Partite le iscrizione al CantaScandale, per la prima volta in partnership con il famoso Festival di Castrocaro

L’impegno, la dedizione, l’Amore verso un proprio progetto, verso la propria terra porta a migliorarsi, ad acquisire nuove potenzialità per le cose in cui si è creduto.


E’ innegabile che Gianni Carvelli, presidente dell’associazione “Musica x Sempre” ami il suo paese Scandale e per lui si impegni fino allo stremo soprattutto in campo musicale (ma in passato, per esempio, Gianni è stato anche presidente dell’Us Scandale).

Gianni da anni organizza per Scandale ed a Scandale alcuni eventi musicali che hanno ormai raggiunto una fama regionale; in questi giorni è in fase di preparazione la 34esima edizione del concorso canoro denominato CantaScandale.

“Ma l’edizione 2011 del CantaScandale – ci spiega lo stesso Gianni Carvelli – sarà speciale in virtù della collaborazione istituita con il prestigioso Festival di Castrocaro. La convenzione tra i due concorsi è avvenuta nel mese di gennaio grazie alla volontà dell’associazione “Musica x Sempre” di Scandale da me diretta”.

Gianni ha cercato ed ottenuto questa collaborazione (che non è caduta così dal cielo ma è stata concessa dopo che Castrocaro ha verificato attentamnete le qualità e le potenzialità dell’associazione “Musica x Sempre”) per il solo motivo di poter dare l’opportunità ai talenti locali di confrontarsi per poter raggiungere un traguardo artistico importante evitando di affrontare numerosi viaggi, cosa che significa un notevole risparmio di soldi, tempo ed energie.

“Come da tradizione – continua il Carvelli – anche questa edizione sarà divisa in due categorie (Giovani: da 7 a 15 anni) e (Nuove Proposte: da 16 a 36 anni), quest’ultima concorrerà per la conquista del primo premio che prevede l’accesso diretto al Contest di Castrocaro 2011 (prefinale), mentre il secondo e terzo classificati saranno ammessi gratuitamente alle audizioni del Festival di Castrocaro 2012”. Da qui il risparmio di soldi tempo ed energie, da qui la prima volta, in campo musicale, per Scandale di vedere il proprio nome associato a quello di Castrocaro.

Vi immaginate al prossimo Festival di Sanremo un cantante proveniente dal CantaScandale?
Gianni Carvelli, presidente dell'associazione "Musica x Sempre"
La categoria giovani, non potendo concorrere, per via dell’età, al Festival di Castrocaro, si confronterà per aggiudicarsi comunque un premio importante: per il primo classificato, infatti, ci sarà la possibilità di registrare un mini cd con 4 brani editi presso uno studio recording professionale, più 30 copie dello stesso cd con inclusi grafica e copertina, mentre al secondo e terzo classificato verrà consegnato un trofeo.

“Il concorso – conclude il pluristrumentista scandalese – sarà diviso in due fasi: la prima prevede una preselezione mediante audizioni che si terranno nel mese di aprile dove gli aspiranti finalisti si esibiranno in presenza di una commissione artistica composta da esperti del settore della musica che avrà il compito di scegliere chi approderà alla finale. La seconda fase consiste nella serata finale che si terrà il 29 maggio in Piazza Condoleo a Scandale.

In questa occasione i concorrenti si esibiranno al cospetto di una commissione artistica composta da due giurati inviati dall’organizzazione di Castrocaro che si uniranno ai tre giurati locali, che avranno il compito di decretare i vincitori del CantaScandale 2011”.
Quanti vorranno partecipare alle selezioni del concorso dovranno compilare il modulo d’iscrizione scaricabile dal sito www.musicaxsempre.it e versare la quota di iscrizione di € 35,00 per artisti singoli, mentre per i gruppi si dovrà versare un addizionale di € 15,00 per componente.
L’approdo alla finale non implica nessuna spesa aggiuntiva.

Per info ed iscrizioni si può anche telefonare al 338 4745431 begin_of_the_skype_highlighting              338 4745431      end_of_the_skype_highlighting oppure al 347 0126746 begin_of_the_skype_highlighting              347 0126746      end_of_the_skype_highlighting e visitare il sito www.musicaxsempre.it.

[Rosario Rizzuto]

Leave a Reply