Si sono aperti ieri a Crotone le fasi regionali dei Giochi Sportivi Studenteschi della Calabria

 

body {border: 1px lightgrey solid;}

L’antica Kroton, con la sua gloria e la magia delle sue tradizioni, ha fatto da sfondo alla cerimonia di apertura della fase regionale dei Giochi Sportivi Studenteschi 2010, che hanno preso ufficialmente il via oggi pomeriggio in piazza Duomo.

 

 

Apertura Giochi Sportivi Studenteschi a Crotone. Foto Rosario Rizzuto

Alla presenza delle autorità e dei vertici dell’ufficio scolastico regionale, Francesco Mercurio, direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, e Rosario Mercurio, coordinatore regionale per l’educazione fisica e motoria, e del neo coordinatore dell’Atp, Luciano Greco, hanno sfilato una parte dei 980 atleti provenienti da tutta la regione, che per una settimana, fino a sabato 29 maggio, si contenderanno il titolo di campione regionale, valido per l’accesso alle fasi nazionali dei Giochi, in cinque discipline sportive: atletica leggera, calcio, calcio a 5, pallamano, pallavolo e sport disabili.

Il cerimoniale d’apertura, d’ispirazione magno greca, ha previsto l’accensione della fiamma olimpica, la benedizione delle corone d’ulivo e il giuramento dell’atleta. Durante la cerimonia sono stati suonati l’inno nazionale e quello europeo dalla mini banda musicale degli dagli studenti dell’Istituto Comprensivo Cutuli, che hanno sfilato anche con le majorette.

La squadra di pallavolo della scuola Media di Cutro. Foto Rosario Rizzuto

Le ragazze della scuola di danza “Olympia” con la loro coreografia ispirata ai fasti dell’antica Kroton hanno fatto respirare in piazza Duomo l’aria dei tempi in cui la città di Pitagora era conosciuta nel mondo per aver dato i natali ai migliori atleti dell’antichità.

In apertura c'erano stati i saluti delle autorità presenti. Il direttore regionale dell’Usr, Francesco Mercurio, ha ricordato come i protagonisti di questa manifestazione regionale, che per la prima volta è strutturata come un evento, siano i ragazzi.

L'accensione del braciere olimpico. Foto Rosario Rizzuto

"Lo sport contribuisce a farli crescere in modo corretto sotto tutti i punti di vista”. “I Giochi Sportivi Studenteschi – ha sottolineato Luciano Greco, coordinatore dell’Articolazione Territoriale Provinciale di Crotone – costituiscono un modello aggregativo e di crescita, attraverso il quale esportiamo i reali valori dello sport, ispirati al fair play e allo stare insieme.
Lʼattività sportiva, ha un ruolo sociale molto importante nella vita della nostra comunità”.

Santino Mariano, coordinatore per l’educazione fisica per l’Atp di Crotone, ha osservato “l’importanza di riscoprire i valori dello spirito olimpico”. Sono intervenuti alla cerimonia, tra gli altri, Claudio Perri, presidente provinciale del Coni, il consigliere regionale Alfonso Dattolo, l’assessore provinciale allo Sport, Gianluca Marino e gli assessori comunali Silvano Cavarretta e Mario Megna.

Le Fasi regionali dei Giochi sportivi studenteschi 2010, “Settimana regionale dello sport”, sono promossi ed organizzati dall’Ufficio scolastico regionale per la Calabria, in collaborazione con il Coni Calabria, la Regione Calabria, la Provincia e il Comune di Crotone. La cerimonia è stata presentata dalla giornalista Giusy Regalino e coordinati da Santino Mariamo.

Le autorità in piedi per applaudire al ricordo di Romeo Fauci. Foto Rosario Rizzuto

Durante gli interventi è stata ricordata con un lungo applauso, durante il quali le autorità si sono alzate in piedi, la figura di Romeo Fauci, ex presidente del Coni provinciale di Crotone.
 

Leave a Reply