Il vice sindaco di Scandale Coriale scrive al governatore Scopelliti ed agli altri Enti

Alla Regione Calabria
Ufficio Presidenza

Alla Provincia di Crotone
 
Al Comune di Crotone
 
Al Comune di Rocca di Neto
 
Ai Media

 
Oggetto: Autorizzazione discarica di accantonamento amianto denominata Santa Marina (Scandale).
 
 
Io sottoscritto Patrizio Coriale in qualità di consigliere comunale e vice sindaco del Comune di Scandale (KR) vista la situazione venuta alla luce da qualche giorno, sulla base di quanto oggi è in atto e tenendo conto della pericolosità materiale e sociale che la realizzazione della discarica in oggetto potrebbe generare, ho ritenuto opportuno e doveroso informarla sulla vicenda e su quanto dovrebbe realizzarsi.

Premesso che: in data 01 Marzo 2010 la Regione Calabria ha emesso un decreto per la realizzazione di una discarica di accantonamento d’amianto nel territorio comunale precisamente in località Santa Marina e che l’autorizzazione veniva rilasciata dalla Regione Calabria, dal Comune di Scandale, dalla Provincia di Kr (silenzio assenso per quest’ultima); io stesso, apprendendo la notizia (ufficialmente) a mezzo stampa contestualmente a tutta la cittadinanza che era all’oscuro del progetto riguardante la nascita della sopra citata e ritrovandosi  (giustamente) tutta la popolazione allarmata e contro  e che chiedeva spiegazioni e delucidazioni al sottoscritto circa l’autorizzazione comunale, mi sono attivato sin da subito nel chiedere delucidazioni al sindaco con tanto di richiesta  protocollata in data 19 Aprile 2010 nella quale inoltre si chiedevano spiegazioni circa il suo atteggiamento poco chiaro e poco democratico (e direi fuori luogo)  in  merito alla vicenda poiché tutti i consiglieri, assessori e dipendenti, erano ignari a tutto ciò.

Il parere del Comune di Scandale è stato espresso senza alcuna delibera di Giunta nè tantomeno del Consiglio Comunale né c’è stata alcuna convenzione con la ditta richiedente (Ecolsystema s.r.l.) ma partecipando lo stesso alle varie conferenze di servizi in nome e per conto dell’ente rappresentato.
Ad oggi, non avendo avuto alcuna risposta ufficiale, ma solo per mezzo stampa sulla quale il sindaco dichiarava che ci sono cose che gli amministratori non sanno vista, a suo parere, come se si stesse parlando di una semplice concessione edilizia.

Visto e considerato che lo stesso inoltre dichiarava che ha partecipato alle varie conferenze di servizi (senza alcuna delega) esprimendo parere favorevole “in modo (secondo lui) coerente con gli altri enti interessati” e che (sempre secondo lui) prevale la maggioranza e quindi di conseguenza il suo eventuale parere sfavorevole non sarebbe stato preso in considerazione tralasciando (o facendo finta) che, poiché trattasi di discarica d’amianto per come riportato nei verbali delle varie conferenze di servizi, ogni singolo parere degli enti interessati è vincolante.

Detto ciò, preferirei non dilungarmi in merito al comportamento del sig. sindaco ed  agli eventuali discordanze o anomalie presenti nei vari atti.  
Le stesse  giustamente preferirei segnalarle a chi di competenza in modo da far piena luce e al tempo stesso oppormi. Alla luce di quanto sopra menzionato segnalo che: nel territorio dove dovrebbe sorgere la sopra citata discarica, vi sono presenti aziende agricole, zootecnie, apicolture, pascoli di ogni genere, allevamenti di bestiame, trasformazione e lavorazione di latticini, campi di ortaggi, uliveti, abitazioni civili, una frazione ricadente nel territorio comunale, denominata Corazzo, nella quale vivono oltre 300 anime e che vi sono tantissime altre aziende analoghe (e non) una cantina sociale denominata Val di Neto, vi è un’area P.i.p in fase di decollo, nella quale già vi sono varie aziende operanti, tra queste anche aziende che effettuano la lavorazione e la trasformazione di prodotti agroalimentari, vi è inoltre in corso d’opera la realizzazione di una clinica privata per anziani, non molto distante vi è l’area  industriale denominata Santa Domenica.  

Quest’ultima ricadente sempre nel territorio del Comune di Scandale dove vi sono (ad oggi) presenti una sottostazione Enel, una centrale turbogas da 814 Megawatt; vi sono altre iniziative in corso quali impianti fotovoltaici e parchi eolici e tante altre aziende agricole e non… e  con la speranza che nascano altre aziende che possano portare occupazione e benefici al nostro territorio.  La stessa discarica non dista molto dal centro abitato di Scandale ed anche dalle varie frazioni ricadenti nel comune di Crotone quali contrada Brasimato, Iannello, Cantorato, Margherita, Gabella, Papanice e dalla Città di Crotone e da Rocca di Neto. 

In virtù di quanto sopra menzionato ed considerando che vi è già una discarica che si occupa di trattamento e smaltimento ceneri provenienti da centrali a biomasse e di macerie in genere, ricadente sempre nella  stessa frazione, Corazzo, nella quale dovrebbe sorgere la discarica in oggetto, la nascita di una ulteriore discarica di accantonamento materiale contenente prevalentemente amianto, pari ad una capienza (ad oggi) di 450.000 metri cubi (proveniente da tutta Italia) o di qualsiasi altra tipologia di discarica, potrebbe arrecare notevoli danni sia alle aziende sopra citate, sia a quelle che dovrebbero sorgere. Ancor di più potrebbero compromettere seriamente e duramente la tutela della salute dei cittadini martoriando e distruggendo, ancor di più di quanto ad oggi lo sia, il nostro territorio e come territorio non mi riferisco solo a quello comunale ma bensì a quello provinciale e a  quello regionale. 

Penso e credo (ne sono convinto) che la Calabria, la Provincia di Crotone, lo stesso Comune di Scandale hanno già dato abbastanza in tal senso; l’espressione della nostra terra, il nostro futuro, quello delle nuove generazioni, l’etichetta che merita la Calabria e il nostro biglietto da visita, non devono essere certamente le discariche o iniziative analoghe, che servirebbero solo ad arricchire i potenti di turno e quelli del mal’affare e al tempo stesso mortificare umiliare e distruggere la nostra bella e amata regione.
Semmai dovremmo iniziare tutti a rimboccarci le maniche e iniziare a dare una nuova identità alla nostra regione, riscattarci da questi fenomeni che ci attanagliano e che ci portano alla deriva, al degrado sociale, a quello occupazionale; una terra, la nostra, che merita tanto e che ha delle potenzialità immense… sarebbe un vero peccato continuare sulla stessa linea d’onda che da decenni si protrae verso la gogna.

Inoltre il sottoscritto, promuovendo anche una petizione popolare (che ha riscontrato un notevole successo), ha fatto ulteriori richieste indirizzate sia al sindaco che al responsabile dell’area tecnica affinchè gli venissero date le giuste e dovute spiegazioni nonché tutti gli atti inerenti e attinenti manifestando assoluta contrarietà sin da subito in modo da opporsi ed essere coerente con quanto deliberato in sede di consiglio comunale tenutosi in data 31 Luglio 2009 nel quale tutti i consiglieri (sindaco compreso) abbiamo deliberato l’assoluta contrarietà a qualsiasi tipologia di discarica ricadente in tutto il territorio.

Tra le varie richieste sopra citate, ce n’è stata un nella quale si chiedeva  che nel Consiglio Comunale, fissato per la data 29 Aprile 2010, venisse inserito all’Odg un punto riguardante la discarica e che ogni singolo consigliere avrebbe dovuto esprimere e palesare la propria posizione circa la realizzazione. Nonostante altre richieste per l’inserimento dello stesso punto sopra citato fossero state richieste anche da parte di tutti i  consiglieri di minoranza, il sindaco ha ritenuto opportuno non inserirlo giustificandosi col dire che avrebbe convocato un consiglio ad hoc.
Poi, nella seduta del Consiglio Comunale del 29 Aprile u.s., rendendosi conto della notevole e massiccia presenza dei cittadini presenti nella sala consiliare, e che tra loro vi erano presenti   proprietari di aziende della zona nonché confinanti terrieri, ha ritenuto opportuno aprire una breve parentesi (che poi si è protratta per più di un’ora) che comunque  non è servita  per pacare i toni e per sedare gli animi degli stessi che con tanta foga e rabbia (giustamente) e ben motivati sono rimasti in sede di Consiglio Comunale per poi rimanere fermi è decisi sulla loro posizione.

Gli stessi si sono detti disponibili a qualsiasi forma e azione che possa essere utile al raggiungimento dello scopo ovvero la non realizzazione della discarica in oggetto.
Visto e considerato che vi è tantissima gente nella nostra cittadina che si è vista, aimè,  strappare vite umane a causa di malattie provocate da tali fenomeni e che gli stessi (e altri) ne vorrebbero prevenire qualsiasi altra forma che possa generarne altre, cercando al tempo stesso di tutelare la salute comune e di  salvaguardare il territorio da tali fenomeni, tenendo conto di quanto espresso ed evitando che vi si possano verificare evoluzioni poco piacevoli quali sommosse, tumulti e/o altro,    poiché viviamo in un paese civile e democratico, La invito caldamente a prendere in considerazione e a prestare la giusta attenzione alla presente, impegnandosi e cercando di porre rimedio a questa vicenda; pregandoLa, altresì,  in un aiuto concreto e determinante (per quello che Le è possibile e che rientra nelle Sue competenze)  affinchè tutto ciò possa  rivelarsi utile per risolvere la questione in oggetto,  nel più breve tempo possibile e nel migliore dei modi, in modo da garantire l’incolumità di tutti i cittadini impedendo, altresì, che la particolare situazione  che vi è in atto possa degenerare producendo di conseguenza seri e gravi sviluppi. 

Certo della Sua sensibilità e del Suo senso del dovere e dell’attaccamento al territorio rimango fiducioso di un Suo cortese e positivo riscontro e porgo distinti saluti
 
Scandale, 07 Maggio 2010

Il Vice Sindaco di Scandale
Patrizio Coriale

11 Responses to “Il vice sindaco di Scandale Coriale scrive al governatore Scopelliti ed agli altri Enti”

  1. anonimo scrive:

    "Lasciatemi dire che è anche un po' colpa nostra se c'è qualche politico, più di un politico, che non fa il proprio dovere o, peggio ancora, fa qualcos'altro" Francesco Fortugno

  2. anonimo scrive:

    http://www.asbestdeponie.deCari amici visitate questo sitoè importante vedere come avviene lo smaltimento dell'amiantoin Germania altro che metodo CRIAS!Le distanze dai centri abitati sono di appena 1000 metriil corso del fiume è di 800 metriNotate il nome della discarica ASBEST

  3. anonimo scrive:

    ALLORA TONì DATO CHE HAI DECISO DI FARE IL ROBIN HOOD DELLA SITUAZIONE ….PERCHè NON CHIEDI A TUTTE LE DITTE DI SCANDALE DOVE HANNO SOTTERRATO  DI NOTTE L'ETERNIT DISMESSO  ….E ANCHE A QUALCHE INCAUTO PRIVATO…..ALTRO CHE ORTICELLO……NOI SIAMO GIà AVVELENATI…..!!!!!!!

  4. anonimo scrive:

    siccome siamo avvelenati,becchiamoci pure  l'amianto degli altri cosici  diamo il colpo di grazia e ci seppelliamo vivi.sappiamo bene chi ha messo questo sito.per la cronaca ti dirò che in germania non fanno più questo tipo di discariche, ormai inertizzano l'amianto.Poi loro sono tedeschi noi italiani e per giunta calabresi.fate un po voi.è allucinante come vogliono farci credere che la discarica sia un bene.Io non capisco perchè sono cosi ostinati.ma qualcuno mi sa spiegare il perchè?francesco

  5. anonimo scrive:

    io non conosco quest'ingegnere aversa, dicono che era fuori ed è tornatonel suo paese per fare questo grande progetto.noi generalmente esportiamo i cervelli, in questo caso l'abbiamo importato.non so se ha studiato al politecnico di torino oppure a cosenza.Ma secondo me non è un buon viatico per la carriera partire con questi progetti.raf

  6. anonimo scrive:

    alcuni individui non hanno ancora capito che gli scandalesi tutti, sono incazzati neri e disposti a presideriare il sito. a noi interessa salvaguardare l'ambiente e la salute dei nostri figli, di quello che vogliono gli altri non ce ne fotte niente.nu scandalisi

  7. anonimo scrive:

    Ma per dire che siamo tutti  incazzati neri e che siamo contrari alla discarica c'era bisogno di fare tutte questo sproloquio , speriamo che non si scocciano a leggere tutta la lettera e la cestinano prima . Ditegli a Tonino che nell'indirizzo manca il ministro dell'ambiente e il Presidente della Repubblica .unu di tanti scandalisi ncazzati

  8. anonimo scrive:

    Un commento così insignificante poteva non provenire che da qualche invidioso in competizione con Tonino. Chi vuol intendere INTENDA!

  9. anonimo scrive:

    OGGI SUL QUOTIDIANO E' USCITO UN ARTICOLO , SIMILE A QUESTO DI TONINO , DEL PRESIDENTE DELL'AKROS  BARBERIO CONTRO LE DISCARICHE .MA QUANTE FALSITA' SI DEVONO LEGGERE ANCORA? BASTA ….BASTA …..BASTA…..BASTA…….BASTA …….BASTA..                                    POLITICANTI…………..  NON VI REGGO PIU' …… MA PERCHE' NON DICE  LUI DOVE ERA QUANDO E' STATO APPROVATO IL PIANO REGIONALE DEI RIFIUTI NEL 2007 ? E SE ERA A CONOSCENZA DEL PROGETTO DEL COMMISSARIO PER L'EMERGENZA AMBIENTALE  NON OSTACOLATO O CONTRASTATO A TEMPO DOVUTO DALLA PROVINCIA E DALLA REGIONE  DI SINISTRA DI CUI LUI FACEVA PARTE .  SE NON CONDIVIDEVA IL PIANO PERCHE' NON SI E' DIMESSO DA CONSIGLIERE  PROVINCIALE E DA PRESIDENTE DELL'AKROS ? FA SOLO DEMAGOGIA………. DEMAGOGIA  E SOLO DEMAGOGIA.  DEMAGOGIA =  è un termine di origine  greco (composto di demos, "popolo", e ago, "condurre, trascinare") che indica un comportamento politico che attraverso la retorica e false promesse vicine ai desideri del popolo mira ad accaparrarsi il suo favore. Spesso il demagogo fa leva su sentimenti irrazionali e bisogni sociali .SI VEDE CHE E' INIZIATA LA CAMPAGNA ELETTORALE .RICORDATEVI CHE TUTTI DELLA DISCARICA  NE FARANNO  IL LORO CAVALLO DI   BATTAGLIA MA SOLO PER SCANDALE , LUI SA CHE PER L'AKROS  E' NECESSARIA ALTRIMENTI I COSTI  LIEVITANO E COME SE LIEVITANO PER PORTARE LA SPAZZATURA ALLA DISCARICA DI  ALLI  PROPRIO VICINO ALLA CITTA'  DI CATANZARO E VICINO ALL'ALTRA CENTRALE TURBO GAS DI SELLIA MARINA …………….. O DA VRENNA  CHE SI FA PAGARE PROFUMATAMENTE A KG DI SPAZZATURA . MA SE NON SBAGLIO HO LETTO ANCHE SU QUESTO BLOG CHE LUI E' FAVOREVOLE ALLE DISCARICHE GESTITE DAL PUBBLICO ……….MEDITIAMO  GENTE MEDITIAMO

  10. anonimo scrive:

    Comprendere l'origine della questione ha un senso..Non è l'opinione del popolo che bisogna conquistare a mezzo di demagogia, ma è solo comprendere il perchè di tutto ciò che accade..Ora, noi tutti sappiamo che per sottoporre un qualsiasi cittadino ad intercettazione telefonica nonchè ambientale si ha la necessità d'una regolare approvazione del gip su istanza del Pm..Qualcuno dice che tutto questo sia stato solo la conseguenza immediata e diretta di proteggere qualcuno o qualcosa dalla criminalità organizzata..Qualche altro non può che chiedersi come possa un down, peraltro emarginato sociale, riuscire a compiere operazioni simili..Poi,la gente,  continua a far la campagna contro discarica…Attuando politiche dell'altro mondo..Tutto questo accanimento contro "George" proprio non si capisce..Un mentecatto, un ritardato mentale capace di creare tanta agitazione..Non riesco a spiegarmi il perchè di tanta polvere e così tanta confusione, peraltro davvero gratuita…Detto questo, concordo con mio padre nel ritenere che spesso, chi detiene il potere lo utilizza al fine di perseguire un interesse meramente personale, ove l'unica difesa  non poteva  che risiedere  nel capire…La polizia sapeva tutto del restoI media sapevano tuttoLa magistratura sapeva tuttoAnche la chiesa sa tutto di tutto…Ed allora che dire?Alla luce del sole, non possiamo che imparare a chiamare le cose utilizzando adeguato "sostantivo"…Chi cagiona un danno sia pure inconsapevolmente non merita di vivere..A motivo di ciò qualcuno scrisse: "Ammesso e non concesso che sia capace di giungere all'ambito traguardo, la uccideremo dopo"..Quale arma più potente dell'opinione pubblica?Ovvio che, viviamo all'interno d'un tempo in cui, la crassa ignoranza sembra essere stata debellata..Oggi, non basta scriverle certe cose, per  essere capaci di provarne l'autenticità del contenuto..Ci vogliono le prove..E quali prove migliori della possibilità d'ascoltare dal vivo ?Quando parlavo d'una lama a doppio taglio..Intendevo proprio questo..La violazione di privacy ovviamente, come in tutte le cose, possiede i suoi risvolti positivi..Ciò che bisogna imparare a fare è conviverci senza eccessiva sofferenza…Dobbiamo vivere sotto i riflettori?Abbiamo imparato a convivere con l'idea, del resto, il mezzo era stato utilizzato per recarci un danno e noi invece lo riutilizzeremo per recare danno a quelle stesse persone che hanno cercato di violentare la nostra vita giorno dopo giorno..In maniere del tutto arbitraria ed illegittima..Per alcuni forse volersi bene ed innamorarsi significa essere dei criminali..Ed invece io dico che i veri criminali sono coloro che risultano essere cinicamente incapaci d'accettare una realtà diversa dalle proprie personali aspettative..Questo è il punto..Del resto, chi teme le intercettazioni è perchè ha qualcosa da nascondere, non certo chi può muoversi tranquillamente alla luce del sole..Dunque, perchè scappare? 

  11. anonimo scrive:

    Se fosse stato per i politicanti di Scandale a quest'ora avremmo avuto 5 discariche , ora fanno i puritani, nessuno la vuole , a tutti gli fa schifo.SAPPIANO QUESTI SIGNORI CHE CHI NON LE VUOLE LE DISCARICHE E' LA POPOLAZIONE E' LA GENTE  E NON LORO CHE DICONO NO… NO…. E POI NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO.. ORA CAVALCANO LA TIGRE PERCHE' GLI FA COMODO . TENIAMOLI FUORI DALLE MANIFESTAZIONI  PERCHE' FANNO PIU' DANNO CHE BENE.  MA SE BARBERIO HA ANCHE PROVATO A DIFENDERE IL SINDACO BRESCIA ALLORA C'E' ODORE DI INCIUCIO……………….

Leave a Reply