Posts Tagged ‘gino pingitore’

Rosario Rizzuto (io) Assessore: manca solo l'ufficialità!

Tra il serio ed il faceto, non so se contento o ironico, l’utente Vissicchio, nel box messaggi, comunica, togliendomene la gioia, il fatto che sarò nominato Assessore del Comune di Scandale.
Gino Pingitore, che a quest’ora poteva essere da maggio 2006 vice sindaco del paese in tranquillità e gioia, si butta la zappa sui piedi per la seconda volta e così, questa volta, il Sindaco Fabio Brescia, è costretto a ritirargli la delega di assessore che, credo, in parte, sarà conferita al sottoscritto a partire da lunedì 27 ottobre 2008.
Una data storica per me, nonostante l’amarezza per l’allontamento da questa carica di un amico che stimo e che continuerò a stimare nonostante gli elevati picchi di delusione delle ultime ore.
Il futuro neo assessore Rosario Rizzuto (a dx) con l'assessore Filippo Lettieri.
Dopo quanto da me vissuto negli ultimi mesi, non mi posso permettere di preocuparmi più di tanto per gli altri e voglio GODERMI questo momento.

Due anni fa sono stato esurpato di una carica che i numeri (i voti) mi assegnavano quasi di diritto e nessuno, dicasi nessuno, ha speso una parola per Rosario Rizzuto.

In questo momento mi viene dato, in ritardo, quanto, credo, mi aspettasse già da tempo…
Ho aspettato con pazienza e sarei stato felice lo stesso se non fosse arrivata questa nomina e fosse rimasto Gino, non era il suo posto quello che spettava a me e la persona "nominata al mio posto" (logicamente nella mia mente perchè la sua nomina è stata del tutto leggittima) si sta comportando benissimo quindi era tutto ok…

Cercherò di far bene, di certo non mi arricchirò facendo l’assessore al Comune di Scandale ma cercherò di fare il bene del mio paese, il bene del circondario e fare parlare, positivamente di Scandale nella Provincia, e, se ci riesco, anche oltre!!!

La mia mail è già disponibile per le vostre proposte e i vostri consigli.

L'assessore Pingitore contrario con le decisioni assunte dalla maggioranza

<!–
@page { size: 21cm 29.7cm; margin: 2cm }
P { margin-bottom: 0.21cm }

Nella seduta di preconsiglio del 23 settembre 2008 avvenuta nel comune di Scandale, il sindaco Fabio Brescia ha annunciato alla maggioranza (di cui faccio parte) che nel consiglio comunale indetto per la data del 30 Settembre 2008, avrebbe inserito tra i punti all’ordine del giorno: – Convenzione stipulata per la centrale Turbogas di Santa Domenica – Valutazione circa anticipazione crediti.
La discussione avrebbe dovuto in poche parole stabilire se era il caso di chiedere una ulteriore anticipazione delle royalties relative alla Centrale turbogas di S. Domenica.

Nello stesso giorno, in tarda serata, consapevole che il 30 Settembre non avrei potuto partecipare al consiglio comunale, in quanto impegnato per un viaggio all’estero con la banda musicale, ho inviato al sindaco un messaggio nel quale ho dichiarato di essere contrario a questa decisione e l’ho pregato di rinviare la discussione di questo punto in data da destinare.

Ho precisato che avrei voluto essere presente a un discussione sulle royalties relative alla Centrale turbogas di S. Domenica perché su questo argomento negli ultimi anni ho condotto una vera e propria battaglia politica.

Soprattutto su come le royalties sono state investite nel corso degli ultimi anni, tanto che questo argomento è stato uno dei principali motivi delle mie dimissioni da assessore comunale.

Sono rientrato infatti come assessore comunale dopo sei mesi di dimissioni proprio in virtù del fatto che il Sindaco e la maggioranza nella seduta del 20 novembre 2007 nella casa comunale, hanno dato la loro piena disponibilità affinchè una parte  dei proventi (royalties) relative alla centrale turbogas di S. Domenica sarebbero state investite in opere pubbliche di grande valore sociale che ho personalmente sempre sostenuto in questi anni: Costruzione di una casa di riposo o di una clinica di eccellenza, Costruzione di una città albergo con l’acquisto delle case in disuso del centro storico di Scandale, realizzazione di una scuola civica musicale, acquisto della Cantina sociale Val di Neto di Scandale (di quest’ultima possibilità mi sono personalmente occupato in qualità di Presidente dell’associazione “Scandale nel cuore” per avviare una transizione con l’amministrazione della cantina).

Il mio rientro come assessore era comunque incoraggiato e rafforzato dal fatto che la linea politico-amministrativa che avevo intenzione di adottare all’interno della giunta comunale, era condivisa e appoggiata dall’associazione politica culturale "Scandale nel cuore" di cui sono Presidente. L’argomento relativo alle royalties è stato più volte discusso nella sede della nostra associazione e lo stesso Sindaco Brescia in un incontro avvenuto nella sala del movimento ha preso degli impegni con i componenti dell’associazione, e si è dichiarato disponibile ad adottare una nuova linea politica che avrebbe portato ad investire i proventi delle royalties in opere socio-culturali ed occupazionali.

In questi giorni rientrato in paese leggendo la delibera del Consiglio comunale del  30 Settembre 2008, mi rendo conto del fatto e vengo a conoscenza che nel Consiglio Comunale del 30 Settembre durante la discussione del punto all’o.d.g. : anticipazione crediti –  royalties relative alla Centrale turbogas di S. Domenica, il gruppo di  maggioranza dell’Amministrazione comunale,  con il solito voto compatto, ha  dato   mandato al Sindaco per consultare  gli istituti di credito e per iniziare questa operazione relativa  alle anticipazioni delle royalties. 

Alla luce di tutto questo:

- Considerato che della mia contrarietà e della richiesta di rinviare il punto all’ordine del giorno in  data da destinare, non si è tenuto conto (avevo avuto  invece rassicurazioni  telefoniche da parte del sindaco che sull’argomento nulla veniva deliberato, ma avrebbe solo iniziato una discussione all’interno del consiglio comunale ), voglio comunicare la mia totale contrarietà con quello che è stato deliberato.      

Dichiaro pubblicamente di non essere favorevole a questa decisione,  e che se  presente al consiglio comunale avrei votato contro questa decisione  come ha fatto il gruppo di minoranza consigliare. A distanza di  un anno dal mio rientro come assessore comunale  voglio pubblicamente prendere le distanze da questa maggioranza che  nulla ha fatto  per la  realizzazione di progetti importanti.

Non sono d’accordo sull’utilizzo dei proventi delle royalties da parte del Sindaco per il pagamento dei  debiti comunali accumulatisi in questi anni.

Il sindaco e la maggioranza  non hanno rispettato gli impegni presi in data  20 novembre 2007, e sono  preoccupato  perchè continuando con questa linea politica i debiti  porteranno il Comune di Scandale a un dissesto finanziario.

Sono propenso invece per una programmazione pluriennale per  il pagamento dei debiti, ma credo che sia arrivato il momento di considerare all’interno della maggioranza  che il tempo delle "vacche grasse" è finito e l’Amministrazione Comunale di Scandale deve mettersi in testa di  amministrare  con le proprie risorse cosi come fanno tutti i Comuni  di questa provincia, e di  utilizzare le royalties che sono  maggiori entrate, economie da utilizzare per la realizzazione di  progetti di grande utilità sociale.

Dobbiamo finirla  con questa politica… clientelare! Perchè la gente di Scandale aveva ed ha grandi aspettative di miglioramento viste le considerevoli  disponibilità economiche che questa amministrazione comunale ha avuto negli ultimi anni la possibilità di amministrare.

Sono altresì rammaricato perchè  in questa maggioranza non sono  mai stato appoggiato, le mie idee di sviluppo legate al territorio sono state sempre boicottate, si è preferito usare una strategia per isolarmi,   per  preferire una linea politica che niente ha prodotto e nulla ha progettato nonostante le disponibilità finanziarie.

In qualità di Presidente  dell’associazione polico- culturale “Scandale nel cuore” convocherò in tempi  brevi una riunione del Consiglio direttivo  per decidere insieme le azioni  politiche da intraprendere  per il bene di questo paese.

Volevo infine precisare che personalmente sono  contro la  politica che utilizza le royalties in   modo clientelare  senza programmare un serio sviluppo del territorio, perchè così facendo  la nostra comunità e il meridione si ritroveranno tra qualche anno con Centrali energetiche, parchi eolici ed industrie che con il loro impatto ambientale  rovinano  le bellezze naturali di questa nostra terra in cambio  di royalties (economie)  che vengono utilizzate non per il bene e la crescita  della comunità ma soltanto a fini politici e clientelari.

IGINIO PINGITORE

A VOI I COMMENTI!!!

La Banda in Spagna: l'articolo.

SCANDALE - Uno degli striscioni con una loro foto utilizzato per pubblicizzare il “1° trofeo internazionali per bande” della città di Santa Susanna in Spagna, i ragazzi della Gaudiosi di Maria di Scandale (Crotone) lo hanno “sottratto” in terra spagnola e lo hanno attaccato sulla strada, su via Nazionale, nei pressi della loro sede a Scandale, per mostrarlo ai propri concittadini.

Lo striscione con la foto della Banda di Scandale

Di certo deve aver fatto una grossa impressione e devono aver provato un’emozione unica i componenti della Banda “Gaudiosi di Maria” di Scandale che, arrivati a Santa Susanna, in Spagna, si sono trovati, in giro per la città, locandine, manifesti, brochure e striscioni giganteschi, che pubblicizzavano il festival bandistico, “Festival Internacional de musica Santa Susanna costa de Barcelona”, con le loro foto!

Nessuno li aveva informarti, anche perchè nemmeno il presidente Gino Pingitore né il maestro Pignataro ne sapevano niente e così si sono ritrovati in questa calda atmosfera già da protagonisti.
E protagonisti lo sono stati davvero visto che la Banda di Scandale, alla fine del trofeo, è arrivata al terzo posto assicurandosi inoltre 1.000 euro di premio e 5 soggiorni a Santa Susanna.

La Banda Gaudiosi di Maria di Scandale durante un'esibizione

La prima Banda classifica è stata la Phialni Orkester Richmanje (Slovenia) che si è aggiudicata 5.000 euro di premio e 15 soggiorni a Santa Susanna mentre al secondo posto sono arrivati i componenti della Banda Musicale “A. Cantiani” di Roncoglione (2.000 euro e 10 soggiorni il loro premio).
Il concorso si è tenuto nei primi 6 giorni di ottobre e ha visto la partecipazione di 18 bande di cui 9 poi squalificate.
Tre sono state le esibizioni della Banda scandalese, la prima del 2 ottobre per la partecipazione al trofeo, poi sabato 4 è stata la volta della sfilata per le vie della cittadina spagnola mentre domenica si sono esibiti nell’hotel che li ospitava.

Tre ragazze della Banda di Scandale in un momento di pausa

Al termine della manifestazione, una volta rientrati a Scandale, non potevano mancare il punto sulla manifestazione, i ringraziamenti e le conclusioni del presidente Pingitore: “L’organizzazione di questo viaggio è stata frutto di sacrifici, di un’attività che non conosce sosta, prima fra tutti quella del maestro Francesco Pignataro che con costanza e pazienza ha fatto crescere in questo paese un gruppo musicale formidabile; e poi i ragazzi di Scandale con quelli della vicina San Mauro e di Cerenzia che hanno partecipato al grande evento internazionale, offrendo un valido contributo, affinchè venisse fatta bella figura in una nazione straniera, dove il giudizio sulle prestazioni è stato affidato ad una giuria formata da diverse persone, fra questi il presidente era un giurato di fama mondiale.

Per far fronte alle spese siamo ricorsi al fondo che la banda è riuscita ad accantonare durante l’anno e nella misura minima ogni partecipante ha dato la sua quota.
Ringrazio la Banca di Credito Cooperativo di Scandale per aver elargito un contributo a nostro favore, poi la Provincia di Crotone nella persona del consigliere Antonio Barberio che, mediante il suo impegno, ha ottenuto presso l’ente la concessione di un congruo contributo a favore dell’organizzazione scandalese che consentirà di sgravare il peso di un eventuale indebitamento dell’associazione stessa.
Una bella foto della Banda Gaudiosi di Maria di Scandale.
La Banda “Gaudiosi di Maria” è oramai una bella ed importante realtà del nostro paese e della provincia di Crotone, ma anche dell’intera regione Calabria. I nostri ragazzi nell’esibirsi in Spagna hanno dato onore alla nostra terra, specialmente alla Calabria che spesso è conosciuta per cose negative.
Curiosa la gente presente alla manifestazione internazionale che leggeva la provenienza della banda sulla scritta della grancassa “Scandale (KR)”: erano in tanti a pensare che KR indicava CROAZIA, per questo siamo stati “costretti” a tirar fuori lo striscione dove appariva chiaramente: “Scandale provincia di KR – ITALIA “.
Da sx il Maestro Pignataro e il Presidente della "Gaudiosi di Maria" Pingitore.
In Spagna abbiamo rappresentato la parte buona della nostra terra, pertanto, spero che le istituzioni per il futuro saranno sempre presenti e che ci consentiranno di gareggiare con il resto del mondo, in modo da poter portare alto il nome del nostro paese, della nostra provincia e della regione Calabria.
Presto verrà eseguito un concerto in Chiesa per salutare e ringraziare le istituzioni e le persone che credono nella banda come organizzazione capace di creare al di là della musica anche cultura e socialità”.

Insomma quasi uno sfogo in piena regola quello del Pingitore che non riesce a gioire nemmeno per questo successo vista l’indifferenza che c’è in paese.
Forse in altre parti d’Italia, in altri paesi la gente avrebbe accolto in trionfo i propri giovani musicisti, perchè a Scandale è così difficile gioire per i successi degli altri?

Allora li facciamo noi i più grandi complimenti e i ringraziamenti per aver portato in alto il nome di Scandale a questi ragazzi elencandoli uno ad uno: questi, infatti, i componenti della Banda “Gaudiosi di Maria” di Scandale presenti in Spagna: Galasso Valentina, Pingitore Ippolito Emanuele, Greco Agostino, Raimondo Tonio, Giuseppe Peluso, Longo Vincenzo, Rizzuto Antonio, Lonetto Antonio, Pingitore Fedele, Ranieri Carmine, Pingitore Francesco, Galasso Irene, Pingitore Marco, Rocca Maria, Sgarriglia Angela, Barretta Valentina, Longo Roberto, Citriniti Serena, Pasculli Cristiano,  Sgarriglia Maria, Aprigliano Fabiola, Pingitore Salvatore, Rocca Rosangela, Curto Angela, Pingitore Ippolito, Drammis Giovanni, Clemeno Franco, Curto Francesca, Pingitore Rossella, Mollura Francesco, Piccolo Pierluigi, Pasculli Simone, Falbo Vincenzo, Carvelli Matteo, Rocca Nino.
Lo striscione esposto in Spagna dalla Banda di Scandale.
Alla prossima sfida!

ROSARIO RIZZUTO

La Banda di Scandale arriva Terza in Spagna: BRAVI!!!

La Banda "Gaudiosi di Maria" di Scandale. Foto Rosario Rizzuto, elaborazione Gianni Lucanto
Stanotte, poco prima dell’una, da una stazione di servizio,sul suo blog, Gino Pingitore scriveva:

GRANDE SODDISFAZIONE PER IL MAESTRO FRANCESCO PIGNATARO E NATURALMENTE PER IL SOTTOSCRITTO ED I COMPONENTI DELLA BANDA MUSICALE GAUDIOSI DI MARIA DI SCANDALE PER AVER OTTENUTO IL 3° POSTO AL 1° TROFEO INTERNAZIONALE DI BANDE MUSICALI DELLA CITTA’ DI SANTA SUSANNA IN SPAGNA.

Il primo posto è stato conquistato dall’orchestra a fiati Ricmanje della Slovenia;

il secondo posto, a breve distanza dai nostri ragazzi, è stato assegnato alla banda musicale A. Cantiani di Ronciglione (Viterbo).

La notizia ci è stata anticipata dal componente della banda, Carmine Ranieri, di San Mauro Marchesato che in questo momento è delegato a rappresentarci nella cerimonia di chiusura e che si è prestato a rimanere in Spagna.

Siamo presso una stazione di servizio dove stiamo festeggiando la notizia con tutti gli amici presenti nel viaggio, naturalmente  con la sangria.

Iginio Pingitore.

Grande gioia per l’impresa della Banda "Gaudiosi di Maria" di Scandale e da parte mia, ma spero anche vostra, complimenti, complimenti, complimenti ai ragazzi, al maestro Pignataro e al presidente Pingitore.

Consiglio Comunale di Scandale del 30 settembre 2008: l'articolo

SCANDALE – Sembrava, dall’Ordine del Giorno, un consiglio comunale da sbrigare in pochi minuti, una pura formalità, quello di martedì 30 settembre.

Invece i lavori del civico consesso di sono impantanati sul terzo punto dell’o.d.g. (convenzione stipulata per la centrale Turbogas di Santa Domenica – Valutazione circa anticipazione crediti) dove, nonostante di fatto fosse d’accordo con la proposta del sindaco Brescia, il consigliere di minoranza Barberio iniziava un suo personale comizio (per la verità non una novità durante i consigli comunali della cittadina collinare crotonese) che con le risposte e le precisazioni del sindaco si protraeva per più di un’ora, lasciando alla fine dei lavori, nei pochi cittadini presenti, più dubbi di quando si era iniziato e insinuando dubbi da provvedimenti giudiziari.

Qualche maligno ha insinuato che il Barberio ha già iniziato la campagna elettorale per le prossime elezioni provinciali ma il pur consigliere di via Mario Nicoletta è andato diritto per la sua strada e ha preteso chiarezza e nero su bianco.

All’appello, alle 18,10, della segretaria comunale, Stefania Tutino, erano assenti il consigliere di maggioranza Iginio Pingitore (per la cronaca impegnato in Spagna con la Banda Gaudiosi di Maria di cui è presidente, come riferito nel precedente numero del nostro giornale) e quelli di minoranza Vincenzo Chiaravalloti e Giuseppe Riolo (che, in due anni, di consigli comunali ne ha visti davvero pochi).
Consiglio Comunale di Scandale del 30 settembre 2008: da sx il vicesindaco Patrizio Coriale, il sindaco Fabio Brescia, la segretaria comunale Stefania Tutino e l'assessore Filippo Lettieri.
Approvato all’unanimità il primo punto, ossia l’approvazione dei verbali della seduta precedente, non si avevano problemi nemmeno sul secondo (modifica della convezione del servizio di segreteria).

Praticamente la segretaria comunale, la graziosa Stefania Tutino, finora segretaria comunale a Scandale ma anche a Belvedere Spinello e alla Comunità Montana, lascia la Comunità Montana e la sostituisce con il comune di Rocca di Neto; nessuno aggravio di spesa per il comune di Scandale che anzi risparmierà in caso di assenza della Tutino in quanto la supplente sarà pagata, in base alla convenzione, interamente dal comune di Rocca di Neto.

Il punto passa all’unanimità con l’immediata esecutibilità.

Antonio Barberio. (Foto dalla rete)Alla lettura del già citato terzo punto e subito evidente che non sarà discusso in pochi minuti. La pila di documenti sul tavolo del consigliere Barberio, che prende subito la parola dopo le spiegazione del sindaco, che ha Scandale funge anche da presidente del consiglio comunale, è alta come è giusto che sia.

Di fatto il sindaco Brescia spiega che nel comune si ha la seguente situazione: una mancanza di cassa per venire incontro ai debiti per via di numerosi residui attivi.

La situazione di fatto è la seguente: circa 1.581.000 Euro di debiti (con la Regione Calabria, l’Akros ed altre ditte) a fronte di oltre 1.600.000 Euro di crediti sotto forma di tasse arretrate che devono pagare i cittadini o di crediti dalla Regione per dei Por già pagati dall’amministrazione comunale.

La proposta della maggioranza è di valutare la possibilità di chiedere un’anticipazione (ma solo di cassa e non di competenza) o alla centrale di Santa Domenica, facendosi anticipare una, due o tre annualità delle royalities spettanti al Comune (che ricordiamo ammontano a 620.000 Euro all’anno) oppure di fare un bando per avere l’anticipo da una banca, in entrambi i casi i soldi verrebbero spesi come cassa ma non come competenza.

Soldi che nei successivi anni saranno rimpinguati, per la competenza, con il pagamento delle tasse e il versamento da parte dei vari enti dei crediti vantati dal comune di Scandale.

Segue un, a volte, acceso scontro verbale tra il sindaco Brescia e il consigliere Barberio.

Ognuno cerca di far valere le proprie ragioni. Barberio fa presente che il comune di Scandale nonostante abbia avuto un introito di denaro superiore a qualsiasi comune della provincia e non solo, si trova con debiti e insinua il dubbio di che fine abbiano fatto “i soldi della centrale” avuti finora.

Il sindaco cerca di sfatare il mito delle royalties spiegando come una gran parte di queste siano utilizzate per venire incontro alla cittadinanza facendo pagare per esempio il 50% della Tarsu, offrendo il servizio scuolabus in modo gratuito e la mensa per i ragazzi delle scuole al prezzo più basso della provincia (solo 50 centesimi a pasto).

Dopo accese discussioni, nelle quali un paio di volte vengono tirati in ballo dal Barberio anche i Carabinieri presenti in aula (“Hai detto questo davanti ai Carabinieri” e via dicendo), sia arriva ad una conclusione in questi termini: il Barberio pretende che la segretaria comunale (“Segretaria del comune di Scandale e non di Brescia”) metta nero su bianco che i debiti per le spese correnti accertati sono questi: Regione Calabria per acqua 800.000 Euro, Sorical 200,000 Euro, Commissario emergenza rifiuti 90.000 Euro, Akros 491.000 Euro per un totale appunto di 1.581.000 Euro, e afferma che, se l’anticipazione di cassa verrà usata solo e soltanto per il pagamento di questi debiti, la minoranza è pronta a votare a favore.

Il sindaco Brescia risponde, mentre i tre consiglieri di minoranza presenti abbandonano l’aula, che il comune di Scandale vanta vari crediti per oltre 1.600.00 euro dovuti sia a soldi da riscuotere dalla Regione ma soprattutto a mancati introiti per alcune tasse in quanto il comune (siccome quando il sindaco era Barberio non veniva fatta pagare l’acqua), per esempio, deve riscuotere alcune annualità della suddetta tassa e non era umanamente possibile chiedere ai cittadini di pagare più anni in una volta sola, e che si impegna a valutare in che modo chiedere l’anticipazione (se alla centrale o predisporre una gara tra banche) per il pagamento dei debiti del Comune.

Rimasti soli i consiglieri di minoranza, il punto viene approvato, alle 19,20, all’unanimità.

Passa così in secondo piano l’ultimo punto dell’o.d.g. (salvaguardia equilibri di bilancio art. 193 del Tuel n. 267/00), che bisognava approvare entro il 30 settembre (da qui la sessione straordinaria del consiglio comunale), che passa, all’unanimità ed immediata esecutibilità, coi voti dei 12 (sindaco compreso) della maggioranza.

ROSARIO RIZZUTO

La Banda va a Barcellona: l'articolo

SCANDALE Dopo l’esperienza a Praga nel 2007 e dopo ed essere stati costretti a rinunciare al viaggio in Germania di luglio di quest’anno, per alcuni problemi non imputabili a loro, i ragazzi della Banda “Gaudiosi di Maria” di Scandale, accompagnati dal maestro Franco Pignataro, ieri, lunedì 29 settembre 2008, sono partiti in pullman, da piazza Municipio, alla volta della Spagna.
La Banda di Scandale a Praga nel 2007. Clicca per ingrandire. Foto archivio Rosario Rizzuto
Un altro splendido viaggio ludico-musicale organizzato dal presidente dell’Associazione bandistica, Gino Pingitore, che porta avanti alla grande il suo progetto, nonostante spesso si ritrovi da solo coi suoi musicisti!

Con loro, in questo viaggio, alcuni genitori e parenti desiderosi di vivere questa avventura insieme ai propri piccoli Chopin.

Come sempre Gino ha organizzato le cose in grande e, dopo l’hotel da mille e una notte di Praga, questa volta la comitiva scandalese sarà ospitata in un albergo a quattro stelle nella cittadina di Santa Susanna poco distante da Barcellona.

Ma lo scopo del viaggio non è solo ludico, infatti la Banda “Guadiosi di Maria” in Spagna parteciperà ad un Trofeo Internazionale di musica bandistica dove saranno giudicati da una prestigiosa giuria.

Tutte le bande presenti in Spagna saranno distinte in tre categorie: Bande musicali da concerto, Bande musicale “Show Marching Band” (saranno incluse in questa categoria le bande con strumenti a fiato, bande di animazione e folcloristiche) e Bande musicali con Majorettes.

La Banda di Scandale concorrerà tra le Bande musicali da concerto nella cui categoria rappresenterà non solo il crotonese ma tutta la Calabria.

Dopo l’arrivo, previsto nel primo pomeriggio di oggi, martedì 30 settembre, questo, a grandi linee, il programma di questa sette giorni spagnola: Mercoledì 01.10.08, ore 09.00, escursione e visita della città di Barcellona.

Giovedì 02.10.08, ore 17.00, concerti delle varie bande musicali in diverse piazze di Santa Susanna.

Venerdì 02.10.08, ore 10.00, esibizione "1° settore" (prove del trofeo); ore 16.00, esibizione "2° settore"(prove del trofeo).

Sabato 03.10.08, ore 10.00, esibizione competitiva "1° settore" (inizio del trofeo); ore 16.00, esibizione competitiva "2° settore" (inizio del trofeo).

Domenica 04.10.08, ore 10.00, sfilata di tutte le bande musicali; ore 21.00, premiazione, ed esibizione di saluto di tutte le bandi musicali.

Lunedì 05.10.08, giornata libera per escursioni, oppure giornata balneare.

Martedì 06.10.08, partenza di tutti i gruppi e rientro nelle loro località di provenienza.

Insomma un’avventura niente male che metterà a confronto i ragazzi della Banda di Scandale (composta non solo da ragazzi di Scandale ma anche di San Mauro Marchesato, Caccuri e Cerenzia), con altre realtà bandistiche, un’esperienza importante per continuare a crescere in questo mondo musicale così difficile ma nello stesso tempo molto appassionante.

ROSARIO RIZZUTO

Lunedì sera…

Chissà dove è il pullman della banda (tra l’altro mi hanno detto che è un pullman a due piani) a quest’ora; poco fa al campo mi hanno detto che alle 18,00 erano a Foggia… alchè io: Foggia? Che caspiterina c’entra Foggia per andare in Spagna?
Sarà stato un fraintendimento!

Dovunque si trovino a questo ora, se avessi accettato l’invito del sempre gentile Gino Pingitore, sarei con loro ed invece sono qui al pc, appena tornato dalla partita a calcetto (e sì anche stasera) e dall’allenamento dello Scandale.
In campo fino alle 22,30 una ventina di ragazzi agli ordini di mister Rizzuto, la preparazione ricomincia giovedì, due giorni di pausa a causa del calcio in tv: (nota) da capire se le partite se le vogliono vedere i giocatori o il mister!!!

La partita di calcetto invece è andata meglio dell’altra volta, ho cominciato a prendere le misure anche se è sempre una grande fatica… Ma, sono sicuro, andrà sempre meglio.

Qualcuno più attento si domanderà: "Ma come? Dopo averci fatto la testa così con la prima puntata di Zelig te ne vai a calcetto?"
Sì, ma dopo aver programmato il videoregistratore e ora sto vedendo la parte finale: certo che Vanessa Incontrada è ingrassata una cifra!!!
Certo ha partorito solo a luglio, ma la mia amica Teresa De Paola (che, per la cronaca, oggi ho rivisto dopo mesi) dopo una settimana era di nuovo un figurino, invece Vanessa sembra una donna normale lasciatasi andare durante la gravidanza e anche dopo.
Meglio così, anche se, sono certo, tornerà presto in forma. 

Oggi la Banda di Scandale parte per la Spagna

La Banda "Gaudiosi di Maria" di Scandale con il maestro Franco Pignataro e il presidente Gino Pingitore. Foto archivio Rosario Rizzuto
Alle 13,30 la Banda "Gaudiosi di Maria"  con il presidente Pingitore il maestro Pignataro e alcuni genitori dei musicisti, parte da piazza Municipio alla volta della Spagna.

Sarebbe bello andarla a salutare in tanti, anzi, visto che ci siete, fate qualche foto che io sono a scuola.

Buona settimana!!!