Il Cantico dei Vinti di Dario Franco e Vittorio Ierardi…

Che Scandale sia un paese pieno di talenti l'ho sempre pensato.
Il problema di Scandale è che non ci si crede.

Ci sono in giro, ad alti o medi livelli cantanti, calcitori, artisti che a gente di Scandale non sono degni nemmeno di legare i lacci delle scarpe ma quelli magari giocano in serie B ed anche in A, cantano al Festival di Sanremo ed i nostri passeggiano su via Nazionale.

A Scandale non ci si crede, secondo me è questo il problema.

Io ho un grande problema: conosco poco gli scandalesi.
Grazie a Facebook sto recuperando un pochino e grazie al social network, che sta cambiando il modo di vivere a molti, sto conoscendo meglio, dal punto di vista artistico, due scandalesi doc: Dario Franco e Vittorio Ierardi.

Dario Franco e Vittorio Ierardi. Foto da Facebook.

Franco e Vittorio, con il nome di Assioma Band, scrivono, compongono e cantano on line alcune loro canzoni.

L'ultimo video condiviso si intitola "Il Cantico dei Vinti", lungi da me, che di musica, come di calcio, non ho mai capito una mazza (almeno questo pensa gran parte della gente di Scandale), azzardare paragoni con cantanti che furono o che sono ma a me sta emozionando, e a voi?
Spegnete tutto, staccate il cellulare e mettetevi in ascolto!!!

13 Responses to “Il Cantico dei Vinti di Dario Franco e Vittorio Ierardi…”

  1. anonimo scrive:

    Una canzone alla "modena city ramblers"..non male, anche se a scandale ci sono davvero tanti altri musicisti che meritano molto di più!..

  2. anonimo scrive:

    Ah solo una piccola critica..il titolo è troppo de andrèiano (il cantico dei drogati la sappiamo tutti)..si rischia di emulare troppo e incorrere in paragoni che diverrebbero un po' troppo scomodi!

  3. anonimo scrive:

    i paragoni non sono mai scomodi se mai davvero fuori luogo..Nessun omosessuale ha deciso di sparare contro donne e bambini, ma nessun uomo dotato di senso di civiltà potrà mai permettere di lasciar fucilare un uomo ed una donna che non hanno chiesto altro che la libertà d'amarsi senza essere costretti a subire passivamente la violenza smodata di chi non accetta questo sentimento..Quì se c'è qualcuno che non comprende una mazza nè di calcio nè di vita sono proprio le stesse persone che si ostinano a non voler capire..Spesso accettare l'amore, restituisce amore in maniera diversa..Per intenderci un donna ed un uomo omosessuale, potranno pur crescere dei figli avuti insieme al tempo in cui l'omosessuale non aveva compreso la sua vera natura..Senza per quello violentarlo o costringelo a mezzo di forza ad ottemperare a degli obblighi coniugali lesivi della stessa inclinazione naturale..Del resto, se l'ordinamento giuridico ha concesso la possibilità di sottoporsi ad intervento chirurgico per attuare sul proprio corpo quelle modifiche capaci di ristabilire quella pace interiore che consentirà di vivere la stessa esistenza nel pieno rispetto della dignità umana..c'è un perchè no?Ed allora, ostinarsi a voler vedere le cose, solo dall'angolazione che risulta vantaggiosa, non è sufficiente per passare dal torto alla ragione..Il padre rimane padre, anzi sarà molto più capace d'accudire i propri figli se non violentato giorno dopo giorno..Questa è civiltà, è rispetto dovuto è soprattutto accettazione di colui che si considera diverso ma che diverso non è..Semplicemente ha tutto il diritto di perseguire la sua felicità in maniera responsabile, per poi donare felicità.Un papà frustrato non sarà mai un papà presente, sarà sempre una presenza assenza..e la colpa di chi sarà?Di chi ha costretto l'omosessuale a vivere a tutti i costi una sessualità che non gli appartiene anche a mezzo di ricatto..Quì chi non capisce una mazza di calcio è qualche altro..e non solo di quello…

  4. anonimo scrive:

    Caspita che bella. il video è toccante ma soprattutto le parole. non concordo con commento 1 e 2 perche penso che a scandale ci sono musicisti bravissimi ma non ho mai sentito un testo di scandalesi cosi bello.cmq rosà e vero che a scandale ci sono tanti talenti ed il guaio è che non ci si crede. 

  5. anonimo scrive:

    Non è il discorso di non crederci..Il discorso è decisamente più semplice..Si comprende perfettamente il fatto che da un punto di vista deontologico ci siano dei "doveri" da rispettare..Doveri etici che non possono di certo essere posti in secondo piano a motivo del sentimento che ci lega ad una persona..Se il rilascio d'un riconoscimento è intimamente connesso alla sussistenza di determinati requisiti che in genere necessitano di tempo per essere acquisiti…E' così, e nessuno può farci nulla..E' giusto che sia così..Del resto, maturità intellettuale è un pò come mutarsi in ruminanti..Bisogna masticare lentamente il cibo, poichè più si mastica più si diviene lucidi e saggi..ed anche incontestabili..Agire nel più completo rispetto della legalità è dovuto in rispetto dei sacrifici che ognuno di noi ha fatto per raggiungere il riconoscimento d'un titolo..Ma..ma ma..C'è sempre un ma..in tutte le cose..Essere rigidi nel rispetto delle regole deontologiche, non impedisce di certo di scambiare amichevolmente le proprie opinioni con coloro che poi saranno oggetto di rispettiva valutazione..E non può essere segnalato in alcun modo come tentativo di corruzione..ci mancherebbe..Allora un prof. dovrebbe smettere di comunicare anche giocosamente nei momenti di relax con i propri alunni solo perchè diversamente operando la sua stessa immagine potrebbe essere oggetto di controversie? Non credo proprio..In tutte le università del mondo il rapporto umano prescinde dal rapporto professionale..Mica perchè mangiamo insieme è detto ch'io poi ti debba regalare un posto che tu devi guadagnarti "onestamente"..Come del resto, nn sta scritto da nessuna parte che siccome tu, mi fai particolare simpatia io debba prenderti a calci tutte le volte che t'incotro solo per mantenere il giusto lucido distacco..Io tutto questo, onestamente lo trovo assurdo alquanto..Per il resto, le proprie tendenze sessuali non dovrebbero riverberarsi in alcun modo sui rapporti sociali..Questo tipo di politica sarebbe deontologicamente inappuntabile ed umana allo stesso tempo…

  6. anonimo scrive:

    video da pelle d'oca testo davvero bello

  7. anonimo scrive:

    Complimenti a tutti e due. Purtroppo ho interrotto il video perchè stò piangendo per tutti quei bimbi, da mamma non ce la faccio a guardarlo.

  8. anonimo scrive:

    Ciao Rosario e ciao a tutti… sono Dario.Volevo ringraziare Rosario per gli apprezzamenti alla nostra canzone. E' bello sentirsi apprezzati quando si fa qualcosa, ma soprattutto è ancora più bello sentirsi apprezzati quando si scrive, si canta o si dice quello che si pensa. Non sapevo che avessi parlato di noi sul tuo blog. L'ho saputo solo poco fa, ma mi ha fatto davvero tanto piacere.Volevo solo scrivere due parole: Io e Vittorio abbiamo deciso per caso di mettere le nostre canzoni su internet, perché ci sembrava un peccato tenerle chiuse in casa senza averle fatte ascoltare almeno ai nostri amici. Per il resto, il tutto è nato perchè a me piace scrivere e a lui piace suonare. Non abbiamo alcuna intenzione di creare paragoni con nessuno, e il fatto che venga citato De Andrè, per me non può che essere un grande onore, ma nulla di più. Avessimo la capacità anche solo di emulare De Andrè, a quest'ora avrei già dedicato la mia vita alla musica senza esitazioni. Con questo voglio dire al commento 2 che il cantico non richiama de andrè. Il cantico è un tipo di componimento che si trascina dietro una sacralità e una scia malinconica. Ti ricordo, ad esempio, il cantico nella liturgia religiosa, il cantico delle creature, il cantico dei cantici, ecc. Avrei, ad esempio, potuto intitolarla "ballata" fosse stata  seguita da una musica allegra.Credo che la mamma del commento 7 abbia colto, insieme a rosario, il reale scopo della canzone: LA DENUNCIA. Mi dispiace che sia scoppiata in lacrime, ma, dopotutto, quello è il sentimento istantaneo di chi comprende e condivide.Per il resto….Rosario, ti invito a tenere d'occhio la pagina degli ASSIOMA, perché a poco a poco le caricheremo tutte online. L'unico nostro problema, per ora, è che siamo costretti a registrare solo con una chitarra e al microfono interno del portatile……ci mancano le attrezzature…..ma nella vita non si sa mai!!!Grazie ancoraDario

  9. byros scrive:

    Caro Dario quando una cosa vale non c'è mancanza di attrezzature che tenga!Quando arriveranno, comunque, le attrezzature darete ancora di più, intanto un microfono esterno (la voce a volte si sente davvero piano) credo che possiate permettervelo :-)

  10. anonimo scrive:

    il microfono lo abbiamo comprato….ma attaccato al computer è pessimo….ci vorrebbe un mixer o qualche attrezzatura che ne amplifichi e regoli i suoni…..piano piano ci arriveremo…..Grazie ancora per gli apprezzamenti!!!Dario

  11. byros scrive:

    Grazie a voi per le belle canzoni…

  12. anonimo scrive:

    bellissimo testo, che fa riflettere , complimenti ragazzi continuate e nn vi arrendete. Mi dite dove posso trovare le altre vostre canzoni? Grazie

  13. byros scrive:

    L'account YouTube del duo è questo: http://www.youtube.com/user/BandAssioma .Buon ascolto anche se ancora c'è poco…

Leave a Reply to byros