Un ricordo del maestro Antonio Trivieri

Oggi è domenica. Lo Scandale gioca in casa e lui, di certo, nel pomeriggio, in anticipo sull’inizio della gara, sarebbe lì al campo a (di)mostare che ancora sa giocare con la palla…

Ma come ormai da molte domeniche non ci sarà perchè, mentre io dormivo per mesi, lui, il maestro Antonio Trivieri, se n’è andato tra gli Angeli, stroncato da quel male che, in molti casi, non dà scampo.

Il maestro Antonio Trivieri, calciatore professionista mancato, non c’è più ma rimane vivo nel ricordo dei suoi tanti alunni, della gente di Scandale e non solo.

Rimane vivo anche nei miei ricordi: sempre sorridente, pronto a sottolineare la sottigliezza di alcuni miei articoli. Si era fatto insegnare internet per poter andare sul mio blog e leggere quello che scrivevo.

Chi rimane nel pensiero della gente non muore mai, ho letto da qualche parte e sono certo che Totò vigilia e veglia su di noi e magari anche da lassù dà una sbirciatina a quello che ora sono tornato a scrivere: “Gliel’hai buttata a quello, fai finta di niente ma le tue critiche sottili le fai sempre”..

Ciao Totò, ciao maestro Trivieri…

Leave a Reply