Posts Tagged ‘foibe’

A Cutro la giornata del Ricordo per i Martiri delle Foibe! E a Scandale?!

Venerdì 10 febbraio, anche Cutro, nel quadro del calendario civile nazionale, ha celebrato attraverso una manifestazione il Giorno del Ricordo a memoria dei Martiri delle Foibe e degli esuli fiumani e dalmati.
L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Migale, all’interno della sala Polivalente Falcone/Borsellino, ha organizzato un incontro con i ragazzi della scuola media Abate Fabio Di Bona e del plesso di San Leonardo di Cutro, con l’intento di informare le giovani generazioni di quanto devastanti sono stati gli eccidi di massa avvenuti nella metà del secolo scorso. Dopo la Giornata della memoria, celebrata lo scorso 27 gennaio, anche le vittime delle Foibe sono state ricordate nella giornata riconosciutagli dalla legge n. 92 del 30 Marzo del 2004.

La proiezione del video-messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che rende omaggio agli infobiati e onora attraverso un riconoscimento i parenti delle vittime delle foibe, ha aperto le celebrazioni del giorno del ricordo.
Successivamente, Maiolo Carmela, studentessa della scuola media di San Leonardo di Cutro, ha letto il testo della legge che riconosce il 10 febbraio come Giorno del Ricordo.

Al termine del minuto di raccoglimento, un lungo applauso è stato dedicato alla memoria dei Martiri delle Foibe.

Con il contributo dei promotori della rassegna cinematografica “CINE-FORUM 2012”, è stato proiettato il film “PORZUS” di Renzo Martinelli, che ricorda l’eccidio di un intero reparto della Brigata Osoppo avvenuto nel febbraio del 1945.

Il sindaco Salvatore Migale, nell’esprime il massimo compiacimento, per la presenza dei ragazzi della scuola media e nel ringraziare il Dirigente Scolastico Vincenzo Corigliano e i professori per la disponibilità dimostrata, ha voluto sottolineare l’importanza del ricordo, ribadendo che queste manifestazioni sono dirette principalmente alle nuove generazioni affinché possano essere consapevoli degli errori che l’uomo ha commesso nel passato.

Per l’assessore del comune di Cutro Gaetano Squillace, le due giornate  commemorative, della shoah e delle foibe, a distanza di pochi giorni l’una dall’altra, non devono essere usate come pretesto di lotte politiche, ma devono essere vissute come un momento di riflessione per rendere omaggio ai caduti ed in particolare devono contribuire per una crescita socio-storica-culturale  al fine di evitare il ripetersi di queste disumane violenze. [Alberto Olivo]

MAI PIU'!!!

Ogni anno tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio c’è la guerra tra i morti di destra e quelli di sinistra, tra il ricordo dei morti della Shoah (27 gennaio) e quelli delle Foibe (10 febbraio), per lungo tempo nascosti.

Foibe.Per me non c’è differenza nella morte: potessi impiccherei dalle palle tutti i nazisti, anche da morti, e chi ha avuto il coraggio di buttare gente umana, italiani, nelle foibe.

Siamo tutti uguali sempre e dovunque ancor di più davanti la morte.

Onestamente la destra, che ha fatto suoi i morti delle foibe e ne fa un cavallo di battaglia ogni anno il 10 febbraio per avere un motivo, come se non ce ne fossero altri, per attacere la sinistra, mi sta un po’ sulle scatole.

Le Foibe, come la Shoah, sono una brutta pagina di storia, un qualcosa che spero in Dio, non abbia mai più a ripetersi.

Onestamente non riesco a capacitarmi come siano potute succedere queste due immani tragedie per l’umanità e quanta sofferenza abbiano patito le persone coinvolte!!!
Come alcuni uomini abbia potuto fare questo ad altri uomini!!!
Peggio delle bestie!!!