Qualunquemente con Antonio Albanese: un film da vedere al cinema!

Il manifesto del film con Antonio Albanese. Foto dalla rete.Qui a Scandale piove veloce, ieri sono andato appositamente a letto presto per iniziare la mattinata con le galline, ma loro ancora dormono, io, invece sono al pc ormai da 2 ore anche se, di fatto, non ho fatto una minkia.
Ieri avrei detto: "Non ho fatto un cazzo!", ma dopo aver visto, ieri dalle 16,00, la prima proiezione di Qualunquemente, il nuovo film di Antonio Albanese, minkia è più chic.
 

Infatti lui dice così nel film alla proposta su cosa fare per i poveri ed i bisognosi: "Na beata minkia!", e la battuta è già diventata un must, come u pilu, le parole che termino con mente, cazzu cazzu cazzu e via dicendo.

Qualunquemente è al cinema solo da due giorni (a Crotone da uno) è già il film di Giulio Manfredonia è un successo.

Non so se Albanese superarà Zalone ma io tifo per il primo anche perchè Qualunquemente è un film con molta Calabria, ambientato in Calabria, girato, in gran parte, in Calabria.
 

Albanese è fantastico, d'altra parte non è una scoperta di oggi, e i palcoscenici lui li calca da decenni.
 

Non ho visto il film di Zalone (ora a Crotone spostato alla Sala Raimondi) ma per il film calabrese di Albanese ho programmato di andare a vedere la prima proiezione in assoluto di Crotone.
 

Ma chi cazzo ci sarà mai alle 16,00 all'Apollo? Invece… la sala principale era abbastanza piena e tante erano anche le persone, per lo spettacolo delle 18,00, che ho incontrato uscendo ed ancora deve partire il passaparola, quello che ha portato in vetta il film di Zalone.
Tutti vorranno vedere questo Partito du Pilu per cercare di capire, man mano che passeranno i giorni, il segreto del successo di questo bel film!

Ma perchè questa mia gran voglia di vedere questo film?
 

Un modo per capire come comportarmi alla prossima campagna elettorale? (visto che dai trailers si capiva che la trama del film riguardava delle elezioni). Sì!!! Ma al contrario. Praticamente visto il film bisogna fare tutto il contrario di quello che fa Albanese, almeno nelle cose negative.
Le due famiglie di Cetto La Qualunque. Foto dalla rete
Al cinema con me i miei gioielli Antonio ed Alex e poi mia mamma, mi serviva un commento a caldo di una puritana come lei e l'occasione era troppo ghiotta.
La signora De Miglio vicino a me oltre, per fortuna, a ridere ogni tanto, era preoccupata per alcune scene vista la presenza dei bambini, niente di stravolgente e tutto fatto con molta ironia, ma è lei indietro non il film non adatto ai bambini, anzi.

Certo ho avuto un po' di difficoltà, finito il film, a spiegare al mio piccolo Alex (8 anni) cosa fosse u pilu, mia mamma gli aveva detto che erano i capelli ma lui non era molto convinto. Una volta a casa sono stato chiaro: "Visto il film? Bene! Voi dovete fare tutto il contrario di quello che faceva fare Albanese al figlio e via dicendo". Sembra abbiano capito, altrimenti avrò contributo a creare due piccoli mostri .
Ed ora, scusatemi, sarà difficile, ma vado a riflettere come Cetto La Qualunque.

Ancora un paio di cose.
Oggi, domenica, giornata importante per capire dove possa arrivare il film con Sergio Rubini (favoloso!), sperando che la tv dia al film calabrese lo stesso spazio avuto dal comico pugliese, in questa bella battaglia meridionale che, forse, nel Cinema, non c'è mai stata.
 

Ma in tutto c'è una prima volta, e che il meridione, la Calabria, siano il futuro è una mia convinzione che difficilmente metterò da parte anche se ci sarà ancora molto da soffrire.
 

Intanto, mentre non sento più il ticchettio della pioggia sul tetto della mansarda, vi auguro una buona domenica.
Alle 12,00, se non avete impegni, parte, dal Municipio, il pullman dell'Us Scandale per Torre Melissa: oggi alle 14,30 c'è il big match tra la prima e la seconda del giorne D di Seconda Categoria: lo Scandale per credere ancora al primo posto ha un solo risultato VINCERE!!!
Andiamo in tanti a gridare tutti assieme al portiere scandalese della Nuova Torre Melissa: "Mollura vi facciamo tre gol, Mollura vi facciamo tre gol!"

 

3 Responses to “Qualunquemente con Antonio Albanese: un film da vedere al cinema!”

  1. anonimo scrive:

    Al tuo primo comizio, tieni a mente le parole di Cetto…e se sarai capace di una buona imitazione, strapperai applausi pure tu!!
    Se la cosa funziona, mettilo pure sui tuoi manifesti elettorali: NA BETA MINKIA!!
    Vota Cetto Rosario la Qualunque!!

  2. byros scrive:

    No perchè noi abbiamo intenzione di fare cose importanti per le persone povere e bisognose e di impegnarci a fondo per chi sta peggio degli altri!

  3. anonimo scrive:

    uahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha

Leave a Reply