La Rai è una montagna di merda come la mafia. Le illusorie promesse dell'assessore sanremese Fera, originario di San Mauro M.

Non basta l’sms del mio amico Simone Arminio di Petilia Policastro, lui sì con accredito: "Mi dispiace… se penso ai caproni che stanno qua dentro", che poco fa ha cercato di aiutarmi ad avere l’accredito almeno per oggi, a far sbollire la mia rabbia per aver fallito l’ultimo tentivo di potere ottenere l’accredito per potere lavorare come tutti gli altri colleghi almeno oggi…
VAFFANCULO.

La Rai è una montagna di merda, un organismo farragisno e pieno di dirigenti incapaci, dipendenti raccomandati che occupano il loro posto solo perchè figli di qualcuno o perchè si sono scopati qualcuno, come  la puttanella di stamane all’ufficio accredito che non riesce a mettere due parole di fila o e il bamboccione suo collega assurdo e che si prende anche il lusso di dirmi che io non posso decidere di andare a Sanremo un giorno prima. Ma chi cazzo pensi di essere?

Una porcheria assoluta.

Mi stanno trattando come se fossi il più grande delinquente d’Italia nonostante la tessera di pubblicsta e 17 anni di attività giornalistica.

E una sofferenza senza fine vedermi passare davanti (lo stand della Regione Calabria e attaccato alla sala stampa del Palafiori) tante faccia di cazzo di pseudocolleghi che vanno in sala stampa e non scriveranno mai un rigo e non faranno mai una foto…

L'Assessore sanremese di origini sanmauresi, Antonio Fera, con Monika Fruscio di Uomini e Donne. Foto Rosario Rizzuto

E pensare che ieri credevo che i miei affanni e le mie sofferenze (avrei voluto essere una donna per piangere dalla rabbia!!!) erano finiti: alla conferenza stampa di SanremOn ho incontrato l’assessore sanremese di origini sanmaurssi Antonio Fera al quale ho raccontato la mia situazione e che subito si è messo a disposizione dicendomi che mi avrebbe dato il suo di pass, ma in quel momento non se lo trovava addosso.

Ho rivisto l’assessore Fera ieri sera alla cena di gala di SanremOn al Morgana Victory ma lui non mi ha detto nulla ed  io, come avrete capito, non sono uno che chiede una cosa la seconda volta.

Così è finita a tarallucci e vini come anche la promessa d’impegno del direttore di Rai 1 Mauro Mazza che avevo incontrato l’altro giorno: tutti una massa di ipocriti e bugiardi: per fortuna è l’ultimo giorno!!!

Non è servito nemmeno scrivere a Striscia la Notizia: "

6 Responses to “La Rai è una montagna di merda come la mafia. Le illusorie promesse dell'assessore sanremese Fera, originario di San Mauro M.”

  1. ippo94 scrive:

    Rosà non te la prendere, sai che questo è terreno per i tanti raccomandati. E’ andata così, pazienza… ! In fondo ci hai provato,  vedrai che se ti organizzi da subito per il prossimo anno avrai tutte le porte aperte.
    A proposito, ma con Danilo ti sei sentito? 
    Buon rientro, a presto.

  2. byros scrive:

    Io ho chiamato subito Danilo Montenegro e gli ho spiegato tutto, ma lui poi non si è fatto più sentire…

  3. anonimo scrive:

    Infatti Ros, non prendertela vedi per te e stata un altra esperienza in piu, il prossimo anno sono sicura che sarai in sala stampa….. comunque ancora grazie

  4. anonimo scrive:

    Ti capisco che avresti voluto "piangere" per rabbia. Purtroppo questa è la realtà!!!! In ogni caso sei uno scandalese avanzato, dai chi di noi può raccontare di essere stato lì, aver fatto interviste e foto a Vip???Alla faccia di chi scrive male di te definendoti un articolista, embè almeno tu hai la volontà di muoverti e fare qualcosa mentre noi guardiamo San Remo buttati sul divano!!!!!

    Annelore

  5. anonimo scrive:

    Io personalmente consiglierei a rosario di fare un po’ di dieta….magari così la prox volta riesce ad intrufolarsi.

  6. anonimo scrive:

    patetico, gratuitamente volgare ed anche ignorantello per essere pubblicista da 17 anni… (trova l’errore: lo stand della Regione Calabria e attaccato alla sala stampa del Palafiori)
    ciccio milanese

Leave a Reply