Posts Tagged ‘cirò’

Terza Categoria Girone E: domenica la quinta giornata

Risultati, classifica e prossimo turno Girone E di Terza Categoria Calabrese. Clicca x ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto

Una coppia al vertice del girone E di Terza Categoria: il Cirò e la sorprendente Marina di Strongoli.

Infatti l’Altilia fa harakiri e perde, in casa, lo scontro al vertice con la squadra del presidente Mario Sculco.

Certo l’arbitro, come ci ha confermato lo stesso Sculco, ci ha messo del suo ma da Durante e compagni ci si aspettava qualcosa di più al Tufolo dove, curiosità, la gara è stata sospesa per alcuni minuti per consentire l’atterraggio di un eliambulanza per un soccorso non riferito alla partita.

La Marina di Strongoli del presidente Salvatore Lettieri, nell’anticipo di sabato, non ha difficoltà, contro “gli amici che si divertono a calcio” dello Sporting Rocca, ed è la vera capolista del girone avendo conquistato nove punti in tre gare anche se, ad onor del vero, bisogna dire che gli jonici finora hanno avuto delle gare relativamente facili, anche se nel calcio non sempre tale definizione risulta poi veritiera.

Un primo vero banco di prova per la squadra di Felice Zito si avrà domenica prossima quando al comunale di Strongoli arriverà il Papanice, dopo questa gara si potrà dire quale potrebbe essere il ruolo della matricola.

Una formazione dello Sporting Crotone. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Vola il Papanice, a parte la straripante vittoria contro lo Sporting Crotone, Nicoscia e compagni, a Scandale, hanno fatto vedere, in alcuni momenti della gara, un bel gioco fatto di passaggi, cambiamenti di fronte e gioco non casuale: la mano di Claudio Regalino si comincia a vedere.

Sul Papanice non abbiamo dubbi: sarà tra le protagoniste del girone!

Alle spalle delle prime tre, e dopo l’Altilia ferma a sette punti, un trio di squadre con sei punti: Roccabernarda, Siberene e Casabona. La prima molla un po’ e si fa battere in casa dal Real Cotronei in quello che sicuramente, classifica alla mano, è il risultato più clamoroso della giornata.

La Nuova Siberene ha vita facile sul San Leonardo di Cutro e il Casabona rimanda battuto il Camellino.

Domenica 22 si continua in questo appassionante torneo. Riposa lo Sporting Rocca che almeno per un’altra settimana resterà fermo a zero punti con la speranza che, dopo la pausa, le cose possano cambiare.

Il big match della giornata, come già detto, si disputa a Strongoli dove ci saranno 17 punti in campo. Altra gara importante è quella tra Cirò e Roccabernarda, aperta ad ogni risultato, ma con i ragazzi di mister Artese sicuramente favoriti dal fattore campo.

Scendendo in classifica abbiamo la gara tra Camellino ed Altilia con i crotonesi che devono riscattare la sconfitta casalinga col Cirò ed il Camellino, che nonostante la gara persa a Casabona, è conscio di non essere più una squadra materasso.

La Nuova Siberene sarà ospite del Real Cotronei galvanizzato dalla vittoria di Roccabernarda: una gara da vedere mentre il Casabona farà visita allo Sporting Crotone di mister Gambino in un incontro dai 1.000 risultati.

La giornata si chiude con la gara San Leonardo di Cutro e Scandale.
 

Giocatori e dirigenti dell'Us Scandale assistono alla gara Papanice - Sporting Crotone. Foto Rosario Rizzuto

Una partita senza pronostici visto l’andamento finora delle due formazioni, con lo Scandale di mister Drammis che torna in campo dopo il turno di riposo, cosa che non è certo sia un vantaggio, e i locali reduci dalla sconfitta senza mordente di Santa Severina.

Intanto, dopo quattro giornate, comincia a delinearsi anche la classifica cannonieri dove, in base a quanto riporta il portale Crotonesport.com, al vertice troviamo Giuseppe Angotti del Camellino con 4 reti seguito da Vincenzo Agresti e Francesco Cozza (Cirò), Daniele Comito e Davide De Tursi (Marina di Strongoli) e Francesco Cavallo (Papanice) con 3 marcature.

Infine una nota di servizio: il buon Paolo Valenti, per anni conduttore della storica trasmissione di Rai 1 “90° minuto”, avrebbe consigliato una telefonata chiarificatrice ma, come si dice, verba volant scripta manent e poi a scritto si risponde con scritto, allora mi sembra dovuto chiarire alla collega Daniela Galasso (dirigente e giornalista della Nuova Siberene) che non ho mai scritto su queste colonne che la Nuova Siberene pratica la boxe ma il riferimento alla nobile arte era solo riferito alla vittoria ai punti che esiste nella boxe e non nel calcio: di fatto era un complimento alla sua squadra non una frase denigratoria! Non era difficile capirlo!

Poco lavoro,per fortuna per il giudice sportivo Antonio Manica che nellaseduta del18 Novembre 2009 ha squalificato pr una giornata,inquanto espluslo dal campo, solo Adriano FragaledelReal Cotronei.
Entra poi in diffida, avendo raggiunto la terza ammonizione, Gianluca Facente dell’Altilia.

ROSARIO RIZZUTO

Domenica 4^ giornata di Terza Categoria. A Crotone big match tra Altilia e Cirò. Lo Scandale riposa.

Giallo o semplice errore di stampa? L’indicazione del risultato di 1 a 1, sul comunicato ufficiale della Figc di Crotone n°. 20 del 12 novembre, in merito alla gara tra San Leonardo di Cutro e Roccabernarda, non può che essere un errore di stampa visto e considerato che tutte le fonti giornalistiche (ma anche la squadra del Roccabernarda) danno come risultato la vittoria di Ieriti e compagni.

Santino De Cicco, portierone dell'Us Scandale. Foto Rizzuto

Quindi, dando per scontato tale vittoria, la terza giornata del girone E di Terza Categoria Calabrese è stata caratterizzata da due vittorie esterne, tre interne e il pareggio tra Camellino e Papanice.

Oltre al Roccabernarda (se non ci sarà una smentita generale visto e considerato che ormai ci si deve aspettare di tutto!) fuori dalle mure amiche ottiene i tre punti l’Altilia in quel di Cotronei guadagnando la vetta solitaria del girone.

Vittorie casalinghe, invece, per Cirò (in recupero sul Casabona), Scandale (anche loro recuperando contro la Nuova Siberene passata per prima in vantaggio e ottenendo il gol vittoria in pieno recupero) e Sporting Kr (un 5 a 0 che non ammette repliche). Diciotto le reti segnate.

Da questa giornata, detto della vetta conquistata dalla squadra di Durante, si propongono come inseguitrici: Cirò, Marina di Strongoli (che ha una gara in meno ed è l’unica squadra di fatto ancora a punteggio pieno) e Roccabernarda con sei punti e il Papanice con cinque; Altilia, Marina di Strongoli e Papanice sono le uniche tre squadre del girone ancora imbattute.

Dopo tre gare da segnalare le ottime prestazioni del Camellino, finora non più la squadra materasso vista in passato, mentre tale ruolo, se sul Tacina non saranno presi provvedimenti, sembra che sarà svolto dallo Sporting Rocca: tre sconfitte, 16 reti subite e solo 2 realizzate in 270 minuti!

La panchina della Nuova Siberene domenica 8 novembre 2009 a Scandale. In essa Daniele Galasso una delle poche donne dirigenti della Terza Categoria e non solo. Foto Rosario Rizzuto

Domenica 15 (con l’anticipo di sabato 14 tra Sporting Rocca e Marina di Strongoli), tranne l’Us Scandale che riposa, le squadre scendono in campo per la quarta giornata.

Big match al comunale di Tufolo settore B dove la capolista Altilia ospiterà il Cirò del presidente Mario Sculco, una gara dalla quale potrebbe uscire la nuova capolista e che, crediamo, entrambe le formazioni vorranno fare propria.

La matricola nonché sorpresa del girone, Marina di Strongoli, dopo il turno di riposo, nell’anticipo di sabato, dovrebbe avere vita facile al San Vito di Roccabernarda contro lo Sporting, anche se più di qualcuno spera che Seminara e compagni facciano il miracolo!

Risultati, classifica,prosismo turno Girone E Terza Categoria Calabrese. Clicca per ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto

Sempre al San Vito, ma domenica, il Roccabernarda ospita il Real Cotronei, quasi un derby tra le formazioni di due paesi confinanti tra due squadra con tanta voglia di far bene (non solo sul campo) e di far divertire. Ad oggi, per esempio, la squadra del presidente Massimo Tallarico risulta l’unica formazione del crotonese iscritta al Circuito Gioca (siti web per le società dilettantistiche promosso anche dalla Figc) e il loro sito è raggiungibile all’indirizzo: http://www.realcotronei.it/home.

Derby crotonese al “Luigi Demme” di Scandale tra Papanice e Sporting Kr, una gara che potrebbe sembrare scontata ma che i ragazzi del presidente Faga cercheranno di giocare al meglio.

La sorpresa Camellino se la dovrà vedere col Casabona in trasferta, una gara che potrebbe dire davvero di che pasta è fatta la squadra petilina ma all’Agostino Arone non è facile passare, per chiunque!

Chiude la giornata la gara tra Nuova Siberene e San Leonardo di Cutro (entrambe con tre punti e reduci da una sconfitta), con i padroni di casa desiderosi di riscattare la rocambolesca sconfitta di Scandale e gli ospiti (dopo la vittoria al primo turno hanno incassato due sconfitte) di far vedere che ci sono e che non sono stati una meteora.

Intanto in merito alle gare di domenica scorsa, il giudice sportivo Antonio Manica ha squalificato, in quanto espulsi dal campo, Domenico Galasso della Nuova Siberene per due giornate e Salvatore Locanto del Roccabernarda per una giornata.

Franco Drammis portiere della Nuova Siberene proveniente da San Mauro Marchesato. Foto Rosario Rizzuto

Per quanto visto a Scandale alla Nuova Siberene è andata davvero bene perchè il Galasso ha avuto solo due giornate in quanto espulso da capitano ma l’arbitro non ha voluto infierire così come ha sorvolato sull’allontanamento di un dirigente che non ha avuto alcuna inibizione.

D’altra parte l’arbitro Adamo avrà pensato che deve continuare ad arbitrare nel crotonese, ma così facendo non solo le società graziate si sentiranno autorizzate la prossima volta a comportarsi ancora peggio ma si rischia di falsare il campionato!

ROSARIO RIZZUTO

Eccovi, infine, la classifica dei marcatori del girone crotonese di Terza Categoria elaborata dal sito Crotonesport.com:

ANGOTTI, Giuseppe (Camellino) 4 goal

AGRESTI, Vincenzo (Cirò) 3 goal
COZZA, Francesco (Cirò) 3 goal
CAVALLO, Francesco (Papanice) 3 goal

FACENTE, Gianluca (Altilia) 2 goal
CISTARO, Tommaso (Camellino) 2 goal
FARAO, Vincenzo (Cirò) 2 goal
COMITO, Daniele (Marina di Strongoli) 2 goal
RUGGIANO, Michele (Marina di Strongoli) 2 goal
ZOFFREO, Fiorino (San Leonardo) 2 goal

COSCO, Giuseppe (Altilia) 1 goal
RICHICHI, Alessio (Altilia) 1 goal
CARDAMONE, Carmine (Camellino) 1 goal
SERLETI, Domenico (Casabona) 1 goal
SULLA, Giuliano (Casabona) 1 goal
VITALE, Enrico (Casabona) 1 goal
AFFATATO, Gianluigi (Cirò) 1 goal
PUGLIESE, Vincenzo (Cirò) 1 goal
DE TURSI, Davide (Marina di Strongoli) 1 goal
VETERE, Antonio (Marina di Strongoli) 1 goal
CORIGLIANO, Luigi (Nuova Siberene) 1 goal
STEFANIZZI, Luigi (Nuova Siberene) 1 goal
CARVELLI, Cesare (Papanice) 1 goal
MANCUSO, Luca (Papanice) 1 goal
COVELLI, Giuseppe (Real Cotronei 1 goal
LABERNARDA, Andrea (Real Cotronei) 1 goal
MELLACE, Marco (Real Cotronei) 1 goal
ANGOTTI, Salvatore (Roccabernarda) 1 goal
MARRAZZO, Rosario (Roccabernarda) 1 goal
RIZZA, Francesco (Roccabernarda) 1 goal
COLOSIMO, Emilio (San Leonardo) 1 goal
BOMPAROLA, Daniele (Scandale) 1 goal
MARAZZITA, Domenico (Scandale) 1 goal

CRUGLIANO, Marco (Sporting Crotone) 1 goal
PICARI, Filippo (Sporting Crotone) 1 goal
SCALA, Francesco (Sporting Crotone) 1 goal
STABILE, Andrea (Sporting Crotone) 1 goal
VRENNA, Giuseppe (Sporting Crotone) 1 goal
IERARDI, Giuseppe (Sporting Rocca) 1 goal
LE ROSE, Giovanni (Sporting Rocca) 1 goal

BOMPAROLA, Daniele (Scandale, pro Roccabernarda) 1 autogol

Per eventuali errori e/o segnalazioni contattateci a

<!–
var prefix = 'ma' + 'il' + 'to';
var path = 'hr' + 'ef' + '=';
var addy94562 = 'crotonesport' + '@';
addy94562 = addy94562 + 'libero' + '.' + 'it';
var addy_text94562 = 'crotonesport' + '@' + 'libero' + '.' + 'it';
document.write( '‘ );
document.write( addy_text94562 );
document.write( ‘
‘ );
//–>n
crotonesport@libero.it

Scandale – Casabona 4 a 1

Artese, Salvatore Lazzaro, ancora Artese e Franco Lazzaro, quattro reti e lo Scandale, dopo il Belvedere Spinello, rimanda battuto anche il Casabona.

La rete del 3 a 1 realizzata da Antonio Artese. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Un amichevole di inizio stagione, niente di più, che ha mostrato i progressi della squadra di mister Carmine Drammis.
I ragazzi stanno cominciando ad assimilare gli schemi del nuovo allenatore e si vede, come si vede, che quest’anno la preparazione si sta facendo molto seriamente.

Il neo acquisto dell'Us Scandale, Daniele Bomparola. Foto Rosario Rizzuto

Neanche il tempo di iniziare che Antonio Artese porta in vantaggio i locali, qualche minuto dopo raddoppia Salvatore Lazzaro aiutato da uno svarione delpotiere ospite.

I ragazzi di Villirillo non ci stanno e Vitale accorcia le distanze con un bel tiro al volo al termine di una bella azione.

L'allenatore del Casabona, Villirillo. Foto Rosario Rizzuto

Lo Scandale continua a macinare gioco ed ancora Antonio Artese va in rete realizzando la sua sesta rete in tre amichevoli.

Nella ripresa girandola di sostituzioni per entrambe le squadre e nel finale è Franco Lazzaro di testa a suggellare il risultato finale sul 4 a 1.

Il colpo di testa di Franco Lazzaro che porta il risultato sul 4 a 1. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Un buon Scandale ma, a parte il risultato, anche il Casabona ha fatto vedere momenti di bel gioco.

Intanto è stato ufficializzato che il Consiglio Direttivo della Figc ha deciso di rinviare l’inizio del campionato di Terza Categoria da domenica 18 a domenica 25 Ottobre 2009, una settimana in più per le squadre, che per quanto riguarda il girone crotonese dovrebbero essere 12 o 13 (contro le 11 della scorsa stagione),  per finire la preparazione.

Queste, secondo quanto ci comunica crotonesport.com, le formazioni della nostra Provincia:  Altilia, Camellino (da confermare), Scandale, Casabona, Sporting Crotone, Sporting Rocca, Nuova Siberene, Roccabernarda, Cirò, Papanice, San Leonardo di Cutro, Marina di Strongoli, Real Cotronei.

Domenica e lunedì semifinali d'andata dei play off del girone D di Terza Categoria Calabrese

Dopo due domeniche di pausa, la terza categoria torna in campo con il momento forse più bello della stagione ossia i play off.

Una formazione del Belvedere Spinello. Foto Rosario Rizzuto

Al termine di un campionato non proprio entusiasmante, che ha visto l’esaltante promozione della matricola Sant’Anna, hanno meritato l’accesso agli spareggi in ordine di posizione in classifica: Belvedere Spinello, Nuova Torre Melissa, Cirò ed Altilia.

E così questo andata delle semifinali play off vedrà scendere in campo l’Altilia contro il Belvedere Spinello e il Cirò contro la Nuova Torre Melissa.

Una formazione del Cirò. Foto Rosario Rizzuto

Quest’ultima gara si giocherà regolarmente sul comunale di Punta Alice di Cirò Marina domenica 26 aprile alle ore 16,00 mentre la gara tra Altilia e Belvedere Spinello è stata spostata a lunedì 27 aprile alle ore 17,00 e sarà disputata non sul campo di calcio di Tufolo ma nella più affascinante cornice della stadio Ezio Scida di Crotone e siamo sicuri che in questo modo la gara attirerà ancora più gente per dare il giusto risalto alla partita che vede in campo la vice capolista Belvedere.

Durante la stagione regolare la squadra del presidente Chiaranza ha conquistato 46 punti, 12 in più dell’Altilia di mister Durante che si è fermata a 34.

Attacco e difesa migliori rispetto ai rivali sempre per il Belvedere che ha realizzato 64 reti (migliore attacco del girone D) subendone 23 contro le 45 realizzate da Verardi e compagni che di contro ne hanno subito 32.

La Nuova Torre Melissa di mister Porcelli, invece, che ha chiuso a 43 punti contro i 38 del Cirò, deve le sue fortune alla migliore difesa del girone capace di subire solo 16 reti ma, allo stesso tempo, vanta, si fa per dire, il peggiore attacco tra le squadre qualificate per i play off, solo 32 reti fatte, peggio anche di Scandale e Sporting Crotone che dei play off non hanno sentito nemmeno il profumo.

Terzo attacco del girone per il Cirò del presidente Sculco con 47 reti fatte, 28 quelle subite.

Insomma i numeri sono tanti, ed essendo le squadre di vertice, giocoforza si tratta di numeri elevati.

Ma non sempre nei play off questi numeri contano.

Una formazione dell'Altilia insieme con i ragazzi dell'Us Scandale. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Anche le passate edizioni degli spareggi insegnano che in questa seconda fase del campionato può succedere di tutto, le distanze si annullano e non per niente e più di una stagione che la seconda classificata (che parte con più di un vantaggio sulla carta) non riesce ad accedere alla seconda categoria al termine del mini torneo dei play off.

Certo il Belvedere Spinello, ormai abbonato a questa fase del campionato, parte avvantaggiato sia per quanto fatto vedere durante la stagione (a parte una fase di buio) sia perchè come seconda classifica potrebbe accontentarsi di quattro pareggi (tra semifinale e finale) ed essere promosso.

Certo il Belvedere Spinello, ormai abbonato a questa fase del campionato, parte avvantaggiato sia per quanto fatto vedere durante la stagione (a parte una fase di buio) sia perchè come seconda classifica potrebbe accontentarsi di quattro pareggi (tra semifinale e finale) ed essere promosso.

A sx due calciatori della Nuova Torre Melissa nella gara contro lo Scandale. Foto Rosario Rizzuto

Ma fare di questi conti potrebbe ritorcersi contro chi li fa e quindi speriamo solo che in campo vadano quattro ottime squadre che diano spettacolo e tengano alto il nome del calcio, collaborando con gli arbitri (in settimana sono stati consegnati i premi gentleman per la passata stagione) ed evitando atteggiamenti che possano scaldare gli animi dei tifosi.

Di certo non c’è bisogno di altre cose brutte in giro!

ROSARIO RIZZUTO

Sant'Anna promosso in Seconda Categoria. Belvedere, Nuova Torre Melissa, Cirò e Altilia ai play off. Pugliese fuori fino al 201

Chissà come ci si deve sentire a vincere il proprio campionato lo stesso anno della propria fondazione, partendo da matricola e sbaragliando ogni concorrenza?

E’ quello che è successo in questa stagione alla società del Sant’Anna del presidente Maiolo.

Un campionato condotto alla grande e in vetta dalla decima giornata a metà gennaio.

Un ruolino di marcia da record: ben 51 punti (due in più del già favoloso campionato dello scorso anno del Savelli), frutto di 16 vittorie, 3 pareggi e una sola sconfitta; secondo miglior attacco del girone con 59 reti (contro le 64 del Belvedere Spinello) e seconda miglior difesa con 17 reti subite contro le 16 incassate dalla Nuova Torre Melissa.

Classifica finale Girone D di Terza Categoria Calabrese. Clicca x ingrandire. Elaborazione Rizzuto Rosario

Gli isolani si godono questa vittoria e cominciano ad organizzarsi per essere protagonisti anche nel prossimo campionato di Seconda Categoria.

Alle spalle della capolista godono anche le quattro squadre qualificate per la disputata dei play off che avranno tempo fino al 26 aprile per organizzarsi al meglio e cercare di mantenere la forma.

Si tratta di Belvedere Spinello che se la vedrà con l’Altilia e della Nuova Torre Melissa che affronterà il Cirò. Le semifinali, con gara di andata e ritorno, sono in programma il 26 aprile (con gara in casa della squadra peggio classificata ossia Altilia e Cirò) e il 3 maggio (stesse date della scorsa stagione quando però si giocò di sabato).

Le due squadre vincenti si affronteranno nelle finalissime del 10 e 17 maggio che decreteranno la seconda squadra del girone D di Terza Categoria ad essere promossa in Seconda Categoria.

Domenico Marazzita II in rete domenica scorsa a Tufolo. Foto Rosario Rizzuto col cellulareMa al termine della stagione è bene dare un’occhiata a qualche curiosità: lo Scandale solo domenica scorsa ha ottenuto il primo pareggio della stagione (in rete anche Domenico Marazzita II oltre al solito Artese, ed è una gioia parlare di "solito" in questi termini per un ragazzo del 1993) lasciando al Camellino il record di unica squadra a non aver mai pareggiato, lo stesso Camellino è l’unica squadra che in trasferta ha ottenuto, si fa per dire, 10 sconfitte su 10 gare.

Solo all’ultima giornata è arrivata la vittoria per lo Sporting Rocca che almeno così chiude con 4 punti.

Intanto in settimana si è riunito il giudice sportivo che tenendo conto della decisione della Commissione Territoriale di Catanzaro ha così deciso: “Vista la delibera della Commissione Disciplinare Territoriale riportata in questo comunicato ufficiale ed in quello n. 127 del 7.4.09 del C. R. Calabria con la quale viene revocato il provvedimento disciplinare di squalifica fino al 30.03.2011 del calciatore Aldo Marincola si dispone di gravare il provvedimento disciplinare a carico di Vincenzo Pugliese quale capitano della Società Cirò in luogo dell’autore materiale dello schiaffo rimasto a tutt’oggi non identificato ai sensi dell’art. 3, punto 2 del C.G.S, delibera di squalificare fino al 30.03.2011 il calciatore Vincenzo Pugliese capitano della Società Cirò”.

La stessa Commissione aveva altresì respinto il ricorso del Cirò per quanto riguardava la partita data persa con la Nuova Torre Melissa, i due punti di penalizzazione e l’ammenda.

Invece nel caso sopra esposto capitan Pugliese paga con una dura e lunga squalifica un gesto non commesso da lui.

Il giudice Antonio Manica ha inoltre squalificato fino al 29.04.2009 il dirigente della Nuova Torre Melissa, Giuseppe Zito “per comportamento offensivo nei confronti dell’arbitro” e il calciatore del Sant’Anna, Davide Milone, per quarta ammonizione.

Ora, dopo due domeniche di pausa, si ritornerà a fare sul serio con due doppie gare che valgono una stagione: difficile fare una previsione.

Guardando la classifica sembra avvantaggiato (e sulla carta lo è) il Belvedere Spinello, ma sono più stagione che la seconda in classifica non riesce a salire (e siamo sicuri che il presidente Chiaranza leggendo starà facendo gli scongiuri), che sia la volta buona per sfatare questa tradizione?

O avrà la meglio la forza dell’organico dell’Altilia? O la compattezza del reparto arretrato della Nuova Torre Melissa? O la voglia di riscatto del Cirò del presidente Sculco?

Tempo poco più di un mese e ogni dubbio sarà sciolto!

ROSARIO RIZZUTO

E' FINITAAA!!! La matricola Sant'Anna promossa in Seconda categoria. Lo Scandale chiude con un pareggio, il primo, con l'Altilia

Non trovo altro termine per definire chi, per l’ennesima domenica ha tenuto alto il nome dell’Us Scandale.

Ecco quindi 11 eroi, giusti giusti, più 4 dirigenti (quelli che di fatto hanno portato avanti la baracca in questa stagione) presentarsi oggi pomeriggio al comunale di Tufolo a Crotone per sfidare la quinta forza del campionato, l’Altilia, già matematicamente qualificata nei play off.

E quella che doveva essere una disfatta si è trasformato in uin trionfo anche se all’87′ è arrivato il pareggio (il primo in questa stagione per lo Scandale) dell’Altilia dopo che lo Scandale aveva chiuso il primo tempo sul 2 a 0.

E’ stata la gara di Antonio Artese, autore della prima rete, dell’assist che ha consentito a Domenico Marazzita II (quello del Bar scommesse per intenderci) di segnare il due a zero e la sua prima rete nella sua prima partita in avanti (aveva già giocato a San’Anna ma in porta e poi), Antonio Artese ha anche preso un palo che poteva chiudere la gara.

E se Marazzita dalla porta è passato avanti, Salvatore Lazzaro ha fatto il movimento contrario e si è schierato, tra lo stupore di chi non sapeva i suoi trascorsi da portiere,  tra i pali e se lo Scandale ha conquistato questo pareggio lo si deve anche alle sue paratA.

Questa la formazione dello Scandale: Salvatore Lazzaro, Claudio Scalise, Salvatore Chiaravalloti, Raffaele Marazzita, Pierluca Artese, Carmine Scalise, Domenico Sgarriglia, Carmine Franco, Antonio Artese, Domenico Marazzita I, Domenico Marazzita II.
Dirigenti: Mario Spina, Rosario Rizzuto (io), Mario Rizzuto e Antonio Cilurso.

Delle altre partitre di oggi conosco i risultati di San’Anna – Nuova Siberene 4 a 1 e Nuova Torre Melissa – Belvedere 0 – 0.
In base a questi risultati, il Sant’Anna termina al primo posto ed è promosso in Seconda Categoria, il Belvedere Spinello arriva secondo e affronterà nel primo turno dei play off (in programma il 26 aprile e il 03 maggio) l’Altilia, terza la Nuova Torre Melissa che se la vedrà col Cirò.
Le vincenti del doppio confronto se la vedranno nelle finali previste per il 10 e il 17 maggio

Ultimo assalto: al Sant'Anna basta un punto per la promozione; lo Scandale chiude a Tufolo con l'Altilia

L'ingresso in campo di Scandale e Sporting Rocca. Foto Rosario Rizzuto

Con la vittoria per 4 a 1 nel recupero col Camellino, il Sant’Anna del dirigente Francesco Stillitano di fatto sancisce la propria vittoria del girone D del campionato di Terza Categoria calabrese.

In effetti per la matematica certezza mancherebbe solo un punto ma è poco provabile che domenica prossima, Milone e compagni perdano in casa con la Nuova Siberene e che il Belvedere Spinello allo stesso tempo vada a vincere a Torre Melissa.

Nel caso dovesse succedere l’imponderabile Sant’Anna e Belvedere Spinello terminerebbero la stagione a braccetto con 48 punti e si andrebbe allo spareggio!

Classifica Girone D Terza Categoria Calabrese. Clicca x ingrandire. Elaborazione Rizzuto Rosario

Quando manca una giornata alla fine della stagione le situazioni certe sono queste: l’Altilia è di sicuro quinta e il Cirò è quarto (anche nel caso dovesse vedersi restituiti i due punti di penalizzazione – la sentenza è prevista per il 5 aprile – e in base agli incontri di domenica arrivare a pari punti con la Nuova Torre Melissa, a meno che la Commissione Disciplinare Territoriale della Figc non decida la ripetizione della gara con la Nuova Torre Melissa, cosa poco provabile).

Antonio Artese dell'Us Scandale. Foto Rosario Rizzuto

Per quanto riguarda il secondo e terzo posto tutto dipenderà dall’esito del big match della prossima giornata tra Nuova Torre Melissa e Belvedere Spinello.

Domenica prossima la squadra del presidente Chiaranza, attualmente seconda con tre punti di vantaggio sugli jonici, deve conquistare almeno un punto sul campo dei rivali se vuole mantenere l’attuale posizione.

Infatti se la Nuova Torre Melissa dovesse vincere, e quindi le due squadre andrebbero a pari punti, sarebbe la Nuova Torre Melissa a conquistare il secondo posto per via del vantaggio negli scontri diretti.

Insomma campionato praticamente finito ma che ancora ha da dire qualcosa.

Oltre alle gare già citate, nell’ultima giornata di campionato, in cui riposa lo Sporting Crotone, sono previste le gare: Altilia – Scandale, Cirò – Casabona e Sporting Rocca – Camellino che sarà giocata sabato.

Domenico Marazzita. Foto Rosario Rizzuto

Squalifica per una gara effettiva per recidività in ammonizione (IV infrazione):
SEMINARIO ANTONIO (CASABONA)   
Ammonizione con diffida (III infrazione):
CURCIO LORENZO (BELVEDERE SPINELLO)   
PELLIZZI SALVATORE (CASABONA)
MILONE DAVIDE (SANT’ANNA)   
DELUCA ANDREA (SPORTING ROCCA).

DATE PLAY-OFF
1° turno
gara di andata: Domenica 26 aprile 2009 
gara di ritorno: Domenica 03 maggio 2009

2° turno
gara di andata: Domenica 10 maggio 2009
gara di ritorno: Domenica 17 maggio 2009

ROSARIO RIZZUTO

La capolista tenta l'allungo decisivo a Casabona. Lo Scandale ospita lo Sporting Rocca nell'ultima gara casalinga

Finisce 1 a 1 il big match tra Sant’Anna e Belvedere e le distanze tra le due battistrada rimangono invariate ossia due punti ma con la capolista che mercoledì 1 aprile deve recuperare la gara col Camellino mentre per la fine della stagione regolare mancano solo due giornate: che il campionato possa perderlo solo il Sant’Anna è più che un dato di fatto.

E sì siamo al rush finale dove tutto sembra già definito anche se a conti fatti non è proprio così.

O meglio sappiamo già le squadre che si disputeranno i play off (è matematica la conquista dei play off anche per l’Altilia che potrebbe essere ancora raggiunta dal Casabona ma che però vanta un migliore riscontro nei due confronti diretti: una vittoria ed un pareggio) ma ci sono da definire ancora alcune posizione nella griglia di partenza.

La Nuova Torre Melissa soffre più del previsto contro un ben impostato Scandale che dopo le pene del primo tempo, esce fuori nella ripresa pareggia con Antonio Artese e rischia di mettere sotto la terza forza del campionato con una bella azione di Antonio Artese che generoso come sempre offre su un piatto d’argento la possibilità a Carmine Scalise di segnalare la prima rete della sua vita, ma un po’ l’emozioni, un po’ le condizioni davvero precarie del terreno e il fatto di non essere abituato a trovarsi in simili situazioni fanno sì che il tiro di Carmine finisca contro la traversa!

E come spesso succede è poi arrivata la vittoria dei padroni di casa che non hanno rubato nulla.

La classifica delgirone D di Terza Categoria dopo 20 giornate. Elaborazione Rosario Rizzuto

Tornano alla vittoria a suon di gol il Cirò e l’Altilia mentre il Casabona espugna il Tufolo di Crotone e consolida il suo sesto posto in classifica che ora può essere solo eguagliato dallo Scandale.

Domenica ultimo turno di marzo e penultimo in assoluto, le squadre scenderanno in campo sempre alle 15,00, nonostante nella notte tra sabato e domenica cambi l’orario e le lancette saranno spostate un’ora in avanti. Tutte le gare si giocheranno domenica e a riposare sarà l’Altilia.

Con il Sant’Anna impegnato a Casabona, in una gara che sarà sicuramente piacevole, il big match della giornata sarà l’incontro tra Belvedere e Cirò che all’andata terminò 2 a 2.

La Nuova Torre Melissa sarà ospite del Camellino mentre lo Scandale cercherà di chiudere al meglio le gare casalinghe e saluterà i propri tifosi ospitando lo Sporting Rocca.

Chiude invece il proprio campionato, considerato che nell’ultima giornata riposerà, lo Sporting Crotone che sarà impegnato sul terreno della Nuova Siberene.

Stagione regolare finita per Claudio Fortugno e Bruno Taschera del Belvedere Spinello squalificati per due turni. Un turno di stop per Giuseppe Russo (Nuova Torre Melissa) e Salvatore Lazzaro (Scandale) in quando espulsi dal campo.

Resteranno fermi un turno per quarta ammonizione: Diego Micalizzi e Giuseppe Squillace (Altilia) e Giuseppe Piccolo (Sant’Anna).

Entrano in diffida per settima ammonizione: Carmine Leone del Sant’Anna e per terza: Salvatore Macrì e Vincenzo Varano (Belvedere Spinello), Bruno Curto (Camellino), Francesco Sestito (Sant’Anna), Umberto Cozza e Gianni Ravenna (Sporting Crotone) e Salvatore Angotti (Sporting Rocca).

ROSARIO RIZZUTO

Lo Scandale, con una prova superba, supera il Cirò ed aumentano i rimpianti

SCANDALE 5
CIRO’ 2
Marcatori
: 18′ R. Marazzita, 43′ P. Artese, 52′ Masino (rig.), 62′ e 65′ A. Artese, 77′ V. Pugliese, 90′ D. Marazzita I.
Scandale
: Mollura, Sgarriglia, Claudio Scalise, S. Artese (53′ Franco), Iuliano, R. Marazzita, P. Artese, Squillace, A. Artese (80′ Carmine Scalise), D. Marazzita I, Donato. A disposizione: D. Marazzita II, Lucia. Allenatore: Rizzuto.
Cirò
: De Pasquale (71′ Grillo), Blefari, Affatato (66′ Ferrara), Masino, Aloisio, Valente, Handi, Pirito, V. Pugliese, Cidone, Cosentino. A disposizione: M. Pugliese.
Arbitro
: Francesco Chiarelli di Castrovillari.
SCANDALE
Lo Scandale non è morto e lo dimostra infliggendo la più cocente sconfitta stagionale alla squadra che ha chiuso il 2008 in vetta alla classifica, quel Cirò che per quanto fatto vedere lo scorso anno e finora meriterebbe di certo la promozione al di là di alcuni incidenti di percorso.

Mister Rizzuto e capitan Marazzita raccolgono i reduci di Sant’Anna a cui si uniscono, oltre a chi in precedenza aveva già giocato, anche il rientrante Maurizio Mollura, rientrato per un paio di settimane da Genova e al quale Lucia cede il posto in porta, ma soprattutto Salvatore Artese, classe 1962, che rispolvera le scarpette dal chiodo e scende in campo insieme con il figlio Pierluca.

E così al “Luigi Demme” torna a formarsi un’accoppiata padre-figlio, evento certamente raro che era già successo in passato nella famiglia Lazzaro con Franco ed Alessandro in campo.

La squadra dello Scandale, nello spogliatoio ci tiene a ricordare il signor Gaetano Garofalo, uno dei fondatori dell’Us Scandale, scomparso di recente per il quale chiede ed ottiene dal bravo arbitro Chiarelli di Castrovillari, un minuto di raccoglimento prima della gara.

Il Cirò ha fatto la sua gara, ha pagato per alcune assenze, ma in alcuni tratti della gara ha dimostrato la sua forza, ma con la determinazione dello Scandale di domenica c’era poco da fare e Pugliese e compagni si sono dovuti arrendere nonostante anche due rigori a favore di cui il primo sullo 0 a 0, e che forse poteva cambiare le sorti della gara, sbagliato.

L’inizio della partita è a favore degli ospiti che hanno una certa supremazia territoriale: all’11 i ragazzi del presidente Sculco costruiscono una bella azione ma Masino tira alto. Ancora un pericolo per Mollura al 13′ quando in uscita riesce a respingere in tuffo un tiro a botta sicura di Cidone e dimostra che la parentesi a Genova non gli ha fatto male, anzi.

Il tempo di riprendere è il Cirò ha l’occasione per passare in vantaggio: fallo su Handi e rigore che però Cosentino manda fuori.

Il rigore ha il merito di svegliare lo Scandale che comincia a macinare gioco e al 18′ passa in vantaggio: punizione di Domenico Marazzita che crossa in area dove irrompe Raffaele Marazzita e buca De Pasquale. La reazione del Cirò è veemente ed in 2 minuti, tra il 19 e il 21′, crea ben tre occasioni ma la porta dello Scandale rimane imbattuta.

Salvatore e Pierluca Artese, padre e figlio, in campo per la prima volta insieme. Foto Rosario Rizzuto

Si arriva così al 43′ quando Antonio Artese dalla destra mette la palla in area dove è solissimo Pierluca Artese che fa 2 a 0 e festeggia col gol la partita col padre che corre ad abbracciare.

La ripresa è iniziata da 6 minuti quando l’arbitro commette uno dei suoi pochi errori nella gara e concede il secondo rigore agli ospiti per un atterramento inesistente in area: questa volta batte Masino che accorcia le distanze e riapre la gara.

Mister Rizzuto concede il giusto riposo al quasi cinquantenne Salvatore Artese, autore di una prova superlativa, e manda in campo Carmine Franco. Lo Scandale torna in avanti e al 58′ Domenico Marazzita impensierisce De Pasquale che si salva coi piedi. Ma l’estremo ospite nulla può al 62′ quando Antonio Artese riceve palla, entra in area e lo supera con un delizioso pallonetto. Il piccolo attaccante scandalese concede il bis pochi minuti dopo quando è lesto ad insaccare di testa una respinta del portiere sulla solita velenosa punizione di Marazzita: 4 a 1.

Ma lo Scandale non è sazio: al 68′ ci prova Squillace da fuori area con un bolide alto di pochissimo.

Anche il Cirò continua la sua gara: a volte la difesa locale è fantastica altre sono le punte del Cirò che sbagliano clamorosamente ma al 77′ la palla arriva in area a Vincenzo Pugliese che la mette dentro.

La rete forse galvanizza un po’ troppo gli ospiti e al 78′ Cidone si rende protagonista di un fallaccio (che gli costa il cartellino rosso diretto) su Antonio Artese che rimane a terra, viene soccorso anche dal dottor Sculco ma è costretto ad uscire: entra Carmine Scalise.

La gara si avvia alla conclusione ma c’è ancora spazio per una magia di Domenico Marazzita che recupera palla alla trequarti, supera alcuni avversari con bei giochi di gambe, entra in area e con un tiro a girare scavalca il neo entrato Grillo con la palla che viene ribadita in rete, forse quando aveva già superato la linea, da Carmine Scalise.

Finisce 5 a 2 con i locali che inneggiano u “Zù Gatanu” e si godono questa bella ed inaspettata (soprattutto dai tifosi) vittoria.

ROSARIO RIZZUTO

In Terza Categoria quattro giornate al termine. Lo Scandale ospita l'ex capolista Cirò

Rimangono invariati i punti di vantaggio del Sant’Anna sul Belvedere Spinello e cioè 5 ma diminuiscono le giornate che restano da giocare, infatti ne rimangono solo 4.

A questo punto il Sant’Anna, che ha pure lo scontro diretto con la squadra del presidente Chiaranza, in casa, può farsi male solo da solo.

Domenica Leone & soci hanno assistito alla prova di coraggio degli 8 eroi scandalesi: Marazzita II, Sgarriglia, Pierluca Artese, Claudio Scalise, Squillace, Donato, Antonio Artese e Marazzita I.

La formazione del fu (in senso calcistico) presidente Augenti sempre più lontano dalla squadra, con coraggio si è presentata a Sant’Anna in formazione estremamente rimaneggiata (cosa che, forse, non era mai successa in oltre 30 anni di storia) e per quanto può valere, nonostante non ci sia stata partita, a quasi metà del secondo tempo il risultato era sul 3 a 2 e solo negli ultimi 30 minuti i padroni di casa hanno dilagato.

Questo coraggio rende meno triste una brutta pagina di calcio scandalese.

Nel turno appena giocato oltre alla capolista dilaga anche lo Sporting Kr contro il Camellino (6 a 1) e vincono anche la vice capolista Belvedere Spinello (contro la Nuova Siberene) e la Nuova Torre Melissa che regola lo Sporting Rocca. Solo un pareggio, infine, tra Cirò e Altilia.

Classifica Terza Categoria alla 18° giornata. Clicca x ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto

In attesa dello scontro al vertice di domenica 22 marzo, domenica prossima la capolista Sant’Anna renderà la visita al Camellino battuto all’andata per 2 a 1 mentre il Belvedere ospiterà lo Sporting Crotone che fu già sconfitto all’andata per 1 a 0.

Il Cirò che sente sul collo il fiato della Nuova Torre Melissa (adesso ad un solo punto) farà visita allo Scandale (andata fini 2 a 1) che si spera in settimana sia riuscito a recuperare qualcuno dei suoi giocatori e disputare una gara normale.

Partita importante quella tra Altilia e Nuova Torre Melissa: potrebbe valere il quarto posto anche se è ancora presto per far calcoli si chi conviene affrontare nei play off anche perchè le posizioni ancora non sono definite e con 12 punti in ballo (e con la sola Altilia, tra le posizioni che contano, che deve ancora riposare) è ancora tutto possibile.

Mentre lo Sporting Rocca riposa, chiude il turno la gara, senza nulla in palio, tra Casabona e Nuova Siberene.

Infine e per fortuna non tanto lavoro per il giudice sportivo che, in merito al recupero tra Nuova Torre Melissa e Sant’Anna del 4 marzo, ha squalificato Michele Malena della Nuova Torre Melissa per quarta ammonizione ed ha diffidato Giuseppe Piccolo del Sant’Anna.

Per quanto riguarda invece le gare della scorsa domenica: squalifica per due gare per Antonio Perri (Camellino) e per una gara per Ivano Murano (Cirò) in quanto espulsi dal campo.

Squalifica per una gara effettiva per recidività in ammonizione (quarta) per Roberto Parisi (Altilia) e Francesco Tricoli (Belvedere Spinello).

Entra infine in diffida (terza ammonizione) Carmine Valente del Cirò.

ROSARIO RIZZUTO

Il Cirò ospita l'Altilia. Lo Scandale fa visita alla capolista Sant'Anna

Belvedere Spinello e Cirò vincono di domenica, il Sant’Anna, dopo il polemico pareggio di Tufolo con l’Altilia, si rifà nel recupero infrasettimanale con la Nuova Torre Melissa, raggiunge quota 40 punti in classifica e porta a 5 il vantaggio sul Belvedere che è la più immediata inseguitrice.

E a questo punto è vera fuga: davvero inimmaginabile che la squadra di mister Leone, che ha un ruolino di marcia invidiabile (13 vittorie, un pareggio e una sola sconfitta), possa dilapidare nelle ultime cinque giornate, il gran vantaggio accumulato finora grazie a gare accorte, ad un organico di categoria superiore e a quel pizzico di fortuna che non guasta mai.

Sembra tutto deciso anche in chiave play off, davvero impensabile che il Casabona possa recuperare 8 punti all’Altilia.

E così se davvero sarà il Sant’Anna a tagliare per prima il traguardo, negli spareggi se la vedranno: Belvedere Spinello, Cirò, Nuova Torre Melissa e Altilia, rimane solo da decidere la griglia di partenza.

Classifica Girone D Terza Categoria calabrese. Elaborazione Rosario Rizzuto

Domenica, nella giornata dedicata alle donne, i maschietti tornano in campo per la settima giornata di ritorno in cui rimarrà a riposo il Casabona.

Forse per la prima volta in questa stagione tutte le gare si giocheranno di domenica.

La capolista Sant’Anna (all’andata finì 2 a 1 per gli isolani) ospita uno Scandale altalenante, e che ancora non è riuscito ad esprimere tutto il proprio potenziale, e potrà aggiungere un altro tassello al suo quasi perfetto campionato.

Domenico Marazzita dell'Us Scandale. Foto Rosario Rizzuto

Il Belvedere Spinello sarà ospite della Nuova Siberene sepolta sotto un secco 6 a 1 lo scorso 7 dicembre: che sia la gara in cui mister Villaverde riesca a togliersi un’altra piccola soddisfazione contro una sua ex squadra?!

In Cirò – Altilia, in campo due squadre che quasi certamente disputeranno i play off: all’andata il Cirò espugnò Tufolo per 3 a 1: cosa succederà domenica?

Gara sulla carta facile per la Nuova Torre Melissa che ospita la cenerentola Sporting Rocca (all’andata gli jonici espugnarono il comunale di Roccabernarda per 3 a 1) e vorrà far dimenticare ai propri tifosi la sconfitta nel recupero contro la capolista Sant’Anna.

Chiude il turno la gara tra Sporting Crotone e Camellino, due squadre che avrebbero potuto fare molto di più e che vogliono ancora togliersi qualche soddisfazione. Di certo la squadra di mister Gambino vorrà riscattare il pesante 4 a 2 subito all’andata ma Garofalo e compagni sono di certo di tutt’altro avviso!

In settimana a lavoro anche il giudice sportivo Antonio Manica che ha preso le seguenti decisioni: sei gare di squalifica e stagione finita per Mario Cavallo del Camellino “per atto di protesta di modesta violenza e comportamento offensivo nei confronti dell’arbitro al temine della gara”; due turni di stop per il sempre un po’ nervoso Vincenzo Montalcini.

Fermi per un turno per somma d’ammonizioni (quarta infrazione): Salvatore Calizzi (Casabona) e Pasquale Rodio (Sant’Anna). Entrano infine in diffida: Antonio Garofalo (Camellino), Antonio Artese e Vittorio Lucanto (Scandale).

Visto che ormai sembra quasi tutto deciso ci appare quasi superfluo fare il solito appello alla correttezza e alla lealtà in campo con la speranza che non siano le persone inviate a dirigere le gare a rovinare cinque belle partite.

ROSARIO RIZZUTO

Nonostante tutto… domenica si gioca! Lo Scandale ospita lo Sporting Crotone. Fermato Santoro per un turno

E’ naturale che a furia di tirare la corda prima o poi si spezza, è normale che a furia di minacciare gli arbitri, come avviene regolarmente su alcuni campi della nostra Provincia, senza che questi (per paura, per quieto vivere ecc…) prendano i dovuti provvedimenti, nei giocatori si insinua la certezza dell’impunità, si convincono di poter fare qualsiasi cosa e passarla liscia.

Ma non deve essere stato dello stesso avviso l’arbitro Asteriti di Crotone che domenica, per sua sfortuna, si è trovato ad arbitrare la gara tra Cirò e Nuova Torre Melissa e che, a quanto dicono gli atti ufficiali, è stato aggredito, schiaffeggiato, minacciato.

Asteriti, nonostante il violento schiaffo subito, che poi lo costringerà a rivolgersi ai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Crotone, ha portato a termine la gara Pro Forma, come si dice in questi casi, e poi ha avuto il coraggio di mettere nero su bianco, nel proprio referto sulla gara.

E così il giudice sportivo ha emesso la sua sentenza che prevede la sconfitta del Cirò per 3 a 0 (sul campo era finita 1 a 1), due punti di penalizzazione alla squadra del presidente Sculco e ben 350 euro di multa alla società jonica “per mancata assistenza nei confronti dell’arbitro”.

Il calciatore Aldo Marincola “che a fine partita rivolgendosi all’arbitro con parole gravemente offensive e minacciose, rivendicava la paternità dell’atto di violenza commesso” è stato squalificato per oltre 2 anni ossia fino al 30 marzo 2011. Se la cavano invece con 4 giornate di squalifica: Giuseppe Capalbo e Leonardo Nicastri. “per comportamento gravemente offensivo e minaccioso nei confronti del direttore di gara”.

ClassificaTerza Categoria. Clicca x ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto.

Il Cirò inoltre ha avuto squalificato Ottavio Marincola per due giornate in quanto espulso nel recupero contro lo Sporting Crotone mentre in questa gara Leonardo Nicastri ha raggiunto la diffida per settima ammonizione ed Aldo Marincola per la terza.

Invece per le gare di domenica 22, Orlando Bernardi dello Sporting Rocca ha avuto 6 gare di squalifica “per atto di protesta di modesta violenza nei confronti dell’arbitro; due gare a Giuseppe Stillitano (Sant’Anna) e una a Giuseppe Santoro (Scandale) in quanto espulsi dal campo.

Una gara di fermo per somma di ammonizione per Aldo Marincola del Cirò (che però dovrà stare fermo per oltre due anni per quanto detto in precedenza) e per Giuseppe Vrenna dello Sporting Crotone. Entrano in diffida per terza ammonizione: Diego Micalizzi (Altilia) e Roberto Pignanelli (Nuova Siberene).

Ma, al di là di questo bollettino di guerra, c’è anche un calcio giocato che dopo, i due punti tolti al Cirò (che scende a 30 punti) vede il Sant’Anna (36 punti) aumentare a 4 punti il proprio vantaggio sulla più immediata inseguitrice che ora è il Belvedere Spinello (32) e il Sant’Anna mercoledì 4 marzo deve recuperare anche la gara contro la Nuova Torre Melissa (28).

Una formazione del Sant'Anna che sta prendendo il volo. Clicca x ingrandire. La foto quasi gemella di questa, sempre mia anche se non c'è scritto, è stata pubblicata bella grande sul Crotonese n°. 15 del 24-26 Febbraio 2009. Foto Rosario Rizzuto

Intanto domenica 01 marzo la capolista sarà ospite dell’Altilia (28) e, in caso di risultato positivo, potrebbe davvero prendere il volo. Infatti il Belvedere torna da domenica sul proprio terreno di gioco ed ospita il Casabona (21) e non sarà facile.

Il Cirò, senza tutti i calciatori squalificati, sarà impegnato nell’anticipo di sabato a Roccabernarda contro lo Sporting (1) e deve tornare a far punti se non vuole rinunciare anche al secondo posto.

In questa giornata in cui riposa la Nuova Torre Melissa, chiudono il turno le gare tra Scandale (18) – Sporting Crotone (11) e tra Camellino (9) – Nuova Siberene (9).

ROSARIO RIZZUTO

Stancata sul Cirò: partita persa, due punti di penalizzazione e multa. Via la violenza dal calcio. Chi sarà la prossima?

E’ successo un pandemonio domenica scorsa a Cirò Marina, durante la gara Cirò – Nuova Torre Melissa, e a parte il disapprovare il tutto (a tanto non sono arrivato nemmeno io con Francesco Palmieri) la cosa che mi fa andare in bestia è che il "collega" Domenico Guarascio del Crotonese, non ha visto nulla e non ha scritto una parola, sul suo articolo di martedì, su quanto sofferto dall’arbitro Asteriti di Crotone che se è l’Asteriti che conosco io è persona seria e preparata.

Deve finire questo schifo dei campi imbattibili, dove bisogna perdere per forza.

Se tutti gli arbitri si fossero comportati come Asteriti quella tra Cirò e Nuova Torre Melissa non sarebbe stata la prima gara conclusa Pro Forma della stagione, ma agli arbitri piace essere minacciati (vedi Francesco Palmieri) senza prendere alcun provvedimento e poi fare finta di nulla nel referto perchè prima o poi devono tornarci su quel campo: VIGLIACCHI!!!.

Ora è toccato al Cirò e mi dispiace per il presidente Sculco e gli amici di Cirò e spero che anche loro stessi prendano i giusti provvedimenti nei confronti di chi si è comportato male. QUESTO NON E’ CALCIO, A QUESTE CONDIZIONI NON CI STO PIU’.

Spero che l’esempio di Asteriti faccia scuola e qualche figlioletto di papà prenda esempio PER CRESCERE… CHE è ORA!

Una formazione del Cirò. Foto Rosario Rizzuto

Ecco cosa ha deliberato il Giudice Sportivo, Antonio Manica, sulla gara Cirò – Nuova Torre Melissa:

Gara CIRO’ – NUOVA TORRE MELISSA DEL 21.02.2009

Letti gli atti relativi alla gara di cui sopra,
premesso che al 40° del 2° tempo, dopo aver fischiato un fallo di gioco contro la società Cirò, il direttore di gara rimaneva vittima di un’aggressione verbale da parte di un giocatore, che, passando alle vie di fatto, lo colpiva con un violento schiaffo all’orecchio destro, tale da procurargli lesioni, per come accertato dai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale civile di Crotone;
dopo aver ripreso la conduzione della partita, l’arbitro si è trovato in una situazione di grave pericolo a seguito del comportamento minaccioso tenuto da parte dei giocatori del Cirò, in particolare, dei sigg.ri: Capalbo Giuseppe, Nicastri Leonardi e Marincola Aldo;
a causa dell’aggressione e del clima gravemente intimidatorio, l’arbitro, pur non trovandosi in condizioni psico-fisiche idonee, conduceva la gara, pro-forma, fino alla fine del tempo regolamentare, temendo per la propria incolumità;
nell’occorso, i dirigenti del Cirò tenevano un comportamento gravemente omissivo poiché non intervenivano in difesa del direttore di gara, rimanendo regolarmente seduti in panchina;
a fine partita, il giocatore Marincola Aldo rivendicava, rivolgendosi all’arbitro con parole gravemente offensive e minacciose, la paternità dell’atto di violenza commesso nei suoi confronti.

Tanto premesso,
delibera

1) la perdita della gara per il Cirò con il punteggio di 3 – 0 a favore del Torre Melissa;
2) 2 punti di penalizzazione in classifica;
3) ammenda di €. 350,00 per mancata assistenza nei confronti dell’arbitro.
Squalifica del calciatore MARINCOLA ALDO fino al 30 marzo 2011, per atto di grave violenza, proteste e comportamento gravemente offensivo e minaccioso nei confronti del direttore di gara.
Squalifica per 4 gare effettive i calciatori CAPALBO GIUSEPPE e NICASTRI LEONARDO per comportamento gravemente offensivo e minaccioso nei confronti del direttore di gara.

(Grazie a Carmine di Mesoraca per la nota sul box che ha dato il mio a questo mio post).

Il Cirò vince il recupero e si avvicina al Sant'Anna. Domenica lo Scandale a Santa Severina

Clamoroso a Tufolo: il solito arbitro Francesco Palmieri di Crotone ne deve aver combinate di tutti i colori per costringere mister Villaverde, tutti i calciatori e la dirigenza della Nuova Siberene ad abbandonare la partita, sul risultato di 2 a 0 per l’Altilia, per protesta anche consapevoli delle conseguenze.

Infatti giovedì 19 febbraio le sanzioni non sono tardate ad arrivare e la Nuova Siberene ha avuta la gara persa per 3 a 0, un punto di penalizzazione in classifica e 130 Euro di multa.

Mister Villaverde è stato, infine, inibito fino al 25 febbraio “per proteste nei confronti dell’arbitro”.

Finisce sempre così gli arbitri ne possono combinare di tutti i colori ma alla fine a pagare sono sempre le società e i dirigenti: W la giustizia!

Quando senti di certe notizie e dopo aver letto un lungo e amaro sfogo inviatomi dalla Polisportiva Nuova Siberene, ti passa anche la voglia di parlare di calcio giocato, ma non saranno certo dei personaggi presuntuosi, che si ergono ad arbitri più per la diaria a partita che per amore dello sport, a fermare il calcio.

E così c’è da dire che nella scorsa strana domenica salta anche il big match tra Nuova Torre Melissa e Sant’Anna che non si è giocato per mancanza dell’arbitro e che sarà recuperato mercoledì 4 marzo alle 15,00.

Giocato regolarmente invece, mercoledì 18, il recupero tra Cirò e Sporting Crotone finito con la vittoria della squadra del presidente Sculco per 3 a 1, grazie alla quale la formazione jonica si avvicina al Sant’Anna anche se con una gara in più.

Domenica quindi si sono giocate solo tre gare: il Belvedere ha espugnato il campo del Camellino e si era momentaneamente posizionato al secondo posto da solo ma ora è stato raggiunto dal Sant’Anna. Ma la squadra del presidente Chiaranza ha una gara in più rispetto al Cirò e due in più rispetto al Sant’Anna.

Classifica Girone D Terza Categoria Calabrese. Elaborazione Rosario Rizzuto

Lo Scandale di mister Rizzuto annienta il Casabona con una bella doppietta del giovanissimo Antonio Artese ed una rete del solito Marazzita e lo raggiunge al sesto posto in classifica ma ormai i play off appaiono lontani e sembra tutto già definito anche se nel calcio non si può mai dire.

Infine lo Sporting Crotone ha la meglio e supera lo Sporting Rocca.

La quinta giornata di ritorno comincia con la gara ballerina (prevista da calendario per sabato 21, poi spostata a domenica ed ora ritornata a sabato 21) tra Sporting Crotone ed Altilia, un derby che dovrebbe avere come squadra favorita l’Altilia ma che vedrà la formazione di mister Gambino mettercela tutta.

Una domenica che dovrebbe essere senza affanni per la capolista Sant’Anna che ospita il fanalino Sporting Rocca; qualche patema in più per il Cirò che aspetta la visita della Nuova Torre Melissa, i ragazzi di mister Pugliese non possono permettersi più passi falsi!

Il Belvedere Spinello osserverà il proprio turno di riposo.

Lo Scandale renderà visita alla Nuova Siberene (che scende a 6 punti in classifica) di certo affranta per quanto successo domenica e anche per le decisioni del giudice sportivo che a volte dovrebbe lasciar perdere i regolamenti e cercare di capire cosa è successo, perchè una squadra decide di interrompere ed abbandonare una gara: ma non c’è spazio in questo mondo per i sognatori!

Chiude la giornata la gara tra Casabona e Camellino.

Solo due gli squalificati per le gare di domenica più il recupero dello Scandale col Camellino: Francesco Villirillo (Casabona) e Giuseppe Angotti (Camellino).

Entrano in diffida: Lorenzo Trocino (Camellino) e Nicola Ieriti (Sporting Rocca).

Una multa di 25 euro, invece, per lo Scandale “per inadeguata sistemazione dello spogliatoio arbitrale”. Invece di capire gli sforzi che fanno le società per giocare una partita, gli arbitri se la godono a dispensare multe: l’arbitro di Scandale – Casabona si sarà bagnato un po’ i piedini a causa di una perdita d’acqua: poverino! e si è vendicato così!

ROSARIO RIZZUTO

A Sant'Anna cominciano a sognare ma domenica il Cirò tifa per la Nuova Torre Melissa. A Scandale arriva il Casabona

Il Sant’Anna vince lo scontro diretto, infligge la prima sconfitta al Cirò ed ipoteca il primo posto in classifica.

A parità di partite giocate (il Cirò riposa domenica ma deve recuperare mercoledì 18 la gara con lo Sporting Kr) quattro punti di vantaggio degli isolani sulla squadra di mister Pugliese sembrano tanti visto lo score delle due battistrada che difficilmente hanno lasciato punti per strada.

Ma nel calcio non si può mai sapere, infatti già domenica il Sant’Anna non avrà vita facile a Torre Melissa (dove sono attesi tanti tifosi del Cirò per tifare contro la rivale) e se dovesse succedere quello che non ti aspetti, mercoledì 18, vincendo il recupero, il Cirò potrebbe portarsi ad un punto e riaprire i giochi. Vedremo!

Classifica Terza Categoria dopo il recupero di Scandale - Camellino. Clicca x ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto

Ma la quarta giornata di ritorno (con gare che cominceranno alle 15,00) inizia già sabato 14 con due anticipi: a Pagliarelle col Camellino (sconfitto nel recupero di mercoledì dallo Scandale) sarà di scena l’altra seconda della classe (anche se con una gara in più), il Belvedere Spinello mentre a Roccabernarda si sfidano i due Sporting: Rocca contro Crotone.

Domenica, oltre alla gara della capolista, a Tufolo si affrontano Altilia e Nuova Siberene, partita che potrebbe non essere dal risultato scontato, mentre si gioca la prima gara di giorno (dopo il recupero in notturna col Camellino) al nuovo “Luigi Demme” tra Scandale e Casabona.

Per Lucanto e compagni serve la vittoria con un orecchio teso a Tufolo, sperando in un favore del loro ex mister Villaverde.

L'Us Scandale in campo col Camellino. Clicca per ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Queste le decisioni del giudice sportivo: ammenda di € 40,00 al Sant’Anna “per comportamento minaccioso nei confronti dell’arbitro da parte dei sostenitori”.

Squalifica fino al 15 aprile 2009 (stagione finita) per Oliverio Vincenzo (Sporting Crotone) “per doppia ammonizione, ripetuto comportamento gravemente offensivo e minaccioso e tentativo di aggressione nei confronti dell’arbitro dopo l’espulsione”.

Squalifica per una gara effettiva a Calizzi Salvatore (Casabona).

Squalifica per una gara effettiva per recidività in ammonizione (IV infrazione) a:

Montalcini Vincenzo (Altilia), Aiello Giuseppe (Belvedere Spinello) e Garrubba Giuseppe (Nuova Torre Melissa). Ammonizione con diffida (III infrazione) per: Cosentino Gennaro (Cirò) e Vulcano Cataldo (Nuova Torre Melissa).

Buon campionato a tutti!

ROSARIO RIZZUTO

Il big match al Sant'Anna, primo punto e grande festa per lo Sporting Rocca

Niente da fare per il Cirò che viene sconfitto nella fortezza di Sant’Anna per 3 a 2 e dà quasi un lascia passare agli isolani per la promozione.
Non abbiamo notizie sulla gara ma speriamo sia stata corretta e il risultato giusto.
La seconda notizia della giornata arriva da Santa Severina dove lo Sporting Rocca conquista il primo punto della stagione pareggiando 2 a 2 con la Nuova Siberene che all’andata avevo vinto a Roccabernarda.
Vince 3 a 2 la Nuova Torre Melissa a Tufolo contro lo Sporting Crotone mentre, se non ricordo male, si dividono la posta Casabona e Altilia: dovrebbe essere finita 2 a 2.
Infine, come ormai tutti sapete, Belvedere Spinello – Scandale 6 a 0, giocata ieri e Camellino a riposo.
Un grazie per i risultati all’amico Max Franco di Calabria Ora.

Terza di ritorno: suggestiva Belvedere Spinello – Scandale stasera 7 febbraio sul sintetico di Isola Capo Rizzuto

Giornata dimezzata dal maltempo, la seconda di ritorno del girone D di terza categoria calabrese.

A causa del maltempo, infatti, saltano le gare tra Scandale e Camellino e tra Cirò e Sporting Crotone e il Sant’Anna rimane solo in vetta nonostante il riposo.

E così, a parte l’anticipo di sabato che ha visto il Casabona avere la meglio sullo Sporting Rocca dopo essere andata sotto di una rete, nella bruttissima, dal punto di vista atmosferico, domenica riescono andare in campo solo l’Altilia e il Belvedere Spinello su un campo oltre il limite della praticabilità e Nuova Torre Melissa e Nuova Siberene.

Il Belvedere del presidente Chiaranza si ricorda di essere grande e torna alla vittoria, per giunta in trasferta, su un campo difficile e di una diretta avversaria.

Di contro l’Altilia perde la gara della vita e da provabile terza da sola si ritrova addirittura quinta in quanto viene anche scavalcata dalla Nuova Torre Melissa.

Gli ionici infatti hanno vinto con la squadra di Santa Severina una gara difficile (il 3 a 1 è arrivato solo al 93’) e il risultato non mette in evidenza a per nulla la bella gara giocata dai ragazzi di mister Villaverde.

Insomma una giornata spezzettata che si completerà mercoledì 18 febbraio quando saranno recuperare, in base a quanto stabilito dalla Figc di Crotone, le due gare non disputate.

Ma prima di allora ben altri due turni (salvo per le squadre che riposano) dovranno affrontare le 11 formazioni di terza categoria.

Si torna così in campo sabato 7 febbraio con la suggestiva Belvedere Spinello – Scandale giocata in "notturna" alle 18,00 (dopo un accordo tra le due società – la gara era in programma per le 14,30 sempre del sabato) sul neutro di Isola Capo Rizzuto.

Classifica 13^ giornata Girone D Terza Categoria Calabrese. Clicca x ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto

La gara tra Sporting Crotone e Nuova Torre Melissa, in programma da calendario per sabato 7 febbraio è stata posticipata alla domenica.

Match di non facile lettura in cui gli ospiti devono dimostrare di valere le prime posizioni in classifica.

Ma l’incontro più importante della giornata e lo scontro al vertice tra Sant’Anna e Cirò che da molti punti di vista vale una stagione: i padroni di casa (che attualmente sono la difesa meno battuta del girone con soli 8 reti subite in 11 gare) arrivano al big match con un ruolino di marcia casalingo di tutto rispetto: 5 vittorie su 5 gare, 13 gol fatti e 4 subiti; il Cirò risponde in trasferta con 5 vittorie e un pareggio su 6 gare, 17 reti fatte e 6 subite: insomma una gara vietata ai deboli di cuore per la quale la prima speranza è che sia scelto un arbitro all’altezza della situazione, possibilmente non di Crotone (e non stiamo qui a spiegare i motivi di questa nostra richiesta esterofila) e soprattutto che ci siano correttezza e sportività da ambo le parti!

A pochi chilometri da Sant’Anna, sabato 7 intanto, sul campo neutro di Isola Capo Rizzuto, il Belvedere Spinello avrà già ospitato lo Scandale che al momento è la squadra che ha giocato meno di tutte (solo 10 gare contro le 12 giocate da alcune formazioni) e non sappiamo se questo riposo ha giovato ai ragazzi di mister Mario Rizzuto.

La formazione scandalese dopo il disastroso debutto del giovane portiere Liberti (6 gol subiti contro l’Altilia) è ri-ricorsa ai ripari tesserando un portiere esperto come Carmine Lucia di San Mauro Marchesato: e quanto manca Maurizio Mollura!

Il Belvedere, rilanciato dalla vittoria con l’Altilia, non dovrebbe avere difficoltà con l’inesperta formazione del presidente Amedeo Augenti.

Incontro difficile anche quello tra Casabona ed Altilia, con i ragazzi del dirigente Novello che hanno la possibilità di riaprire il discorso play off ed avvicinare quelli che ora sono i propri diretti rivali per gli spareggi di fine stagione.

La terza giornata di ritorno è chiusa dalla gara tra Nuova Siberene e Sporting Rocca. All’andata i santaseverinesi fecero una grande partita a Roccabernarda incamerando tre dei propri attuali 6 punti. Più che il gioco ai ragazzi della dirigente Daniela Galasso, in molte gare, sta mancando quel pizzico di fortuna che nel calcio non guasta mai e soprattutto manca l’esperienza, ma di certo la Nuova Siberene non è squadra da 6 punti dopo 12 giornate!
Riposa il Camellino.

E passiamo alle decisioni del giudice sportivo.

Luigi Brittelli dello Sporting Rocca si becca tre giornate di squalifiche “per atto di violenza nei confronti di un avversario”.

Una gara ciascuno per Luigi Ruggiero (Belvedere Spinello) e Giuseppe Panucci (Nuova Torre Melissa).

Squalificati sempre per un turno ma per recidività in ammonizione: Orlando Bernardi (Sporting Rocca) e Nicola Federico (Nuova Torre Melissa).

Entrano in diffida: Roberto Parisi (Altilia), Francesco Tricoli (Belvedere Spinello), Salvatore Calizzi (Casabona), Francesco Liotta (Nuova Siberene) e Giuseppe Garrubba (Nuova Torre Melissa).

Infine inibito fino al 18 febbraio 2009 Giuseppe Zito della Nuova Torre Melissa reo di proteste e comportamento offensivo nei confronti dell’arbitro mentre era assistente dell’arbitro!

ROSARIO RIZZUTO

Si ricomincia, sabato inizia il girone di ritorno; lo Scandale riposa…

Trattati da terroristi”: è questo il grido d’aiuto che in poche righe arriva da Casabona in merito alla gara di domenica 11 gennaio giocata dai ragazzi del dirigente Novello a Sant’Anna.

La società di via Roma in poche righe si lamenta dell’arbitro della gara (Fuoco), del comportamento di alcuni giocatori del Sant’Anna, dell’operato del cronista che redige gli articoli casalinghi del Sant’Anna: insomma una vera tempesta che si abbatte sul campionato di Terza Categoria a pochi giorni delle denunce sporte, a titolo personale, dal segretario dell’Us Scandale, Rosario Rizzuto, che ha presentato due querele nei confronti dell’arbitro Francesco Palmieri per le ingiustizie subite che lo stanno tenendo lontano dagli impegni ufficiali con la sua squadra ormai da molti giorni e fino al 3 febbraio.

Che succede allora nel campionato di Terza Categoria crotonese?

Analizzando i fatti il problema pare siano alcuni arbitraggi delle giovani giacchette nere crotonesi, così nasce spontaneo proporre alla Figc e all’Aia di Crotone di aumentare gli scambi arbitrali e far dirigere le squadre del crotonese da arbitri di Catanzaro e del cosentino, per esempio domenica scorsa Perri di Mirto è stata perfetto nella gara tra Scandale ed Altilia.

Vedremo!

Intanto domenica scorsa si è giocata l’ultima giornata del girone d’andata al quale, per completarsi manca la gara tra Nuova Torre Melissa e Camellino che sarà recuperata mercoledì 28 gennaio.

Il Sant’Anna, con la vittoria di Santa Severina, è campione d’inverno grazie ad un girone d’andata favoloso fatto di 9 vittorie, una sola sconfitta ed alcune polemiche.

Nonostante il risultato netto mister Villaverde dichiara che non c’è stata tutta questa supremazia e che la sua squadra si è giocata la gara subendo le tre reti in momenti particolari (alla fine dei due tempi e all’inizio del secondo) che testimoniano l’inesperienza dei suoi ragazzi.

Al Sant’Anna segue, ad un solo punto, l’imbattuto Cirò, unica squadra senza sconfitte del girone, vittoriosa sul difficile campo di Casabona.

In piena zona play off Belvedere Spinello (ancora sconfitto), Altilia (che ha superato un mai domo Scandale nonostante Marazzita e compagni siano andati sotto di 5 reti; per la squadra di mister Durante 6 reti tutte in una volta, lo stesse che aveva fatto nelle altre 4 gare in trasferta!) e Nuova Torre Melissa vittoriosa a Isola Capo Rizzuto col Belvedere Spinello e potenzialmente anch’essa a 20 punti (come Belvedere Spinello ed Altilia) se uscirà vincitrice dal recupero del 28 gennaio, ma a Camellino la pensano diversamente.

Fuori dalla zona che conta, per ora, le altre squadre tra le quali domenica scorsa, viste le sconfitte di Casabona, Scandale, Nuova Siberene e Sporting Rocca e il riposo dello Sporting Crotone, ha gioito solo il Camellino vittorioso nel derby con lo Sporting Rocca.

Classifica girone d'andata. Clicca x ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto

Domenica prossima si ricomincia da dove si era iniziato lo scorso 26 ottobre ma a campi invertiti.

La capolista Sant’Anna rende la visita, nell’anticipo di sabato, allo Sporting Crotone che sconfisse per 3 a 0: i più informati dicono che sarà un girone di ritorno difficile per la matricola isolana considerati i tanti nemici che si è fatti con le gare casalinga (Altilia e Casabona su tutti).

La vice capolista Cirò farà visita alla Nuova Siberene al debutto surclassata sotto 5 reti, forte nel sapere già il risultato dei rivali.

Ancora in casa, si fa per dire, il Belvedere Spinello che riceve la visita dello Sporting Rocca già battuto per 5 a 0 all’andata: se i ragazzi del presidente Chiaranza non tornano a far punti in questa gara allora è davvero crisi nera!

Trasferta impegnativa per l’Altilia attesa a Camellino desideroso di vendicare la sconfitta per 2 a 1 dell’andata.

Chiude la giornata, in cui riposa lo Scandale che domenica 1 febbraio dovrebbe finalmente debuttare sul proprio terreno di gioco fresco di erbetta, il match tra Casabona e Nuova Torre Melissa (all’andata vinse per 2 a 0 la squadra ionica); obbligo di vittoria per De Biasi e compagni: solo con i tre punti possono evitare che la Nuova Torre Melissa prenda la fuga nella corsa play off.

Non sarà in campo domenica e né le successive tre gare Alessandro Barbera del Camellino squalificato per 4 giornate “per comportamento gravemente minaccioso ed offensivo nei confronti dell’arbitro”.

Fermi per una giornata per recidività in ammonizione (IV infrazione): Gianluca Facente (Altilia), Claudio Fortugno e Davide Lazzari (Belvedere Spinello) e Luigi Teodoro (Casabona).

Entrano i diffida: Giuseppe Aiello (Belvedere Spinello), Carmine Scalise (Camellino), Pasquale Rodio (Sant’Anna) e Maurizio Bernardi (Sporting Rocca).

Infine due dati statistici: il miglior attacco, nonostante le ultima sconfitte, rimane quello del Belvedere Spinello con 35 reti fatte; migliori difese per Nuova Torre Melissa (con una gara in meno) e Sant’Anna con solo 7 reti subite.

Buon girone di ritorno a tutti!

Tra sabato e domenica l'ultima giornata d'andata del girone D di Terza Categoria

Lo scontro al vertice tra Cirò, Sant’Anna e Belvedere Spinello corre sul filo degli ultimi minuti nella penultima giornata d’andata giocata domenica scorsa.

All’85′ stanno vincendo sia il Cirò contro il Belvedere Spinello che il Sant’Anna contro il Casabona.

Ma all’86′, a Cirò Marina, pareggia il Belvedere col fantasista Dozzi e così il Sant’Anna vola in testa ma non per molto perchè al 91′ pareggia anche il Casabona, che comincia a credere nell’impresa, e così il Cirò torna in vetta.

Ma la gioia del presidente Sculco dura poco perchè in pieno recupero al 93′ Rodio regala la quinta vittoria casalinga su 5 gare alla formazione del presidente Maiolo e così la matricola terribile del Sant’Anna conquista il top della classifica da sola e ha buone possibilità, domenica prossima, di laurearsi campione d’inverno.

Davvero una bella sorpresa la squadra di mister Leone che è riuscita in un’impresa in cui, supponiamo, davvero in pochi credevano.

Gongola il Sant’Anna e rallentano Cirò e Belvedere Spinello. E dietro?

L’Altilia era di riposo ma domenica hanno riposato in modo forzato anche Nuova Torre Melissa e Camellino per le cattive condizioni del terreno di Torre Melissa, gara che sarà recuperata mercoledì 28 gennaio alle 14,30.

In tutto questo ne approfitta lo Scandale che, orfano di mister Rizzuto, assente per lavoro, viene affidato a capitan Domenico Marazzita che imposta una gara tatticamente perfetta al San Vito di Roccabernarda dove, dopo mezz’ora, è già sul 3 a 0.

Artese e compagni hanno dimostrato che ci sono e, anche se l’avvicinamento alla zona play off è solo virtuale (considerato che la Nuova Torre Melissa non ha giocato), che potranno dire la loro fino alla fine del campionato.

Marazzita, nel secondo tempo, ha dato fiducia a Carmine Scalise che, nei minuti che è stato in campo, ha disputato un’ottima gara.

Ma c’è anche una brutta notizia per lo Scandale che perde Maurizio Mollura che si trova già a Genova per lavoro, un mistero per ora chi domenica giocherà in porta nello Scandale!

La classifica del girone D di Terza Categoria dopo 10 giornate. Elaborazione Rosario Rizzuto

Infine lo Sporting Crotone ha la meglio su un’irriconoscibile Nuova Siberene e la scavalca in classifica.

L’ultima giornata di andata inizierà sabato 17 gennaio con l’anticipo tra poveri tra Camellino e Sporting Rocca, al momento le ultime due in classifica.

Il giorno seguente la capolista Sant’Anna, in cerca del titolo di campione d’inverno, sarà ospite della Nuova Siberene; mister Villaverde cercherà di realizzare l’impresa coi suoi ragazzi.

Dopo il Sant’Anna, il Casabona si ritrova a sfidare l’ex capolista Cirò, ora seconda, in una gara dal risultato molto incerto.

Il Belvedere Spinello, voglioso di ritornare ad una vittoria che manca ormai da un po’ dopo uno spumeggiante inizio, ospita (sul terreno di Isola Capo Rizzuto?) la Nuova Torre Melissa,.

Chiude la giornata, in cui riposa lo Sporting Crotone, la gara dello Scandale con l’Altilia.

La società dello Scandale non ha fatto richiesta di spostamento della gara a San Mauro Marchesato, perchè in settimana doveva essere consegnato dalla Provincia di Crotone lo stadio “Luigi Demme” con il nuovo terreno in erbetta naturale. Mentre scriviamo ancora la società del presidente Augenti non ha la certezza che potrà giocare sul proprio terreno ma alla fine dovrebbe essere così!

Chi, invece, di certo non giocherà nel prossimo turno sono i calciatori squalificati e cioè: Salvatore Pellizzi del Casabona squalificato per sei gare effettive “per tentativo di aggressione e comportamento gravemente offensivo e minaccioso nei confronti dell’arbitro”; Ugo Picari del Casabona (due gare), e Salvatore Macrì del Belvedere Spinello per una gara in quanto espulsi dal campo.

Sono stati squalificati, invece, per una gara effettiva per recidività in ammonizione (4^ infrazione): Luigi Ruggiero (Belvedere Spinello) , Giuseppe Capalbo (Cirò), Guido Girasole e Carmine Leone (Sant’Anna).

Entrano in diffida (III infrazione): Davide Lazzari (Belvedere Spinello), Vincenzo Mancuso e Luigi Teodoro (Casabona), Martino Coriale e Maurizio Mollura (Scandale), Giuseppe Vrenna (Sporting Crotone).

Squalificato infine fino al 28 gennaio 2009 l’allenatore del Casabona Saverio Oliverio “per comportamento gravemente offensivo nei confronti dell’arbitro”.

ROSARIO RIZZUTO

Tra poco Sporting Rocca – Scandale: voglio Francesco Palmieri come arbitro!!!

Mattinata rovinata dall’assenza di Alice ma è stato bello lo stesso stare un po’ in giro in paese: Blu Moon, Scuola Primaria e Media,  Libreria, Centro Tim, Tipografia Marino…

Ora sto per andare a Roccabernarda dove lo Scandale sarà impegnato con lo Sporting Rocca ancora fermo a zero punti, ma, come spiego nel mio pezzo per il Crotonese, che pubblico a seguire, non significa che sarà una gara facile per Marazzita e compagni.

Volesse Dio che ci fosse il piccolo Palmieri come arbitro (di solito gli anticipi se li fanno gi arbitri raccomandati che così possono rimpinguare i loro guadagni).
E’ inutile dire quello che gli faccio altrimenti rischio che mi chiudono il blog!

******************************


Dopo 20 giorni di pausa, riprende sabato 10 gennaio 2009 il campionato di Terza Categoria calabrese e, nello specifico, per quanto ci riguarda, il girone D, quello crotonese.

Si ricomincia con la sola gara tra Sporting Rocca e Scandale considerato che l’altro anticipo della giornata, tra Sporting Crotone e Nuova Siberene, è stato spostato a domenica.

Sembra una gara dall’esito scontato quella che la squadra di mister Rizzuto (che a causa dei ritardi della Provincia di Crotone nella consegna del proprio terreno di gioco rischia di non disputare nemmeno un gara in casa in questa stagione) dovrà affrontare presso lo stadio comunale di Roccabernarda.

I locali, infatti, sono fermi al palo non avendo conquistato nemmeno un punto finora.

Ma durante il mercato di dicembre lo Sporting si è rafforzato con alcuni nuovi innesti e quindi è consigliabile a Marazzita e compagni di non prendere sottogamba la partita.
Classifica Girone D Terza Categoria. Nota alla foto: Sporting Crotone -Nuova Siberene si gioca domenica 11.01.2009. Clicca x ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto

Nota al Prossimo Turno: Sporting Crotone – Nuova Siberene si gioca domani, 11.01.2009.

Ma il match clou della penultima giornata del girone d’andata si gioca domenica sul comunale di Cirò Marina dove il Cirò, prima in classifica, ospita il Belvedere Spinello, terzo.

Dopo la sconfitta casalinga (benchè in campo neutro) con il Sant’Anna, la squadra del presidente Chiaranza, se non vuole uscire dal giro, deve cercare di tornare almeno con un punto da Cirò: di certo di tutt’altro avviso saranno mister Pugliese e il presidente Sculco che vogliono continuare a stare in vetta e respingere gli attacchi dello stesso Belvedere Spinello e del Sant’Anna.

Il Cirò dovrà fare a meno di Giovanni Cidone squalificato per quarta ammonizione insieme a Giuseppe Stillitano del Sant’Anna.

Entrano invece in diffida: Luigi Ruggiero del Belvedere Spinello, Giuseppe Angotti del Camellino, Antonio Seminario del Casabona, Giuseppe Capalbo del Cirò e Carmine Leone del Sant’Anna.

Anche il Sant’Anna gioca in casa ed ospita il Casabona che sta alternando belle prestazioni a gare un po’ sotto tono.

Difficile fare risultato in casa della vice capolista che conta, sul terreno amico, 4 vittorie su 4 partite con 10 gol fatti e solo due subite.

L’Altilia osserverà il suo turno di riposo mentre la Nuova Torre Melissa ospita il Camellino, per le due squadre, entrambe reduci, prima della pausa, da una sconfitta, la possibilità di un immediato riscatto.

Chiude la giornata la gara tra Sporting Crotone e Nuova Siberene: gli uomini del presidente Faga, che con questa gara chiudono il proprio girone di andata (nell’ultima partita osserveranno infatti il proprio turno di riposo) vorranno di certo salutare i propri tifosi con una bella prestazione e magari fare uno sgambetto al crotonese Villaverde allenatore tuttofare della Nuova Siberene!

ROSARIO RIZZUTO

Al Cirò la palma di migliore squadra del 2008 in Terza Categoria

Una formazione del Cirò. Foto Rosario Rizzuto

E’ il Cirò del presidente Mario Sculco e di Mister Pugliese la migliore squadra del girone crotonese di Terza Categoria in questo 2008 che sta per finire.

Dopo essere stata la rivelazione dello scorso campionato (chiuso al quarto posto con 36 punti che significarono la conquista dei play off dai quali fu eliminata dal Real Fondo Gesù) i giallorossi cirotani a questo punto della stagione, dopo che sono state giocate nove giornate (anche se tutte le squadre, tranne Altilia e Sporting Kr, di gare ne hanno giocate otto per via della giornata di riposo) sono da soli in vetta alla classifica quasi a punteggio pieno infatti hanno 22 punti frutto di sette vittorie, un solo pareggio e nessuna sconfitta.

Rispetto alla passata stagione, con addirittura una gara in meno giocata, Cidone e compagni hanno ben nove punti in più.

Il Cirò, inoltre, è l’unica squadra del girone a non aver mai perso; ha il secondo migliore attacco con 22 reti (solo il Belvedere ha fatto meglio andando in gol ben 33 volte) e la seconda miglior difesa perforata solo sei volte, una volta in più di quella del Sant’Anna.

Insomma un anno pieno di soddisfazioni per la dirigenza cirotana che da due stagioni per di più si sobbarca il fatto di dover giocare, in un certo senso, tutte le gare in trasferta visto che le partite casalinga sono giocate, in attesa dello stadio cirotano, sul campo neutro di Cirò Marina.

Al secondo posto in classifica, invece, troviamo la rivelazione di questa stagione, una squadra nata questa estate e che disputa per la prima volta il campionato di Terza Categoria, il Sant’Anna del presidente Maiolo e di mister Leone.

Milone e compagni, dopo aver battuto nell’ultimo turno il Belvedere Spinello, sono ad una sola lunghezza dalla capolista grazie a sette vittorie ed una sconfitta; 17 le reti realizzate e, come già detto, solo cinque quelle subite.

Da sottolineare che sia il Cirò che il Sant’Anna al momento hanno più punti del Savelli, che lo scorso anno, a questo punto della stagione, aveva 20 punti.

Una formazione del Sant'Anna. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Il Belvedere Spinello, dato per favorito all’inizio della stagione, al momento è solo terzo con 19 punti (due in più della scorsa stagione) ma se sabato 20 dicembre, nell’ultima gara prima della pausa, avesse vinto con il Sant’Anna ora staremo facendo tutti altri discorsi quindi è troppo presto per dare giudizi ad una squadra che ha fatto molto bene in queste prime gare segnando gol a grappoli e mantenendo, in gran parte, le aspettative della vigilia grazie anche ad una rosa di tutto rispetto per giunta rafforzatasi con il mercato di dicembre.

Chiudono, al momento, la zona play off, l’Altilia (17 punti, 11 punti in più rispetto allo scorso anno) e la Nuova Torre Melissa (14 punti, 8 punti in più dello scorso anno) che però ha un solo punto di vantaggio sul Casabona.

Non del tutto fuori dai giochi per gli spareggi promozione lo Scandale di mister Rizzuto che chiude il 2008 a nove punti, un punto in più rispetto alla passata stagione targata mister Villaverde, la matricola Nuova Siberene (6) guidata dall’appena citato mister crotonese e il Camellino arrivato a 6 punti quando di questi tempi, un anno fa, era ancora fermo a zero.

Di contro appare parecchio deludente il campionato dello Sporting Crotone, che retrocesso dalla seconda Categoria e forte di un mister e di un presidente esperti come Gambino e Faga, poteva dare l’impressione, prima di iniziare il campionato, di poter dire la sua.

Non classificabile la stagione dello Sporting Rocca che iscrittasi all’ultimo minuto testimonia come, anche in Terza Categoria c’è bisogno di un minimo di organizzazione e di programmazione, per di più Toscano e compagni sono la terza squadra di un paese che per quanto possa essere appassionato di calcio, ci appare troppo piccolo per poter dare vita a tre squadre competitive nei rispettivi campionati.

Quasi tutte le undici squadre del girone si sono rafforzate durante il mercato di dicembre e quindi a partire da sabato 10 gennaio 2009, quando torneranno in campo negli anticipi Sporting Kr, Nuova Siberene, Sporting Rocca e Scandale ci potrebbero essere delle sorprese con forze in campo variate a vantaggio di una stagione più movimentata.

Anche la prossima domenica il campionato riposa quindi avremo modo di parlare del prossimo turno, penultima giornata di andata, nel prossimo numero del giornale; da parte nostra i migliori auguri a tutte le società calcistiche, agli arbitri, agli organi federali, ma in generale a tutti i lettori del Crotonese, per un fantastico 2009 pieno di sport e di sportività!

Questa la classifica attuale:

La classifica attuale. Clicca x ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto.

ROSARIO RIZZUTO

Ultimo turno del 2008: il Belvedere ospita il Sant'Anna. Domenica a San Mauro lo Scandale aspetta la Nuova Torre Melissa

Vincono le prime tre della classe, Belvedere Spinello, Cirò e Sant’Anna e le distanze in classifica tra le prime rimangono invariate.

Ma, a differenza di altre gare, tutte e tre le vittorie sono state un po’ stentate (un gol di scarto in tutte e tre le gare) sintomo, forse, che le altre squadre stanno prendendo le misure o che il mercato di dicembre è forse servito a riequilibrare le forze in campo.

Il Belvedere spreca tanto nell’anticipo di sabato a Crotone e deve ringraziare il proprio portiere che salva la vittoria in pieno recupero con una grande parata.

A Cirò, lo Scandale fa la sua onesta partita: orfano dei papaniciari (De Pasquale, Mancuso e Lumastro), trasferitisi a Roccabernarda, in Seconda Categoria, alla corte della presidentessa Ivana Righetti, ma con la presenza dei sanmauresi (Donato, Iuliano e Squillace), tesserati in questi giorni, rende la vita difficile alla capolista, anche se il fatto che il migliore in campo dello Scandale sia stato il portiere Mollura la dice tutta sull’andamento della gara.

Pessima la direzione arbitrale del figlio d’arte e giovane Palmieri che fa ancora in tempo a cambiare hobby: gli arbitri devono essere persone umili e comprensive! E lui è molto lontano dall’esserlo!

Anche il Sant’Anna soffre contro un gran Camellino che dà filo da torcere agli isolani che conquistano i tre punti solo nel finale.

Termina in parità lo scontro tra inseguitrici, Nuova Torre Melissa e Altilia; anche a causa delle pessime condizioni del terreno di gioco, finiscono per accontentarsi e non farsi del male.

La formazione dello Scandale sconfitta a Cirò Marina dal Cirò. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

Importante vittoria del Casabona a Santa Severina, vittoria che permette ai ragazzi del dirigente Novello di stare a due punti dalla zona play off.

Sabato e domenica prossima si giocano le ultime gare del 2008.

Spicca il big match tra Belvedere Spinello e Sant’Anna che sarà giocato in anticipo sul campo neutro di Rocca di Neto sabato 20 a partire dalle 14,30. Se il Sant’Anna riuscisse a far sua anche questa gara allora, se ancora ci sono dei dubbi, non sarà più una sorpresa ma una bella realtà.

Il Cirò sarà impegnato sul nuovo campo, inaugurato di recente, di Pagliarelle contro il Camellino; la presenza del nuovo campo ha permesso il ritorno di questa gara, in calendario prevista per sabato 20, al normale orario domenicale. Una gara dal risultato incerto perchè non sarà facile per la capolista di mister Pugliese andare a vincere con un Camellino che non ha in classifica i punti che merita.

La Nuova Torre Melissa si recherà a San Mauro per affrontare uno Scandale col dente sempre più avvelenato: nonostante delle belle prestazioni i punti non arrivano ma con la Nuova Torre Melissa Marazzita e compagni non si possono permettere passi falsi: o si vince o svaniscono anche i sogni play off!

L’Altilia ospita lo Sporting Rocca che spera di far fruttare i nuovi acquisti e conquistare i primi punti della stagione.

Nel turno in cui riposa la Nuova Siberene, chiude la giornata la gara tra Casabona e Sporting Crotone: riusciranno i ragazzi del presidente Faga e di mister Gambino a far punti?

A Natale si è già più buoni di suo, quindi ci sembra quasi inutile ricordare che il calcio è un gioco e come tale deve essere affrontato, ci sembra invece più necessario invitare gli arbitri ad una maggiore attenzione: non è difficile arbitrare un gara se lo si fa con coraggio e senza condizionamenti: come direbbe qualcuno: “Basta poco che ce vò”!

ROSARIO RIZZUTO

La foto del Cirò

A richiesta degli amici di Cirò e scusandomi per il colpevole ritardo ecco la foto della formazione del Cirò che domenica scorsa ha battuto per 2 a 1 lo Scandale:

La formazione del Cirò che domenica 14.12.2008 ha battuto per 2 a 1 lo Scandale. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto

C'è chi va e c'è chi viene: lo Scandale perde i papaniciari ed acquista i sanmauresi

Novità in casa Scandale: Giuseppe De Pasquale, Luca Mancuso e Daniele Lumastro cedono alle lusighe della bella presidentessa del Roccabernarda (Seconda Categoria), Ivana Righetti, lasciano lo Scandale e si accasano sul Tacina.
A dx la presidentessa del Roccabernarda, Ivana Righetti. Foto Rosario Rizzuto
Altro fiume per Carmine Biafora che lascia lo Scandale, dove, con mister Rizzuto, non aveva trovato finora spazio, e si trasferisce al Rocca di Neto (Seconda Categoria).

Se da una parte c’è chi se ne va, ci sono anche chi arrivano: infatti da San Mauro Marchesato sono stati tesserati con lo Scandale: Antonio Squillace, Salvatore Iuliano e Andrea Donato, gli unici presenti venerdì sera all’allenamento: ASSURDO!!!

Tesserati anche Domenico Marazzita II e Raffaele Marazzita che finora sono stati molto vicini alla squadra, mentre nella prossima settimana i tesserati dello Scandale saranno snelliti provvedendo ad effettuare alcuni svincoli di quei tesserati che non si fanno vedere da tempo e che erano stati "dimenticati" negli svincoli di luglio.

Intanto mancano poche ore alla gara con il Cirò, che, prima della vittoria del Belvedere di oggi pomeriggio, era in testa alla classifica.

Una gara senza alcun dubbio difficile, alla quale lo Scandale si presenta senza aver effettuto allenamenti in settimana.
Una vera gatta da pelare per mister Rizzuto e capitan Marazzita.

Mister Rizzuto e capitan Marazzita. Foto Rosario Rizzuto
Partiamo sconfitti, se arriverà qualcosa in più avremo modo di gioiere!

Il Belvedere vince a Crotone e vola in testa

Il Belvedere Spinello espugna col minimo scarto lo stadio di Tufolo ed, in attesa della gara di domani tra Cirò e Scandale, si posizione da solo al vertice della classifica.

La gara con lo Sporting Crotone è terminata sullo 0 a 1 ma il presidente Chiaranza ci racconta di almeno 12 palle reti specate da Curcio (alla sua seconda gara stagionale con il Belvedere dopo aver iniziato la stagione in Seconda Categoria col Savelli) e dagli altri giocatori della capolista.
Ma comunque non si può sempre vincere segnando 6 reti.

Domani le altre gare.

Questo il tabellino aggiornato con la gara di oggi:
Risultati, Classifica e Prossimo Turno Terza Categoria Calabrese, Girone D. Clicca x ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto

Domenica big match tra Altilia e Cirò. Lo Scandale aspetta il Sant'Anna

Si continua a vincere nel girone D di Terza Categoria.

Anche tra sabato e domenica scorsi ci sono state 5 vittorie di cui due in trasferta.

E l’intreccio di risultati ha portato in testa, insieme all’Altilia (13 punti), Cirò (13) e Belvedere Spinello (13), anche se c’è da dire che l’Altilia deve ancora riposare quindi ha una gara in più.

Alle loro spalle si fa sotto la matricola terribile del Sant’Anna (12) che domenica ha battuto la capolista Altilia.

Anche se da Sant’Anna arrivano notizie sconfortanti di una gara troppo dura e di presunte minacce subite dai giocatori di mister Durante.

La speranza è che non sia così perchè a calcio bisogna vincere giocando la palla e non i piedi e si spera, se davvero è successo qualcosa, che si sia trattato di un episodio.

Si fanno sotto anche Scandale (6) e Nuova Siberene (6) (che deve ancora riposare) alla loro seconda vittoria anche se ancora distanti dalle posizioni che contano.

Profondo nero per lo Sporting Rocca (0) alla sesta sconfitta consecutiva.

Ma da domenica prossima le squadre, grazie ai trasferimenti, che si sono aperti il primo dicembre, subiranno dei cambiamenti, con l’arrivo di nuovi calciatori, ed anche a Roccabernarda ne aspettano, provenienti dalle altre squadre del paese.

Quindi già da sabato ci potrebbero essere delle sorprese e le forze in campo viste finora, potrebbero essere state stravolte.

Da sabato perchè anche in questa giornata sono previsti due anticipi: si inizia con Camellino – Sporting Crotone e Sporting Rocca – Nuova Torre Melissa.

Nella prima di queste, con le squadre entrambe a 3 punti, si potrà vedere chi ancora ci crede e vuole andare avanti e dire la sua in questa stagione mentre la Nuova Torre Melissa, che magari dopo il riposo si aspettava 3 punti facili, dovrà fare in conti con una squadra, se in settimana sono state sbrigate le pratiche amministrative, rinforzata e così il San Vito di Roccabernarda potrebbe non essere più terreno facile e di conquista.

Mentre in questa settima giornata il riposo tocca al Casabona, domenica si giocano le altre tre gare: scontro al vertice tra Altilia e Cirò, una gara che si prospetta bellissima e aperta a qualsiasi risultato con l’Altilia che deve cercare di far sua la partita per non perdere terreno anche in considerazione che deve ancora riposare.

L’altra capolista, il Belvedere Spinello, aspetta la visita della Nuova Siberene; l’ex Villaverde cercherà di fare uno sgambetto alla sua ex squadra ma il Belvedere sta andando davvero forte e non casualmente ha il migliore attacca con 25 reti realizzate in cinque gare: una media di 5 reti fatte a partita!

Chiude le gare della giornata l’incerta partita tra Scandale e Sant’Anna. Si giocherà, a Scandale sperano per l’ultima volta, a San Mauro Marchesato.

Lo Scandale viene da due vittorie consecutive e vuole centrare la terza, per giunta da via Nazionale arrivano notizie di nuovi arrivi provenienti dal San Mauro Marchesato e dalla Nuova Torre Melissa  ma anche a Sant’Anna (che finora fuori casa ha conquistato una vittoria ed una sconfitta) si saranno dati da fare in questo inizio di mercato autunnale.

L’unico augurio è che a San Mauro (ma anche a Crotone, Belvedere Spinello, Foresta di Petilia, e Roccabernarda) si giochi a calcio e che sia una bella partita, una di quelle da ricordare.

Buon campionato a tutti!

Nel file che segue risultati, classifica e prossimo turno:

Sesta Giornata Classifica III Categoria Risultati e Pt

ROSARIO RIZZUTO 

Domani alle 14,30 lo Scandale impegnato a Tufolo contro lo Sporting Crotone

L’Altilia (13 punti) approfitta del riposo del Belvedere Spinello (10) e, sconfiggendo lo Sporting Crotone (3), si porta da sola al vertice della classifica.

La squadra di mister Durante va che è una meraviglia anche se bisogna considerare che le inseguitrici Belvedere Spinello e Cirò (10) hanno già effettuato il loro turno di riposo.

Di fatto ancora non è uscita una squadra su tutte e questo potrebbe fare la fortuna del torneo che, se sarà equilibrato, sarà ancora più appassionante.

Nel big match della quinta giornata, il Cirò riesce ad impattare la gara contro la Nuova Torre Melissa (10) solo in zona cesarini ed evita una dolorosissima sconfitta.

Si tratta del secondo pareggio dall’inizio della stagione in 25 partite!

Arrivano i primi tre punti per un ottimo Scandale (3): davvero in palla la squadra di mister Rizzuto che, di fatto, ha iniziato domenica contro la Nuova Siberene (3) il proprio campionato.
Antonio Artese, giovanissimo attaccante dello Scandale: di lui si sentirà sicuramente parlare. Foto Rosario Rizzuto
Concludono i risultati dell’ultimo turno due vittorie in trasferta: il Casabona (9) vince col Camellino (3) e il Sant’Anna (9) a Roccabernarda (0) che, in attesa dei rinforzi di dicembre, sta facendo davvero una brutta figura!

Dopo metà girone d’andata diamo qualche numero: il miglior attacco è quello del Belvedere Spinello che ha all’attivo 19 reti, la migliore difesa invece è del Cirò che ha subito solo due marcature. Tutti dello Sporting Rocca i record negativi con zero punti, cinque sconfitte, un solo gol fatto e ben 20 subiti!

Sono Altilia, Belvedere Spinello e Cirò le squadre ancora imbattute e queste tre più la Nuova Torre Melissa le uniche ad aver pareggiato una gara, come dire che il pareggio staziona solo nei vertici alti della classifica.

E siamo già nell’atmosfera della sesta giornata, domani, sabato 29, ci sarà l’unico anticipo tra Sporting Crotone e Scandale, con ospiti galvanizzati dalla vittoria e Sporting desideroso di conquistare la seconda vittoria della stagione.

Domenica resterà a guardare la Nuova Torre Melissa che osserverà il proprio turno di riposo mentre il big match della giornata è quello tra il Sant’Anna e la capolista Altilia: davvero una bella gara che promette spettacolo e che potrà dire se davvero l’Altilia potrà andare lontano infatti finora la squadra di mister Leone sul nuovo stadio di Sant’Anna ha ottenuto due vittorie su due gare.

Il Belvedere Spinello torna in campo, dopo il turno di riposo, a Casabona anche essa imbattuta in casa, mentre la squadra di Castagnino finora in trasferta ha sempre vinto: insomma non può che nascere una spumeggiante partita.

Il Cirò del presidente Sculco non dovrebbe avere problemi, anche senza l’ancora squalificato bomber Pugliese, contro il fanalino di cosa dello Sporting Rocca, mentre mister Villaverde spera di tornare alla vittoria contro il Camellino: anche a Santa Severina si potrebbe vedere un buon calcio tra due formazioni che giocano bene nonostante i risultati tardino ad arrivare.
Domenco Sgarriglia, ottime le sue prestazion finorai. Foto Rosario Rizzuto
Un solo provvedimento di rilievo da parte del giudice sportivo che in settimana ha squalificato Salvatore Andreoli dello Sporting Rocca fino al 26 maggio 2009 “
per comportamento offensivo e lancio di sputo nei confronti dell’arbitro che veniva colpito ad una gamba”; entra in diffida Leonardo Nicatri del Cirò dopo la terza ammonizione mentre sono state multate di 60 euro l’Altilia (per un non specificato motivo) e lo Sporting Crotone “per lancio di bottiglietta d’acqua all’indirizzo dell’arbitro che veniva colpito ad una gamba”.

Insomma nonostante gli appelli, le riunione ecc.., si continua a delinquere su tanti campi di calcio perciò non ci stancheremo mai di ripetere che ogni domenica deve vincere lo sport e che chi si comporta male (arbitri compresi) deve essere allontanato.

Si parte da questa situazione:

Classifica dopo 5 giornate. Clicca per ingrandire. Elaborazione Rosario Rizzuto

ROSARIO RIZZUTO

Belvedere ed Altilia in vetta e domenica lo Scandale sfida l'ex Villaverde

Il Cirò si ferma per il riposo e ne approfittano subito Belvedere ed Altilia che vincendo le loro gare (rispettivamente con Camellino e Nuova Siberene) guadagnano la testa della classifica.

Comincia ad entrare nel vivo il girone E del campionato di Terza Categoria calabrese.

Certo ancora non c’è nulla di definito e dopo 4 giornate e presto per fare bilanci, ma le forze in campo cominciano a delinearsi.

L’ultima giornata è stata caratterizzata da altre 5 vittorie, davvero raro il pareggio in questo girone uscito finora una sola volta in 4 giornate nella gara tra le due attuali capoliste Belvedere ed Altilia.
Antonio Artese attaccante dell'Us Scandale.Foto Rosario Rizzuto
Vince il Casabona contro lo Scandale e la squadra del presidente Augenti comincia a vedere i fantasmi, ferma come è a zero punti insieme solo allo Sporting Rocca.

La terza squadra di Roccabernarda è tornata sconfitta anche da Crotone ridando vigore ai ragazzi del presidente Faga.

Rinviata domenica a causa di un lutto che ha colpito la società del Sant’Anna, la gara tra la squadra isolana e l’ormai ex capolista Nuova Torre Melissa è stata recuperata già mercoledì ed ha visto la formazione di mister Leone primeggiare per 3 a 0 dimostrando di aver già superato lo scotto di squadra debuttante e di poter dire davvero la sua in questo campionato. Che faccia come il Cirò dello scorso campionato?

Tra sabato e domenica si gioca la quinta giornata.

I primi a scendere in campo saranno Camellino contro il Casabona e Sporting Rocca che sfiderà il Sant’Anna.

Domenica poi sarà la volta delle altre 3 gare.

Riposando il Belvedere Spinello, l’Altilia ha la possibilità di continuare da sola in testa alla classifica: a Tufolo ci sarà i derby di Crotone contro lo Sporting di Faga, che, ringalluzzito dalla vittoria contro lo Sporting Rocca, cercherà di fare uno sgambetto ai cugini.

Il big match della giornata invece, si gioca a Torre Melissa dove arriverà l’ex capolista Cirò (ancora imbattuta) defenestrata solo a causa del turno di riposo.

L’ultima gara della giornata è quella tra Scandale e Nuova Siberene che si giocherà, per l’indisponibilità del “Luigi Demme”, al comunale di San Mauro Marchesato.

A Scandale torna da avversario mister Villaverde che cercherà di far pentire la società di via Nazionale per non averlo riconfermato.
Ferdinando (Fermnando) Elia, difensore dello Scandale.Foto Rosario Rizzuto
Lo Scandale, dal suo canto, non può assolutamente perdere altri punti e quindi dovrebbe uscirne una bella e combattuta partita che avrebbe meritato il nuovo manto erboso del “Luigi Demme” ma la pioggia degli ultimi giorni non ha consentito all’erbetta di attecchire al meglio e il debutto al Demme è stato rinviato al 21 dicembre.

Non ci sono provvedimenti disciplinare in seguito alle gare di domenica, solo il fiscalissimo arbitro Lorenzo Patea ha fatto comminare una multa di 30 euro ciascuno alle società di Casabona e Scandale per ritardata presentazione della distinta di gara.

Ma lo sanno in federazione e all’Aia che non è facile predisporre il tutto per iniziare a giocare alle 14,30 e poi a Casabona la gare è iniziata alle 14,34, non ci sembra un così grande ritardo. Non sarà che qualcuno abbia pensato ad un modo semplice per far cassa?!

Buon campionato a tutti!

Sul file che segue risultati, classifica e prossimo turno:

Nuovo Quarta Giornata Classifica III Categoria Risultati e Pt


ROSARIO RIZZUTO

La Nuova Torre Melissa ottiene tre punti a tavolino e raggiunge il Cirò in vetta. Lo Scandale domenica a Casabona.

Classifica Terza Categoria Girone D. Elaborazione Rosario Rizzuto.
Dopo tre vittorie consecutive l’unica cosa che poteva fermare il Cirò era… il turno di riposo, che arriva appunto per domenica prossima per i ragazzi di mister Pugliese.

Ma la gara contro il Sant’Anna lascia un brutto strascico sul Cirò: infatti il bomber Vincenzo Pugliese è stato squalificato dal Giudice Sportivo, Antonio Manica, per sette giornate per, si legge nel Comunicato Ufficiale della Figc “atto di protesta di modesta violenza, comportamento offensivo e minaccioso nei confronti dell’arbitro dopo l’espulsione”.

Di certo la società presenterà ricorso!

Inibito fino al 19 novembre anche il presidente della squadra cirotana, Mario Sculco “per entrata non autorizzata nel terreno di gioco”.

Ma le brutte notizie, in questa che si potrebbe definire come la settimana nera per il Cirò, nonostante le tre vittorie consecutive ed il primato in classifica, non finiscono qui: infatti il Giudice Sportivo Territoriale ha dato vinta alla Nuova Torre Melissa per 3 a 0 la gara, della seconda giornata, disputata a Santa Severina contro la Nuova Siberene e persa, sul campo, per 2 a 1.

Secondo quanto rilevato dal Giudice, la squadra del presidente-allenatore Luigi Villaverde ha schierato in campo il giocatore Stefano Tigano che però, agli atti della Figc, risultata tesserato con altra società (il San Mauro Marchesato n.d.a.).

In attesa del contro ricorso della Nuova Siberene, la Nuova Torre Melissa incamera i tre punti contro la Nuova Siberene e con quelli guadagnati alla prima giornata e quelli di domenica scorsa (vittoria per 1 a 0 sullo Sporting Crotone) affianca in vetta proprio il Cirò a punteggio pieno.

Alle spalle delle due battistrada si pongono l’Altilia e il Belvedere Spinello, la prima ha avuto la meglio sul Casabona mentre la squadra del presidente Chiaranza ha superato per 6 a 3 (e non 5 a 3 come riporta il comunicato ufficiale: ma si vede che l’arbitro Basile dopo i danni fatti in campo non è riuscito a ricordare nemmeno il punteggio finale della partita).

La Nuova Siberene, persa a tavolino la gara vinta contro la Nuova Torre Melissa, per ora si deve accontentare dei tre punti conquistati domenica scorsa a Roccabernarda, ma se i ragazzi della dirigente Daniela Galasso giocano come sabato scorso saranno dolori per tutti.

A tre punti anche Camellino (reduce dal proprio turno di riposo), il Sant’Anna e il Casabona.

Chiudono la classifica Scandale, Sporting Rocca e Sporting Crotone ancora fermi al palo, ma lo Scandale, così come Sant’Anna e il Camellino, hanno già osservato il proprio turno di fermo.

La quarta giornata inizia sabato con l’anticipo tra Sporting Kr e Sporting Rocca: una delle due finalmente si libererà dello score “0” per quanto riguarda i punti e i pitagorici appaiano favoriti.

Domenica, tra le due capoliste scende il campo solo la Nuova Torre Melissa impegnata a Sant’Anna contro la squadra locale che domenica scorsa stava quasi per fermare il Cirò (solo nel finale è arrivata la rete della vittoria).

Il Belvedere Spinello ospiterà sul neutro di Isola Capo Rizzuto il Camellino che deve confermare quanto fatto vedere contro lo Scandale prima del riposo mentre l’Altilia sarà ospite della Nuova Siberene in quello che è un derby solo come nome. Infatti, benchè il nome è rimasto Altilia, la squadra è di Crotone e non della frazione di Santa Severina.

L’ultima gara in programma è quella tra Casabona e Scandale. Nella passata stagione lo Scandale espugnò il comunale di Casabona: che la cosa sia di buon auspicio anche per quest’anno?

Dopo tanta sfortuna a Scandale sperano che la ruota incominci a girare!

A parte le decisioni del Giudice già elencate ce ne sono state altre: 35 euro di multa al Cirò “per presenza di persone estranee nel campo” e 30 euro allo Sporting Crotone “per ritardata presentazione della distinta di gara”.

Inibito il dirigente Antonio Cilurso dello Us Scandale fino al 26.11.2008 “per entrata abusiva nel rettangolo di gioco e comportamento offensivo nei confronti dell’arbitro” mentre faceva l’assistente arbitrale.

Se non possono nemmeno entrare in campo che ci stanno a fare gli assistenti arbitrali di parte? Perchè non li eliminano del tutto?

Squalificato per tre gare Giuseppe Garrubba della Nuova Torre Melissa “per atto di violenza nei confronti in un giocatore avversario” e per due giornate Claudio Scalise (Scandale), Luca Alfì (Sporting Crotone) e Vincenzo Oliverio (Sporting Crotone), tutti e tre “per comportamento offensivo nei confronti dell’arbitro”.

Due giornate anche al giocatore dello Scandale, Giuseppe Garofalo, allontanato dall’arbitro Basile per comportamento offensivo mentre ricopriva la carica di assistente arbitrale di parte.

Da tutto ciò si evince che non è cambiato nulla, che gli arbitri continuano a farla da padrone (vedi gare dello Scandale e del Cirò per esempio) e che quindi risultano inutili e senza senso tutte le riunione che si fanno prima della stagione.

Aspettiamo una risposta e relativi provvedimenti dal delegato provinciale della Figc Giuseppe Talarico.

ROSARIO RIZZUTO

La Nuova Siberene di mister Villaverde sbanca Roccabernarda

La formazione della Nuova Siberene che ha battuto lo Sporting Rocca. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto
Devo fare davvero i complimenti a mister Luigi Villaverde, ex allenatore dello Scandale, che sta plasmando una bella squadra.

La Nuova Siberene cresce a vista d’occhio e dopo la sconfitta in amichevole contro lo Scandale, ha fatto passi da gigante.

Ieri, nell’anticipo, ha battuto, in casa propria, lo Sporting Rocca per 4 a 0, giocando benissimo soprattutto nei fraseggi e non correndo quasi mai pericoli.
La palla sta x arrivare a Liotta che gonfierà la rete per lo 0 a 2. Clicca x ingrandire. Foto Rosario Rizzuto
Le reti sono state segnate al 10′ e al 61′ da Sergio Gerardi, al 36′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, da Francesco Liotta e al 69′ con un eurogol (stop di petto,controllo e tiro dal limite dell’area sotto l’incrocio) di Giuseppe Ferraro.

La dirigente-segretaria della Nuova Siberene, Daniela Galasso. Foto Rosario Rizzuto
Da lodare oltre alla squadra l’impegno della segretaria-dirigente, Daniela Galasso che, di fatto, ha sostituito in panchina Mister Villaverde squalficato e presente in tribuna ad incoraggiare i suoi ragazzi.

BRAVA DANIELA!!!
La squadra iniziale dello Sporting Rocca che ha perso sabato 08.11.2008 contro la Nuova Siberene. Foto Rosario Rizzuto
Inesistente per il momento lo Sporting Rocca che aspetta, come ossigeno, gli svincoli di dicembre per inserire in squadra almeno 6/7 elementi provenienti dalle altre due squadre del paese, anche se così si rischia di falsare il campionato essendo le squadre che affronteranno il Rocca fino al 17 dicembre (termine svincoli e trasferimenti) più avvantaggiate delle altre!!!

A parte il non aver fischiato il fuorigioco di Gerardi al 61′ dal quale è partita l’azione (Gerardi si è involato alla trequarti arrivando fino al limite dell’aria e superando Mario Toscano in uscita) che ha portato allo 0 – 3, e qualche altro piccolo errore, è stato davvero bravo l’arbitro Raffaele Barresi di Crotone, che ha fatto quello che dovrebbero fare tutti gli arbitri (e le arbitresse) cioè non mettersi in mostra, quasi sparire dalla partita!!!
COMPLIMENTI RAFFAELE!!!

L'arbitro di Sporting Crotone - Nuova Siberene dell'08.11.2008, Raffaele Barresi di Crotone. Foto Rosario Rizzuto
Questo il tabellino della gara:
Da completare

Nell’altro anticipo, al cospetto di un arbitraggio scandaloso (Cesario dovrebbe chimarsi l’arbitro) e di un Sant’Anna arcigno, la capolista Cirò ha vinto (quando già da un po’ stava giocando in 10 contro 11 per l’espulsione di Pugliese) "solo" 1 a 0 all’88′, con una rete di Cidone, dopo che gli ospiti nel primo tempo avevano falito un rigore, concesso con grande magnanimità dall’arbitro.
Questo, almeno, è quello che mi hanno raccontato.