Posts Tagged ‘carmine barbuto’

Finalmente un parco a San Mauro Marchesato!!!

Per San Mauro Marchesato venerdì Primo Maggio è stata più festa del solito.

La piazza nel Parco in località Ponte Ciccione. Foto  Rosario Rizzuto

Oltre alla tradizionale festa del lavoro, nel tardo pomeriggio si è svolta l’inaugurazione del Parco in località Ponte Ciccione.

Lì dove fino a qualche mese fa c’erano baracche e sporcizia di ogni genere e un burrone, nel giro di qualche mese, e così come era stato promesso in campagna elettorale dal Sindaco Carmine Barbuto, è stato realizzato un Parco con inglobata piazza.

Una bella opera con tanti giochi per i bambini, quelli più piccoli e quelli un po’ più grandi, e intorno alla quale sono stati piantati oltre cento alberi, che anche se ancora sono piccoli, prima o poi cresceranno.

Un’opera, però, che lo stesso sindaco Barbuto, ha tenuto a sottolineare, è solo all’inizio, e chi verrà dopo di lui (la notizia era di dominio pubblico ma Carmine ha confermato, chiudendo il suo intervento, che non si ricandiderà alle prossime elezioni del 6 e 7 giugno) può solo migliorarla.

L’impatto visivo del Parco (costato complessivamente, quindi compresi gli espropri circa 300.000 euro; 140.000 euro il costo, realizzato al risparmio, del solo Parco) è notevole: sistemato sulla strada principale di San Mauro a poche decine dimetri dalla Chiesa della Madonna del Soccorso, circondato da un bel marciapiede realizzato ex novo, dal quale si accede da due punti a dei vialetti che portano al centro della piazza dove, in una struttura circolare dove è possibile sedersi, si trova una piccola palma.

Negli spazi, dove al momento c’è terra, ci sono i giochi per i bambini e tutto intorno gli alberelli.

Su un lato della piazza una grande targa ricorda il giorno dell’inaugurazione con un pensiero del sindaco Barbuto che lui ha detto dettato dal cuore: "Ai tanti bambini di molte generazioni defraudati, da troppi da troppi amministratori… distratti, dal loro diritto al verde e al gioco".

L’inaugurazione del Parco è avvenuta con il classico taglio del nastro da parte di due signore di San Mauro a cui è seguita la benedizione del posto da parte del parroco di San Mauro, Don Giuseppe Noce, sono quindi seguiti gli interventi del vice sindaco, Mario de Marco, e del sindaco Carmine Barbuto.

Il taglio del nastro del Parco Ponte Ciccione a San Mauro Marchesato. Foto Rosario Rizzuto


Mario De Marco ha tenuto ha sottolineare che a differenza di altri paesi del circondario, citando Scandale e Petilia, dove in quelli stessi giorni c’erano state o ci sarebbero state altre inaugurazioni con la presenza e la solita sfilata del presidente, assessori e consiglieri provinciali, a San Mauro, come era facile vedere, non c’era nessuno di questi perchè a San Mauro, ha sottolineato, si fanno vedere sono nel periodo elettorale e non c’erano perchè il Parco è stato realizzato per intero dal Comune di San Mauro mentre la Provincia per tantissime volte ha rimando, come ha specificato Barbuto, la discussione di un punto per concedere un contributo al Comune di San Mauro.

Ed era palese la differenza con quanto successo in mattinata a Corazzo (per l’inaugurazione del ponte), dove oltre alla solita processione dei politici c’era anche la solita processione delle televisioni, tanto da far pensare che più che dove è la notizia esse vadano dove sono i politici "che contano".

Il sindaco prendendo la parola ha parlato del sogno della realizzazione del Parco, di come molti dei sindaci che lo hanno preceduto avessero promesso tali lavori, cosa poi puntualmente non concretizzatasi; Carmine si è tolto più di un sassolino dalla scarpa, sottolineando come qualche mese fa solo sei persone (tre di San Mauro e tre forestieri) lo avessero stimolato ed incentivato ad andare avanti "perchè è facile fare i complimenti ora che il lavoro è finito, ma invece ci sarebbe bisogno prima di aiuto e vicinanza".

Carmine ha raccontato le difficoltà per riuscire a fare gli espropri dei terreni coinvolti nella realizzazione del Parco, alcuni dei quali è riuscito ad ottenere grazie all’intervento della propria mamma alla quale qualcuno non ha saputo dire di no, ed altri addirittura con "l’intervento" del suo papà, morto da tempo, il ricordo del quale ha convinto un paio di proprietari a firmare.

Il sindaco Barbuto e le altre autorità. Foto Rosario Rizzuto

Il sindaco Barbuto ha concluso l’intervento ringraziando tutti quelli che si sono adoperati per la realizzazione del Parco e ha sottolineato che non ci sarebbe stato il solito rinfresco "perchè noi in questi cinque anni abbiamo dovuto amministrare facendo attenzione al centesimo, non pagandoci mai una missione, anzi rimettendoci dalla nostra tasca e perciò invece di spendere oltre 1.500 euro per mangiare abbiamo preferito comprare altri due giochi per i vostri figli".

[Rosario Rizzuto]

Da Ponte a "Ponte": inaugurati il ponte di Corazzo e il parco "Ponte Ciccione" di San Mauro Marchesato

Giornata di inaugurazioni, quella di ieri, Primo Maggio.

Il taglio del nastro sul Ponte di Corazzo. Foto Rosario Rizzuto

In mattinata era stato inaugurato e riaperto al transito dopo anni, alla presenza del Presidente della Provincia Sergio Iritale,  il ponte in ferro di Corazzo, lavoro portato a termine dalla Provincia di Crotone grazie all’interessamento del consigliere provinciale di maggioranza Antonio Barberio e di quello di minoranza Alfonso Dattolo che è anche sindaco di Rocca di Neto notato in mattinata nei pressi del ponte ma che non ha partecipato al taglio del nastro pare perchè non  invitato ufficialmente.

Taglio del nastro per il Parco in località Ponte Ciccione a San Mauro Marchesato. Foto Rosario Rizzuto

Nel tardo pomeriggio invece a San Mauro Marchesato è stato inaugurato il parco in località Ponte Ciccione.
Un’opera, hanno tenuto a sottolineare con enfasi il vice sindaco Mario De Marco e il sindaco Carmine Barbuto, realizzata in proprio dal Comune senza l’aiuto degli enti locali superiori (ed infatti non era presente alcun politico "straniero") che hanno trattato San Mauro solo come un posto dove prendere i voti senza dare nulla in cambio.

A seguire i link per le due gallery fotografiche:

Francesco Saverio Rumore, per la Scuola Primaria e Federica Palmieri per la Media i + bravi al Premio Dino Vitale di S, Mauro!

Il tavolo dei lavori del Premio "Dino Vitale" 2008. Foto Rosario Rizzuto
“Cercami ed io ti cercherò, pensami e io ti penserò, chiamami… ti risponderò, sorridimi… ti sorriderò, ascolta le mie parole… io ascolterò le tue, dammi la mano, aiutami a camminare, da lassù dettami qualcosa ed io la scriverò e metterò la firma del mio fratello speciale”. “A mio fratello”, Silvana Vitale.

La poesia di Silvana Vitale dedicata al fratello scomparso ad agosto 2007 e letta con la sua stupenda voce da Antonella Giglio accompagnata dalle splendide musiche di Gino Ierardi, è stato uno dei momenti più toccanti del Premio-Borsa di Studio dedicato a Dino Vitale e al quale è stato dato il titolo: “Le Voci di Dentro”, voluto dalla famiglia Vitale ed organizzato dall’Amministrazione Comunale di San Mauro Marchesato (Crotone).

Davvero una bella serata (erano presenti, tra gli altri, il maresciallo Calculli della caserma di Santa Severina, lo scrittore di Roccabernarda, Giovanni Rosa, il dirigente scolastico delle Scuole di Villa Condoleo di Scandale, Enzo Franco, mentre il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Scandale-San Mauro, Borda, ha inviato una lettera, con tanto di calendario del corso, in cui si scusava di non poter essere presente perchè impegnato in un corso di formazione), incentrata sul volontariato (tra i componenti la giuria c’erano i presidenti di tre associazione presenti sul territorio che hanno parlato della loro associazione e del loro fare volontariato) e che ha visto la presenza, nell’auditorium comunale, di tanta gente e degli alunni delle classi terminali della Scuola Primaria e della Scuola Media di San Mauro interessati alla Borsa di Studio.
Infatti la serata è stata incentrata anche su tante premiazioni che hanno creato la giusta suspence spezzando le emozioni per i testi di Dino Vitale o per i ricordi su di lui mostrati in video.
Silvana Vitale. Foto Rosario Rizzuto
Chi venerdì 14 novembre non era presente nell’auditorium comunale di San Mauro si è perso una bella manifestazione.
Iniziata con la lettura da parte di Antonella Giglio (che il sindaco Barbuto dirà più avanti ha scelto per il suo  “vivere i testi che legge”) della poesia di Dino Vitale “Per te, o Signore” e di quella, già citata di Silvana Vitale “A mio fratello”, la manifestazione è proseguita con i saluti del Consigliere Comunale con delega alla cultura Giuseppe De Lorenzo.

Dopo la commovente lettura della sua poesia è intervenuta anche Silvana Vitale che, oltre i ringraziamenti di rito, ha parlato come se comunicasse con il fratello Dino “il suo fratello speciale” dicendo tra le altre cose che farà pubblicare le opere lasciate da lui inedite.

Al microfono si sono poi succeduti in vari momenti i giurati: Francesco Ceraldi, presidente della Prociv che, con molto emozionato, ha parlato della sua associazione e del fare volontariato; Rossella Mauro, presidente della Cri, anche lei molto emozionata, che ha raccontato la sua esperienza di volontaria della Croce Rossa Italiana e di come il volontariato sia gratuito e senza nulla pretendere ed infine Vittorio Frandina, presidente Avis, che ha chiuso la serie degli interventi che hanno dato un di più al già interessante Premio.

Ma i momenti più attesi, soprattuto dai ragazzi presenti e dai loro genitori, sono stati quelli dedicati alle Borse di Studio, messe a disposizione dalla famiglia Vitale.
Sono stati premiati tre ragazzi delle classi quinte della Scuola Primaria di San Mauro che avevano realizzato un testo sul volontariato e tre ragazzi delle terze medie sempre di San Mauro che si sono cimentati nel fare e proporre una fotografia su un angolo suggestivo di San Mauro Marchesato.

Ad ogni ragazzo è stata consegnata direttamente dalla signorina Silvana Vitale una borsa di studio mentre il sindaco Barbuto ha consegnato altri premi per conto dell’Amministrazione Comunale.

I vincitori delle Borse di Studio con il sindaco Carmine Barbuto i giurati e la signorina Silvana Vitale. Foto Rosario Rizzuto

I testi della scuola primaria che hanno vinto sono stati quelli di Francesco Saverio Rumore (classe V^ B), a dx, che si è aggiudicato il primo posto, seguito da Antonio Ferdinando Borda (V^ B) e da Beatrice De Lorenzo.
I testi della scuola primaria che hanno vinto sono stati quelli di Francesco Saverio Rumore (classe V^ B), a dx, che si è aggiudicato il primo posto, seguito da Antonio Ferdinando Borda (V^ B) e da Beatrice De Lorenzo. Foto Rosario Rizzuto

E’ stato quindi mostrato un video che conteneva foto, articolo e premi di Dino Vitale che ha colpito molto i presenti e a seguire un video con le foto presentate dai ragazzi delle terze medie per la borsa di studio fino ad arrivare a quelle vincitrici.
Al primo posto si è classificata Federica Palmieri (Classe 3^ A), che ha preceduto Paola Donato (3^ B) e Andrea Barbuto (3^ A).
Al primo posto si è classificata Federica Palmieri (Classe 3^ A) a sx, che ha preceduto Paola Donato (3^ B) e Andrea Barbuto (3^ A). Foto Rosario Rizzuto
Con la felicità dei ragazzi vincitori soddisfatti per il risultato raggiunto si è passati alle conclusioni tratte dal sindaco di San Mauro Marchesato, Carmine Barbuto, che ha ringraziato i presenti, lodando l’iniziativa con l’augurio che il sindaco, che il prossimo anno verrà allo scadere del suo mandato, possa fare ancora meglio e ricordando come a San Mauro (e solo in un altro paese in Italia) esiste la biblioteca degli scrittori locali che senza nessuna pubblicità ha superato i 200 titoli, senza spendere un euro ma solo con donazioni; ma mentre nell’altro paese, dove è presente lo stesso tipo di biblioteca, vanno le scuole anche dai paesi vicini a visitarla, a San Mauro per ora non ci è andata nemmeno una classe!

Evidente l’amarezza del sindaco nelle sue conclusioni e non solo per la biblioteca ma, secondo noi, dovrebbe anche essere molto soddisfatto perchè ha contribuito, insieme con la famiglia Vitale, ha realizzare una grande manifestazione e la prima borsa di studio di San Mauro Marchesato!

La foto di Federica Palmieri prima classificata al Premio "Dino Vitale".

[Rosario Rizzuto]

[17.11.2008]

 

Un video che ricorda Dino Vitale

In un video una carrellata di ricordi su Dino Vitale

La bellissima Antonella Giglio legge "Per te, o Signore" di Dino Vitale: