Archive for June 19th, 2010

Lo scienziato Antonino Zichichi a Cirò per parlare dell'astronomo Luigi Lilio ideatore del calendario Gregoriano

 Antonino Zichichi a Cirò per i 500 anni  dalla nascita di Aloysius Lilius. Foto Rosario Rizzuto

Si chiama Calendario Gregoriano, dal nome del Papa Gregorio XIII che lo promulgò, il calendario universalmente accettato da tutto il Mondo, ma l’ideazione dello stesso la si deve ad un calabrese, ad un cittadino di Cirò per troppo tempo dimenticato, Luigi Lilio o meglio Aloysius Lilius.

A cercare di porre rimedio a questa dimenticanza, nel cinquecentenario dalla nascita, ci sta pensando il Comune di Cirò, guidato dal Sindaco Mario Caruso, che sta organizzando una serie di iniziative per “riportare alla luce” questo suo figlio prediletto.

 

Il clou di queste iniziative si è svolto venerdì 18 Giugno 2010 a Cirò ed il momento più importante è stato la Lectio Magistralis dello scienziato Antonino Zichichi, grande estimatore di Lilius.

Antonino Zichichi a Cirò per i 500 anni  dalla nascita di Aloysius Lilius. Foto Rosario Rizzuto

Una giornata fantastica, al centro servizi per le imprese di Cirò, un'ex caserma mai partita; sembra proprio di non essere in Calabria vista la puntuale e precisa organizzazione, vista la tantissima gente arrivata un po’ da tutta la Calabria ed anche oltre che già alle nove e mezza di mattina affolla l’atrio.

Tutto è organizzato nei minimi dettagli: dall’accredito all’annullo postale per Lilius, dagli ospiti alla climatizzazione delle stanze chiuse: davvero un gran bel lavoro da parte dell’amministrazione comunale che non ha trascurato praticamente alcun dettaglio.

L’attesa fino a poco dopo le 10,30 è tutta per l’illustrissimo professor Antonino Zichichi che appena arrivato viene catturato dalle precise domande del giornalista Francesco Sibilla di 8 Video Calabria, presto a lavoro per documentare questa storica giornata così come Enrica Tancioni e Giuseppe De Fine (gran studioso di Lilius, in realtà gran studioso di tutto!) del Quotidiano della Calabria e Giuseppe Pipita del Crotonese, altri colleghi arriveranno colpevolmente in ritardo.

Poi Zichichi fa il suo ingresso tra gli applausi nella sala conferenza.

Antonino Zichichi a Cirò per i 500 anni  dalla nascita di Aloysius Lilius. Foto Rosario Rizzuto

Seguono i saluti del sindaco Mario Caruso, dell’architetto Francesco Prosperetti, Direttore regionale per i beni culturali e paesaggistici per la Calabria, di Maria Concetta Cassata, responsabile del Programma Operativo Nazionale per la sicurezza del Mezzogiorno d’Italia, e quindi sul palcoscenico salgono il presidente della Provincia di Crotone Stanislao Zurlo e il Prefetto di Crotone Vincenzo Panico.

 

A coordinare il tutto la verve della giornalista Marilù Simoneschi.

Sulla bella scenografia del palcoscenico poi è il momento da tutti atteso e sale lo scienziato Antonino Zichichi, 81 anni di sapere, lucido ed ingegnoso come pochi, capace di parlare di cose difficili da capire anche per gli addetti ai lavori con una facilità unica.

Zichichi parla tanto, spiega, fa battute e rimprovera ai cirotani di aver dimenticato prima loro il proprio figlio Luigi Lilio che lui esorta a chiamare Aloysius Lilius, vanta lo scienziato cirotano capace di predisporre un calendario perfetto (capace di garantire la perfezione dell’equinozio per 100.000 anni e la correttezza delle stagioni per 3.500.000 anni!) prima della nascita della scienza e dice che tutti assieme dobbiamo fare in modo di far dichiarare la data di nascita di Lilus giornata mondiale del calendario.

Zichichi parla degli errori degli altri calendari, afferma che la numerologia è una sciocchezza totale e affonda gli oroscopi e i creduloni asserendo che le costellazioni sono degli effetti ottici, poi parla del tempo; concetti a volte difficili che lui riesce a far capire anche a chi conosce poco di fisica. Afferma che nella sua battaglia per rivalutare Lilius ha anche la collaborazione della politica e cita i ministri Bondi, Gelmini, Frattini e Matteoli.

 

Emoziona e tiene incollata l’attenzione del pubblico per tutta la lezione.

Si sottopone anche a due domande, quella di un signore del pubblico e quello di uno studente alle quali risponde con competenza.ù

Antonino Zichichi a Cirò per i 500 anni  dalla nascita di Aloysius Lilius. Foto Rosario Rizzuto

Al termine della Lectio, dopo le foto, le interviste e gli autografi di rito, Zichichi e tutto il seguito si spostano a Cirò paese, in Piazza della Repubblica, dove, prima del Light Lunch (anche esso perfetto e ben organizzato) lo stesso scienziato, presso il Palazzo dei Musei taglia il nastro per l’inaugurazione del museo dedicato ad Aloysius Lilius dove è presente una mostra multimediale permanente a cura della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma “Visioni Celeste – Aloysius Lilius e la scienza degli astri”.

 

Antonino Zichichi a Cirò per i 500 anni  dalla nascita di Aloysius Lilius. Foto Giuseppe De Fine

Altro momento della giornata presso il Museo Archeologico e Polo Culturale: l’evento “Il Compendio di Aloysius Lilius torna a Cirò”: esposizione dell’edizione originale del 1577 e di preziose opere bibliografiche della cultura astronomica del ‘600 della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma.

Lasciamo Zichichi che assapora i prodotti tipici calabresi circondato dall’affetto di tutti i presenti, orgogliosi di stringere la mano ad un cotanto scienziato!

Davvero tanti complimenti all’amministrazione comunale di Cirò per quello che ha saputo organizzare e per avermi fatto sentire ancora più orgoglioso di essere calabrese, conterraneo del grande Aloysius Lilius!

 

[Rosario Rizzuto]

[19.06.2010]

 

La fotocronaca della giornata nelle foto di Rosario Rizzuto

 

articoli correlati

Scandale. Revocato l'incarico di Vice Sindaco a Tonino Coriale. Il più anziano assessore, Filippo Lettieri? per ora al suo post

SCANDALE– (r.r.) La cosa era nell’aria da tempo ma il Sindaco Fabio Brescia ha voluto procedere con calma ma dopo gli ultimi avvenimenti, partiti con la forte protesta contro la discarica di Santa Marina da parte del Vice Sindaco di Scandale Patrizio (Tonino) Coriale, si era perso il rapporto fiduciario tra Fabio Brescia e Tonino Coriale.

Nei giorni scorsi il sindaco aveva anche fatto sostituire la chiave della sua stanza toglienpido di fatto l’accesso al suo ufficio a quello che era il suo vice.
Così giovedì 17 giugno 2010, a distanza di un giorno dopo il consiglio comunale, il Sindaco Fabio Brescia, con una comunicazione notificata al Coriale, ha revocato allo stesso la delega di Vice Sindaco.

Coriale, per ora rimane in carica come Assessore alla Pubblica istruzione ma dal 17 giugno, dopo 4 anni, non è più il vice di Brescia.

Per ora il sindaco Brescia non ha provveduto a nominare un nuovo vice sindaco ed in base alla normativa vigente la carica dovrebbe essere assunta dal componente di Giunta più anziano che risulta essere Filippo Lettieri.
Se ne saprà di più nei prossimi giorni.

Pensionamenti al Liceo Scientifico Filolao di Crotone, lasciano 5 docenti, un assistente tecnico e il Dirigente Scolastico

Per alcuni è un momento tanto atteso, altri hanno difficoltà a lasciare il luogo di lavoro dove, magari, hanno trascorsi tanti anni felici.
La fine dell’anno scolastico coincide, spesso, con le feste per i docenti ed il personale che va in pensione, e così alcuni giorni fa al Liceo Scientifico “Filolao” di Crotone sono stati festeggiati i professori: Vittoria Aloisio, Rocco Calarco, Francesca Grillo, Francesco Poerio, Matteo Zito e l’assistente tecnico Giuseppe Olivito che dopo anni di lavoro hanno raggiunto la meritata pensione.

Il preside del Liceo Filolao Tommaso Caligiuri circondato dal suo personale. Foto Rosario Rizzuto

Tra l’emozione generale nell’auditorium del Liceo è stato tenuto un collegio dei docenti speciale durante il quale sono stati salutati i sopra indicati docenti ai quali è stata consegnata una targa ognuna con una frase diversa in base alla materia insegnata o alla persona.
Momenti di commozione e poi tutti nella sala dei professori per il buffet offerto dai pensionandi con tanto di champagne.
Ma lo scorso lunedì è stata resa nota la disponibilità del posto di dirigente del Liceo Filolao quindi è stato chiaro a tutti che anche il dirigente scolastico della scuola, Tommaso Caligiuri, con gran dispiacere di tutti, sarebbe andato in pensione e così giovedì 17 giugno è stato organizzato un saluto anche per il dirigente.

Il personale del Liceo Scientifico Filolao di Crotone andato in pensione al termine dell'Anno Scolastico 2009.2010. Foto Rosario Rizzuto

Un altro momento di emozioni e commozione: di nuovo tutti i docenti e tutto il personale Ata che si riunisce nell’auditorium, il discorso del professore Francesco Poerio, che aveva vissuto la stessa emozione alcuni giorni prima, e poi il discorso di commiato del preside che ha ringraziato tutti chiedendo scusa per le incomprensioni che nel tempo ci sono potute essere.
Poi di nuovo tutti in sala professori per il taglio della torta ed un brindisi, come ha detto Caligiuri, alla vita!

ROSARIO RIZZUTO

Approvato il bilancio e il piano delle Opere Pubbliche in Consiglio Comunale a Scandale

SCANDALE– Dopo i Consigli animati dalle discussioni sulla discarica d’amianto torna alla “normalità” il Consiglio Comunale di Scandale se normalità si può chiamare un Consiglio a cui ad assistere sono solo due ragazzi riconducibili all’area dei giovani del Partito Democratico che, in un certo senso, fanno le veci dei loro tre consiglieri tutti assenti.
Infatti all’appello della segretaria comunale Stefania Tutino, non rispondono i consiglieri Lucanto per la maggioranza e i due Riolo e Vasovino per la minoranza, risulta assente anche Chiaravalloti che, però, arriverà dopo alcuni minuti.
E pensare che la pubblica assise ha la sua importanza visto che c’è da approvare il piano delle opere pubbliche e il bilancio.
Approvato all’unanimità il verbale della seduta precedente viene votata, sempre all’unanimità, lo spostamento del quarto punto ossia “Ici e Conferma aliquote vigenti” propedeutico ai punti che erano stati messi prima nell’ordine del giorno.
Il sindaco chiede di votare la conferma della tassazione Ici e delle altre aliquote e tutti i consiglieri votano a favore.
Si passa quindi a quello che era il secondo punto all’O.d.g. ora diventato terzo ossia l’approvazione del programma triennale delle Opere Pubbliche e l’elenco annuale 2010.
Sempre il Sindaco Brescia prende la parola ed elenca una serie di opere alcune in fase di realizzazione, altre in finanziamento o in progettazione.
Si va dal marciapiede di via Nazionale zona Bellavista lato sinistro che è quasi stato completato ai lavori del Centro Storico e via Roma anche essi a buon punto e per terminare i quali si aspetta un nuovo finanziamento già in programma, ai lavori per l’ampliamento del cimitero cittadino che, dopo alcuni problemi, sono partiti nei giorni scorsi così come i lavori di riqualificazione di via Matteotti anche essi in fase di realizzazione e rallentati da alcuni problemi all’impianto fognario.
Ma il Sindaco Brescia elenca altri lavori come l’impianto di illuminazione di via San Nicola che, superati i problemi per la realizzazione di un nuovo contatore da parte dell’Enel, raggiungerà le ultime case di Scandale sorte lungo la scorciatoia per Crotone; sono previsti, inoltre, lavori sul bosco per 390.000 euro in fase di appalto così come saranno appaltati i lavori per il completamento del palazzetto dello sport, lavoro cofinanziato con 200.000 euro a testa da Comune e Provincia di Crotone. E poi è stata trovata la copertura, risolto un piccolo intoppo burocratico, per la sistemazione dell’ex forno vicino la Chiesa dell’Addolorata e il contestuale allargamento della strada e si spera di appaltare anche i lavori per la sistemazione della Chiesa Madre. Tra i programmi dell’amministrazione Brescia anche la bitumazione della rete stradale interna: per questo sono disponibili circa 100.000 euro anche se per completarla tutta ne servono più del doppio.
Ed ancora: progetti fotovoltaici sopra le scuole, sistemazione illuminazione, sicurezza scuole di Corazzo, l’idea di una sala conferenza, e poi si stanno chiudendo degli accordi per realizzare i due ponti previsti sulla strada Collarica – Centrale di Santa Domenica che consentirebbe di accorciare ancora la distanza tra Scandale e Crotone, recupero ex mattatoio, sistemazione campi da tennis di Scandale e Corazzo, realizzazione di una strada che collega i Canali all’ex Mattatoio. Insomma tante opere che si spera si possano realizzare tutte.
Al termine delle’elenco fatto dal Sindaco il consigliere Chiaravalloti intervenendo chiede di valutare la realizzazione di un impianto di dolcificazione all’origine dell’acqua che arriva a Scandale che è un acqua molto dura che crea vari problemi, il sindaco si è mostrato disponibile anche se ormai la gestione dell’acqua a Scandale è di competenza della Soakro. Il punto passa all’unanimità con immediata esecutibilità.
Si passa all’esame del bilancio: il Brescia elenca le varie voci che lo compongono spiega come ci sia stato un movimento di spesa di oltre 11.600.000 euro e come i trasferimento dello Stato siano ancora diminuiti passando da 939.000 a 909.000 euro: il punto passa con i voti della maggioranza e l’astensione dei consiglieri Scaramuzzino e Chiaravalloti.
In conclusione il Consiglio all’unanimità, con immediata esecutibilità, prende atto della deliberazione 160/2010 della Corte dei Conti che contiene alcuni indirizzi interpretativi in materia di riscossione e di relativo affidamento ai concessionari deputati alla riscossione di alcune imposte come per esempio l’Equitalia: è la segretaria comunale a dare alcune delucidazioni in merito circa le novità introdotte.
Alla fine della discussione dei punti c’è l’intervento del vice sindaco Coriale che chiede al sindaco Brescia spiegazioni circa la sostituzione della mascatura e quindi della chiave alla porta della stanza del sindaco, Fabio Brescia spiega che essendo la sua stanza ha deciso che la chiave la deve avere solo lui: che i rapporti tra i primo cittadino e il suo vice siano ormai alla fine è chiaro un po’ a tutti e quello di mercoledì potrebbe essere stato l’ultimo consiglio con il Coriale seduto vicino al Sindaco Brescia!
ROSARIO RIZZUTO