaio, sono tornati tra i banchi di scuola per riprendere le attività didattiche.

ROSARIO RIZZUTO

Aprirà gli occhi San Giovanni in Fiore o resterà vittima dei ricatti dei soliti 4 politechetti silani?



Le impalcature che da tre anni tengono prigioniera l'Abbazia di San Giovanni in Fiore (Cosenza). Clicca sulla foto x ingrandirla. Foto Rosario Rizzuto

Serenetta Monti e Federica Menciotti sono arrivate addirittura da Roma per “salvare” l’Abbazia Florense di San Giovanni in Fiore, da tre anni prigioniera di un impalcatura, e lottare per la legalità.

Una manifestazione organizzata dalla società civile, apartitica, che ha avuto nello scrittore Emiliano Morrone il deus ex machina.

Tante le adesioni ricevute da associazioni di tutta la Calabria ed anche oltre ma non da San Giovanni in Fiore dove tre associazioni, dopo aver dato in un primo tempo l’adesione, si sono ritirate.

La testa del corteo pro Abbazia di San Giovanni in Fiore che ha raggiunto la statua dell'Angelo. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Tra gli altri erano presenti gli onorevoli Angela Napoli e Luigi De Magistris mentre i due onorevoli sangiovannesi: Franco Laratta e Gerardo Mario Oliverio, benchè invitati, non si sono visti.

I manifestanti si sono radunati nei pressi dell’Abbazia dove Emiliano Morrone ha spiegato i motivi di questa manifestazione leggendo anche una lettera del fratello di Paolo Borsellino, Salvatore, nella quale veniva anche contestato quanto successo alcuni giorni fa in consiglio comunale dove la maggioranza aveva affermato che: “San Giovanni in Fiore non è la città di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e i gruppi antimafia devono andare altrove”. La frase si commenta da sola e testimonia l’ignoranza di alcuni politici calabresi.

Uno degli interventi presso la statua dell'Angelo. Foto Rosario Rizzuto

Dopo l’introduzione di Emiliano i presenti si sono dati la mano ed hanno abbracciato simbolicamente l’Abbazia fino a raggiungere la parte dello storico complesso imbracata da circa 3 anni dove ci sono stati alcuni interventi coordinati da Serenetta Monti la cui collaborazione è stata preziosa.

Sono intervenuti: Angela Napoli, Luigi De Magistris, il responsabile del Comitato Civico “Natale De Grazia” di Amantea, Giusy Gallo del Partito Comunista dei Lavoratori, Lilia Infelise, candidata per Italia dei Valori alle prossime elezioni regionali.

Francesca Munno, a dx, e gli amici del Comitato Civico "Natale De Grazia" sono arrivati da Amantea. Foto Rosario Rizzuto

I presenti si sono quindi recati in corteo per le vie di San Giovanni in Fiore fino a raggiungere la statua dell’Angelo dove ci sono stati altri interventi tra i quali quello di Chicco Alfano figlio del giornalista Beppe Alfano, ucciso dalla mafia, e che sarà ricordato venerdì 8 gennaio a Barcellona Pozzo di Gotto in provincia di Messina.

L'intervento di Chicco Alfano. Foto Rosario Rizzuto

Le conclusioni sono state tratte da Emiliano Morrone che ha chiuso gli interventi di una manifestazione che ha cercato di aprire gli occhi alla popolazione di San Giovanni in Fiore che però in gran parte ha disertato l’appuntamento confermando quanto forti siano le pressioni esercitate da alcuni politici.

Emiliano Morrone discute con Luigi De Magistris. Foto Rosario Rizzuto

[Rosario Rizzuto]

Consiglio Comunale di Scandale: ricapitalizzata l'Akros, condono Ici approvato

SCANDALE – Ultimo consiglio comunale del 2009 a Scandale il 30 dicembre 2009.

Convocati dal sindaco Brescia si sono ritrovati nell’aula consiliare gli amministratori del paese per discutere i 6 punti all’ordine del giorno.

All’appello della vice segretaria (la segretaria Stefania Tunino era assente, forse per la prima volta ad un Consiglio da quando lavora a Scandale, per impegni personali) Maria Castagnaro risultavano assenti: Filippo Lettieri ed Antonio Grande (che poi arriverà durante la discussione del sesto ed ultimo punto) per la maggioranza, Vincenzo Chiaravalloti ed i soliti Vittorio (subentrato a Barberio non ha ancora fatto il proprio debutto in sala) e Giuseppe Riolo per la minoranza.

Adunanza valida e il sindaco, con funzioni anche di presidente del Consiglio comunale, Fabio Brescia, procedeva al voto per approvazione del verbale della seduta precedente che veniva approvato con l’astensione di Vasovino.

Si passava al “Patto antiracket: adesione ed autorizzazione al Sindaco alla sottoscrizione”.

Dopo la spiegazione del punto da parte del sindaco, come era ovvio che fosse, il punto veniva approvato all’unanimità con immediata esecutibilità.

Così era anche per il terzo punto: riapertura condono Ici anni 2004-2008, che permetterà ai cittadini di Scandale che non siano in ordine con la tassa comunale di pagare il proprio debito con il Comune, presentando domanda entro il 30 settembre 2010, senza sanzioni ed interessi.

Al quarto punto: “Ratifica deliberazione Giunta Comunale del 24 novembre 2009” che riguarda alcune variazioni di bilancio resesi necessarie per alcuni interventi amministrativi o per nuove entrate o nuove spese, come un aumento di quelle postali, non previste, il consigliere Vasovino votava contro ma il punto passava col voto di tutti gli altri consiglieri, compreso quello dell’altro consigliere di opposizione presente in aula, Antonio (detto Ugo) Scaramuzzino e diventava immediatamente esecutibile.

Il quinto punto riguardava la presa d’atto della nota della Corte dei Conti 655/09: il sindaco spiegava come alla gran parte degli appunti fatti dalla Corte dei Conti si era già risposto e che per lo più riguardavano aspetti formali e di poco conto infatti il consiglio prendeva atto all’unanimità.

Si arrivava così al sesto ed ultimo punto all’o.d.g.: “Esame proposta per adesione alla ricapitalizzazione dell’Akros”.

Fabio Brescia spiegava che nonostante i problemi con la società che raccoglie i rifiuti siano tanti (e che presto potrebbero portare ad una scissione del contratto) per via di alcune inadempienze da parte di Akros nei confronti del Comune di Scandale (che a sua volta ha dei debiti con la citata società), non se la sentiva di non far partecipare il proprio Comune a questo tentativo di salvare l’azienda del presidente Antonio Barberio e così il Comune di Scandale ha previsto uno stanziamento di 11.600 euro pari all’1,116% del capitale che è la quota appunto detenuta in Akros dal Comune collinare crotonese.

Anche questo punto passava all’unanimità e con immediata esecutibilità, dopo di che i presenti si scambiavano gli auguri per un radioso 2010 e il Consiglio veniva sciolto dandosi appuntamento nel nuovo anno.

ROSARIO RIZZUTO

Rita Amoruso e le pitte…

Il campionato di pallavolo è fermo per la pausa natalizia, e allora quale migliore occasione per ricaricarsi in famiglia magari occupandosi in cose impossibili da fare durante la stagione agonistica.

La pallavolista Rita Amoruso con suocera e zia: Laura De Miglio e Mimì De Miglio. Foto Rosario Rizzuto

Ed ecco così la schiacciatrice della Pallavolo Crotone, Rita Amoruso, che dismessi, per pochi giorni, gli abiti da pallavolista, si è impegnata in attività più prettamente natalizie, aiutando la futura suocera Laura De Miglio e la zia Mimma De Miglio (con lei nella foto), nella realizzazione delle buonissime pitte con olio o pitte ‘nchiuse come le chiamano in altri posti.

R.R.