Archive for August 14th, 2012

Sabato 18 Agosto a Belvedere Spinello i Tammurria in concerto per la Festa dell’Avis

Grande serata di musica salentina, sabato 18 agosto a partire dalle 21,30, a Belvedere Spinello per la Festa dell’Avis di Belvedere Spinello.

Una serata di musica gratuita per tutti, una musica che prende e che, ascoltandola, non puoi fare a meno di ballare.

Sul palco ci saranno i Tammurrìa, uno dei gruppi più importanti di questo genere musicale. Uno sforzo non indifferenze per una “piccola” associazione come può essere l’Avis di Belvedere Spinello.

Ennesima dimostrazione che quando un’associazione ci sa fare e si impegna, cercando di fare sociale, aggregazione (e magari non pensando solo ai soldi) i risultati arrivano eccome…

Quindi un appuntamento da non perdere… a Belvedere Spinello vi aspettano con gioia anche per diffondere il verbo dell’Avis: l’invito a donare sangue, sempre più necessario, sempre più utili ed indispensabile…

I Tammurrìa in concerto sabato 18 agosto 2012 a Belvedere Spinello - Crotone.

Documentario inedito sul cantautore Rino Gaetano, prodotto dal CapriArt con la regia di Luca Federico

Documentario inedito sul cantautore Rino Gaetano, prodotto dal CapriArt con la regia di Luca Federico, interviste Giampiero Marrazzo, Fotografia Diego Falconieri con Bruno Franceschelli, Anna Gaetano, Andrea Rivera, Lucio Dalla, Mogol, Paolo Rossi.

Immagine anteprima YouTube

E’ Pino Aprile, col volume Terroni, il vincitore della prima edizione del Premio Caccuri di saggistica. Grandi cose a Caccuri e tanti nomi famosi

Pino Aprile, col volume ‘Terroni’, ed. Piemme, ha vinto la prima edizione del Premio Caccuri di saggistica; al secondo posto si è classificato Piergiorgio Odifreddi con ‘Una via di Fuga’, mentre Piegiorgio Morosini, con ‘Attentato alla giustizia’, è arrivato terzo.

Pino Aprile, vincitore della prima edizione del Premio Caccuri di saggistica. Foto dalla reteI tre autori sono stati premiati alla fine di una serata molto bella e interessante seguita, ancora una volta, da centinaia e centinaia di persone assiepate su viale Convento e sulla adiacente via G. Dardani. Interessanti, come sempre, gli interventi degli Autori, con un Odifreddi particolarmente ispirato, un Aprile sempre più appassionato alla questione meridionale e un Morosini sempre efficace sui temi della giustizia e dei diritti dei cittadini, ma molto interessanti anche i dibattiti e le interviste che si sono succeduti nel corso della serata.

Si è assistito ad un’intervista di Davide Giacalone al banchiere Alessandro Profumo nella quale Giacalone criticava la classe politica elogiando la società civile e il banchiere Profumo invitava a non esaltare troppo i meriti della società civile che a volte non è meglio dei politici.

Profumo ha poi definito lo spread “uno zaino troppo pesante per gli imprenditori italiani non troppo giustificato” e ha “impartito” ad un pubblico molto attento una interessante lezione sul debito pubblico  e sulle sue cause, mettendolo a confronto con quello degli Stati Uniti e del Giappone, entrambi più alti di quello dei paesi europei, ma interamente nelle mani degli stessi giapponesi e americani.

Molto interessanti anche le interviste di Annarosa Macrì allo scrittore calabrese Mimmo Gangemi, mentre Giordano Bruno Guerri, Presidente di giuria, è stato “intervistato” da un giornalista davvero speciale: l’assessore regionale alla cultura Mario Caligiuri. Interessante il ricordo di alcuni episodi legati ad una loro precedente esperienza politica, quando uno era sindaco e l’altro assessore alla cultura di Soveria Mannelli.  

La serata è stata caratterizzata anche da alcune performance di Albano Carrisi che ha presentato il suo libro, ‘Io ci credo’.  Interessante e gradevole il racconto della sua difficile vita a Milano, prima della notorietà. Particolarmente gustoso l’aneddoto delle scatolette di ananas mai viste prima e scambiate per carne. Alla fine della serata ha regalato al pubblico alcuni gioielli della sua produzione come “Nel sole”, “Mattinata di Leoncavallo”, “E’ la mia vita” e qualche nota di Calabrisella.

I vincitori hanno ricevuto, fra l’altro, anche un’opera del famoso orafo sangiovannese Spadafora, famoso per le creazioni prodotte per Giovanni Paolo II e tre serigrafie del maestro caccurese Enzo Loria

Il profilo di Pino Aprile dal sito http://www.premiocaccuri.itPino Aprile,  giornalista e scrittore pugliese, residente ai Castelli Romani, ha lavorato per anni a Milano. È stato vicedirettore di Oggi e direttore di Gente. Per la televisione ha lavorato con Sergio Zavoli all’inchiesta a puntate “Viaggio nel Sud” e al settimanale di approfondimento del Tg1, Tv7. Il suo libro ‘Terroni’, è stato il volume di saggistica più venduto del 2010.
‘Terroni’ verrà pubblicato anche in America e diffuso nelle università americane. Per Piemme ha scritto anche ‘Il trionfo dell’Apparenza’, sui falsi miti di questo inizio di secolo, ‘Elogio dell’imbecille’ ed ‘Elogio dell’errore’, accolti con successo e tradotti in molti paesi. ‘Giù al sud, perché i terroni salveranno l’Italia’ è il suo ultimo lavoro.