Coriale chiede al Sindaco Brescia lumi sulla revoca da Vice Sindaco

Ricevo e pubblico:
Al Sindaco
del Comune di Scandale
Sede
 
Oggetto: Richiesta delucidazioni revoca delega da Vice Sindaco.
 
Il sottoscritto Coriale Patrizio vista la revoca da Vice Sindaco pervenutami, chiede alla s.v. delucidazioni in merito circa la sua presa di posizione inerente la stessa.
Anche se la sua risposta (che ho seri dubbi che lei mi darà) e la motivazione la ben so ed è sotto gli occhi di tutti. Piuttosto che dimettersi lei e tutti coloro che la pensano come lei in merito alla vicenda discarica pensate a revocare la mia delega: siete veramente ridicoli!!!  
Comunque non le nascondo che era già tutto messo in conto sin dal primo momento che io ho iniziato ad oppormi alla discarica; questo è solo l’inizio del caro prezzo che devo pagare per non aver condiviso e per aver contrastato la sua posizione nella vicenda discarica.
Le posso garantire che (costi quel che costi) sono fiero ed orgoglioso di non aver avallato una iniziativa analoga e di pagarne tutte le conseguenze derivanti. Deve sapere, caro Sindaco, che (a mio avviso) il non macchiarsi la coscienza, il rispetto verso i cittadini (i quali ci hanno dato il loro consenso per poter amministrare) onorare la carica, tutelare la salute dei cittadini, salvaguardare il territorio, il non lasciarsi abbindolare, coinvolgere, il non essere succube di nessuno, la libertà di pensiero, il non parlare in play back, il ragionare con la propria testa, e il camminare con i propri piedi, valgono molto di più di una carica da Vice Sindaco e di tutto il resto…  
E’ palese che la pensiamo diversamente su questo punto. Posso anche comprendere (si fa per dire)  che a volte si può essere accecati da un qualcosa che può  tralasciare tutte le qualità che un pubblico amministratore deve e dovrebbe avere, però lasciar prevalere gli stessi, “al solo  fine” di danneggiare un’intera comunità mi pare fuori luogo e di cattivo gusto!!!  
Se poi a lei non interessano queste cose può continuare tranquillamente sulla sua strada: alla fine ognuno di noi risponde delle proprie azioni. Le dico, inoltre, che per me è sempre prevalsa la sostanza e non la forma per cui posso continuare ad essere sempre me stesso a prescindere dalla delega o da altro a differenza di qualcun altro che, forse, l’unica cosa di cui possa vantarsi potrebbe essere una analoga delega e pur di  essere e di rimanere  al potere (che poi  non capisco a che pro dei cittadini) farebbe di tutto e sarebbe disponibile a cedere a qualsiasi forma di coinvolgimento. Con me, caro Sindaco per come le ho sempre dimostrato sia in  sede comunale che durante le varie campagne elettorali recenti e non (vedi elezioni provinciali e regionali) ha sbagliato persona in quanto non sono stato, non lo sono, e non sarò mai in vendita.
Forse lei  questa cosa non l’ha mai mandata  giù perché pensava che io fossi come qualche suo “compagno di viaggio” che pensano solo alla poltrona  e  a qualcos’altro… piuttosto che onorare i propri impegni presi con gli elettori e adoperarsi per il bene comune.
Ma anche questo è palese a tutti!!!  Per fortuna i nostri concittadini sono abbastanza intelligenti per cui determinate risposte se le possono dare tranquillamente da soli, diversamente sarebbe stato problematico con dei personaggi come lei al potere.
Infine le posso assicurare che fino alla scadenza naturale del mandato conferitoci dagli elettori può contare sul mio appoggio istituzionale su tutto ciò che potrebbe rivelarsi utile per i cittadini e per il territorio per come ho sempre fatto, diversamente mi troverà in contrapposizione sia da Assessore (almeno fino a quando mi lascerà tale delega) sia da Consigliere: per fortuna non è a discrezione sua revocarmi da tale carica diversamente come sua risposta in merito alla mia posizione assunta dal sottoscritto in merito alla discarica mi avrebbe revocato pure tale carica: questo suo atteggiamento, caro Sindaco, ha un mero sapore di dittatura alla faccia  della  democrazia…
                                                                                                                                 Patrizio Coriale

5 Responses to “Coriale chiede al Sindaco Brescia lumi sulla revoca da Vice Sindaco”

  1. anonimo scrive:

    Fregatene. TU SARAI IL NOSTRO PROSSIMO SINDACOLo avrà fatto solo per ripicca

  2. anonimo scrive:

    I MIEI COMPLIMENTI ALL'ASSESSORE TONINO CORIALE PER LA BELLA RISPOSTA DATA AL SINDACOTUTTO QUESTO NON DEVE ESSERE UN PROBLEMA PER TE CARO TONINO. CONTINUA AD OPERARE COME STAI FACENDO SULLA TUA STRADA. GLI ALTRI SONO STATI E SARANNO DEI LECCHINI. GLI ALTRI NON SI METTONO CONTRO AL SINDACO PERCHE' SE LO DOVESSERO FARE HANNO MOLTO DA PERDERE O PERCHE' HANNO GIA' AVUTO MOLTO DAL SINDACO E PER RINGRAZIARLO NON SI METTONO MAI CONTRO MA RISCALDANO SOLO LA POLTRONA E SI PAGANO UGUALMENTE IL COMPENSO. PURTROPPO NON SONO LA' PER TUTELARE I NOSTRI DIRITTI MA BENSI' I LORO. PER LORO VALE IL DETTO POPOLARE CHE "CHINI A TENA RA RUGNIA SA GRATTA". TU ALMENO PER QUANTO MI RIGUARDA HAI DELLE BUONE POSSIBILITA' PER ESSERE IL SUCCESSORE DELL'ATTUALE SINDACO SE COSI' SI PUO' CHIAMARE.FEDELE NOCE

  3. anonimo scrive:

    tonino,a scandale sei appoggiato da tanti e se dimostrerai che davvero è il bene dei cittadini che ti sta a cuore, vedrai che alle prossime elezioni avrai delle belle sorprese…il sindaco e i suoi compari… dovrebbero vergognarsi, che delusione!!!!!

  4. anonimo scrive:

    tonino io sono un tuo amico e gli amici si vedono nel momento del bisogno continua su questa strada noi ti appoggiamo 

  5. anonimo scrive:

    Va bene tutto ma ora BASTA con le polemiche è il momento per chi vuole farsi sotto alle prossime comunali cercare di fare qualcosa che non sia solo propaganda sui giornali o lettere…Vediamo chi – polici, associazioni – sarà nel proprio piccolo capace di fare qualcosa che non sia solo PAROLE!!!

Leave a Reply