Archive for October 15th, 2011

Tutti su Rai 3, domani alle 12,10 e poi a mezzanotte e 25

Questa settimana a TeleCamere Salute, in onda domenica 16 0ttobre,  alle ore 12.10 e alle ore 00.25 su RAI TRE, si parlerà della salute dei nostri piedi.
 
Ospite di Anna La Rosa  sarà  il Prof. Luigi Promenzio, Presidente della Societa’ Italiana di Patologia dell’Apparato Locomotore .
Per info e CV:
www.promenzio.it
 
Il piede e le sue patologie, dall’alluce valgo ai piedi piatti, saranno al centro della prima parte del programma.

Tutti su Rai 3, domani alle 12,10 e poi a mezzanotte e 25

Questa settimana a TeleCamere Salute, in onda domenica 16 0ttobre,  alle ore 12.10 e alle ore 00.25 su RAI TRE, si parlerà della salute dei nostri piedi.
 
Ospite di Anna La Rosa  sarà  il Prof. Luigi Promenzio, Presidente della Societa’ Italiana di Patologia dell’Apparato Locomotore .
Per info e CV:
www.promenzio.it
 
Il piede e le sue patologie, dall’alluce valgo ai piedi piatti, saranno al centro della prima parte del programma.

Traffico e vivibilità urbana: ascoltare la voce dei cittadini e risolvere una volta per tutte l’annosa problematica

COMUNICATO STAMPA

La nostra città, come sottolineato dal rapporto sull’ecosistema urbano delle città italiane, non gode di un buono stato per quel che riguarda la vivibilità e la qualità degli spazi pubblici.
Il traffico, la viabilità, le piste ciclabili e gli spazi verdi sono tra i fattori che più incidono sulla qualità della vita urbana.
Se ne discute da troppo tempo ma con scarsi risultati; le lettere alla stampa locale di numerosi cittadini ed associazioni (ricordiamo quella di Italia Nostra a firma di Teresa Liguori) riaprono il dibattito che, purtroppo, non si traduce poi nell’attuazione di decisioni migliorative.
Claudia G. Rubino. Foto dalla reteIl sistema delle autonomie locali, nato negli anni novanta proprio per ricostruireun nuovo rapporto tra la pubblica amministrazione ed i cittadini ha trasferito competenze nuove ma non la responsabilità dei risultati.
La viabilità, l’incremento della sicurezza sulle strade di scorrimento che attraversano i quartieri della città ed il traffico in prossimità di alcune scuole sono questioni che vanno affrontate con urgenza e determinazione.
La metodologia da utilizzare non è nuova, negli enti locali dovrebbe essere patrimonio di tutti: il “problem solving”. Insomma, un nuovo modello organizzativo dei servizi orientato ai risultati. Comprendere un problema, identificare gli aspetti specifici, analizzarne le cause e predisporre soluzioni fanno parte del nuovo bagaglio professionale obbligatorio di ogni dirigente o amministratore pubblico.
La viabilità, cosiddetta di scorrimento veloce, che incrocia quartieri e scuolenon trova da anni una soluzione degna di una comunità attenta alla sicurezza ed alla qualità della vita nei quartieri. La violazione generalizzata della segnaletica,ha oramai stratificato nella mente dei cittadini e soprattutto nei bambini delle scuole, tra l’altro impegnati nell’educazione stradale, l’idea che le regole civiche sono un optional e che valgono solo per gli altri.
Riteniamo indispensabile l’individuazione di indicatori di sostenibilità delle strade cittadine nei quali ponderare i seguenti parametri fondamentali : il livello del traffico veicolare, il livello di frequentazione pedonale o in bici, la sicurezza degli attraversamenti pedonali, gli spazi disponibili nei quartieri, l’inquinamento acustico e dell’aria.
Nella società della conoscenza il concetto di “efficacia” è sempre più accesso immediato e semplice al servizio atteso mentre quello di “efficienza” fa riferimento al tempo trascorso tra l’idea e la sua realizzazione.
L’associazione “Bene comune” è nata anche per promuovere un cambiamento dell’attività amministrativa capace di leggere ed interpretare i bisogni dei cittadini attraverso incontri di ascolto nei quali si riscopre il valore della partecipazione sociale e civile.
Per questo chiediamo un dibattito nella sala consiliare del comune nel quale istituzioni locali, associazioni sensibili al tema e cittadini possono esprimere idee e soluzioni nuove.
L’Associazione Bene Comune
F.to Il presidente
Claudia G. Rubino