Archive for the ‘Crotone’ Category

MyGiffoni 2012. On line il cortometraggio In Fila per Due dell’Ernesto Codignola di Crotone

Brividi: finalmente on line il Cortometraggio dell’Ernesto Codignola di Crotone (dei fratelli Aldo e Severino Iuliano) in gara a MyGiffoni.

Guardatelo ma cliccando su YouTube; il 15 maggio si saprà come poterlo votare e vi aggiornerò…

Immagine anteprima YouTube

Amianto, Killer da sconfiggere. Crotone un caso nazionale: se ne è discusso a Crotone

La lunga giornata di manifestazioni a cui ieri, sabato 05 maggio 2012, avevo deciso di partecipare, è iniziata la mattina presso la sala consiliare del comune di Crotone dove si è svolta un convegno su “Amianto, Killer da sconfiggere. Crotone un caso nazionale” organizzato dall’Associazione “Fabbrikando l’Avvenire”.

La Sala Consiliare di Crotone durante la manifestazione sull'Amianto. Foto Rosario RizzutoDopo un discorso soporifero del sindaco di Crotone Peppino Vallone, ad animare la situazione ci ha pensato il responsabile di Fabbrikando l’Avvenire, Pino Greco con un’introduzione molto sentita che in gran parte potete vedere ed ascoltare in questo video: 

Immagine anteprima YouTube

Un momento importante per Crotone che dopo anni di silenzio, di verità nascoste, ha visto prendere coscienza di un problema che riguarda centinaia di cittadini e che è ancora solo all’inizio perchè, come ha detto Pino Greco, il picco dei decessi causati dall’amianto di avrà tra una ventina di anni!!!

Le mie foto sull’iniziativa di Fabbrikando l’Avvenire le potete visualizzare cliccando qui.

Sindaco per un giorno: tra le proposte, pioggia di critiche per Peppiniello Vallone, sindaco di Crotone!

Il video corre veloce… nel raccontare cosa farebbero alcuni cittadini crotonesi se fossero sindaco per un giorno, sono inevitabili le critiche al primo cittadino e Peppino Vallone, sindaco di Crotone, è lì.

Il tavolo dei lavori della manifestazione Sindaco per un giorno del CdD a Crotone. Foto Rosario RizzutoNervoso anche se ad ogni critica, si lascia scappare un sorrisino; prende appunti o forse, più verosimilmente, scrivacchia, nervoso, su un foglio.

Siamo nella sala consiliare del Comune di Crotone, alla manifestazione “Sindaco per un giorno” organizzata dalla Compagnia dei Democratici di Salvatore Lucà.

Nella presentazione della mia gallery sulla manifestazione pubblicata su Facebook ho scritto: “Nella sala consiliare alla presenza del sindaco Peppino Vallone, criticato spesso nel video intervista ma sempre sorridente (come chi non si rende conto che la nave sta affondando, insomma il nostro capitan Schettino…). Di certo avrà pensato: chi me l’ha fatta fare a venire qua?!”.

Già non si rende conto…

Alcuni dei cittadini presenti nella Sala Consiliare del Comune di Crotone. Foto Rosario RizzutoMa avrà una coscienza il nostro Peppiniello, tornato a casa avrà riflettuto su tutto quello che gli hanno detto i suoi cittadini? starà meditando le dimissioni?!

Credo di no perchè loro la poltrona non la molleranno manco se andremo a cacciarli con i forconi, loro non se ne vanno.

Ma qualcuno su quanto detto da tanti cittadini ieri nel video mandato in onda nella Sala Consiliare del Comune di Crotone, dovrebbe cominciare a riflettere e se vuole sorvolare sulle critiche, almeno metta in pratica alcuni del suggerimenti lanciati dai cittadini e faccia qualcosa per la sua Città che muore!

Cliccare qui per la gallery sulla manifestazione del 05 Maggio 2012.

L’artista Berenice Russo espone a Crotone. Inaugurata il 5, la mostra rimarrà aperta fino al 15 Maggio

Resterà aperta fino al 15 Maggio (orari: 09,00 – 13,00 e 16,00 – 20,30) la mostra di pittura di Berenice Russo inaugurata il 5 maggio presso la galleria d’arte Il Cubo di Crotone, in via Firenze.

“Omaggio alla Donna Calabrese” si intitola ed è tutto un susseguirsi di donne, con lo stile, pastelloso, della brava Berenice.

L'Artista Berenice Russo di cui il 5 maggio 2015 è stata inaugurata una mostra a Crotone. Foto Rosario RizzutoLa brava pittrice calabra è tornata ad esporre a Crotone ma i suoi quadri hanno fatto il giro del mondo: da Milano a Reggio Calabria, da Roma a New York, da Tropea a Bruxelles.

Un appuntamento da non perdere per chi in questi giorni visita Crotone anche in considerazione del festeggiamenti  per la Festa Grande, il Settennale, della Madonna di Capo Colonna.

Di lei Silvana Marra ha scritto: “Nelle sue tele, mi viene da dire, ci trovi iridescenza di colori, nella sua vita tutta una iridescenza di significati e di valori” e Lucia Bellassai: “Pochi uomini nella pittura di Berenice perchè tutto è affidato alla cura delle donne: la maternità, la cura della casa, l’educazione dei figli. Tutto delegato…”.

Alcuni quadri della pittrice Berenice. Foto Rosario RizzutoUna donna, un artista, Berenice, che ha messo al centro della sua pittura la donna e che c’è di più bello, per esempio, di una donna abbracciata al suo bambino?!

Mentre visito la mostra, Berenice è nella galleria, accoglie i suoi ospiti, regala loro una stampa di un suo quadro che autografa in diretta; gentile, cortese, si concede alla stampa mentre tutto attorno i suoi quadri, quasi un’aureola, ci spiegano il perno del mondo: la Donna!

L'autografo di Berenice Russo.

L'autografo di Berenice Russo.

Le foto di Rosario Rizzuto all’inaugurazione della mostra di Berenice cliccando qui.

[Rosario Rizzuto]

La Ernesto Codignola di Crotone in visita all’Ic ‘Amerigo Vespucci’ di Vibo Marina per un progetto C3

Gli allievi della Codignola nella sala musicale. Foto Rosario Rizzuto

Una bella esperienza per alcune classi del Quinto Circolo “Ernesto Codignola” di Crotone, che, nell’ambito di un progetto Pon C3 sulla “Legalità in Musica”, si sono recati all’Istituto Comprensivo “Amerigo Vespucci” di Vibo Marina.

Qui, supportati dal tutor Andrea Mamone, davvero molto bravo, hanno svolto una lezione veramente interessante che ha avuto com elementi cardini il rispetto e la musica.

Il professore Mamone quasi dal nulla ha portato i ragazzi ad approcciarsi alla musica, tenendo presente il rispetto, e gli alunni della Codignola, accompagnati in questo viaggio d’istruzione anche dalla loro dirigente Giuseppina Padovano, sono addirittura riusciuti a suonare una canzoncina nell’attrezzatissima aula musicale dell’Amerigo Vespucci dotata addirittura di una sala d’incisione unica al Sud d’Italia.

La Dirigente Giuseppina Padovano con gli alunni ed i tutor del progetto. Foto Rosario Rizzuto

ROSARIO RIZZUTO

Rischio amianto arsenico zinco ed altri patogeni nelle scuole di Crotone. Se ne parla Sabato 5 Maggio a Crotone

Le mamme denunciano il rischio dell’amianto, dell’arsenico, dello zinco, e di altri agenti patogeni nelle scuole di Crotone.

Chiedono attraverso l’Osservatorio Nazionale Amianto l’immediata bonifica.

Rischio amianto arsenico zinco ed altri patogeni nelle scuole di CrotoneL’Osservatorio Nazionale Amianto si è costituito anche nella città di Crotone, ed opera anche il Comitato Settoriale “Genitori degli scolari esposti all’amianto e altri patogeni nelle scuole pubbliche” che ha determinato l’intervento del Ministro della Istruzione, il quale dai microfoni del TG1 ha preannunciato la bonifica dei siti in tutta Italia.

Si chiede che anche per Crotone il Ministero voglia predisporre l’immediata bonifica dei siti anche alla luce della consulenza tecnica nel procedimento penale n. 1727/00 R.G. GIP nella quale si fa riferimento alla presenza di tonnellate di rifiuti tossici con zinco, germanio, indio, cadmio, arsenico ed altri agenti patogeni, nel sottosuolo di diverse scuole ed edifici pubblici (meglio specificati nella relazione del CTU del Tribunale Penale di Crotone, Ing. Luigi Boeri, nominato dal Giudice delle Indagini preliminari, Dott.ssa Gloria Gori – intanto domani 03.05.2012 ci sarà la prossima udienza di quel procedimento detto Black Mountain, mentre l’altro procedimento quello in materia di amianto nel quale l’Osservatorio Nazionale Amianto è già costituita si terrà il prossimo 23.05.2012).

L’Osservatorio Nazionale Amianto – dichiara il suo presidente Avv. Ezio Bonanni – preannuncia azione legale per l’adempimento specifico e risarcimento danni per le vittime, che promuoverà nei confronti del Ministero della Istruzione e della Salute ove non si desse corso alla immediata decontaminazione dei siti. In occasione del convegno manifestazione del prossimo 5 maggio in Crotone, verranno presentate tutte le iniziative dell’Osservatorio Nazionale Amianto, che per altro è già costituito parte civile nel procedimento penale a carico dei responsabili ENI per la morte di molti lavoratori e cittadini per patologie asbesto correlate”.

L’Avv. Ezio Bonanni sarà presente alla manifestazione del prossimo 05.05.2012, e illustrerà le ulteriori iniziative che saranno assunte in difesa dell’ambiente e della salute pubblica.

Roma, 02.05.2012

 Avv. Ezio Bonanni Presidente Osservatorio Nazionale Amianto

OSSERVATORIO NAZIONALE  SULL’AMIANTO

Presidenza Nazionale

Via Crescenzio, n. 2, 00193 – Roma

tel. 06 68890174 – cell. 335/8304686

E-mail: osservatorioamianto@gmail.com

Parcheggio alla crotonese, nemmeno la macchina che fotografa le infrazioni sta riuscendo ad educare i discendenti di Pitagora

Parcheggio alla crotonese in Via XXV Aprile a Crotone. Foto Rosario Rizzuto col cellulare

Parcheggio alla crotonese! E se da lì doveva passare una persone disabile? Possibile che non si riesca a fare due passi in più?! Possibile che contravvengono alle regole anche i dipendenti di una società provinciale? Nessuno prenderà provvedimenti?! La foto è stata scattata Lunedì 23 Aprile intorno alle 11,00 in Via XXV Aprile, 11.

Facciamo un salto all’Agriturismo Armirò di Santa Severina?!

AGRITURISMO ARMIRO’ (TEL. 320 0968007) situato tra Altilia e Santa Severina 

OGNI SABATO SERA CI SARA’ ANIMAZIONE CON IL CANTASTORIE SALVATORE BELLIO CON IL SUO REPERTORIO: canti popolari, storie e leggende del Sud… 

MENU per solo 15 euro: antipasto, primo, secondo, frutta, dolce e caffè, bevande incluse.

Chi vuole cenare e pernottare più colazione spende a coppia solo 65 euro!

Insomma bisogna andarci assolutamente!

Quasi tutto pronto per il 18° Torneo Internazionale di Scacchi organizzato dal Comune di Cutro

Fervono i preparativi per l’organizzazione del 18° Torneo Internazionale di Scacchi, organizzato dal Comune di Cutro, che si terrà dal 23 aprile al 1° maggio 2012, intitolato ad uno dei suoi più illustri concittadini – vissuto nel XVI° secolo – e vanto della scuola scacchistica italiana, in quanto “Primo Campione del mondo di scacchi”, “LEONARDO DI BONA detto il PUTTINO” (referenze bibliografiche si trovano su tutti i testi di storia degli scacchi nazionali ed internazionali). Lo stesso in una memorabile partita, alla presenza del Re di Spagna FILIPPO II°, sconfisse il campione dell’epoca Mons. RUJ LOPEZ.

Al centro il sindaco di Cutro, Salvatore Migale, ad una Manifestazione ad Amantea. Foto archivio Rosario RizzutoDell’episodio ne testimonia un celebre dipinto di Luigi Mussini, attualmente di proprietà della sede centrale del Monte dei Paschi di Siena. L’iniziativa, organizzata in contemporanea con i festeggiamenti del SS. CROCIFISSO, ha ottenuto l’autorizzazione ed il patrocinio del CONI, della F.S.I. (Federazione Scacchistica Italiana), della F.I.D.E. (Federation Internationale Des Echecs), della Regione Calabria e della Provincia di Crotone, inserendo la Città di Cutro in un circuito turistico culturale nazionale, che fa della nostra cittadina “la Città degli scacchi”.

L’Amministrazione, forte dell’esperienza dei tornei precedenti, intende dare sempre più un maggiore risalto con un torneo Magistrale Open A riservato a scacchisti di fama mondiale  e con la pubblicazione del torneo sul sito internet del comune di Cutro http://www.comune.cutro.kr.it/ nel quale esiste un collegamento con un vero e proprio sito internet nel quale, oltre alle notizie ufficiali del torneo in corso, è stata ricostruita tutta  la storia dei precedenti tornei http://www.scacchicutro.it.

Nel sito si possono seguire in diretta tutte le fasi, mossa per mossa, delle prime 4 scacchiere, inoltre, con telecamera digitale collegata in rete sarà possibile vedere le riprese dirette di tutta la sala.

Quest’anno saranno presenti grandi giocatori, provenienti da ogni parte d’Europa e del Mondo, tra gli altri, Vladimir Okthonik, in rappresentanza della Francia, campione del mondo seniores 2011 e Draskovic Luka, in rappresentanza della Macedonia, giovane promessa degli scacchi di diciassette anni.

La manifestazione è arricchita da un torneo Open B, riservato ai giocatori di categoria Nazionale ed  inclassificati e da un torneo Under 16 che inizierà il 25 aprile e da una simultanea che si terrà giorno 25 aprile alle ore 10.00, nel piazzale di fronte la sala polivalente, dove un Grande Maestro sfiderà 30 giocatori contemporaneamente.

Infine, dalla media dei punteggi Elo, il torneo internazione di scacchi di Cutro è il primo d’Italia e tra i primi tre più importanti d’Europa.

Cutro, 17 aprile 2012

Il Sindaco Avv. Salvatore Migale  

Nuovo atto intimidatorio all’assessore Carletto Squillace di Cutro. Intervento del sindaco Salvatore Migale

L’ennesimo atto intimidatorio perpetrato ai danni dell’assessore Carletto Squillace ha destato, ancora una volta, preoccupazione nella sua famiglia e in particolare nella madre che vive ormai in uno stato d’ansia per il figlio che continuamente subisce aggressioni e intimidazioni.

L'assessore Carletto Squillace di Cutro alle prese con una ripresa televisiva. Foto Rosario RizuztoLa stessa preoccupazione è stata espressa dall’’Amministrazione Comunale che ha condannato fermamente questo vile atto di ritorsione, in contrasto con ogni regola del vivere civile. Nello stesso tempo il sindaco, facendosi interprete anche della volontà del Consiglio Comunale, ha espresso all’assessore Squillace e alla sua famiglia la più sincera solidarietà e la propria vicinanza e il sostegno alla sua instancabile attività amministrativa e all’impegno profuso per la soluzione dei problemi inerenti il settore di propria competenza.

E’ stato manifestato infine l’impegno dell’Amministrazione Comunale a proseguire nella propria azione di cambiamento sociale e culturale in difesa della legalità e del progresso della nostra comunità. 

Cutro, 16 aprile 2012

Il Sindaco  Avv. Salvatore Migale   

Cerco su internet, tramite Google, ma non trovo la notizia dell’atto intimidatorio, forse non c’è, forse, vista l’ora, sono poco bravo io. Ci sono notizie simili perchè il bravo assessore all’ambiente Carletto Squillace non è la prima volta che subisce atti vigliacchi volti a fiaccarlo, a farlo desistere dai suoi impegni.

Ma perchè succedono queste cose?

Perchè un uomo non può essere libero di impegnarsi per il proprio paese?

Perchè non si interviene democraticamente con dei discorsi, un comunicato stampa, magari glielo si dice in faccia se c’è qualcosa che non piace, se ha fatto qualcosa non giusta (ma non credo sia questo il motivo), perchè spaventarlo?

A chi giova questo?

Da parte mia ennesima solidarietà a Carletto con la speranza che non desisti e continui il suo impegno politico-giornalistico per la comunità di Cutro che ha bisogno di gente come lui! Non mollare, non mollare mai…

Il nostro Villaggio Palumbo di Cotronei al Tg 1

Immagine anteprima YouTube

Grazie ad Antonella Ierardi per il link!!!

Domenica 25 a Crotone? Dopo le partite tutti al concerto della Beethoven Acam con la pianista Lorena Gaccione

Domenica?

Per chi può, si va al concerto della pianista Lorena Gaccione organizzato dalla Beethoven Acam di Crotone.

Concerto Beethoven Acam pianista Lorena Gaccione a Crotone il 25.03.12

21 MARZO 2012 – XII GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO IN RICORDO DELLE VITTIME DELLE MAFIE

Crotone, Piazza Duomo – ore 11:00

Cirò Marina, Piazza Diaz – ore 10:00

Dal 1996 ogni 21 marzo si celebra la Giornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie. Il 21 marzo, primo giorno di primavera, è il simbolo della speranza che si rinnova ed è anche occasione di incontro con i familiari delle vittime che in Libera hanno trovato la forza di risorgere dal loro dramma, elaborando il lutto per una ricerca di giustizia vera e profonda, trasformando il dolore in uno strumento concreto, non violento, di impegno e di azione di pace.

 

Giornata della memoria a Crotone il 21 Marzo.Anche a Crotone e Cirò Marina abbiamo voluto organizzare questo momento di incontro durante il quale ricordare tutte le vittime innocenti delle mafie e in cui rinnovare, proprio nel nome di quelle vittime, l’impegno di contrasto alla criminalità organizzata.

Tutti i cittadini sono invitati a partecipare, insieme ai numerosi studenti in rappresentanza degli Istituti scolastici che convergeranno autonomamente in Piazza Duomo a Crotone alle ore 11.00, dove sarà ricordato il significato della giornata e alcuni degli stessi studenti leggeranno le storie di vittime di mafie della nostra regione. Subito dopo nel Duomo si celebrerà una messa di suffragio.

A Cirò Marina invece il ritrovo con le scuole e i cittadini è previsto alle ore 10.00 in Piazza Diaz con interventi di commemorazione e alle 11.00 trasferimento a Palazzo Porti per ascoltare la testimonianza di Alessio Magro, dell’associazione Da Sud, coautore  con Danilo Chirico del libro Dimenticati, la storia e le storie delle donne e degli uomini assassinati in Calabria dall’organizzazione criminale più segreta e potente del mondo.

Giornata della Memoria a Cirò Marina il 21 Marzo 2012.Antonio Tata, coordinatore provinciale Libera Crotone: “Come ogni anno l’associazione Libera in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, organizza il 21 marzo  la Giornata della Memoria e dell’Impegno, in ricordo di tutte le vittime delle mafie.

In tutta Italia, i coordinamenti territoriali di Libera organizzano le celebrazioni per la Giornata della Memoria e dell’Impegno con la lettura dei nomi delle vittime e momenti di riflessione e condivisione.

Anche nella nostra città  stiamo organizzando un momento di incontro durante il quale ricordare tutte le vittime innocenti delle mafie e in cui rinnovare, proprio nel nome di quelle vittime, l’impegno di contrasto alla criminalità organizzata.

L’incontro è previsto per mercoledì 21 marzo alle ore 11.30 in Piazza Duomo dove convergeranno autonomamente tutti i partecipanti e dove sarà ricordato il significato della giornata e gli studenti di diversi Istituti crotonesi leggeranno le storie di vittime di mafie della nostra regione.

Subito dopo nel duomo si celebrerà una messa di suffragio.

«Non è un corteo e non è un evento – ha precisato Don Ciotti, presentando l’iniziativa – ma un abbraccio collettivo, perché quello delle mafie è un problema che ci riguarda tutti. Un giorno Saveria Antiochia, madre di un vittima di mafia mi disse: ‘Quando uccidono un figlio sparano anche su di te’. Per questo dobbiamo esserci, perché ogni colpo inferto dalla mafia è un colpo inferto a tutti noi». 

Educazione stradale nelle scuole dell’Infanzia di Crotone. Icaro: in campo la Polizia di Stato di Crotone

Ludovica, Cristian e Marta ed altri compagnetti indossano il casco, cavalcano la bici e guidati dalle insegnanti e dagli animatori seguono il percorso predisposto presso il Pala Milone mentre altri bambini si fingono pedoni o mamme con i passeggini. 

Una fase della manifestazione al Pala Milone. Foto Rosario Rizzuto

Stiamo assistendo al progetto Icaro junior 2012, “percorso gioco di educazione alla sicurezza stradale per bambini dai 3 ai 6 anni”.

Un progetto molto interessante promosso dalla Polizia di Stato (Servizio di Polizia Stradale), dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dal Ministero dell’Istruzione, dalla Fondazione Ania delle compagnie di assicurazione per la sicurezza stradale, con il coordinamento scientifico del Dipartimento di Psicologia della Sapienza, Università di Roma, e del Movimento italiano genitori (Moige). 

Il percorso gioco è stato, invece, preparato da Explora, il Museo dei bambini di Roma. 

Fabio Gallerano, tutor del progetto, con alcun i bambini ed insegnanti dell'Ernesto Codignola. Foto Rosario Rizzuto

Il Progetto ha anche un sito internet: www.webicaro.it, che raccoglierà tutte le attività e i materiali prodotti in questi anni e sul quale è già possibile vedere foto ed immagini dei due giorni crotonesi.

La carovana di questo progetto prima di Crotone era stata a Brescia e Salerno e dopo Crotone, sempre in questo mese di marzo in cui si svolge il tutto, sono previste le tappe di Taranto, Matera e Roma: sei città in tutto tra le quali la nostra.

Fabio Gallerano durante una lezione nelle scuole. Foto Rosario RizzutoIl merito di questo va certamente alla sezione di Polizia Stradale di Crotone che già nella passata edizione era stata interessata del progetto che, in quel caso, però, era stato rivolto ai ragazzi della scuola media.

Di certo i poliziotti crotonesi devono aver lavorato bene e sono stati riconfermati in questa dodicesima edizione del progetto che nelle undici edizioni passate ha coinvolto oltre 100.000 studenti di 161 città italiane.

Ma il progetto per quanto riguarda Crotone non si è realizzato soltanto nelle due giornate tenutasi lunedì 12 e martedì 13 scorsi ma si è articolato attraverso una fase preparatoria con due lezioni tenute presso le sei scuole dell’infanzia coinvolte dall’assistente della Polizia di Stato Fabio Gallerano che, per alcuni giorni, si è sobbarcato un lavoro non indifferente.

Le scuole cittadine e della periferia coinvolte sono state: Don Milani (97 alunni), Vittorio Alfieri (98), Ernesto Codignola (81), Rosmini (100), Margherita e Pizzuta (92) e Papanice (77) per un totale di 545 bambini tra i 3 ed i 6 anni interessati da questa iniziativa.

E’ davvero una gioia assistere ai quattro step previsti nel percorso predisposto da Explora mentre la referente del museo dei bambini di Roma, Marianna Carli ci spiega come nasce il tutto e come il progetto non nasca a caso ma si sia  avvalso della collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Roma della Sapienza.

I bambini, oltre al percorso stradale citato in apertura, vengono a contatto tramite l’aiuto degli animatori Explora ma anche di alcuni poliziotti, con il mondo della strada, viene spiegato loro che in caso di difficoltà devono rivolgersi ai poliziotti dei quali viene spiegata la divisa e poi vengo edotti sull’uso della cintura con un esempio pratico che è tutto un programma e che i bambini non dimenticheranno facilmente: su uno scivolo viene messa un macchinina con un bambolotto che senza cintura vola dalla macchina quando va ad urtare contro un ostacolo: siamo certi che da quel giorno in poi i bambini chiederanno che loro siano assicurati ai seggiolini di sicurezza ed insisteranno che i propri genitori, fratelli mettano la cintura di sicurezza. 

Lezione di educazione stradale al Pala Milone. Foto Rosario Rizzuto

“Infatti – ci dice Marianna Carli – è anche questo lo scopo del progetto: da oggi i bambini educati in tal senso saranno vigili verso i loro genitori affinchè questi rispettino le regole”.

Quindi cari papà e mamme non vi sorprendete se un vostro bambino vi dirà: “Papà/mamma sei passato con il rosso” oppure: “Mamma/papà metti la cintura” e via dicendo.

Una parte del programma prevede anche alcuni fasi di gioco vero e proprio ed altre di gioco creativo come la realizzazione, con dei cartoncini predisposti, di una macchina della Polizia.

La seconda giornata crotonese, quella di martedì, al Pala Milone è stata impreziosita dalla presenza di alcune autorità cittadine che si sono volute rendere conto dei come procedesse la cosa senza interrompere le attività ludico-didattiche. 

Una fase della lezione di Educazione stradale al Pala Milone di Crotone. Foto Rosario Rizzuto

Sono stati presenti il Prefetto di Crotone, Vincenzo Panìco, il Questore, Giuseppe Gammino, il primo dirigente del comportamento polizia stradale della Calabria, Rosa Maria Parise, il Vice Questore aggiunto (dirigente della sezione di Polizia Stradale) Ugo Nicoletti, il vice sindaco di Crotone Teresa Cortese, l’assessore allo sport Claudio Perri nonché il Tutor di Crotone del progetto Fabio Galleranno presente praticamente sempre durante la due giorni crotonese al Pala Milone.

[Rosario Rizzuto] 

‘Tele Svelate’, 12 splendide donne crotonesi espongono a Cutro

Dorotea, dolce padrona di casa, è bellissima ed elegantissima, ha sorrisi per tutti e l’emozione che sprigiona sembra poterla acchiappare, Luciana arriva da San Mauro Marchesato è felice di essere là e si vede… Giovanna Errigo compie 50 anni (o mezzo secolo come dice lei) proprio in questo giorno nel quale si festeggia la festa della donna e si inaugura la mostra. Auguri!

10 delle 12 artiste crotonesi che stanno esponendo le loro opere a Cutro. Foto Rosario Rizzuto
10 delle 12 artiste crotonesi che stanno esponendo le loro opere a Cutro. Foto Rosario Rizzuto

C’è tanto entusiasmo a Cutro, nella Bottega d’Arte di Dorotea Li Causi in via Roma dove 12 splendide donne ed artiste hanno dato vita alla mostra collettiva ‘Tele Svelate’.

Dodici donne, belle, allegre, vive che, proprio nella giornata a loro dedicata, hanno deciso di inaugurare questa mostra che resterà aperta fino al 31 Marzo, dalle 09 alle12,00 e dalle 16,00 alle 19,30.

Tanti quadri, bellissimi, interessantissimi: quanta arte c’è a Crotone, a volte nascosta. Donne che si esprimono col pennello e non solo: ci sono anche delle foto e dei quadri che vanno al di là della semplice pittura.

'Solo Tua' , un olio su tela di Dorotea Li Causi. Foto Rosario RizzutoL’olio su tela “Solo tua” di Dorotea Li Causi domina la prima stanza della mostra, nell’angolo opposto “Cuore di mamma” di Gabriella Frustaci è un’opera bellissima, non solo pittura, davvero molto interessante!

Volevo solo fare un’introduzione per proporre le foto ed il video che ho realizzato ieri pomeriggio ma mi sono lasciato un po’ prendere, d’altra parte ieri l’emozione, anche per me che non capisco molto di arte, è stata tanta…

Ed allora, immergetevi anche voi nella bellezza di queste 12 artiste  provenienti da Crotone, Cutro, Isola Capo Rizzuto e San Mauro Marchesato, per scrivere altro poi ci sarà tempo; le foto le potete vedere cliccando qui.

Nel mio canale You Tube il mio servizio video che potete visualizzare cliccando qui.

Che bella la Calabria, che meravigliose le donne calabresi, crotonesi…

La Uil Scuola di Crotone riunisce i suoi candidati alle Rsu.

A partire da lunedì 5 e fino a mercoledì 7 marzo tutte le scuole italiane, ma anche in altri comparti della pubblica amministrazione, saranno interessate dalle elezioni per il rinnovo delle Rsu (Rappresentanza Sindacale Unitaria).

Si torna a votare dopo oltre cinque anni nonostante la scadenza naturale delle Rsu sia di tre anni, questo perchè l’ex ministro Brunetta, con un decreto, le aveva bloccate.

Assemblea Sindacale Uil Scuola in vista delle elezioni delle Rsu.

In conseguenza di ciò tutti i sindacati dei vari comparti sono mobilitati per preparare al meglio questo appuntamento.

Non viene meno a ciò la Uil Scuola che venerdì scorso ha organizzato un’assemblea sindacale con i propri candidati presso il ristorante di Apriglianello.

Ad introdurre i lavori è stato Mimmo Tomaino, segretario provinciale della Uil di Crotone.

Mimmo ha sottolineato i passi da gigante fatti dalla Uil di Crotone da quando è nata, cioè all’inizio degli anni ’90, e come nelle ultime due elezionila UilScuoladi Crotone ha ottenuto risultati eclatanti, tra i primi posti, proporzionalmente, in Italia.

Il segretario ha anche evidenziato comela Uilabbia messo al primo posto il problema della legalità sul quale è stato tenuto un intero congresso.

“Bisogna sconfiggere certi privilegi – ha detto anche Tomaino – certi luoghi comuni”, sottolineando la bellezza dei luoghi percorsi per arrivare nella sede dell’assemblea (a causa del maltempo la strada principale di Apriglianello era stata chiusa e si è stati costretti a fare il giro dall’altra entrata; a fine congresso poi era anche franata da provinciale per Papanice, come già riferito dal Crotonese nel numero di sabato, che è stata chiusa, quindi i partecipanti sono stati costretti a rientrata a Crotone percorrendo l’ex strada statale 107 bis n.d.a.) e il fatto che nessuno da solo può fare le cose, il riferimento, in questo caso, è all’unità sindacale.

I candidati alle Rsu della Uil Scuola in riunione ad Apriglianello. Foto Rosario Rizzuto

I candidati alle Rsu della Uil Scuola in riunione ad Apriglianello. Foto Rosario Rizzuto

Dopo Tomaino c’è stato l’intervento del segretario provinciale della Uil Scuola, Salvatore Drammis.

“Un milione di elettori è chiamato alle urne – ha detto -. E’ un evento straordinario di partecipazione quello che ci apprestiamo a vivere. Un evento che acquista particolare significato nell’attuale crisi, specie a livello politico, dei modelli di rappresentanza da cui deriva una certa ritrosia ad un impegno attivo anche a livello sociale”.

“Noi siamo, invece, convinti che un forte moto partecipativo sia la risposta più efficace a chi vuol ridimensionare le prerogative del sindacato, mutilandone il ruolo negoziale e relegandolo in una funzione di sterile antagonismo”. Drammis ha sottolineato come, in termine associativi,la UilScuoladi Crotone sia da tempo al primo posto come numero di iscritti e che in questo turno elettorale i candidati sono aumentati rispetto al precedente.

“Un primato – ha aggiunto – che ora vogliamo che trovi conferma in un positivo risultato elettorale. Diventa dunque importante, per ogni iscritto alla nostra organizzazione, non solo partecipare alle votazioni, ma farsi anche attivo sostenitore delle nostre liste e dei nostri candidati”.

Sono seguiti gli interventi del sindacalista Aurelio Scaramuzzino ed un saluto di Francesco  De Siena, presenti anche loro al tavolo dei lavori.

Quindi si è aperto un dibattito con alcuni interventi molto interessanti che hanno permesso di discutere di alcune problematiche sulla scuola e non solo.

Le conclusioni sono state tratte da Giuseppe D’Aprile, un calabrese che fa parte della segreteria nazionale della Uil Scuola.

Il pranzo dei candidati alle Rsu della Ul Scuola. Foto Rosario Rizzuto

Dopo l’assemblea molti dei presenti si sono fermati per un pranzo conviviale.

ROSARIO RIZZUTO