Prima notte di Ottobre…

Ed eccolo, zitto zitto, fa capolino Ottobre, my black mounth, il mio mese nero ma che l'anno scorso è coinciso con la mia rinascita.
Così zitto che ha anche mascherato il tempo, infatti veniamo fuori da uno dei settembri più caldi della storia!
A chi sembra che sia ottobre? Chi ci pensa che tra cinque domeniche bisogna tornare all'ora solare e di fatto alle 17,00 sarà già buio?

Ho girato il calendario, quello che ho di fronte, il calendaro VistaPrint, ora non c'è più la foto di me con Laura Chiatti ma quella, sempre di me, al Cimitero del Verano con Giulia, Asia ed un'altra amica di Rino Gaetano.
Gli altri miei calendari li girerò dopo…

A Tele Diogene, Don Giuseppe Covelli, nel suo "Pelo e contropelo", sta parlando di Gesù, di chi lo vuole seguire e le relative difficoltà, della necessità di far notare a chi ci sta vicino i propri sbagli, per salvargli, spiritualmente, la vita (o, almeno, salvare la nostra), cita il suo programma, quelli che lo seguono e quello che gli dicono.

Molto duro il monsignore crotonese almeno in tv anche se spesso,ed i preti in questo sono maestri, chi predica bene razzola male!!! Ma io non lo conosco quindi non posso giudicare!

Ottobre, eccolo! Mentre fa ancora caldo, anche oggi dovrebbe esere una bellissima giornata!

Mi sono svegliato presto, orami dormo a tappe: 21,00 – 23,00 sul divano, 23,05, 01,30 nel mi letto da bambino, 01,55 – 03,30 in quello che dovrebbe essere il mio letto matrimoniale anche se di matrimoniale ha solo la grandezza…

L'ultima tappa l'ho fatto con la radio del mio cellulare, RTl 102,5, che altro?!

Mi sono svegliato con l'urlo di Alessandra Amoroso: "Dormi tranquillo e stai lontano dai miei sbagli. Intanto che riposi io continuo a chiedermi perché urlo e poi tu non mi senti…", con brividi senza fine.


A volte ascolto decine di volte una canzone e non ne colgo le sfumature; per questo che amo la notte, "la notte è più bella" (Jovanotti), la notte ti permette una maggiore concentrazione lontano dai rumori inutili del giorno, dalla cattiveria della gente. Tutti dovrebbero provare a vivere qualche notte non come quella che non mi ascolta, e lo fa sempre di meno, che dorme, dorme, dorme, dorme dorme, dorme, dorme, dorme, dorme, dorme, dorme, dorme, dorme, dorme, dorme, dorme e dorme!!!
"Allungo le mie mani ma tu sei distante…"! Chissà perchè ci sono donne, ma anche uomini, convinti che un amore sia per sempre, quasi un patto incancellabile. Forse non hanno ancora capito che basta un secondo per porre fine ad un amore, che tutto può finire, che nulla è per sempre soprattutto se sei uno stronzo all'ennesima potenza!!!

A Rti (Radio Tele International) si parla della presentazione del premio dedicato a Franco Razionale, uno sfortunato giornalista crotonese che ebbi modo di conoscere all'inizio della mia "carriera", quando, per esempio, partivo da Rocca di Neto, lasciando a casa la mia Maria per andare a dire due parole sulla Seconda Categoria ai microfoni di Rti che allora aveva anche il canale radio.
Al termine di un mio intervento Franco mi definì "Macchinetta" per il modo in cui dissi tante cose in poco tempo: NON LO DIMENTICHERO' MAI!!! Nulla a che vedere, Franco, con tanta merdaccia di ora, che scrivono sui giornali o parlano in radio. Lui era un signore, una brava persona!

Un paio di anni fa mi lamentai con l'organizzatore del fatto che il premio, che viene consegnato anche ad un giornalista sportivo, favorisse quelli di Crotone ed in particolare in quell'anno era stato dato a chi era appena arrivato sulla scena quando c'erano colleghi, non ultimo io stesso, che da anni si facevano il culo sui campi dilettantistici. L'organizzatore mi disse: "Hai ragione, dai vediamo l'anno prossimo". Ma gli anni passano e le cose si dimenticano!!! Ma che ci volete fare: l'organizzatore si chiama Piero Pili!
I migliori se ne vanno, chi resta organizza i premi!!!
A sinistra Piero Pili, organizzatore del premio dedicato a Franco Razionale. Foto Rosario RizzutoIntanto a Rti si parla della stupenda Massa Carrara (ed io ho già cambiato canale, meglio una bella commedia con il bravo e compianto
Renzo Montagnani) ed immagino qualche ritardatario turista che non prende sonno in qualche albergo crotonese che magari si lascia convincere dalle parole ed dalle immagini e magari sta già disdicendo la vacanza crotonese per spostarsi nella città promozionata dalla tv crotonese!!!
Ma non credo che succeda: chi volete che sia sintonizzato su Radio Tele International a parte me?!

Buon Sabato!

Leave a Reply