Posts Tagged ‘elezioni provinciali’

Elezioni Regionali: 15 seggi al Popolo della Liberta, 10 al Partito Democratico… 3 seggi all'Italia Dei Valori

Elezione Regionali: ecco come sono stati distribuiti i seggi in Calabria (clicca sul link per vedere l'attribuzione a tutte le liste che hanno avuto seggi avendo superato lo sbarramento al 4%).

Cliccando qui, invece, trovate l'elenco dei nuovi Consiglieri della Regione Calabria, quadro che è in corso di aggiornamento.

Uno dei tre seggi di Italia Dei Valori dovrebbe andare al Crotonese: dovrebbe entrare in consiglio Emilio De Masi con 1.613 preferenze.

Ufficializzati i seggi di Alfonso Dattolo con 3.484 voti.,Alfonso Pugliano 6.904 preferenze, Salvatore Pacenza 3.399 e Francesco Sulla 4.420.
Il sito della Regione indica tra gli eletti anche Peppino Vallone  con 4.198 voti ma ci sembra assurdo che alla Provincia di Crotone vadano addirittura 7 seggi invece di 4.

Infatti sarebbe stato eletto nel crotonese anche il cognato di Agazio Loiero, Francesco Curcio votato da 2.578 elettori.

Non ce la fanno il mio amico Emiliano Morrone nel cosentino nè Ruggero Pegna nel catanzarese sintomo che i calabresi hanno preferito votare uomini politici piuttosto che uomini impegnati.

Ecco, dal sito della Regione Calabria, il quadro completo dei nuovi Consigliri della Calabria (con la speranza che non ci siano già degli indagati o dei delinquenti) anche se ancora ufficioso:

Risultati ufficiosi
Ultima rilevazione: 30 marzo 2010 10:04
Sezioni rilevate (liste): 2390 su 2405
Sezioni rilevate (candidati): 0 su 2405
PRESIDENTE:  SCOPELLITI GIUSEPPE


  CANDIDATI PRESIDENTE ELETTI CONSIGLIERI:
 
FORMAZIONE POLITICA CANDIDATI ELETTI PREFERENZE
DI PIETRO – ITALIA DEI VALORI DE MASI EMILIO  
TALARICO DOMENICO  
GIORDANO GIUSEPPE  
1.673
4.669
2.279
RIFONDAZIONE – COMUNISTI ITALIANI DE GAETANO ANTONINO  
AIELLO FERDINANDO  
8.765
3.958
AUTONOMIA E DIRITTI – LOIERO PRESIDENTE CURCIO FRANCESCO  
CICONTE VINCENZO ANTONIO  
MIRABELLI ROSARIO FRANCESCO ANTONIO  
FRANCHINO MARIO  
2.578
6.428
4.374
3.220
PARTITO DEMOCRATICO CENSORE BRUNO  
SULLA FRANCESCO  
SCALZO ANTONIO  
VALLONE PEPPINO  
BATTAGLIA DEMETRIO  
BOVA GIUSEPPE  
ADAMO NICOLA  
PRINCIPE SANDRO  
GUCCIONE CARLO  
MAIOLO MARIO  
8.164
4.420
11.109
4.198
9.710
8.770
8.951
8.763
7.527
6.320
INSIEME PER LA CALABRIA – SCOPELLITI PRESIDENTE SERRA GIULIO  
RAPPOCCIO ANTONIO  
5.878
3.726
CASINI – UNIONE DI CENTRO – LIBERTAS DATTOLO ALFONSO  
TALARICO FRANCESCO  
STILLITANI FRANCESCANTONIO  
TRIPODI PASQUALE MARIA  
TREMATERRA MICHELE  
GALLO GIANLUCA  
3.484
8.473
3.747
10.393
10.729
5.494
SCOPELLITI PRESIDENTE PUGLIANO FRANCESCO  
BILARDI GIOVANNI EMANUELE  
PARENTE CLAUDIO  
IMBALZANO CANDELORO  
MAGARO' SALVATORE  
CHIAPPETTA PIERCARLO  
6.904
8.123
3.946
4.780
4.948
4.072
IL POPOLO DELLA LIBERTA' – BERLUSCONI PER SCOPELLI SALERNO NAZZARENO  
AIELLO PIETRO  
TALLINI DOMENICO  
PACENZA SALVATORE  
GENTILE GIUSEPPE  
CARIDI ANTONIO STEFANO  
ZAPPALA' SANTI  
MORELLI FRANCESCO  
CAPUTO GIUSEPPE  
NICOLO' ALESSANDRO  
NUCERA GIOVANNI  
FEDELE LUIGI  
CHIAPPETTA GIANPAOLO  
MORRONE GIUSEPPE  
ORSOMARSO FAUSTO  
6.224
10.405
8.773
3.399
14.310
11.215
11.078
13.211
10.430
8.082
7.717
7.671
7.174
6.916
6.795

Scandale ad Iritale e la Provincia?

E’ Sergio Iritale con 792 preferenze (623 dei quali conquistate da Antonio Barberio) il candidato presidente più votato di Scandale (inteso come paese e non come collegio) anche se, a livello provinciale, nel momento in cui scrivo (19,30) la coalizione capeggiata da Iritale è terza dopo quella di Zurlo (che fino poco fa era secondo) che ha avuto 729 voti e Schifino con 407.
Seguono De Masi con 28, Proto con 12, Lucà con 4, Oliverio con 3 e Madeo con 2.

A Scandale il candidato alla carica di consigliere più votato è stato Antonio Barberio con 623 preferenze seguito da Lucio De Biase con 301, Ermanno Pascuzzo 188, Giuseppe Frandina 173, Salvatore Rota 130, Francesca Barberio 129, Paolo Barbaro 104, Antonello Voce 60, Pasquale Barbuto 53, Rosario Rizzuto (il sottoscritto) 31, Francesco Corigliano 24, Luigi Corigliano 22, Carmela Trivieri 18, Salvatore Lucanto 17, Salvatore Palmiere 12, Giovanni Frandina, Rosario Rota, Elena Grotteria ed Ernesto Chiaravalloti con 10, seguono altri candidati con meno di 10 voti.

Ora è di nuovo in testa Ubaldo Schifino (59 sezioni scrutinate su 206, ore 19,59), se volete seguire in (quasi) diretta lo scrutinio cliccate qui.

Alle Provinciale di Crotone 2009 vota Rosario RIZZUTO

Il 6 e 7 giugno, se hai fiducia in me, vota così:

Fac-Simile elezioni provincialidi Crotone 2009. Clicca x ingrandire.

L'elenco degli scrutatori di Scandale per le elezioni del 6 e 7 giugno

I componenti di una sezione a Scandale durante le elezioni del 9 e 10 aprile 2006. Foto archivio Rosario Rizzuto

Mancano ormai 10 giorni all’apertura delle urne per le elezioni europee e per il rinnovo del Consiglio Provinciale di Crotone (almeno per quanto riguarda le elezioni che si terranno a Scandale).

Il processo che porta al voto è lungo e laborioso ed impegna tanto il responsabile dell’ufficio elettorale Francesco Lucia.

Nei giorni scorsi, dopo che già la Corte d’Appello di Catanzaro avevano nominato i presidenti delle 4 sezioni che funzioneranno a Scandale, la Commissione Elettorale Comunale ha provveduto alla nomina dei 12 scrutatori che insieme ai 4 segretari (scelti dai presidenti) completeranno i seggi.

Nella prima sezione gli scrutatori saranno: Simona Alfieri, Angela Demme, Domenica Simbari e Simona Spanò; nella seconda: Carmine Esposito, Serafina Girimonti, Clemente Madia e Francesca Drammis; nella terza: Rosa Esposito, Luisa Cirillo, Isabella Madia e Beniamino Salerno.
Queste le tre sezioni che si insedieranno nell’appena ristrutturata Scuola Primaria di Scandale che in un certo senso sarà "inaugurata" con le elezioni.

La quarta ed ultima sezione, quella di Corazzo, vedrà invece sedere tra i banchi degli scrutatori: Simone Pallone, Raffaele Fiore, Claudia De Fazio e Antonio Trivieri.

Per il turno elettorale del 21 e 22 giugno (referendum ed "eventuale" ballottaggio delle provinciali) i presidenti di sezioni rimarranno invariati mentre saranno nominati nei prossimi giorni altri scrutatori.

L'interno di un seggio elettorale di qualche anno fa. Foto archivio Rosario Rizzuto

Sergio Iritale incontra i candidati del collegio Scandale-San Mauro

Domani, martedì 19 maggio 2009, a partire dalle 20,30 presso i locali "Bella Blu" sulla strada provinciale per San Mauro Marchesato, ci sarà un incontro pubblico, alla presenza del candidato a presidente alle elezioni provinciali del 6 e 7 giugno, Sergio Iritale, per la presentazione dei candidati, che appoggiano nell’imminente tornata elettorale il presidente uscente della Provincia di Crotone nel collegio Scandale – San Mauro Marchesato.

Salvo defezioni quindi dovrebbe essere presenti: Chiara Pancari (Rinnovamento Democratico), Antonio Barberio (Democratici a sinistra), Francesco Guzzi (Democratici e Riformisti), Francesco Ierardi (Sinistra per la Calabria), Salvatore Rota (Mpc), Rosario Rizzuto (Pdci).

Antonio Barberio nominato Assessore e Vice Presidente della Provincia di Crotone

A pochi giorni dalla fine del mandato della Giunta di Sergio Iriitale, il Consigliere Provinciale di Scandale, Antonio Barberio ottiene la nomina di Assessore e anche quella di Vice Presidente della Provincia di Crotone.

E’ la prima volta, almeno per quanto mi risulta, che uno scandalese arriva a ricoprire una tale carica e quindi non posso non congratularmi con Totò anche se la manovra è palesemente legata alle imminenti elezioni provinciali.

A seguire l’articolo di Massimiliano Franco del quotidiano Calabria Ora sulla nomina di Barberio e dell’altro neo Assessore Domenico Mellace: Il presidente uscente della Provincia di Crotone Sergio Iritale decide di far palare ancora di se ed in piena campagna elettorale. A venti giorni dallo scioglimento della sua giunta decide di nominare due nuovi assessori al posto dei tre andati via nei giorni scorsi e sono il consigliere provinciale Antonio Barberio ed il consigliere comunale Domenico Mellace.

Il neo Assessore e Vice Presidente della Provincia di Crotone, Antonio Barberio. Foto archivio Rosario Rizzuto

Barberio avrà la sola delega ai Lavori pubblici, Mellace invece le deleghe che erano dell’epurato Carlo Colucci Turismo, Commercio, Artigianato, Industria, Politiche economiche, mentre Iritale terrà le altre. La scelta è dettata dal fatto che nei giorni scorsi Iritale aveva chiesto ed ottenuto le dimissioni del vicepresidente Emilio De Masi che aveva anche le deleghe Lavori Pubblici, Viabilità, Infrastrutture e Politiche Comunitarie, e di Domenico Alessio Bilancio e programmazione economica, Finanze e tributi, Affari legali, Protezione civile. L’altro assessore Carlo Colucci con deleghe al Turismo, Commercio, Artigianato, Industria, Politiche economiche ha preferito invece che le deleghe venissero ritirate dallo stesso presidente.
La decisione sarebbe maturata dopo che i tre si sono candidati alle prossime elezioni provinciali con delle liste concorrenti a quelle che fanno parte del cartello messo su da Iritale. Addirittura De Masi è un diretto concorrente visto che è in lizza per il posto da presidente. La motivazione è da ricercarsi nel fatto che si è ormai in piena campagna elettorale e Iritale non si può seguire tutto, ci sono dei progetti avviati che hanno bisogno di maggiore attenzione ed ha deciso di premiare due suoi fedelissimi. «Non conta il tempo lo avrei fatto anche per un giorno per me è un onore ed un riconoscimento alla mia attività politica» dice orgoglioso Mellace che conclude: «Ci sono molte cose da fare in un ente come la Provincia, molti progetti in itinere che non possono essere bloccati, la vita amministrativa non deve subire le crisi politiche e sono contento di poter essere utile».

Ma questa non è l’unica mossa fatta ieri da Iritale che ha puntualmente risposto a quanto affermato il giorno prima dal segretario provinciale del Partito democratico Ciccio Sulla che a sua volta rispondeva a quanto affermato il giorno prima ancora da Iritale.
Una querelle che rischia di trascinarsi sempre più stancamente fino al giorno delle votazioni. I temi ricorrenti sono sempre gli stessi, gli assessori allontanati, il simbolo del Pd, l’alleanza con il Movimento per le autonomie e che Sulla non è stato fino ad ora il segretario dell’unità.

Nel collegio Scandale – San Mauro Marchesato, così come in quasi tutti i collegi, si sceglie tra 31 candidati

Il 6 e 7 giugno, quando i cittadini del collegio elettorale n. 22, Scandale – San Mauro Marchesato, andranno alle urne, dovranno scegliere tra 31 candidati, uno per ogni lista che è stata presenta.

Ben 12 candidati appoggiano la candidatura del candidato del Pdl, Stanislao Zurlo; si tratta di Maria Teresa Valenti (Partito Repubblicano), Elena Grotteria (Democrazia Cristiana), Ermanno Pascuzzo (Rialzati Pdl), Giuseppe Frandina (Il Pdl Berlusconi per Zurlo), Antonello Voce (Alleanza per Zurlo), Paolo Barbaro (Nuovo Psi), Francesca Barberio (I Socialisti), Francesco Corigliano (Popolari Europei), Katia Scigliano (Fiamma Tricolare), Laura De Luca (La Destra), Salvatore Lucanto (Udeur), Mario Piscitelli (Alleanza di centro).

Sei liste, e quindi sei candidati, invece per Sergio Iritale: Chiara Pancari (Rinnovamento Democratico), Antonio Barberio (Democratici a sinistra), Francesco Guzzi (Democratici e Riformisti), Francesco Ierardi (Sinistra per la Calabria), Salvatore Rota (Mpc), Rosario Rizzuto (Pdci).

Sette candidati, nel collegio Scandale – San Mauro, a supporto di Ubaldo Schifino: Carmine Colao (Sinistra per la Provincia), Adelina Scalise Pantusa (Democratici e Riformisti), Giovanni Frandina (Provincia Democratica), Luigi Corigliano (Autonomie  e Diritti), Salvatore Palmiere (Mpa), Luigi De Biase (Araba Fenice), Pasquale Barbuto (Demokratici).

Due soli candidati per Emilio De Masi: Carmela Trivieri (Italia dei Valori) ed Ernesto Chiaravalloti (Lista per Emilio De Masi).

Una lista e un candidato ciascuno per gli altri quiattro candidati alla presidenza della Provincia di Crotone: Vincenzo Macrì (Compagnia dei Democatici) per Salvatore Lucà; Antonio Ferraina (Lega Calabria Federalista) per Pileria Madeo; Giuseppe Fera (Rifondazione Comunista) per Ottavia Oliverio; Rosario Rota (Udc) per Benedetto Proto.

Insomma una bagarre all’ultimo voto e la campagnia elettorale può iniziare anzi è già iniziata!!!

Presentate le liste: 8 candidati a presidente per la Provincia di Crotone. Tanti i candidati a consigliere di Scandale

Sono scaduti ieri a mezzogiorno i termini prer presentare le liste per le prossime elezioni ammistrative e alla fine sono stati 8 i candidati a presidente della Provincia di Crotone presentati e che il 6 e 7 giugno si contenderanno lo scranno più alto per governare l’ente intermedio.

Si tratta di: Ubaldo SCHIFINO (Pd), Sergio IRITALE (Centro Sinistra), Stanislao ZURLO (Pdl), Pileria MADEO (Lega Calabria), Ottavia Oliverio (Prc), Salvatore LUCA’, Benedetto PROTO (Udc), Emilio DE MASI (Idv).

Tantissime anche le liste a sostegno dei presidenti presentate e dalle quali usciranno i 24 nuovi consiglieri della Provincia di Crotone.

Molti anche i candidati di Scandale che si daranno battaglia per un eventuale seggio nel collegio Scandale-San Mauro Marchesato.

Non conosco ancora i nomi ufficialmente ma ne sono girati tanti nei giorni scorsi e cioè: Rosario Rizzuto (il sottoscritto), Paolo Barbaro, Ermanno Pascuzzi, Antonio Barberio, Lucio De Biasi, Antonello Voce ed altri.

Il primo "ad uscire allo scoperto" (anche se ormai i candidati sono ufficiali da ieri) pubblicamente è stato Antonello Voce: stamane il paese è invaso dai manifesti con suo faccione simpatico accompagnati da quelli con il volto un po’ burbero di Stanislao Zurlo, candidato a presidente appoggiato da Antonello.

Comunque vi tranquillizzo non vedrete manifesti con la mia faccia in giro , credo che mi conosciate abbastanza per darmi o meno la vostra preferenza!!

Nominati i presidenti dei seggi elettorali.

In attesa che la commissione elettorale del Comune di Scandale nomini gli scrutatori per la prossima tornata elettorale del 6 e 7 giugno (a Scandale si voterà per le europee e per le provinciali), la Corte d’Appello di Catanzaro ha già nominato i presidenti dei seggi.
Salvo rinunce, nella prima sezione ci sarà Teresa De Paola, nella seconda Guglielmo Drammis, nella terza Concetta Masi ed infine a Corazzo, Andrea Mario Lazzaro.

Rosario Rizzuto candidato alle provinciali di Crotone con il Pdci

Visto che i comunicati stampa viaggiano più veloci della luce e qualche tv ieri ha già dato la notizia, mi sembra giusto, prima che lo leggiate da qualche altra parte, informarvi che da ieri sono ufficialmente candidato, come indipendente nelle liste del PDCI, alle Elezioni Provinciali di Giugno 2009, nel collegio Scandale-San Mauro Marchesato.

Spero che la fiducia che avete avuto nei miei confronti consentendomi di essere eletto prima Consigliere Comunale e successivamente essere nominato Assessore alla Cultura di Scandale, sia cresciuta e che il consenso avuto nel maggio 2006 possa aumentare non solo a Scandale; spero, infatti, che anche i cittadini di San Mauro Marchesato, paese di mia madre, di mio nonno e di molti altri parenti, possano essermi vicini.

Vi dico fin d’ora che QUALCUNO VI DIRA’ CHE IL VOTO A ROSARIO RIZZUTO E’ UN VOTO PERSO, non lo credete, non è così: il meccanismo di voto delle elezioni provinciali anche con non tantissimi voti potrebbe permettermi di essere eletto.
E poi, chi l’ha detto che io non debba prendere tantissimi voti?
Chi l’ha detto che devono essere eletti sempre le stesse persone?
Chi è stato alla Provincia per tanti anni ha avuto le sue opportunità per fare qualcosa per il paese (e anche per se stesso), DATEMI, con il vostro consenso, la possibilità di fare qualcosa anche io per SCANDALE, per SAN MAURO MARCHESATO e per la Provincia di Crotone e per la Calabria in genere.