Ora farà i suoi reportage dal cielo: sale alla Casa del Padre Tonino Carino da Ascoli

Striscia la Notizia nel ricordare Tonino Carino da Ascoli ha chiuso la puntata di ieri, che io ho appena visto in replica, senza la sigla finale ossia il ballo delle veline.
Non succede spessissimo…
Ma per un amico questo ed altro!
Tonino Carino e Paolo Valenti: due miti che non ci sono più. Foto dalla rete.
E Tonino Carino era amico della banda di Ricci da anni… fin dai tempi del "Drive in" quando Ezio Greggio coniò la frase: "È lui, o non è lui? Cerrrrrrrto che è lui!" (Trovate questa ed altre chicche su un bel pezzo – mi ha emozionato – di Roberto Pelucchi sulla Gazzetta dello Sport, come questa: "Quando l’Ascoli acquistò Trifunovic, il presidente Costantino Rozzi, suo grande amico, gli disse: “Tonì, t’ho fatto un dispetto, t’ho comprato 3-4 giocatori che voio vedere come li pronunci: cazzi tua!”).
Ho avuto un sussulto anche io ieri mattina quando in macchina dalla Radio ho appreso la notizia della scomparsa, nella notte tra l'8 e il 9 Febbraio 2010, del giornalista Tonino Carino, un mito, per la sua simpatia, della mia adolescenza.
Non perdevo una puntata di "90° Minuto", lo storico programma sportivo di Rai 1, contenuto in Domenica In, condotto da Paolo Valenti.
E in quella storica trasmissione Tonino Carino era un pratagonista come altri suoi colleghi di allora, tutti mitici!!!

Sono attratto dalle persone buone e Tonino Carino di certo lo era una persona buona.

Si è fermata Striscia la Notizia e oggi, quando alle 14,30 si terranno i funerali nel Duomo, si fermerà Ascoli.

Tonino ci lascia a 65 anni, per un male incurabile che gli era stato diagnosticato l'estate scorsa.
Era andato in pensione l'1 gennaio 2008 occupandosi, anche se non tutti lo sanno, non solo di calcio; dopo "90° Minuto" aveva partecipato ad altri programmi sportivi come "Quelli che il calcio…".

Ciao Tonino…

Leave a Reply